Jump to content
Sign in to follow this  
MartinM

Un uomo, un mito: Donald J. Trump

Recommended Posts

7 minuti fa, MartinM ha scritto:

 

Donazioni di editori, giornalisti, editorialisti, conduttori, opinionisti alle campagne elettoriali di Trump e Hillary Clinton

 

 

Opera Snapshot_2020-01-10_135948_publicintegrity.org.png

 

potente questa 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minutes ago, MartinM said:

@ClaudioMuse sei un nostalgico di D'Alema o usi la sua effigie a scopo ludico?

Vedendo gli ultimi governi all'opera lo sto rivalutando,

 

Immagino solo baffino che legge le cagate che scrivo e fa quella faccia

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minutes ago, lucaf2000 said:

 

potente questa 

 

è il corrispettivo del pugno distruttivo delle mille mani di Hokuto

2 minutes ago, ClaudioMuse said:

 

Immagino solo baffino che legge le cagate che scrivo e fa quella faccia

 

comunque, almeno lui, dopo aver perso le regionali si è dimesso da presidente del consiglio.

certo, poi il partito è rimasto al governo, ma è già qualcosa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ricordavo anche io un numero decisamente maggiore di endorsement verso la Clinton. Non si può però allo stesso tempo negare come Fox sia diventata praticamente il canale media ufficioso governativo con Trump presidente.

 

Le controversie maggiori arrivano dal punto di vista legale e sociale, più che dal punto di vista economico. Il secondo punto è quello più importante, personalmente. I numeri possono anche essere buoni, ma se la situazione sociale è pessima, si fa poco. Uguale discorso vale qui.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, ForzaFerrari88 ha scritto:

Il solo paragonare nel modo che fai tu l'andamento economico e i dati del 2008 con quelli attuali comporterebbero la immediata bocciatura a qualsiasi esame del primo anno in una qualsiasi facoltà di economia del mondo, persino quelle più scadenti online dove ti basta pagare per passare un esame.

Purtroppo ormai, per colpa dei social e del web, ognuno si sente in diritto di poter dire qualsiasi cosa e ritenersi persino esperto dopo che magari ha letto qualche riga su internet...

 

Egregio ci vuole illuminare lei?

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, M.SchumyTheBest ha scritto:

 

Egregio ci vuole illuminare lei?


Egregio, non ho tempo da perdere, soprattutto con chi parte dal presupposto di avere ragione e di fatto insulta chi si è fatto un mazzo tanto per studiare e apprendere qualcosa. Sono sicuro che su internet potrete trovare tutto quello che vi serve per supportare le vostre tesi senza neanche bisogno di capire cosa c'è scritto.

Oppure potete iscrivervi in una delle tante università italiane, tante anche di eccellenza, prendere un bel libro (anzi, tanti e tanti bei libri), studiarli e poi ne riparliamo quando verrà esposta una tesi più convincente di:"gli economisti sono i veggenti del nuovo millennio" o peggio ancora quell'altra frase che ha portato alla sospensione di due utenti.

Non mi spreco a spiegare cose a cui non ci arrivereste neanche.

Share this post


Link to post
Share on other sites
38 minuti fa, ForzaFerrari88 ha scritto:


Egregio, non ho tempo da perdere, soprattutto con chi parte dal presupposto di avere ragione e di fatto insulta chi si è fatto un mazzo tanto per studiare e apprendere qualcosa. Sono sicuro che su internet potrete trovare tutto quello che vi serve per supportare le vostre tesi senza neanche bisogno di capire cosa c'è scritto.

Oppure potete iscrivervi in una delle tante università italiane, tante anche di eccellenza, prendere un bel libro (anzi, tanti e tanti bei libri), studiarli e poi ne riparliamo quando verrà esposta una tesi più convincente di:"gli economisti sono i veggenti del nuovo millennio" o peggio ancora quell'altra frase che ha portato alla sospensione di due utenti.

Non mi spreco a spiegare cose a cui non ci arrivereste neanche.

 

Egregio capisco che lei debba difendere la sua sudata laurea, ma se dopo tanti anni di durissimo studio i risultati sono questi, forse era meglio dedicarsi ad altro non crede?

Edited by M.SchumyTheBest

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, M.SchumyTheBest ha scritto:

 

Egregio capisco che lei debba difendere la sua sudata laurea, ma se dopo tanti anni di durissimo studio i risultati sono questi, forse era meglio dedicarsi ad altro non crede?

 

sei venuto in questo topic per contribuire attivamente o per flame?

 

ho già avvertito di discutere in modo costruttivo

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Beyond ha scritto:

 

sei venuto in questo topic per contribuire attivamente o per flame?

 

ho già avvertito di discutere in modo costruttivo

 

 

Colpa mia che a volte non riesco a trattenermi dal dare risposte inutili a soggetti con cui non vale la pena litigare.

Non risponderò più né a lui né all'autore di questo topic, tanto non ne sta venendo fuori nulla di interessante e costruttivo (cosa che invece poteva essere).

Buona serata

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 hours ago, Beyond said:

 

sei venuto in questo topic per contribuire attivamente o per flame?

 

ho già avvertito di discutere in modo costruttivo

 

 

come uccidere un topic che sarebbe diventato memorabile, visti i presupposti delle prime 7 pagine

 

la vita a volte è davvero ingiusta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L’uccisione di Soleimani non mi sorprende. Un atto terroristico a tutti gli effetti.

Pensate a situazioni capovolte: se l’Iran avesse ammazzato il capo della CIA con la “scusa“ che stesse preparando attacchi contro l’Iran, sarebbe già scoppiata la terza guerra mondiale.

Purtroppo è il loro modus operandi. Con la scusa che si devono difendere e con l’attacco preventivo possono far fuori chi vogliono.

Tra l’altro il tutto senza autorizzazione parlamentare.

 

Edited by VincenzoFerrari

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente gli Stati Uniti fanno come gli pare come sempre è stato, tuttavia Obama, che dal punto di vista di morti e caos ha fatto più danno della grandine, viene presentato dai media e dai cosiddetti "esperti" come un pacifista.

Allo stesso modo, quando Obama ha colpito senza consultare il Congresso nessuno ha protestato, lo fa Trump ed è un dittatore.

In realtà rientra nelle prerogativa costituzionali del commande in chief in entrambi i casi.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Atto terroristico" è proprio un'altra cosa, non usiamo l'espressione a sproposito. Comunque Soleimani era nel mirino degli USA già da un bel po', non è solo per presunte ragioni preventive che è stato ucciso. Poi capiamoci, non è che approvi la mossa degli USA, è un modus operandi che non sta né in cielo né in terra. Ma è sempre lo stesso, e lo era anche sotto le amministrazioni democratiche precedenti. 

Edited by rimatt
  • Lewisito 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma infatti è un modus operandi storico.

Se dovessimo andare indietro di anni ed anni ci sarebbe altra m***a su quello che hanno fatto gli USA.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non l´ho scritto nel topic delle previsioni random, ma secondo me prima o poi tirano giù anche Haftar. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 hours ago, rimatt said:

"Atto terroristico" è proprio un'altra cosa, non usiamo l'espressione a sproposito. Comunque Soleimani era nel mirino degli USA già da un bel po', non è solo per presunte ragioni preventive che è stato ucciso. Poi capiamoci, non è che approvi la mossa degli USA, è un modus operandi che non sta né in cielo né in terra. Ma è sempre lo stesso, e lo era anche sotto le amministrazioni democratiche precedenti. 

 

In realtà Obama ha fatto molto di peggio. Trump ha fatto fuori un generale considerandolo responsabile di numerosi attentati, Obama insieme ai pagliacci della Ue ha fatto fuori il leader della Libia, che garantiva stabilità all'intero medio oriente. L'assassinio di Gheddafi, è avvenuto senza processo per mano dei "ribelli" sostenuti dal premio nobel per la pace. Gheddafi non era una minaccia per nessuno, se non per gli interessi commerciali di quegli squallidi dei francesi. La sua morte ha prodotto un caos epocale, tuttora in corso, e decine di migliaia di morti. Dalla rimozione di Gheddafi chi ci ha perso di più è l'Italia, che aveva appena chiuso uno storico accordo politico e commerciale con la Libia. Napolitano però è considerato un padre della Patria. Ma non è chiaro di quale patria.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si beh Obama e la Clinton con la guerra alla Libia (insieme al francesino) ci hanno fatto dei danni enormi.

Almeno la cornuta ha preso una bella tavanata alla elezioni, nonostante una vittoria data per quasi certa dai media  :ciapet:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Missione libica alla quale pure l'Italia votò a favore, ricordiamo anche questo, oltre ad affermare (giustamente) quanto tale operazione fu totalmente errata nelle modalità, specialmente nel post-uccisione di Gheddafi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In realtà Berlusconi, che aveva appena firmato l'accordo con Gheddafi, era contrario all'intervento in Libia.

Poi alcuni colloqui con Napolitano lo convinsero ad uniformarsi alle linea di Obama e Sarkozy.

Nei mesi e negli anni successivi i processi a carico di Berlusconi finirono sostanzialmente in un nulla di fatto.

Ovviamente è impossibile provare un nesso causa effetto, ma la cronologia degli eventi è questa.

 

"Tirato in ballo questa volta dal Movimento 5 Stelle per le sue responsabilità nella partecipazione italiana ai raid aerei sulla Libia del 2011, l’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano risponde con un’intervista a Repubblica nella quale con assai maggiore chiarezza rispetto a precedenti uscite riconosce la contrarietà di Silvio Berlusconi a quella guerra. Ricorda che il Cavaliere stava per dimettersi da presidente del Consiglio pur di non dare il suo sì all’intervento armato contro Gheddafi. E che non lo fece con «un atto di responsabilità da riconoscergli ancora oggi»".

Share this post


Link to post
Share on other sites

figuriamoci che gliene fregava delle guerre a berlusconi, soprattutto contro un suo alleato e "amico"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×