Jump to content
Sign in to follow this  
KimiSanton

Notizie Varie 2020

Recommended Posts

Io sono convinto che ad oggi il vero nemico della F1 sia il contingentamento dei componenti, 
Se una PU deve durare 7 weekend o mi becco una penalità, un team lo testa e lo sviluppa per essere ragionevolmente sicuro che duri almeno 8. In questo modo hanno un margine per far si che se una si rompe prima del tempo, possono sempre allungare la vita di un'altra. 
Questo implica che spendono una marea di soldi per implementare ricerche e macchinari per far si che tutto duri il più a lungo possibile. 

Contingentamento + sviluppi bloccati = costi alti e poco ricambio al vertice = poco interesse per gli investitori e sponsor = pochi soldi che girano e sempre per gli stessi team. 

La vicenda Honda ha ammazzato tutti gli interessi eventuali di ingresso di case automobilistiche. Entrare e non essere competitivi ti condanna a non essere competitivo per anni. 

Alla F1 serve più libertà e serve anche che i team siano completamente estromessi dal processo decisionale del regolamento. Altrimenti ci sarà  sempre chi decide in base ad interessi personali invece che di categoria. 

@Mito Ferrari Ridurre il numero di vetture per team è altrettanto controproducente. Il risparmio sarebbe illusorio, dato che adesso molti uomini indispensabili sono comunque già spalmati su due vetture. Con una sola vettura faresti a meno di alcuni meccanici ed ingegneri, ma riceveresti meno soldi dagli sponsor, non potresti vendere il secondo sedile (Latifi, Stroll, e amici, portano soldi ai team, non sono fonti di spesa) 
E allo stesso modo accorciare il weekend, riduce la visibilità della tua vettura nei media, rendendo meno appetibili gli spazi per gli sponsor, ma alla fine pagheresti la stessa cifra per la trasferta. 
Insomma, rinunceresti ad importanti economie di scala, a fronte di un risparmio misero. 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non mi è mai granché piaciuto il BoP stile WEC con limitazioni di peso/potenza etc... Andare a toccare direttamente la competizione in pista non è nelle mie corde.

 

L'idea delle ore in galleria del vento in crescendo invece non mi dispiace. Potrebbe esserci il team che butta all'aria la stagione per avere più ore, ma penso anche che il vantaggio che si otterrebbe non pareggerebbe quanto perso in termini di premio finale. Può rendere il livello un po' più equilibrato? Sicuramente non del tutto, ma potrebbe aiutare ad avvicinare le prestazioni. Sempre meglio di niente.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, Bigmeu ha scritto:



@Mito Ferrari Ridurre il numero di vetture per team è altrettanto controproducente. Il risparmio sarebbe illusorio, dato che adesso molti uomini indispensabili sono comunque già spalmati su due vetture. Con una sola vettura faresti a meno di alcuni meccanici ed ingegneri, ma riceveresti meno soldi dagli sponsor, non potresti vendere il secondo sedile (Latifi, Stroll, e amici, portano soldi ai team, non sono fonti di spesa) 
E allo stesso modo accorciare il weekend, riduce la visibilità della tua vettura nei media, rendendo meno appetibili gli spazi per gli sponsor, ma alla fine pagheresti la stessa cifra per la trasferta. 
Insomma, rinunceresti ad importanti economie di scala, a fronte di un risparmio misero. 

 

 

La durata del week end in che modo sarebbe più appetibile per gli sponsor? Allora perché non le allungano?

Una gara combattuta di 30 minuti potrebbe essere più vista rispetto ad una noiosa di quasi 2 ore. Alla fine se gli spettatori mancano è inutile mantenere un gp di 2 ore per l'ipotetica felicità degli sponsor che non verrebbero visti.

 

Sul discorso di 1 sola auto: venderesti la tua monoposto ad altri team, li riprendi in quel modo, senza dover per forza vendere il sedile a bidoni abusivi tipo Stroll e co.

 

Poi oh, io e la matematica siamo 2 cose diverse, ci sta che le mie siano solo fantasie utopistiche da inesperto finanziario. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Ruberekus ha scritto:

per quel che vale, la Renault conferma che rimarrà in F1 https://www.motorsport.com/f1/news/renault-f1-future-2021-delbos/4798159/

 

Fanno bene, vinceranno

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il fatto che tu adesso vendi due spazii pubblicitari per 21 eventi di 3 giorni ciascuno. 3h di diretta tv il primo giorno 

2+extra il secondo 

è circa 2h + extra il terzo. 
 

se tu dimezzi le vetture, dimezzi anche la possibile esposizione dei tuoi sponsor alla tv.

Per esempio una Redbull potrebbe essere in lotta con una Ferrari, mente l’altra in lotta con una Mercedes. 
Oltre al fatto che le tv pagano per quello che mandano in onda. Meno tempo in pista corrisponde anche a meno materiale da mostrare nei replay o in approfondimenti e se in più hai anche una sola vettura in pista, è molto probabile che i soldi che ti daranno siano molti meno di quelli che ti prendi adesso. 
Dovendo comunque pagare un certo numero di ingegneri e meccanici per una sola vettura nonostante adesso lo facciano su due. 
 

Poi c’è anche il costo del viaggio. 

Spenderesti 1000€ per fare un pomeriggio alle Bahamas? 

Spenderesti 1000€ per fare una settimana alle Bahamas? 
 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 minuti fa, Bigmeu ha scritto:

Il fatto che tu adesso vendi due spazii pubblicitari per 21 eventi di 3 giorni ciascuno. 3h di diretta tv il primo giorno 

2+extra il secondo 

è circa 2h + extra il terzo. 
 

se tu dimezzi le vetture, dimezzi anche la possibile esposizione dei tuoi sponsor alla tv.

Per esempio una Redbull potrebbe essere in lotta con una Ferrari, mente l’altra in lotta con una Mercedes. 
Oltre al fatto che le tv pagano per quello che mandano in onda. Meno tempo in pista corrisponde anche a meno materiale da mostrare nei replay o in approfondimenti e se in più hai anche una sola vettura in pista, è molto probabile che i soldi che ti daranno siano molti meno di quelli che ti prendi adesso. 
Dovendo comunque pagare un certo numero di ingegneri e meccanici per una sola vettura nonostante adesso lo facciano su due. 
 

Poi c’è anche il costo del viaggio. 

Spenderesti 1000€ per fare un pomeriggio alle Bahamas? 

Spenderesti 1000€ per fare una settimana alle Bahamas? 
 

 

Ma non è tutto in proporzione?

Allora perché non schierano 3 o 4 auto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

i budget cup imho sono utili alla sopravvivenza della categoria, il problema è quando a questi affianchi anche il congelamento di parti della vettura

 

non ci resta che aspettare e vedere

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, Mito Ferrari ha scritto:

 

Ma non è tutto in proporzione?

Allora perché non schierano 3 o 4 auto?


In primis perchè è vietato da regolamento. Ferrari, Mercedes e Redbull lo farebbero domani. 
E poi perchè oltre ad un certo limite è conveniente, dopo i costi aumentano e le economie di scala vanno a farsi friggere. 
 

Penso che anche la regola di avere due vetture con la stessa livrea sia idiota. Haas, Williams, Racing Point, potrebbero vendere gli spazi a sponsor differenti ad un prezzo minore che vendere entrambe le vetture, ma ottenere una cifra complessivamente superiore. 
Esempio, adesso Williams vende ad uno sponsor un posto su entrambe le vetture ad un prezzo ipotetico di 10. Prezzo che magari per molte aziende è proibitivo. Invece potrebbero vendere lo stesso spazio su una sola vettura per 6 e ottenere 12 in totale. Questo non è pero' consentito da regolamento. Come non è consentito cambiare livrea durante l'anno. 

Sono le assurde limitazioni che uccidono lo sport. Se Petrobras volesse dare 2 milioni extra per Mclaren e avere vetture giallo oro al gp del Brasile, sarebbe utile per i team farlo.Oppure avere sponsor specifici per specifici GP. Come avviene in Indycar.  

Insomma ci sono un sacco di opportunità che non stanno cogliendo ma poi si perdono in budget cap e motori fantascientifici. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, Bigmeu ha scritto:


In primis perchè è vietato da regolamento. Ferrari, Mercedes e Redbull lo farebbero domani. 
E poi perchè oltre ad un certo limite è conveniente, dopo i costi aumentano e le economie di scala vanno a farsi friggere. 
 

Penso che anche la regola di avere due vetture con la stessa livrea sia idiota. Haas, Williams, Racing Point, potrebbero vendere gli spazi a sponsor differenti ad un prezzo minore che vendere entrambe le vetture, ma ottenere una cifra complessivamente superiore. 
Esempio, adesso Williams vende ad uno sponsor un posto su entrambe le vetture ad un prezzo ipotetico di 10. Prezzo che magari per molte aziende è proibitivo. Invece potrebbero vendere lo stesso spazio su una sola vettura per 6 e ottenere 12 in totale. Questo non è pero' consentito da regolamento. Come non è consentito cambiare livrea durante l'anno. 

Sono le assurde limitazioni che uccidono lo sport. Se Petrobras volesse dare 2 milioni extra per Mclaren e avere vetture giallo oro al gp del Brasile, sarebbe utile per i team farlo.Oppure avere sponsor specifici per specifici GP. Come avviene in Indycar.  

Insomma ci sono un sacco di opportunità che non stanno cogliendo ma poi si perdono in budget cap e motori fantascientifici. 

 

 

La BAR era anni luce avanti nel 1999 :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites
29 minuti fa, Bigmeu ha scritto:


In primis perchè è vietato da regolamento. Ferrari, Mercedes e Redbull lo farebbero domani. 
E poi perchè oltre ad un certo limite è conveniente, dopo i costi aumentano e le economie di scala vanno a farsi friggere. 
 

Penso che anche la regola di avere due vetture con la stessa livrea sia idiota. Haas, Williams, Racing Point, potrebbero vendere gli spazi a sponsor differenti ad un prezzo minore che vendere entrambe le vetture, ma ottenere una cifra complessivamente superiore. 
Esempio, adesso Williams vende ad uno sponsor un posto su entrambe le vetture ad un prezzo ipotetico di 10. Prezzo che magari per molte aziende è proibitivo. Invece potrebbero vendere lo stesso spazio su una sola vettura per 6 e ottenere 12 in totale. Questo non è pero' consentito da regolamento. Come non è consentito cambiare livrea durante l'anno. 

Sono le assurde limitazioni che uccidono lo sport. Se Petrobras volesse dare 2 milioni extra per Mclaren e avere vetture giallo oro al gp del Brasile, sarebbe utile per i team farlo.Oppure avere sponsor specifici per specifici GP. Come avviene in Indycar.  

Insomma ci sono un sacco di opportunità che non stanno cogliendo ma poi si perdono in budget cap e motori fantascientifici. 

 

 

In verità determinati sponsor solo per alcuni GP singoli ci sono stati, e anche livree "celebrative" per una volta sola (mi vengono in mente Jaguar verde e rossa nel 2004 a Monaco, Red Bull con livrea formata da foto di volti di donatori a Silverstone 2007(?), sempre Red Bull nel 2008 in Brasile con una livrea tradizionale e una bianca (ultimo GP di Coulthard). 

Il problema è che le livree a regola devono essere uguali, come hai detto tu, concedendole diverse, si possono attrarre più sponsor. Magari basterebbe anche solo fare come in F2, 3 ecc. con livree sostanzialmente uguali ma sponsor diversi (quelli che portano i piloti). Io ad esempio non amo i cambi di livrea da una gara all'altra come avviene in Indycar o NASCAR, non si capisce niente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
7 ore fa, Mito Ferrari ha scritto:

 

Ma non è tutto in proporzione?

Allora perché non schierano 3 o 4 auto?

 

accettato!

 

dopo ci saranno Verstappen, Hamilton e Leclerc che pretenderanno di essere il capo plotone di 4 piloti :asd: 

 

Edited by JLP

Share this post


Link to post
Share on other sites

La F1, così come la conosciamo noi, sta per finire. Queste regole assurde che hanno introdotto, sono fatte nell'ottica di salvare il sistema attuale, ma è un sistema morente, bisogna guardare al futuro.

Va bene il budget cap, sono favorevole, ma con meno limitazioni sulla creazione e lo sviluppo, così puoi attirare nuove scuderie, magari invogliare dal trovare una soluzione, con meno soldi. 

Ma se limiti i costi, blocchi le idee, limiti lo sviluppo, standardizzazione di tutto, non ci saranno nuove realtà invogliate subentrare a chi sta per uscire, il sistema così muore. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un team o ancor peggio un motorista non ha neanche tanto interesse nell'entrare in F1 quando è palese che il futuro dell'automobile è l'elettrico.
Per cui i team che ne dovrebbero far parte dovrebbero avere vantaggi in termini di guadagno economico. Ma è un problema dello sport in generale adesso: ci sta passando pure il calcio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

F1 e formula e si fonderanno

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 29/5/2020 Alle 12:40, Bigmeu ha scritto:


In primis perchè è vietato da regolamento. Ferrari, Mercedes e Redbull lo farebbero domani. 
E poi perchè oltre ad un certo limite è conveniente, dopo i costi aumentano e le economie di scala vanno a farsi friggere. 
 

Penso che anche la regola di avere due vetture con la stessa livrea sia idiota. Haas, Williams, Racing Point, potrebbero vendere gli spazi a sponsor differenti ad un prezzo minore che vendere entrambe le vetture, ma ottenere una cifra complessivamente superiore. 
Esempio, adesso Williams vende ad uno sponsor un posto su entrambe le vetture ad un prezzo ipotetico di 10. Prezzo che magari per molte aziende è proibitivo. Invece potrebbero vendere lo stesso spazio su una sola vettura per 6 e ottenere 12 in totale. Questo non è pero' consentito da regolamento. Come non è consentito cambiare livrea durante l'anno. 

Sono le assurde limitazioni che uccidono lo sport. Se Petrobras volesse dare 2 milioni extra per Mclaren e avere vetture giallo oro al gp del Brasile, sarebbe utile per i team farlo.Oppure avere sponsor specifici per specifici GP. Come avviene in Indycar.  

Insomma ci sono un sacco di opportunità che non stanno cogliendo ma poi si perdono in budget cap e motori fantascientifici. 

 

 

"questa è Formula 1!!" [cit.]

 

 

:asd: 

Il 30/5/2020 Alle 10:25, Mito Ferrari ha scritto:

F1 e formula e si fonderanno

 

finchè ci saranno compagnie petrolifere, motori termici e tutta la filiera, credo sia impossibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

AMUS (translation):

 

Four weeks before the start of the season, the FIA closes possible loopholes in the regulations with four new technical directives. It is about the operation of the turbo motor and the electrical machines. The directives are based on information and requests from Red Bull and Mercedes.
 
Here is an overview of the four new technical directives:
 
  • TD018 / 20 refers to the delivery of power from the Energy Recovery System (ERS)
  • TD019 / 20 refers to the oil consumption of the engines
  • TD020 / 20 refers to the flow limiter and the sensors for pressure and temperature of the power unit
  • TD021 / 20 refers to gasoline consumption
 
According to our information, the four new directives are based on information and requests from Red Bull and Mercedes. At the end of 2019, both had alerted the rule-keepers to possible scope for interpretation that was not covered by the regulations - and could violate it.
 
With an updated current and voltage sensor, the FIA wants to control the power output from the ERS even more precisely in the future. A maximum feed of 120 kilowatts (163 hp) is permitted for a maximum of 33 seconds per lap.
 
The regulators have tightened the thumbscrews significantly more when it comes to oil consumption. In all circumstances, the aim is to prevent oil (from cooling systems) from being added to the petrol in order to increase the performance of the V6 turbo engine. Therefore, from this season on, oil consumption of a maximum of 0.3 liters per 100 kilometers is permitted. Last year it was 0.6 liters.
 
In addition to the main oil tank, only one auxiliary tank is allowed. And only a maximum of 2.5 liters can be stored in it. This is required by Article 7.9 of the Technical Regulations. The fact that the new regulations on oil consumption pose major problems for engine manufacturers Mercedes, Ferrari, Renault and Honda was already evident during the winter test drives in Barcelona in February. Apparently there were still loopholes that should now be closed.
 
With the Technical Directive 020/20, the FIA is once again tightening the regulations for gasoline flow. The regulations allow a maximum flow of 100 kg of gasoline per hour. Since this season, the FIA has installed a second sensor in the cars that checks the gas flow. The frequencies for this are only known to the world association.
 
It was a reaction to the suspicions of Red Bull and Mercedes that Ferrari manipulated the fuel flow meter in the petrol tank in a targeted manner and thus avoided the maximum flow of 100 kg / h in certain phases. Ferrari always denied that. Red Bull had shown the FIA that manipulation of the frequencies of the measuring sensor is quite possible, since the gas flow is not measured permanently, but only at intervals. Hence the introduction of the second sensor in 2020.
 
After a technical directive in the previous year (TD35 / 19) there is now a further tightening. In addition to the gasoline flow, the TD020 / 20 also explicitly deals with the pressure and temperature - in other words, how the gasoline reaches the injection nozzles via the pumps.
 
The clarification in TD21 / 20 could be linked to the gasoline affair about Ferrari in Abu Dhabi 2019. At that time, Charles Leclerc's car had 6.6 liters more fuel than Ferrari had stated in the protocol before the race. A check before the start had brought the discrepancy to light. Ferrari contradicted claims that it intentionally made false statements. The team got away with a mild fine of 50,000 euros. The FIA wants to rule out possible trickery in this area with new regulations for measuring gasoline consumption.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intervengo per dire che il budget limitato può anche starci come concetto.

Però ci deve essere messo dentro ogni aspetto: stipendi, sviluppo, materiali, ingaggi dei piloti. Solo così ci potrà essere un vero rimescolamento delle carte, o un parziale riavvicinamento delle scuderie che non si trovano nella top-3.

E, naturalmente, andrebbe lasciato completamente libero lo sviluppo: se un team vuole spendere tutto per fare 47 evoluzioni del motore in un anno sono fatti suoi.

Questi non hanno ancora capito che la Formula 1 non è una endurance, dove deve vincere chi fa i pezzi più resistenti! Deve essere uno sport principalmente di prestazione! Bisogna proprio andare nella direzione opposta, spingere i team (sempre all'interno del budget stabilito) a fare evoluzioni, inventare e rischiare... e forse si potrebbe tornare a vedere qualcosa di più avvincente e imprevedibile, con i valori in campo che cambiano e non sempre con le solite due vetture dei mafiosi di Stoccarda dare giri di pista a tutti.

Il blocco della R&S, i gettoni limitati, il divieto di testare sono tra le cause principali del corteo funebre che in F1 va avanti, ormai, dal 2014.

Io metterei il budget e il resto lo lascerei tutto libero.

Poi va beh, andrebbe sistemato il regolamento tecnico (ma anche quello sportivo, con annessa messa alla porta dei commissari di gara che sono inadeguati al compito, è palese da anni) e andrebbe silurato il fornitore di pneumatici a favore di un altro (se lo si riesce a trovare)... Pirelli da quando è in F1 è stato un disastro su tutta la linea.

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
20 minuti fa, The Stig ha scritto:

 Questi non hanno ancora capito che la Formula 1 non è una endurance, dove deve vincere chi fa i pezzi più resistenti! Deve essere uno sport principalmente di prestazione! Bisogna proprio andare nella direzione opposta, spingere i team (sempre all'interno del budget stabilito) a fare evoluzioni, inventare e rischiare... e forse si potrebbe tornare a vedere qualcosa di più avvincente e imprevedibile, con i valori in campo che cambiano e non sempre con le solite due vetture dei mafiosi di Stoccarda dare giri di pista a tutti.

 

 

 

Eh ok ma non è che la prestazione deve essere rincorsa sempre e comunque. Da che mondo è mondo, le limitazioni servono anche e soprattutto per porre limiti alle delle prestazioni esagerate. Già oggi queste macchine fanno record e su record e abbiamo curve fatte a una velocità fino a pochi anni fa impensabile, direi anche basta :thumbsup:

Poi, fare evoluzioni, inventare e rischiare, in che modo il limite del budget li stimolerebbe? Direi che è l'esatto contrario ma tanto agli spettatori questo interessa poco, l'importante è che la si finisca con i distacchi abissali tra i primi 3 e gli altri. Se questa è al strada, ben venga

Edited by Antonio91

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riguardo all'articolo di AMuS, direi che l'influenza dei team sulla FIA non stia accenando a terminare, anzi. Al massimo, visto che le direttive sono frutto di richieste di chiarimento multiple, forse stanno ampliando il feedback. Interessante il pezzo in cui si dice che Red Bull avrebbe capito come andare a manipolare le frequenze di flusso. Mi pare che qualcosa fosse già uscito, ma sostanzialmente c'è la conferma.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×