Jump to content
Sign in to follow this  
Massimo

Cal Crutchlow: "La Rcv resta una moto per Marquez"

Recommended Posts

Dopo la seconda fila ottenuta al termine delle qualifiche, Cal Crutchlow si è confermato protagonista anche in gara al Sachsenring fin dalle primissime battute. Il centauro inglese è infatti riuscito a stare con il gruppo di piloti all’inseguimento di Marc Marquez, ovvero quello composto da Alex Rins e Maverick Vinales. La caduta dello spagnolo della Suzuki ha poi spalancato a Crutchlow la strada del podio, con il portacolori del team di Lucio Cecchinello incapace però di affondare l’attacco su Vinales, nonostante la stretta marcatura. Alla fine per il 33 enne di Coventry è arrivato un ottimo terzo posto al traguardo.

Nell’intervista rilasciata a Sky, il pilota della Honda è entusiasta di aver replicato ottenuto in Germania nel 2016: “Sono davvero soddisfattisimo e contento, ce lo meritavamo tutti, sia io che il team. Abbiamo lavorato molto negli ultimi GP e abbiamo raggiunto questo risultato oggi. Era fondamentale scegliere le giuste gomme e avere un buon ritmo gara. Mantenere queste posizioni è stato abbastanza facile devo dire“. Sul mancato duello finale con Vinales è stata determinante una piccola sbavatura: “Negli ultimi dieci giri ero incollato a Maverick e così mi sono detto ‘ok, aspetta e poi provaci’ e poi quando ho provato ad attaccarlo e a superarlo ho fatto un grandissimo errore, comunque sono davvero contento per il podio e per il team. Abbiamo aggiunto altri punti alla classifica ed il distacco tra me e i piloti dietro è aumentato e questo non può che essere positivo

Sachsenring-Crutchlow-2019.jpg

Crutchlow nelle scorse settimane aveva sottolineato a più riprese che la RC213V è una moto che solo Marquez riesce a guidare. Il britannico è ancora su questa linea: “Di sicuro è ancora la moto per Marc. La differenza qui è che abbiamo iniziato ad usare il retrotreno per iniziare a curvare meglio e questo ci ha consentito di migliorare il modo in cui la moto curva, la moto finora non curvava molto bene. So che Marc riesce a migliorare molto la motocicletta, però anche noi siamo riusciti a fare un buon lavoro sul retrotreno, sul motore e durante questa settimana ci siamo concentrati proprio sulla curva e sulla stabilità in curva e continueremo a lavorare ancora su queste cose“.

Il centauro del team Cecchinello ha studiato nei dettagli Marquez: “Marc comunque è ancora due spanne davanti a me per quanto riguarda il lavoro sulla moto e la fa funzionare bene su ogni circuito. La fa scivolare bene in curva, ha un ingresso in curva spettacolare e in uscita pure. Noi comunque continueremo a migliorare, adesso ci dirigeremo verso Brno. Dopo questa gara sono motivato e contentissimo, non vedo l’ora di tornare a Brno, anche il team è molto motivato per i test e per la gara di Brno. Cercheremo di intraprendere il lavoro migliore con la moto“. I sedici punti odierni garantiscono a Crutchlow l’aggancio a Quartararo a quota 67, all’ottavo posto in classifica.

 

https://www.formulapassion.it/motorsport/moto/motogp-crutchlow-la-honda-resta-una-moto-per-marquez-444848.html

 

Edited by Massimo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×