Jump to content
Sign in to follow this  
ClaudioMuse

[Verità cubitali] Gonde statista per caso

Recommended Posts

3 minuti fa, KimiSanton ha scritto:

Semplicemente i casi negativi in estremo li si può trovare in entrambe le categorie.

 

infatti ci sono pure i dipendenti furbi che per fortuna ogni tanto vengono sgamati.

tuttavia non può martin fare l'avvocato delle vittime piva, quando sfido a negare che se uno chiama a casa un idraulico, elettricista, muratore, ecc questi ti farà 9 su 10 il prezzo a nero. ho fatto lavori a casa a torino (non succivo) e nessuno dei suddetti ha fatto fattura anzi gliela dovevo chiedere io e mi guardavano male.

quindi inutile che voglia far passare per vittime le piva e i commercianti mentre i dipendenti sono dei fortunelli protetti perchè i fatti non stanno così.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma soprattutto "a nero"

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Beyond ha scritto:

 

1) non è rilevante che tu conosca molti casi. nel complesso non è così per ovvi motivi

2) non è una tesi, è un fatto. tra gli autonomi c'è una percentuale elevata di persone che dichiarano meno di quanto dovrebbero. non sto facendo una stupida generalizzazione, è un semplice dato di fatto. e so bene che molti lo fanno per sopravvivere ma è anche pieno di imprenditori e professionisti che girano in bmw e dichiarano quanto me o degli idraulici che ti raddoppiano la tariffa se vuoi la ricevuta, e direi che non sono casi rari nemmeno visto che li viviamo tutti i giorni se andiamo dal dentista o ci serve un intervento a casa.

3) parli dei media come se stessi postando in un topic di creduloni, qua chi più chi meno avranno tutti in famiglia dipendenti ed autonomi quindi direi che un po' conosciamo lo stato delle cose.

4) senza dubbio le tasse sugli autonomi andrebbero ridotte. ma la stessa cosa dovrebbe accadere per tutti, visto che in italia sono troppo alte in generale. per quanto riguarda le tutele, beh mi sembra una cosa abbastanza normale in quanto dipendenti. chi fa l'imprenditore si assume dei rischi, è nella natura delle cose.

 

Riducendo l'IRPEF abbassi le tasse ad entrambi non capisco perché vi siete impuntati tra dipendenti vs. autonomi (mi riferisco a Martin soprattutto).

Oltretutto questo governo ha lasciato il forfettario fino ai 65.000 per le p.iva cosa che non mi sembra affatto di poco conto...

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho avuto anch'io esperienza diretta di tentativi di evasione da parte di liberi professionsti (idraulici, muratori, etc.).

Discorso diverso è quello dei commercianti (ovvero il bersaglio del Pd), i quali sono vessati in ogni modo non solo dallo Stato centrale ma anche dalle amministrazioni comunali. Ovviamente la loro è una condizione di difficoltà estrema, che chi non è commerciante non capirà mai.

Resta il fatto che se chiedi a 100 lavoratori dipendenti di rinunciare al posto fisso per fare l'autonomo la risposta sarà 100 volte no.

Perché un conto è lavorare 10 mesi l'anno per prendere 14 o 15 mensilità sicure (e parlo solo di uno dei privilegi dei dipendenti), altro lavorare ed essere pagati non si sa quanto (e sempre che i clienti paghino) solo nei mesi lavorati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, MartinM ha scritto:

Ho avuto anch'io esperienza diretta di tentativi di evasione da parte di liberi professionsti (idraulici, muratori, etc.).

Discorso diverso è quello dei commercianti (ovvero il bersaglio del Pd), i quali sono vessati in ogni modo non solo dallo Stato centrale ma anche dalle amministrazioni comunali. Ovviamente la loro è una condizione di difficoltà estrema, che chi non è commerciante non capirà mai.

Resta il fatto che se chiedi a 100 lavoratori dipendenti di rinunciare al posto fisso per fare l'autonomo la risposta sarà 100 volte no.

Perché un conto è lavorare 10 mesi l'anno per prendere 14 o 15 mensilità sicure (e parlo solo di uno dei privilegi dei dipendenti), altro lavorare ed essere pagati non si sa quanto (e sempre che i clienti paghino) solo nei mesi lavorati.

  

 

sei partito dagli autonomi, ora riduci il tutto ai commercianti. tra poco mi aspetto parlerai con precisione dei fruttivendoli :asd:

quindi il problema italiano riguarda non le piva, ma i commercianti in particolare.

 

riguardo l'ultima frase onestamente non capisco dove vuoi andare a parare

non si capisce perchè uno dovrebbe rinunciare al posto fisso per fare l'autonomo, non si capisce quali incredibili privilegi avrebbero i dipendenti (15 mensilità in italia??), non si capisce che tipo di tutele speciali vorresti per gli autonomi (ti ricordo di nuovo che il rischio d'impresa fa parte del lavoro autonomo, se apro un negozio e i clienti non pagano che tutela vorresti dallo stato?

 

insomma sembra la classica rosicata di chi vorrebbe ma non può.

poi che i dipendenti debbano essere tutelati mi sembra una cosa normale e sacrosanta, ma succede in francia spagna germania, non vedo cosa c'entri il pd

Share this post


Link to post
Share on other sites

a) inserire delle faccine non rende intelligenti, né dà forza ai propri argomenti (se ce ne sono) direi piuttosto il contrario

b) tutti gli autonomi sono penalizzati rispetto ai dipendenti

c) i commercianti sono in sofferenza ancora maggiore

d) tutti i dipendenti in italia (poi dipende dai vari ccnl)  prendono 14 o 15 mensilità (ed è solo uno dei privilegi)

e) lo stato dovrebbe tutelare tutti i suoi cittadini, non solo i dipendenti

f) parlare di "rosicata" non rende intelligenti, né dà forza ai propri argomenti (se ce ne sono) direi piuttosto il contrario

g) in ogni caso io non avrei nemmeno bisogno di lavorare (ed è uno dei motivi per i quali ho tempo per scrivere qua, anche se potrei farlo benissimo durante l'orario di lavoro dipendente).

Share this post


Link to post
Share on other sites
56 minuti fa, MartinM ha scritto:

Ho avuto anch'io esperienza diretta di tentativi di evasione da parte di liberi professionsti (idraulici, muratori, etc.).

Discorso diverso è quello dei commercianti (ovvero il bersaglio del Pd), i quali sono vessati in ogni modo non solo dallo Stato centrale ma anche dalle amministrazioni comunali. Ovviamente la loro è una condizione di difficoltà estrema, che chi non è commerciante non capirà mai.

Resta il fatto che se chiedi a 100 lavoratori dipendenti di rinunciare al posto fisso per fare l'autonomo la risposta sarà 100 volte no.

Perché un conto è lavorare 10 mesi l'anno per prendere 14 o 15 mensilità sicure (e parlo solo di uno dei privilegi dei dipendenti), altro lavorare ed essere pagati non si sa quanto (e sempre che i clienti paghino) solo nei mesi lavorati.

 

Ma visto che i dipendenti hanno solamente vantaggi e anche non di poco conto leggendoti, perché non ti metti a fare il dipendente? Masochismo?

 

 

P.s addirittura la 15esima? Aspetta che chiamo il mio datore perché mi sa che mi sta fregando, mai ricevuta io..

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, MartinM ha scritto:

a) inserire delle faccine non rende intelligenti, né dà forza ai propri argomenti (se ce ne sono) direi piuttosto il contrario

b) tutti gli autonomi sono penalizzati rispetto ai dipendenti

c) i commercianti sono in sofferenza ancora maggiore

d) tutti i dipendenti in italia (poi dipende dai vari ccnl)  prendono 14 o 15 mensilità (ed è solo uno dei privilegi)

e) lo stato dovrebbe tutelare tutti i suoi cittadini, non solo i dipendenti

f) parlare di "rosicata" non rende intelligenti, né dà forza ai propri argomenti (se ce ne sono) direi piuttosto il contrario

g) in ogni caso io non avrei nemmeno bisogno di lavorare (ed è uno dei motivi per i quali ho tempo per scrivere qua, anche se potrei farlo benissimo durante l'orario di lavoro dipendente).

 

a) thanks for the info

b) non hai ancora spiegato nei fatti quale sarebbe lo svantaggio concreto che lo stato crea discriminando gli autonomi

c) che colpa ne hanno il pd e i dipendenti della crisi dei piccoli commercianti lo sai solo tu

d) parli a vanvera, io sono dipendente e prendo 13 mensilità, come tutti quelli appartenenti al ccnl metalmeccanico ad esempio. 

e) ancora non si è capito che tipo di tutela vorresti per i commercianti. vuoi soldi gratis a chi fa rischio di impresa? 

f) thanks for the info x2 (che sia una rosicata lo dimostra il modo molto paraocchiuto con cui ti poni)

g) thanks for the info x3

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, MartinM ha scritto:

 

d) tutti i dipendenti in italia (poi dipende dai vari ccnl)  prendono 14 o 15 mensilità (ed è solo uno dei privilegi)

 

 

adesso ci sono una marea di contratti assurdi da fame che non sto qui ad elencare...

non è proprio come dici te.

oltretutto, l'accesso al lavoro per NUOVI contratti del tipo che dici te è nettamente ridotto rispetto ad una volta...

 

Edited by lucaf2000

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, lucaf2000 ha scritto:

 

adesso ci sono una marea di contratti assurdi da fame che non sto qui ad elencare...

non è proprio come dici te.

oltretutto, l'accesso al lavoro per NUOVI contratti del tipo che dici te è nettamente ridotto rispetto ad una volta...

 

 

ma vogliamo parlare dei giovani? quanti in percentuale sono assunti con indeterminato, il caro posto fisso tanto bistrattato da martin, e quanti invece sono assunti come apprendisti, contratti part time, contratti di 6 mesi rinnovati di continuo? e questo sarebbe un privilegio?

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Beyond ha scritto:

 

ma vogliamo parlare dei giovani? quanti in percentuale sono assunti con indeterminato, il caro posto fisso tanto bistrattato da martin, e quanti invece sono assunti come apprendisti, contratti part time, contratti di 6 mesi rinnovati di continuo? e questo sarebbe un privilegio?

 

direi la minoranza senza dubbio, c'è un'enorme disparità tra chi entra nel mondo del lavoro adesso (soprattutto i giovani ovviamente) e chi invece ha contratti fatti ai tempi d'oro... credo che Martin si riferisca a questi ultimi, ma ormai per i nuovi posti di lavoro rappresentano la minoranza.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, SuperScatto ha scritto:

 

Ma visto che i dipendenti hanno solamente vantaggi e anche non di poco conto leggendoti, perché non ti metti a fare il dipendente? Masochismo?

 

 

P.s addirittura la 15esima? Aspetta che chiamo il mio datore perché mi sa che mi sta fregando, mai ricevuta io..

 

Visto che stiamo rispondendo seriamente a un utente simile, gli potrei anche consigliare di entrare in questo paradiso del lavoro dipendente. Vieni vieni, MartinM, vieni a fare il precario senza prospettive che si gode quindicesime immaginarie tra un determinato e l'altro.

Edited by S. Bellof

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un mio amico ha appena ricevuto l'indeterminato dopo 3 anni di contratto di apprendistato. Io sto cercando di entrare nel mondo del lavoro ma spesso mi imbatto in stage di 6 mesi dove l'unico rimborso se va bene è il buono pasto. Fosse tutto rose e fiori...

 

E ripeto, prendere un'intera categoria di mezzo mi sembra altamente irrispettoso per chi si è realmente fatto il mazzo spaccandosi la schiena. Per poi vedere il proprio titolare cambiare auto (parlando di SUV da 50000€ in su) due volte in sei mesi. Ed erano pure decenti!

 

Sulla questione "cose di sinistra" sono assolutamente d'accordo con @ClaudioMuse

Share this post


Link to post
Share on other sites

Due miei amici si sono messi in proprio negli ultimi 10 anni, entrambi sono tornati dipendenti nel giro di un anno, se credete che basti mettersi a fare impresa per cambiare il suv due volte l'anno, basta provarci.

  • Like 1
  • Lewisito 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minutes ago, F.126ck said:

Due miei amici si sono messi in proprio negli ultimi 10 anni, entrambi sono tornati dipendenti nel giro di un anno, se credete che basti mettersi a fare impresa per cambiare il suv due volte l'anno, basta provarci.

 

Cristo, uno che sa di cosa si sta parlando.

Dio esiste.

con riferimento ai nuovi rapporti di lavoro a tempo indeterminato:

Buone notizie arrivano dall'Osservatorio dell'Inps sul precariato. Nei primi 8 mesi del 2019 la variazione netta dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato è stata pari a 347.651 contratti, +162% rispetto allo stesso periodo del 2018.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, F.126ck ha scritto:

Due miei amici si sono messi in proprio negli ultimi 10 anni, entrambi sono tornati dipendenti nel giro di un anno, se credete che basti mettersi a fare impresa per cambiare il suv due volte l'anno, basta provarci.

 

vabbè ormai aprire la p.iva in questo paese è come spararsi in mezzo alle palle o quasi...

però stanno male entrambe le categorie (rispecchiano il paese), soprattutto per i giovani.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quelli che cambiano il suv da 50.000 sono ladri, amici di qualcuno che gli da la possibilità di rubare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, F.126ck ha scritto:

Quelli che cambiano il suv da 50.000 sono ladri, amici di qualcuno che gli da la possibilità di rubare.

 

credo che rappresentino una ristrettissima minoranza delle p.iva, la maggior parte a stento sopravvive 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, MartinM ha scritto:

 

Cristo, uno che sa di cosa si sta parlando.

Dio esiste.

con riferimento ai nuovi rapporti di lavoro a tempo indeterminato:

Buone notizie arrivano dall'Osservatorio dell'Inps sul precariato. Nei primi 8 mesi del 2019 la variazione netta dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato è stata pari a 347.651 contratti, +162% rispetto allo stesso periodo del 2018.

 

E quindi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, F.126ck ha scritto:

Due miei amici si sono messi in proprio negli ultimi 10 anni, entrambi sono tornati dipendenti nel giro di un anno, se credete che basti mettersi a fare impresa per cambiare il suv due volte l'anno, basta provarci.

 

Ma appunto, come vedi, parliamo di casi molto diversi e soprattutto personali, quindi fare di tutta l'erba un fascio è errato. Non si è mai sostenuto che essere autonomi equivalga per forza a passare la bella vita. Ci sono pro e contro in entrambi i rapporti lavorativi. Solo che chi non li nota non siamo noi ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×