Jump to content

Recommended Posts

8 minuti fa, crucco ha scritto:

 

Perchè non ne avete discusso durante un gran premio di F1?

 

Perché lui è appassionato di calcio :asd:

  • Trottolino 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Spettacolare, chissà che baccano infernale faceva quel coso.

Gli astronauti erano seduti sulla punta di una torre alta 100 metri, con quasi 2000 t di carburante sotto il sedere, che creavano un'esplosione controllata...chissà se ci pensavano in quel momento :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fa impressione solo a pensarci :fear2: anche tenerlo in assetto quell'affare non deve essere stato facile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
37 minuti fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

Gli astronauti erano seduti sulla punta di una torre alta 100 metri, con quasi 2000 t di carburante sotto il sedere, che creavano un'esplosione controllata...chissà se ci pensavano in quel momento :asd:

 

Tra l'altro avevano visto 2 anni prima cosa poteva succedere :fear2:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti credo: sapeva di non poter fare la passeggiata sul suolo lunare... dopo tutta la fatica ed i km fatti per arrivarci.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Collins e Aldrin sono ancora vivi, segno che le fasce di Van Allen non fanno tutto questo male :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 ore fa, crucco ha scritto:

Ti credo: sapeva di non poter fare la passeggiata sul suolo lunare... dopo tutta la fatica ed i km fatti per arrivarci.

 

 

Infatti, sapeva fin dall'inizio che non avrebbe mai messo piede sulla luna. Come dire "ti aspetta un viaggio lunghissimo, duro e dagli esiti potenzialmente fatali, ma la gloria spetta agli due"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema per andare a Marte è la distanza. Se non sbaglio la luce ci mette 10 minuti ad arrivare...mi sa che è fisicamente impossibile ma mai dire mai. Le missioni spaziali comunque hanno un sacco di ragioni per esistere. E' tutta tecnologia applicata poi al campo militare e poi allla vita civile.

 

A quei pirloni che criticavano le missioni spaziali guardando la partita, dovevi spiegare che è grazie quelle missioni che oggi vedi tutto in diretta.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il viaggio verso marte dura circa 6/7 mesi, considera poi il tempo per rimanere la ad eseguire tutti gli esperimenti e poi altri 6/7 mesi per tornare. Nessuno conosce gli effetti sul corpo umano esposto ai raggi cosmici per tutto quel tempo, inoltre diventa spossante fisicamente e mentalmente.

L'idea che ho sentito è quella di lanciare in orbita bassa i vari pezzi, per poi assemblare una specie di ISS e iniziare poi il viaggio verso marte.

C'è anche l'idea di mandare robot su marte prima dell'arrivo degli astronauti, in modo che siano loro ad assemblare eventuali strutture che poi saranno utilizzate dall'uomo. Sono idee talmente avanti e fantascientifiche, che reputo impossibile rispettare i tempi che si sono prefissati (si parlava già del 2032).

Von Braun, nel 1972, diceva che se continuavano a piovere soldi, come stava succedendo per le missioni Apollo, nel giro di 15 anni avrebbe portato l'uomo su marte. Magari era eccessivamente ottimista, ma resta il fatto che, tagliando totalmente i fondi così come è successo ed arrestando la corsa che ormai era iniziata, sono stati buttati via quasi 50 anni di esplorazione.

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

andare su marte ha un costo spropositato purtroppo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, Beyond ha scritto:

andare su marte ha un costo spropositato purtroppo.

 

E' per quello che le varie nazioni si stanno, metto tra virgolette, "consorziando", perché è impossibile che una sola nazione si accolli un costo simile. Negli anni 60 c'era la guerra fredda e l'america voleva a tutti i costi battere la russia e imporsi come potenza mondiale. Ma i tempi sono cambiati.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un po' di foto del giro che ho fatto al Kennedy Space Center

 

poZllN8fj

 

pmHxCCZJj

 

La foto non rende giustizia, ma lo Space Shuttle è davvero imponente come macchina. Gli americani poi sono maestri nello stupire, prima ti chiudono in un'anticamera, dove proiettano le immagini sullo studio dello shuttle e la storia dei lanci, poi improvvisamente si apre un sipario e te lo ritrovi davanti in tutta la sua imponenza. Io da buon veneto ho tirato un bestemmione per lo stupore :asd:

plqib4fXj

 

pnffVenej

 

plmnrLIjj

 

Questa la foto del Launch Complex 39A, da dove sono partite le missioni Apollo, le STS dello Space Shuttle e le future missioni della SpaceX

poKIheOCj

 

 

Ricostruzione sala comandipmFJHScJj

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qui l'intro, con l'ingresso al padiglione dello shuttle

 

 

 

Qui invece la procedura di lancio del Saturno V

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le missioni Apollo come le Gemini e Mercury prima, sono state rischiosissime ma anche rientrare in atmosfera con lo Shuttle, buttarsi giù a millemila km orari, trovare la pista ed atterrare senza motori non deve essere stata una passeggiata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti ne hanno persi due e per due ca**ate per giunta. Lo Shuttle era un mezzo straordinario, ma molto complicato e delicato, oltre che eccessivamente costoso. Ma è stata un'epopea magnifica.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×