Jump to content
Sign in to follow this  
chatruc

Il topic sulla politica

Recommended Posts

Buongiorno ragashish, con sommo piacere e buona volontà, apro il Topic Onesto Politica Accattivante (TOPA) per parlare di quella...sì, la politica. Ho fatto questo passo con il sommo permesso dei moderatori per verificare se siamo abbastanza civili da poter parlare di politica senza insultarci.

 

REGOLE FONDAMENTALI:

 

1) non insultare

 

2) non incitare alla violenza

 

3) non incitare al razzismo e xenofobia

 

4) non fare apologia di comportamenti antidemocratici

 

5) rispettare le opinioni

 

La mia idea è quella non tanto di parlare di politica in termini di maglietta di calcio ("Io sono della lega, il PD ha rovinato l'Italia"..."Berlusconi è il cancro della Democrazia"), ma di valori condivisi.

 

Vorrei sapere cosa pensate, cosa credete sia meglio per tutti, per l'Italia, per il mondo. Se la democrazia ha dei limiti o ha solo virtù, se è meglio un sistema presidenziale oppure uno parlamentare, federale o unitario. Insomma, dite di cosa siete convinti.

Edited by chatruc

Share this post


Link to post
Share on other sites

doppio, chiudo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vorrei lanciarvi una cosa. Verificando la situazione in Italia, almeno nel nord, ma non solo, credo che da noi si viva molto bene. Non che da altre parti non si viva meglio, ma in Italia credo che si viva molto bene. Il lavoro non manca, magari gli stipendi non sono i migliori, ma il scuola e sanità sono ad alti livelli rispetto al mondo. Sono veramente serio. Credo che da noi ci vogliano degli aggiustamenti, ma non delle rivoluzioni.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non faccio fatica a crederlo. Se l'italia è nel G8 NONOSTANTE tantissimi problemi in tante regioni (sono Lucano, io, so di cosa parlo) è ovvio che in alcune regioni del Nord ci siano degli standard di vita, di lavoro e di benessere molto alti.

 

Pensate cosa potrebbe essere l'Italia se "noi" del sud cominciassimo davvero uno sviluppo come si deve... è lì che la politica deve puntare. Non solo per il Sud e per "beneficenza" ma anche per il Nord, che avrebbe enormi benefici indiretti

 

Ma la politica attuale non va in questa direzione e quindi ci facciamo andare bene un +0,1% di PIL....

Edited by Antonio91

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, Antonio91 ha scritto:

Non faccio fatica a crederlo. Se l'italia è nel G8 NONOSTANTE tantissimi problemi in tante regioni (sono Lucano, io, so di cosa parlo) è ovvio che in alcune regioni del Nord ci siano degli standard di vita, di lavoro e di benessere molto alti.

 

Pensate cosa potrebbe essere l'Italia se "noi" del sud cominciassimo davvero uno sviluppo come si deve... è lì che la politica deve puntare. Non solo per il Sud e per "beneficenza" ma anche per il Nord, che avrebbe enormi benefici indiretti

 

Ma la politica attuale non va in questa direzione e quindi ci facciamo andare bene un +0,1% di PIL....

 

Ma secondo te è valida ancora la teoria che "il sud va male perchè al nord convenga che sia così"? Da argentino, mi ricorda la vecchia teoria che "Sudamerica sta male per colpa dello sfruttamento dell'imperialismo americano". Sarà pure vero, ma credo che ci sia una passività culturale difficile da estirpare. La famosa frase "lo stato deve darci un lavoro" con quale accento ve la immaginate?

 

Sia chiaro, non voglio fare il leghista di una volta (il leghista attuale dice che è colpa dell'Europa e dei soliti negri che ci rubano il lavoro), ma credo che il mal di vivere del sud d'Italia sia soprattutto responsabilità del sud d'Italia.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
34 minuti fa, chatruc ha scritto:

 

Ma secondo te è valida ancora la teoria che "il sud va male perchè al nord convenga che sia così"? Da argentino, mi ricorda la vecchia teoria che "Sudamerica sta male per colpa dello sfruttamento dell'imperialismo americano". Sarà pure vero, ma credo che ci sia una passività culturale difficile da estirpare. La famosa frase "lo stato deve darci un lavoro" con quale accento ve la immaginate?

 

Sia chiaro, non voglio fare il leghista di una volta (il leghista attuale dice che è colpa dell'Europa e dei soliti negri che ci rubano il lavoro), ma credo che il mal di vivere del sud d'Italia sia soprattutto responsabilità del sud d'Italia.

 

Assolutamente. E la politica locale, diretta espressione della cultura e mentalità della gente, è altrettanto colpevole. 

 

Quando cambieremo questo sarà un gran inizio per l'Italia. Ma ne siamo ben lontani e il salvinismo allontana ancora di più questo possibilità. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sulla questione lavoro, potrei dire una cosa.

 

Noto nella mia zona che molta gente ha sempre voglia di lamentarsi ma poca voglia di mettersi in gioco. Ragazzi che si lamentano per lo stipendio basso ma che non hanno aspirazioni, che vorrebbero limitarsi ad un compitino facile facile senza avere grosse responsabilità. Posso assicurarvi che da noi di lavono ne abbiamo tanto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

questo penso sia un po' generale nell'era moderna. la gente vuole star bene senza eccessive ansie e responsabilità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da terrone del profondo Sud (sono agrigentino) posso dire che l'arretratezza del meridione è per il 70%, anche di più, colpa dei cittadini stessi. 

 

Qualche anno fa mi ritrovai costretto a prendere il treno per andare a Messina (da capoluogo di provincia a capoluogo di provincia). Sono partito alle 6 di mattina e sono arrivato alle 12.

Per il ritorno ho preso lo stesso treno, sono partito alle 11 circa e sono arrivato a casa alle 23 circa per un guasto al treno. Siamo stati lasciati nel bel mezzo della Sicilia con un autobus in condizioni pietose. A distanza di anni, non è cambiato nulla.

 

Stessa cosa per andare a Palermo. Prima c'era la statale (niente autostrada, sia mai) e per fare 120km impiegavi circa 1 ora e mezza. Adesso hanno deciso di "rinnovare" la strada e adesso i lavori sono fermi da anni e per andare a Palermo ci si impiega la bellezza di 2 ore e mezzo.

Qui non c'entra il Nord che blocca lo sviluppo del Sud ma è la stessa gente che amministra tutto a non far andare avanti il meridione.

 

Ci vantiamo del sole e del mare ma quest'ultimo lo inquiniamo quando ci è possibile e il sole ci è rimasto perché non hanno ancora trovato il modo per rovinare pure quello.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi piace come questo topic stia prendendo la deriva polentona e leghista d'antan della serie "Il Nord in Europa, il Sud in Africa" senza sconfinare nell'insulto e trattando di mantenere una conversazione costruttiva.

 

Proprio in occasione di una mia visita in Campania, avevo notato una cosa: posso capire che il "sistema" sia malato e che le discariche siano poche, piccole e gestite da malfattori che comprano rifiuti dal nord (cioè, vendono lo spazio di giacenza), quindi posso capire pure che ci sia l'emergenza con le montagne di spazzatura presso i cassonetti. Ma una cosa non la capisco. Se trovo l'intera autostrada/tangenziale con borse di spazzatura a bordo strada è perchè la gente (non uno o pochi, ma veramente la maggioranza) parte con la borsa della spazzatura nell'abitacolo e poi la lancia. E' un'azione premeditata.

 

L'anno scorso sono stato in Salento per le ferie. Spiagge bellissime, ma troppo affollate. Ecco, l'affollamento non è una colpa. Ma tutto il resto sì: tangenziali e statali piene di buche al punto di spaccare sospensioni, albergo che pubblicizza internet e di fatto non ce l'ha, plastica sul mare...infatti non ho più voglia di tornarci. Me ne vado alla vicina Croazia che ha spiagge bellissime ed è tutto megapreciso.

 

Ora volevo passare a parlare un po' di politica con la maglietta. Cioè, citerò politici con nome e cognome. In questo momento, non riesco a sopportare Salvini. Lasciamo stare le idee (che per assurdo forse condivido parecchio), ma non sopporto il fatto che strumentalizzi tutto, tutto il tempo, ad ogni ora. Per qualsiasi caggata, ha già pronto il titolone. Poliziotti ammazzati da un caraibico: "QUESTA E' LA POLITICA DI IMMIGRAZIONE DELLA SINISTRA". Regolamenti di conti tra mafiosi a Roma: "QUESTA E' LA POLITICA DI SICUREZZA DEL GOVERNO". Io scoreggio a casa mia: "LA SINISTRA VUOLE LA RIFORMA FORNERO". E poi via dicendo con crocifissi in mano, Madonne invocate, servizio militare obbligatorio.

 

Insomma, trovo insopportabile la caricaturazione dell'avversario politico come colui che volontariamente e premeditatamente vuole: delinquenza sulle strade, immigrazione incontrollata al fine di aumentare lo spaccio di droga, soppressione delle forze dell'ordine, eliminazione delle pensioni, riduzione del popolo in povertà, aumento indiscriminato delle tasse.

 

Da segnalare che questo non è un comportamento esclusivo suo. Cito lui perchè adesso è lui a straparlare come una volta era Berlusconi, che trovava sempre soluzioni semplici per problemi complicati e giustificava tutto con banalità.

 

La cosa che mi dispiace di più, è che ci sia una grossa fetta dell'elettorato che a queste minchiate ci crede per davvero e fanno la differenza. All'uomo comune, non interessano le spiegazioni, vuole semplificare e Salvini è un ottimo referente.

 

Il popolismo di sinistra invece è diverso. Non punta alla pancia, ma un po' al cuore un po' (poco) al cervello. E' un populismo fatto di frasi che evocano tanti principi da tutti condivisi e sostenuti (uguaglianza, solidarietà, accoglienza, tolleranza, progresso, meritocrazia, sostenibilità, lavoro), ma che nella sostanza evaporano in un nulla di concreto. Della serie, vuoi accogliere correttamente gli immigrati con case, formazione e lavoro. OK, servono tot miliardi. Dove li prendi?


Che ne pensate?

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, chatruc ha scritto:

Mi piace come questo topic stia prendendo la deriva polentona e leghista d'antan della serie "Il Nord in Europa, il Sud in Africa" senza sconfinare nell'insulto e trattando di mantenere una conversazione costruttiva.

 

Proprio in occasione di una mia visita in Campania, avevo notato una cosa: posso capire che il "sistema" sia malato e che le discariche siano poche, piccole e gestite da malfattori che comprano rifiuti dal nord (cioè, vendono lo spazio di giacenza), quindi posso capire pure che ci sia l'emergenza con le montagne di spazzatura presso i cassonetti. Ma una cosa non la capisco. Se trovo l'intera autostrada/tangenziale con borse di spazzatura a bordo strada è perchè la gente (non uno o pochi, ma veramente la maggioranza) parte con la borsa della spazzatura nell'abitacolo e poi la lancia. E' un'azione premeditata.

 

L'anno scorso sono stato in Salento per le ferie. Spiagge bellissime, ma troppo affollate. Ecco, l'affollamento non è una colpa. Ma tutto il resto sì: tangenziali e statali piene di buche al punto di spaccare sospensioni, albergo che pubblicizza internet e di fatto non ce l'ha, plastica sul mare...infatti non ho più voglia di tornarci. Me ne vado alla vicina Croazia che ha spiagge bellissime ed è tutto megapreciso.

 

Ora volevo passare a parlare un po' di politica con la maglietta. Cioè, citerò politici con nome e cognome. In questo momento, non riesco a sopportare Salvini. Lasciamo stare le idee (che per assurdo forse condivido parecchio), ma non sopporto il fatto che strumentalizzi tutto, tutto il tempo, ad ogni ora. Per qualsiasi caggata, ha già pronto il titolone. Poliziotti ammazzati da un caraibico: "QUESTA E' LA POLITICA DI IMMIGRAZIONE DELLA SINISTRA". Regolamenti di conti tra mafiosi a Roma: "QUESTA E' LA POLITICA DI SICUREZZA DEL GOVERNO". Io scoreggio a casa mia: "LA SINISTRA VUOLE LA RIFORMA FORNERO". E poi via dicendo con crocifissi in mano, Madonne invocate, servizio militare obbligatorio.

 

Insomma, trovo insopportabile la caricaturazione dell'avversario politico come colui che volontariamente e premeditatamente vuole: delinquenza sulle strade, immigrazione incontrollata al fine di aumentare lo spaccio di droga, soppressione delle forze dell'ordine, eliminazione delle pensioni, riduzione del popolo in povertà, aumento indiscriminato delle tasse.

 

Da segnalare che questo non è un comportamento esclusivo suo. Cito lui perchè adesso è lui a straparlare come una volta era Berlusconi, che trovava sempre soluzioni semplici per problemi complicati e giustificava tutto con banalità.

 

La cosa che mi dispiace di più, è che ci sia una grossa fetta dell'elettorato che a queste minchiate ci crede per davvero e fanno la differenza. All'uomo comune, non interessano le spiegazioni, vuole semplificare e Salvini è un ottimo referente.

 

Il popolismo di sinistra invece è diverso. Non punta alla pancia, ma un po' al cuore un po' (poco) al cervello. E' un populismo fatto di frasi che evocano tanti principi da tutti condivisi e sostenuti (uguaglianza, solidarietà, accoglienza, tolleranza, progresso, meritocrazia, sostenibilità, lavoro), ma che nella sostanza evaporano in un nulla di concreto. Della serie, vuoi accogliere correttamente gli immigrati con case, formazione e lavoro. OK, servono tot miliardi. Dove li prendi?


Che ne pensate?

 

Condivido molto di quello che hai scritto nella seconda parte del post. Purtroppo la massa non ha la percezione della complessità delle situazioni e si illude che ci siano soluzioni semplici...quindi ovviamente si affidano al primo urlatore che parla alla pancia, che prima o poi sistematicamente fallirà e o verrà sostituito da un altro oppure sarà talmente bravo (come il berlusca) che riuscirà a mantenere il consenso per 20 anni. Vediamo Salvini che fine farà...a lui nella peggiore delle ipotesi però andrà a finire con una bella e ricca pensione anticipata...a noi finirà molto peggio.

 

Sulla prima parte invece ci sarebbe molto da dire. Non voglio fare un post infinito, ma sintetizzo dicendo che l'arretratezza del Sud dipende sia da un'arretratezza culturale che purtroppo è indiscutibile in molti casi (e l'ignoranza purtroppo genera degrado), sia da una sistematica, da 150 anni, volontà politica a livello centrale (ovviamente con l'appoggio della politica locale che fa schifo) di mantenere il Sud a un livello inferiore. 

Sono due facce della stessa medaglia e non si può escludere una dall'altra. Basta vedere quanto si investe in infrastrutture al Sud e quanto al Nord, quanto poco si investe nelle scuole e nella cultura che dovrebbero essere il primo presidio dello stato e di legalità negli ambienti degradati e il primo strumento per indirizzare i ragazzi svantaggiati verso un futuro diversi. Basta vedere come sono stati spesi ad esempio i fondi FAS europei...tante volte dirottati verso il Nord invece che verso il Sud.  E' chiaro che le colpe vanno distribuite tra tutti, ma non si può far finta di non vedere che non c'è il supporto dell'amministrazione centrale nel provare a sistemare le cose, anzi....le poche amministrazioni locali buone sono mortificate da una politica a livello centrale vergognosa (non oso immaginare quando arriverà Salvini al governo con le sue splendide idee).

 

p.s.

Ti dico giusto altre due cose:

 

1) "la gente (non uno o pochi, ma veramente la maggioranza) parte con la borsa della spazzatura nell'abitacolo e poi la lancia. E' un'azione premeditata"

Chiaramente non è così. Di spazzatura ai lati di tante strade provinciali la vedo anche io, come (purtroppo) si vede anche in strade periferiche di tutta Italia. Che ci sia gente incivile è altrettanto chiaro, ma non penso che tu possa permetterti di dire che è la maggioranza, sopratutto in una Regione che conta 5 milioni di abitanti.

La verità è che la minoranza incivile, delinquente, mafiosa, etc. di questo paese può farla da padrona perch è troppo tutelata dalle leggi, perchè mancano le risorse per bloccarli, perchè manca la cultura della legalità (in ogni ambito, dall'incivile che butta la munnezza per strada sino alle grandi imprese del nord che sversano i loro rifiuti tossici in modo illegale o non pagano le tasse etc.), ma questi sono problemi atavici di questo paese.

 

2) In Europa c'è il più grande "esperimento" concreto e realmente realizzatosi di integrazione tra due economie agli antipodi. Sto parlando della riunificazione della Germania.

Tra le tante cose che fecero per integrare i due paesi, una era che in Germania Ovest si pagavano più tasse per consentire lo sviluppo e investimenti in Germania Est ed è stato così fino a pochi giorni fa...cioè per 30 anni...

Qua invece si parla di "questione meridionale" (sulla quale pure ci sarebbe molto da dire) da 150 anni ma concretamente cosa si è fatto? Sicuramente ce li vedo gli italiani del Nord accettare delle misure economiche tipo quelle che hanno fatto in Germania dopo l'unificazione.

 

Ah...la crescita del Sud favorirebbe un pò tutti, in primis i lavoratori del nord. Però sai....forse per le industrie era meglio avere una zona del paese povera da cui poter prendere lavoratori a basso costo, avere una medio-alta disoccupazione e mantenere così anche i salari bassi per i lavoratori del nord. Peccato che ormai il sistema stia esplodendo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, chatruc ha scritto:

Mi piace come questo topic stia prendendo la deriva polentona e leghista d'antan della serie "Il Nord in Europa, il Sud in Africa" senza sconfinare nell'insulto e trattando di mantenere una conversazione costruttiva.

 

Proprio in occasione di una mia visita in Campania, avevo notato una cosa: posso capire che il "sistema" sia malato e che le discariche siano poche, piccole e gestite da malfattori che comprano rifiuti dal nord (cioè, vendono lo spazio di giacenza), quindi posso capire pure che ci sia l'emergenza con le montagne di spazzatura presso i cassonetti. Ma una cosa non la capisco. Se trovo l'intera autostrada/tangenziale con borse di spazzatura a bordo strada è perchè la gente (non uno o pochi, ma veramente la maggioranza) parte con la borsa della spazzatura nell'abitacolo e poi la lancia. E' un'azione premeditata.

 

L'anno scorso sono stato in Salento per le ferie. Spiagge bellissime, ma troppo affollate. Ecco, l'affollamento non è una colpa. Ma tutto il resto sì: tangenziali e statali piene di buche al punto di spaccare sospensioni, albergo che pubblicizza internet e di fatto non ce l'ha, plastica sul mare...infatti non ho più voglia di tornarci. Me ne vado alla vicina Croazia che ha spiagge bellissime ed è tutto megapreciso.

 

Ora volevo passare a parlare un po' di politica con la maglietta. Cioè, citerò politici con nome e cognome. In questo momento, non riesco a sopportare Salvini. Lasciamo stare le idee (che per assurdo forse condivido parecchio), ma non sopporto il fatto che strumentalizzi tutto, tutto il tempo, ad ogni ora. Per qualsiasi caggata, ha già pronto il titolone. Poliziotti ammazzati da un caraibico: "QUESTA E' LA POLITICA DI IMMIGRAZIONE DELLA SINISTRA". Regolamenti di conti tra mafiosi a Roma: "QUESTA E' LA POLITICA DI SICUREZZA DEL GOVERNO". Io scoreggio a casa mia: "LA SINISTRA VUOLE LA RIFORMA FORNERO". E poi via dicendo con crocifissi in mano, Madonne invocate, servizio militare obbligatorio.

 

Insomma, trovo insopportabile la caricaturazione dell'avversario politico come colui che volontariamente e premeditatamente vuole: delinquenza sulle strade, immigrazione incontrollata al fine di aumentare lo spaccio di droga, soppressione delle forze dell'ordine, eliminazione delle pensioni, riduzione del popolo in povertà, aumento indiscriminato delle tasse.

 

Da segnalare che questo non è un comportamento esclusivo suo. Cito lui perchè adesso è lui a straparlare come una volta era Berlusconi, che trovava sempre soluzioni semplici per problemi complicati e giustificava tutto con banalità.

 

La cosa che mi dispiace di più, è che ci sia una grossa fetta dell'elettorato che a queste minchiate ci crede per davvero e fanno la differenza. All'uomo comune, non interessano le spiegazioni, vuole semplificare e Salvini è un ottimo referente.

 

Il popolismo di sinistra invece è diverso. Non punta alla pancia, ma un po' al cuore un po' (poco) al cervello. E' un populismo fatto di frasi che evocano tanti principi da tutti condivisi e sostenuti (uguaglianza, solidarietà, accoglienza, tolleranza, progresso, meritocrazia, sostenibilità, lavoro), ma che nella sostanza evaporano in un nulla di concreto. Della serie, vuoi accogliere correttamente gli immigrati con case, formazione e lavoro. OK, servono tot miliardi. Dove li prendi?


Che ne pensate?

Il sistema è malato e dentro questo sistema ci sono pure i cittadini.
Va di moda dire "i politici rubbano", "i politici sono corrotti" etc etc, ma i primi che se ne escono con queste frasi (che saranno anche vere, per carità) sono gli stessi che a conti fatti mostrano inciviltà, buttando spazzatura per strada pur di non fare la differenziata, cosa che sta alla base di un paese civile.

Adesso non so com'è la situazione al nord perchè non ci vivo, ma sono dell'idea che prima di lamentarsi delle solite cose, ognuno nel suo piccolo prima deve cercare di fare la propria parte.

 

Sulla seconda parte mi trovi d'accordo, perchè l'italiano medio pensa che la soluzione ai grandi problemi sia semplice e si lascia attrarre dagli slogan, di Salvini in questo caso.
Mentre lui era al governo e si vantava di bloccare le ONG, tanti piccoli barconi arrivavano sulle coste di Lampedusa o della Sicilia. Questo cosa vuol dire? Che lui faceva una propaganda su una cosa che in realtà non stava risolvendo, indipendentemente dalle idee politiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Esatto. Ripetto che parlo ora di Salvini perchè è lui al centro dell'attenzione ma vale anche per altri personaggi politici. La questione della campagna elettorale permanente a tempo indeterminato, del criticare per criticare.

 

Faccio esempi, tutti con il partito citato ovviamente piazzato all'opposizione:

 

Populismo leghista

1) I carabinieri beccano dei terroristi: è la dimostrazione che con tutti gli immigrati, siamo pieni di terroristi. Il governo deve andare a casa.

2) I terroristi fanno un attentato: il governo se ne deve andare a casa, non sa controllare nulla.

3) Non succedere nulla: con l'immigrazione indiscriminata, è tutto pieno di terroristi. Il governo deve andare a casa.

 

Populismo pentastellato:

1) Il governo sovvenziona installazione pale eoliche: questo è un negoziato a favore delle multinazionali delle pale eoliche. E' un governo corrotto.

2) il governo costruisce una centrale termica: questo è un negoziato a favore delle lobby dei petrolieri che inquinano il pianeta. E' un governo corrotto. Ci vogliono le pale eoliche.

 

Populismo di Colui che cammina sulle acque:

1) il governo riduce le tasse alle fasce sotto i 20k lordi: con questo taglio scellerato, toglierà risorse e medicine ai pensionati.

2) il governo aumento a le tasse per aumentare pensioni e/o togliere ticket per pensionati: questo governo ladro aumenta le tasse e mette le mani nelle tasche degli italiani.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Giovy_1006 said:

Sulla seconda parte mi trovi d'accordo, perchè l'italiano medio pensa che la soluzione ai grandi problemi sia semplice e si lascia attrarre dagli slogan, di Salvini in questo caso.
Mentre lui era al governo e si vantava di bloccare le ONG, tanti piccoli barconi arrivavano sulle coste di Lampedusa o della Sicilia. Questo cosa vuol dire? Che lui faceva una propaganda su una cosa che in realtà non stava risolvendo, indipendentemente dalle idee politiche.

 

Ma i dati del Viminale confermano che gli sbarchi, con Salvini all'Interno, erano un terzo di quelli attuali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quelli ufficiali del Viminale non considerano gli sbarchi fantasma.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Seriamente, c'è ancora gente che va a votare? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

I dati ufficiali del Viminale conteggiano tutti gli sbarchi, sia quelli delle ong che quelli dei barchini.

Questo è un dato di fatto.

Ovviamente degli immigrati arrivati coi bachini censiscono solo quelli che riescono a rintracciare.

Ciò premesso, i dati confermano l'aumento degli sbarchi col nuovo governo, a meno di non voler sostenere, contro la logica e l'evidenza, che con Salvini i barchini non venivano conteggiati e con Lamorgese vengono conteggiati.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aiutiamoli a casa di @Alex_Ferrari

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

4 ore fa, MartinM ha scritto:

I dati ufficiali del Viminale conteggiano tutti gli sbarchi, sia quelli delle ong che quelli dei barchini.

Questo è un dato di fatto.

Ovviamente degli immigrati arrivati coi bachini censiscono solo quelli che riescono a rintracciare.

Ciò premesso, i dati confermano l'aumento degli sbarchi col nuovo governo, a meno di non voler sostenere, contro la logica e l'evidenza, che con Salvini i barchini non venivano conteggiati e con Lamorgese vengono conteggiati.

Se arriva una barca con a bordo 50 migranti, e questi non sono sorvegliati da nessuno, per il Viminale quella barca non è mai arrivata in Italia. Se ne accorgono solamente quando vedono una barca abbandonata in riva al mare. In quel momento non puoi sapere se ne sono arrivati 10 o 100.

 

5 ore fa, chatruc ha scritto:

Esatto. Ripetto che parlo ora di Salvini perchè è lui al centro dell'attenzione ma vale anche per altri personaggi politici. La questione della campagna elettorale permanente a tempo indeterminato, del criticare per criticare.

 

Faccio esempi, tutti con il partito citato ovviamente piazzato all'opposizione:

 

Populismo leghista

1) I carabinieri beccano dei terroristi: è la dimostrazione che con tutti gli immigrati, siamo pieni di terroristi. Il governo deve andare a casa.

2) I terroristi fanno un attentato: il governo se ne deve andare a casa, non sa controllare nulla.

3) Non succedere nulla: con l'immigrazione indiscriminata, è tutto pieno di terroristi. Il governo deve andare a casa.

 

Populismo pentastellato:

1) Il governo sovvenziona installazione pale eoliche: questo è un negoziato a favore delle multinazionali delle pale eoliche. E' un governo corrotto.

2) il governo costruisce una centrale termica: questo è un negoziato a favore delle lobby dei petrolieri che inquinano il pianeta. E' un governo corrotto. Ci vogliono le pale eoliche.

 

Populismo di Colui che cammina sulle acque:

1) il governo riduce le tasse alle fasce sotto i 20k lordi: con questo taglio scellerato, toglierà risorse e medicine ai pensionati.

2) il governo aumento a le tasse per aumentare pensioni e/o togliere ticket per pensionati: questo governo ladro aumenta le tasse e mette le mani nelle tasche degli italiani.

Ti dirò di più.
Spesso la classe politica si è vantata di aver finito cose ancora in corso d'opera.
Ad esempio, tempo fa' Renzi venne ad inaugurare una strada che ancora era da finire, e adesso i lavori sono fermi per il fallimento della ditta che faceva i lavori :asd:. Chi non conosce quella strada è convinto che sia finita. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma si può affrontare un tema serio come quello dell'immigrazione, andando a guardare solo il numero degli sbarchi??

Questa è la dimostrazione di come alla gente di comprendere veramente il problema non gliene può fregar de meno...

"gli sbarchi sono diminuiti"...questo è l'importante, senza capire nulla della realtà...e anche a costo di fregarsene di gente che muore in mare.

Per parlare seriamente della complessità del problema non basterebbe un trattato di 1000 pagine.

 

Piuttosto voglio porre l'attenzione a quella che credo potrebbe essere un'idea per migliorare (non risolvere) il problema.

Ovviamente è basilare che ci sia coordinazione tra tutti gli stati europei.

L'idea è questa. Ma invece di "contrastare" in modo inefficace il fenomeno migratorio e lasciare in mano alle ONG fin troppe attività, ma perché non prevedere un sistema europeo facilitato di accesso al nostro continente per i cosiddetti "migranti economici"?

Attualmente accedere all'Europa per un soggetto straniero e senza lavoro è praticamente impossibile. Quello che secondo me potrebbe essere un'idea è questa: invece di far pagare a questa gente cifre, a volte anche molto alte, ai trafficanti, ma perchè non prevedere una sorta di pagamento forfettario per i soggetti che vogliono entrare in Europa? 

Tu migrante mi dai 2000 o 3000 euro che poi verranno utilizzati per finanziare un sistema che ti consenta di restare tipo 1 anno in Italia o in altro paese Europeo a seconda delle quote, imparare la lingua, soggiornare in qualche struttura e intanto cercare lavoro. Dopo 1 anno, se non hai trovato lavoro  vieni rimandato indietro e magari anche rimborsato di una parte dei soldi che hai versato (ovviamente se compi un reato vieni mandato indietro seduta stante).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×