Jump to content
Sign in to follow this  
MartinM

Cronaca e giornalismo

Recommended Posts

7 minuti fa, F.126ck ha scritto:

Se ti becca un autovelox e non vieni fermato è cassa, spendere soldi pubblici per comprare autovelox, per fare cassa è da criminali, le pattuglie che si imboscano per beccarti con l'autovelox senza fermarti meritano solo sputi in faccia.

 

Mia opinione.

Soprattutto se nascosti dietro cespugli su strade secondarie in improvabili giornate di agosto.

 

Sono d'accordo con i controlli di velocità senza avvertimento, in particolare in zone brutte.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, F.126ck ha scritto:

Se ti becca un autovelox e non vieni fermato è cassa, spendere soldi pubblici per comprare autovelox, per fare cassa è da criminali, le pattuglie che si imboscano per beccarti con l'autovelox senza fermarti meritano solo sputi in faccia.

 

Mia opinione.

 Quindi per te il rispetto dei limiti è subordinato al fatto che ci sia una pattuglia in bella vista e che ti fermi? Giusto per capire..

 

La multa dovrebbe essere il deterrente per non superare i limiti.

 

Visto che mi pare che io sia l'unico che la pensa così, vi chiedo (senza polemica), qual è il modo corretto per fare rispettare i limiti alla Gente?

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

I limiti si devono rispettare, per controllare mandi le pattuglie per strada a fermare e multare chi non li rispetta, gli autovelox nascosti li considero una truffa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ci sono modi e modi senza dubbio. 

 

Faccio un esempio, giù c'è una superstrada che collega Caserta ad Aversa e Giugliano, mai stato limiti, è per molti tratti completamente dritta. Ebbene la provincia credo ha messo degli autovelox con limite a 60 kmh, roba criminale perché su una superstrada del genere è inaccettabile. Questa roba serve davvero solo a far cassa e non certo a salvaguardare i cittadini, visto che nel caso specifico si tratta di strada non particolarmente trafficata o pericolosa e con nessun incidente degno di nota, rispetto ad altre quali asse mediano o tangenziale che vedono incidenti quasi ogni giorno. 

Dovete quindi immaginare che la gente va a 100 all'ora e poi è costretta a frenare in quei 200m per gli autovelox... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Beyond ha scritto:

Ci sono modi e modi senza dubbio. 

 

Faccio un esempio, giù c'è una superstrada che collega Caserta ad Aversa e Giugliano, mai stato limiti, è per molti tratti completamente dritta. Ebbene la provincia credo ha messo degli autovelox con limite a 60 kmh, roba criminale perché su una superstrada del genere è inaccettabile. Questa roba serve davvero solo a far cassa e non certo a salvaguardare i cittadini, visto che nel caso specifico si tratta di strada non particolarmente trafficata o pericolosa e con nessun incidente degno di nota, rispetto ad altre quali asse mediano o tangenziale che vedono incidenti quasi ogni giorno. 

Dovete quindi immaginare che la gente va a 100 all'ora e poi è costretta a frenare in quei 200m per gli autovelox... 

 

 

In effetti qualche motociclista è morto per inchiodate improvvise dovute ad autovelox. In questi casi, l'ideale è fissare il limite a 110 km/h e tarare gli autovelox a 120 km/h. Così chi viene preso non ha motivi di lamentarsi e si garantisce la corretta sicurezza.

 

Invece sarebbe da mandare la safety car in autostrada perchè tutti guidano in mezzo causando parecchie situazioni pericolose.

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Beyond ha scritto:

limite a 60 kmh, roba criminale

 

Infatti come dicevo prima, ci sono anche quelli destinati a far cassa, e sono evidenti.

Anche qui a Verona ci sono 100m con limite ai 70 su una strada continua con limite a 90, e in quei 100m ovviamente c'è un fisso. Quello si che è destinato a fare cassa.

 

Per il resto non sono così contrario a quelli nascosti, se io rispetto i limiti possono anche controllarmi via elicottero, per quanto mi riguarda.

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 ore fa, SuperScatto ha scritto:

 

Per me non va assolutamente bene così. Ti faccio un esempio.

A Verona hanno appena installato un autovelox fisso in un punto della tangenziale, ben pubblicizzato sul giornale locale e sui social in quanto di ultima generazione ultra-sofisticato ecc...

 

Risultato?

Gente che arriva a 130 km/h che 200 metri prima inchioda letteralmente fino ai 50 (il limite è 70, ma non vogliono rischiare), non sapendo se rimanere in corsia di sorpasso o meno e quindi zigzagando. 

Ovviamente 50 m dopo riaccelerano fino ai 130 che avevano prima, visto che difficilmente ci sarà un secondo autovelox mobile nei dintorni.

 

A cosa serve una cosa del genere? Il tratto prima non è sicuro, il tratto dopo neppure e così facendo si rischia ancora di più in prossimità dello stesso.

 

Se invece ti dicessi "guarda, è molto probabile che ci sia un velox mobile nei 15 km di tangenziale, ma non ti dico dove", (quasi) tutti ovviamente rispetterebbero i limiti. Questo è rendere sicura la strada, a mio avviso.

 

Poi se vuoi discutiamo sui velox utilizzati solamente per fare cassa, esistono anche quelli, ma è un discorso a parte.

 

Io poi sono dell'idea che se esiste una regola vada rispettata, punto. E' dovere civico.

 

Va be', gli idioti ci sono sempre stati e sempre ci saranno, non c'è modo di eliminarli. Non li prenderei come paragone.

 

Se però all'inizio di una strada, magari prima di un paese, c'è un bel cartello con scritto "controllo della velocità in corso", stai sicuro che la gente rallenta, va sotto i limiti e almeno per quel giorno quella strada è più sicura del solito. Non si raccoglieranno soldi in multe ma perlomeno in quel luogo non ci saranno incidenti, ed è un bel risultato. Ma vedo che su questo punto la pensi più o meno come me, quindi siamo d'accordo.

 

Poi siamo d'accordo anche che il senso civico DOVREBBE imporre un rispetto delle regole e quindi dei limiti (o perlomeno l'uso di buonsenso: superare i limiti in tangenziale è una cosa, superarli in centro abitato un'altra), ma sappiamo che di fatto non è sempre così, quindi bisogna valutare pragmaticamente qual è il sistema più efficace per migliorare la situazione.

 

O.T. Sei veronese? Io sì, zona est (verso il vicentino). :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, rimatt ha scritto:

Sei veronese? Io sì, zona est (verso il vicentino). :asd:

 

Zona Ovest, tra la città e il lago! :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

La falange veneta è sempre più numerosa, fra un po' soppianteremo i campani (più che altro la parrocchietta napoletana) com'è giusto che sia. :zizi:

 

P.S. Ora che ci penso, uno di quelli che inchioda all'autovelox probabilmente sono io.

 

P.P.S. No, dai, scherzo. :asd:

Edited by rimatt
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io per le strade guido come una vecchietta, perchè correre sul dritto non mi da alcuna soddisfazione, e perchè la fretta è cattiva consigliera dato che statisticamente risparmi dai 2 ai 5 secondi dopo che hai fatto il co****e sorpassando tutti su linea continua. C'è sempre uno stop o un semaforo a vanificare la fretta e la sete di velocità dell'incapace medio, rappresentato da un buon 90% degli autisti e che sta peggiorando con il moltiplicarsi delle tecnologie automobilistiche in aiuto agli incapaci.

Fatta questa premessa, sono i limiti ad essere sbagliati, anacronistici. Ora, ci sta tutta che nei centri abitati i limiti siano bassi, ma piu in generale sono troppo bassi per essere rispettati dalla massa. Io dopo una gioventù passata a collezionare e pagare multe, stremato, sono tra quelli che in presenza delle colonnine (che da noi nel Vicentino sono OVUNQUE) si piazza a 50/55 all'ora per evitare nuove molte (non perchè, andare a 65 in molti di quei punti sarebbe piu pericoloso), con il risultato di gente che mi sfanala e pianta i freni per non venirmi copiosamente in culo, pronti a sorpassarmi, magari in prossimità di un attraversamento pedonale, perchè vado troppo piano.

La dove i limiti sono adeguati non vedo piu grandi coglionerie. 20 anni fa se stavi a 150 in autostrada ti spostavano passandoti a 200 all'ora, ed era la norma. Oggi onestamente ne vedo molti di meno di mentecatti del genere, perchè 140 all'ora (mettiamoci tolleranze dei tutor e tachimetri) è una velocità ragionevole su un'autostrada a tre corsie.

60/70 su una provinciale senza abitazioni....no, ed infatti è li che vedo le cose peggiori.

Ci muoviamo (in modo sempre meno consapevole visto che si impara a guidare su auto che vanno da sole) su macchine con assistente di frenata, assistente di corsia, abs, telecamere a 360 gradi, in grado di fermarsi in 45 metri a 70 all'ora ed abbiamo gli stessi limiti di velocità di quando per strada c'erano le Fiat 124 (quelle vere) e Renault 4.

Puoi educare, puoi punire, ma devi anche adeguare le regole.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oh che bello, una discussione sui limiti di velocità (del czz) che vengono messi in questo paese di buffoni...

Dato che, purtroppo, faccio migliaia di km, ne ho viste di tutti i colori (autovelox nascosti in punti dove è facilissimo superare il limite, pattuglie nascoste, limiti modificati dalla sera alla mattina in piccoli tratti dove "casualmente" ci mettono degli autovelox...La più bella di tutte fu un cambio di limite da 90 a 60 su una normalissima e sicurissima strada statale in un tratto di 300 metri dove era presente una piazzola di sosta con due camion che nascondevano una pattuglia della polizia locale).

La verità è che in questo paese, i limiti di velocità, che dovrebbero servire per fare prevenzione, al 90% vengono utilizzati per fare cassa. Si crea così il classico circolo vizioso...Il non rispetto delle regole si autoalimenta dato che i primi a essere fuori dalle regole sono proprio le varie amministrazioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, ForzaFerrari88 ha scritto:

Oh che bello, una discussione sui limiti di velocità

 

Veramente la discussione si chiamerebbe "cronaca e giornalismo"

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 30/1/2020 Alle 09:04, F.126ck ha scritto:

 

Veramente la discussione si chiamerebbe "cronaca e giornalismo"

 

Metà dei post sono sui limiti di velocità però :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora cambiamo nome alla catego... ehm al topic.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

I limiti di velocità in questo paese sono essenziali. Mancano le basi del saper guidare per molti. 

Certo mettere un autovelox in mezzo al nulla nascosto, è un crimine oltre che assolutamente insignificante. Il tutor che c’è in tangenziale penso sia la miglior cosa. Una media di 80-90 (ovviamente in autostrada andrebbe a salire) con tutor ogni tot di km. Non puoi andare a 130 ed inchiodare quando arrivi sotto all'apparecchio. Maggior sicurezza e soprattutto molto più funzionale ed utile. 

Edited by VincenzoFerrari

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma infatti nelle autostrada i velox sono stati quasi tutti sostituiti dai tutor.

però nelle altre strade no

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 29/1/2020 Alle 17:47, effe ha scritto:

Fatta questa premessa, sono i limiti ad essere sbagliati, anacronistici. Ora, ci sta tutta che nei centri abitati i limiti siano bassi, ma piu in generale sono troppo bassi per essere rispettati dalla massa.

 

La dove i limiti sono adeguati non vedo piu grandi coglionerie. 20 anni fa se stavi a 150 in autostrada ti spostavano passandoti a 200 all'ora, ed era la norma. Oggi onestamente ne vedo molti di meno di mentecatti del genere, perchè 140 all'ora (mettiamoci tolleranze dei tutor e tachimetri) è una velocità ragionevole su un'autostrada a tre corsie.

60/70 su una provinciale senza abitazioni....no, ed infatti è li che vedo le cose peggiori.

 

 

Puoi educare, puoi punire, ma devi anche adeguare le regole.

D'accordissimo... sono anni che lo dico. 

 

E in città 50 kmh ovunque, anche su vialoni a due corsie con spartitraffico.

 

Comunque anche gli 80-90 kmh coi tutor sulla Serravalle (A7) gridano vendetta, eh...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 31/1/2020 Alle 22:20, andycott ha scritto:

D'accordissimo... sono anni che lo dico. 

 

E in città 50 kmh ovunque, anche su vialoni a due corsie con spartitraffico.

 

Comunque anche gli 80-90 kmh coi tutor sulla Serravalle (A7) gridano vendetta, eh...

Senza contare che in città ti ritrovi spesso dei tratti a 30 km con la colonnina velox posta proprio all'inizio del nuovo limite..

Far cassa è l'unica cosa che conta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×