Jump to content
Sign in to follow this  
Spa_83

Piloti normali diventati campioni del mondo?

Recommended Posts

Hill,Rosberg figlio? esistono dei casi nella storia passata?

Su rosberg forse sono troppo severo ma il suo ritiro a me è parso una cosa da coda fra le gambe bho...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non conosco „mediocri" campioni del mondo.

 

Probabilmente vuoi dire campioni non campioni.

Edited by crucco
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Volendo Button, non è mai stato un campionissimo...

Anche Villeneuve non era sto fenomeno

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Spa_83 ha scritto:

Hill,Rosberg figlio? esistono dei casi nella storia passata?

Su rosberg forse sono troppo severo ma il suo ritiro a me è parso una cosa da coda fra le gambe bho...

 

Piloti mediocri campioni del mondo non sono mai esistiti.

 

Casomai si potrebbe parlare dei piloti meno buoni campioni del mondo.

 

Nico Rosberg è stato campione di GP2 e ha tenuto testa a Hamilton (un fuoriclasse assoluto tra i migliori 8/10 della storia) per vari anni (non considero lo Schumacher post pensionamento come rivale di alto livello). Definirlo mediocre non ha senso.

 

Damon Hill, considerando che ha cominciato tardi con le macchine, non era poi così scarso. La Brabham allo sbando la portò due volte a qualificarsi. Poi fece fare un salto di qualità all'Arrows così come con la Jordan fu il primo a vincere. Solo nel 1999 ebbe un calo di prestazioni. Certo che la Williams era insuperabile, ma lui il titolo lo vinse. Inoltre, battersi contro Schumacher fa sembrare scarso chiunque.

 

Lo stesso Jacques Villeneuve fece una carriera davvero perfetta tra il 1993 e il 1998. Era partito tardi con le monoposto e kart (in effetti in F3 non era poi così buono) ma fece un salto di qualità con la F3000 giapponese. Vinto tutto in USA, fece un grande esordio in Williams. Si rovinò la carriera restando troppi anni nella BAR e non cercando la McLaren.

 

Button aveva talento naturale, come lo dimostrano le poche gare corse prima della F1 e il debutto in Williams. Poi fece delle cavolate che gli costarono tanti anni di purgatorio.

 

Tanto per chiudere l'idea, i campioni non così campioni sono quelli citati, ma da qui a chiamarli mediocri ce ne vuole.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scorrendo l'albo d'oro dei campioni del mondo, non trovo mediocri. I mediocri non vincono. Ci sono stati in passato dei campioni del mondo che non erano fuoriclasse, ma chiamarli mediocri credo sia offensivo.

Rispondendo alla domanda iniziale, non esistono.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buoni piloti (non campionissimi) campioni del mondo direi Button, Hakkinen, Hill, Rosberg padre e figlio, Scheckter. Dipende, difficile stabilirlo. Tutti questi non hanno avuto delle carriere da campionissimo ma hanno avuto stagioni e gare da ipercampioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hill figlio comunque è riuscito a perdere 2 mondiali guidando la Williams...

 

Di tutti i campioni di F1 io non ho mai sentito parlare di Hulme: cosa ne pensate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

vettelino, con l'aggravante di averlo fatto 4 volte

  • Trottolino 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
38 minuti fa, Mito Ferrari ha scritto:

Hill figlio comunque è riuscito a perdere 2 mondiali guidando la Williams...

 

Di tutti i campioni di F1 io non ho mai sentito parlare di Hulme: cosa ne pensate?

 

Ottimo pilota, molto regolarista, inculò per il titolo il suo patron Jack Brabham anche se quell'anno il titolo lo meritava forse Clark che ruppe un casino di volte.

Molto bravo comunque.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, ClaudioMuse ha scritto:

vettelino, con l'aggravante di averlo fatto 4 volte

 

Ha comunque battuto Alonso, fermo a due soli mesti titoli.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da quando seguo (1995), senza dubbio Hill e Villeneuve. Rosberg e Button un buon gradino più sopra.

Ma nessuno è mediocre, semplicemente questi sono i campioni meno forti che ho visto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@chatruc il problema di Villeneuve Jr è che dopo il trionfo non ha dimostrato di essere un vero campione, pur avendo fatto molto bene in Formula Cart prima e in Williams poi. Resta un pilota bravo, a tratti bravissimo, ma non un campione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Jacques era forte. I suoi primi 2 anni di F1 sono stati simili a quelli di Hamilton (a parte il compagno di squadra il primo anno). 

Hill fece risultati anche con le modeste Arrows e Jordan, perse un mondiale (che avrebbe vinto grazie alla macchina, certo) solo per una delle manovre piu antisportive della storia, altrimenti ne avrebbe vinti 2. Direi che anche lui scarso non era.

Button aveva caratteristiche molto diverse da Hamilton, ma resse il colpo e portava a casa risultati. Sicuramente gran pilota.

Nico non aveva un gran talento naturale ma con l'impegno seppe trasformare le grandi occasioni che gli aveva offerto il suo nome fino a diventare un pilota completo, forte.

Hakkinen non lo discuto neanche, era un fenomeno con l'unica debolezza nel carattere non granitico. Il discorso piuttosto potrebbe essere che nel momento in cui hanno vinto i nomi di cui sopra (a parte Hakkinen) c'era uno o piu piloti piu forti in pista. Ma lo sappiamo che in F1 la macchina è tutto.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, effe ha scritto:

Jacques era forte. I suoi primi 2 anni di F1 sono stati simili a quelli di Hamilton (a parte il compagno di squadra il primo anno). 

Hill fece risultati anche con le modeste Arrows e Jordan, perse un mondiale (che avrebbe vinto grazie alla macchina, certo) solo per una delle manovre piu antisportive della storia, altrimenti ne avrebbe vinti 2. Direi che anche lui scarso non era.

Button aveva caratteristiche molto diverse da Hamilton, ma resse il colpo e portava a casa risultati. Sicuramente gran pilota.

Nico non aveva un gran talento naturale ma con l'impegno seppe trasformare le grandi occasioni che gli aveva offerto il suo nome fino a diventare un pilota completo, forte.

Hakkinen non lo discuto neanche, era un fenomeno con l'unica debolezza nel carattere non granitico. Il discorso piuttosto potrebbe essere che nel momento in cui hanno vinto i nomi di cui sopra (a parte Hakkinen) c'era uno o piu piloti piu forti in pista. Ma lo sappiamo che in F1 la macchina è tutto.

 

 

Questo è vero. Non scordiamoci però le 4 gare in cui MSC, per squalifiche e penalizzazioni, non potè prendere punti... se non ricordo male.

La manovra di Schumacher fu brutta, ma il mondiale avrebbe potuto concludersi anche prima, guardando ai valori dei due contendenti (auto + pilota).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hill nel 1995 fu penoso forte eh, quasi al livello del Vettel attuale, appena vedeva Schumacher andava nel panico e nel 96 arrivò a giocarsi il titolo all'ultima gara con Villeneuve che era un esordiente per quanto dotato ( e il paragone con Alonso/Hamilton alla McLaren non ci sta molto, sono entrambi molto superiori ai due della Williams quindi con dinamiche molto più estreme), diciamo che andava bene quand'era tranquillo e ha fatto obiettivamente anche delle ottime prestazioni ma per me rimane lui il campione del mondo più scarso.

Edited by Leno

Share this post


Link to post
Share on other sites

Squalifiche e penalizzazioni non arrivarono perchè erano antipatici alla Fia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hill però era un grandissimo collaudatore questo va detto, ricordo che Mansell quando vinse il titolo disse che era frutto del lavoro di tutti nello sviluppo, citando anche Damon Hill che era terzo pilota.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×