Jump to content
Sign in to follow this  
ClaudioMuse

Stagione calcistica 2019-2020

Recommended Posts

Il Napoli comunque ha una rosa molto competitiva e dovrebbe giocarsela con Juventus e Inter.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Pigeon ha scritto:

Il Napoli comunque ha una rosa molto competitiva e dovrebbe giocarsela con Juventus e Inter.

In teoria e con un altro allenatore. :thumbsup:

Edited by Rio Nero

Share this post


Link to post
Share on other sites

– Il Derby d’Italia non è ancora finito, almeno non per qualcuno. Di sicuro c’è chi sta ancora festeggiando e chi – al contrario – proprio non riesce a mandar giù un boccone amarissimo. E in queste ultime ore da più parti sono arrivati commenti, impressioni e anche alcune clamorose stoccate. Tra i più duri c’è stato sicuramente la bandiera nerazzurra Sandro Mazzola che, intervenuto in diretta radio alla trasmissione “Un giorno da pecora”, si è scagliato fortemente contro Antonio Conte, mettendo in mezzo però anche la Juventus con accuse molto pesanti. Ecco uno stralcio del suo intervento: “Conte? Mi sembra ancora molto juventino. Si nasce bianconeri e si nasce nerazzurri, è difficile cambiare. E’ gobbo dentro, anche da come guarda la partita. Vorrebbe parlare da juventino, poi si accorge che ora è nerazzurro. Alla Juventus gli bastava guardare l’arbitro e gli davano il rigore, qui non funziona così. E anche ieri l’arbitro ha favorito la Juve, cavoli se l’ha favorita! Ma che partite vedete?” Parole di fuoco insomma, per Conte e per la Vecchia Signora. Peccato che, a detta di moltissimi, l’arbitraggio della partita è stato pressoché perfetto. Di questo avviso anche l’ex arbitro Bergonzi che, ai microfoni di TMW, è stato molto chiaro: “Rocchi è stato da manuale a San Siro, la miglior partita in carriera”. Poche chiacchiere insomma, il campo ha dato il suo verdetto: la Juve ha pienamente meritato di vincere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Al minuto 0:35 si vede CR7 che tira nello stesso momento di Higuain... :asd:

Ma quel tifoso (0:52) che si batte il petto è Zhang?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Finalmente si gioca un calcio più propositivo, più in verticale, con un baricentro e un pressing decisamente più alti.

Bisogna migliorare nell'attenzione e nella ferocia, non mi stancherò di dirlo che Chiellini sta mancando moltissimo da questo punto di vista, ma è anche vero che è a fine carriera e bisogna abituarsi all'idea di sostituirlo.

L'anno prossimo secondo me andranno fatti degli interventi a centrocampo, prendere delle mezze ali stile Napoli, con più tecnica e fraseggio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Paquetà, Pioli, Piatek: il Fattore P per il riscatto rossonero

 

Il brasiliano sarà centrale, Kris tornerà padrone dell’area. Il nuovo tecnico ha già i suoi alleati

Alessandra Gozzini

11 ottobre - 9:49 - MILANO
collmilan-krEB-U350154505524SZ-528x329@Gazzetta-Web_528x329.jpg?v=201910110950
 
 

Quando a gennaio scorso il Milan ha investito 70 milioni per portare in squadra le due P, Piatek e Paquetà, sperava di raddoppiare anche le possibilità di riprendersi il quarto posto. Il contributo fu consistente ma non decisivo: Kris ha segnato 9 gol in 18 partite, Paquetà arrivava come un giovane talentuoso da inserire in maniera graduale: è stato titolare la prima volta contro la Sampdoria, un paio di settimane dopo lo sbarco a Milano

 
 

E da allora è sempre stato presente, squalifiche e infortuni a parte, ed è entrato in pianta stabile nel giro della nazionale verdeoro. Ora, dopo un periodo no con Giampaolo, Pioli (la terza P) si augura di trovarli nella prima versione. Il 4-3-3 del nuovo mister sembra ideale per le caratteristiche del polacco e per esaltare la vena realizzativa del brasiliano, che al momento ha all'attivo solo un gol in 22 presenze con i rossoneri.

--------------

 

Porca Puttana!

Share this post


Link to post
Share on other sites

In anticipo nei tempi, ma L'Ultimo Uomo l'aveva previsto

   72629147_3426342100724408_32699215577989

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti Pioli è famoso per il suo curriculum di allenatore.

Strano sia arrivato solo ora :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh sicuramente farà le prime partite miracolose (e i rigori sono già pronti).

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Salvare" il cuore di San Siro. La nuova idea di Inter e MilanSan Siro, cuore del calcio milanese. Lapresse

 

I club hanno chiesto agli architetti di intervenire sui progetti per conservare "tracce" dell'attuale impianto

 

14 ottobre - 10:25 - MILANO

San Siro nel cuore. E non solo. Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, Milan e Inter stanno infatti pensando a una svolta nel complesso dossier per il nuovo stadio, che permetterà di conservare qualcosa in più delle "tracce" del Meazza previste nei due progetti firmati da Populous (che lo avrebbe reso un campo aperto a tutti) e Manica + Sportium (un museo sotterraneo). I due club vorrebbero infatti intervenire sui concept presentati un paio di settimane fa per "salvare" almeno un segno concreto del tempio del calcio milanese. Nella speranza pure di ammorbidire le resistenze di politica, cittadini e tifosi, evitando eventuali interventi a gamba tesa della Soprintendenza.

LE IPOTESI
—   

Al momento sono al vaglio diverse suggestive ipotesi: dall’idea di conservare il "guscio" del secondo anello per incastonarci il distretto commerciale, a quella di trasformare San Siro in un secondo impianto più piccolo per le seconde squadre o le formazioni femminili.

 
 
 

 

LA SITUAZIONE 

—   

I tempi però stringono. Il 10 ottobre sono scaduti i 90 giorni concessi dalla legge sugli stadi per decretare l’interesse pubblico del progetto San Siro bis. Le società potrebbero ora aggirare il Comune, chiedendo alla presidenza del Consiglio dei ministri di esercitare i poteri sostitutivi. Ma dal giorno dell’invio della lettera a Roma, Palazzo Marino avrebbe ancora un mese per rispondere. Giovedì però si chiude la conferenza dei servizi e inizieranno una lunga serie di sedute in commissione. Giovedì stesso toccherà ai club, venerdì al rettore del Politecnico Ferruccio Resta e al team dell’ateneo che fornirà quel parere terzo (probabilmente negativo) sulle concrete possibilità di ristrutturare San Siro. All’inizio della prossima settimana sarà ascoltato il referente della commissione dei servizi che ha valutato il progetto. Il 24 ottobre potrebbe quindi essere il giorno del voto.

 

-----------

 

Che ne pensate? (Io sono sconcertato).

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Rio Nero un tuo parere sul napoli e su insigne?

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, Beyond ha scritto:

@Rio Nero un tuo parere sul napoli e su insigne?

Ma guarda il pesce puzza dalla testa.

Noi napoletani, parlo dei tifosi del Napoli che vivono nel capoluogo partenopeo, non abbiamo mai digerito De Laurentiis. 

Quando (2018 e 2016) a fine girone di andata lottava per lo scudetto, puntualmente nel mercato di riparazione non ha mai fatto capire di voler veramente vincere, non comprando mai nessuno e restando immobile. Oramai lo conosciamo bene.

Pensa solo alla sua tasca e non fa nulla di insensato per almeno tentare di lottare per il campionato. Abbiamo avuto un grande allenatore (Sarri) che ci ha permesso di lottare fino alla penultima giornata solo perché praticava.un gioco stupendo avendo a disposizione giocatori bravi ma non top player. 

Ora con Ancelotti siamo tornati a lottare forse per il quarto posto.

Se fosse per me, caccerei De Laurentiis ed Ancelotti e mi terrei Callejon e Mertens allontanando sin da Gennaio, Insigne!

Vorrei capire perché ogni anno il sig.Insigne vuole un amumento di stipendio come se non guadagnasse già abbastanza. 
Pensasse a giocare meglio invece di fare il bambino viziato.
Lo sa che c'è gente che non arriva a fine mese?
Assurdo!!! Io lo caccerei a calci

Edited by Rio Nero

Share this post


Link to post
Share on other sites

Malissimo gli ultimi minuti. Bernardeschi dovrebbe stare in tribuna e invece si fa le partite per intero, è inconcepibile, e inconcepibile è anche come gioca. Dispiace vedere Emre Can in panchina e Khedira titolare fisso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vittoria pulitissima della Juventus. 

@Alex_Ferrari

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se quello è fallo di mano Hamilton è bianco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Era petto, vero

Share this post


Link to post
Share on other sites

https://t.co/qQ22tGIemj

Come fai a non dare un rigore del genere, l'involontarietà non esiste più. 

Solo in quello stadio succedono ste robe dai, mi consolo con buffon al fantacalcio. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

La tocca prima col piede

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Alex_Ferrari ha scritto:

La tocca prima col piede

Testo attualmente in vigore:

 

“1. È un’infrazione se un calciatore: • tocca intenzionalmente il pallone con la mano o il braccio, compreso se muove la mano o il braccio verso il pallone • ottiene il possesso / controllo del pallone dopo che questo ha toccato le sue mani / braccia e poi: – segna nella porta avversaria – crea un’opportunità di segnare una rete • segna nella porta avversaria direttamente con le mani / braccia, anche se accidentalmente, compreso il portiere.

 

 2. È di solito un’infrazione se un calciatore: • tocca il pallone con le mani / braccia quando: – queste sono posizionate in modo innaturale aumentando lo spazio occupato dal corpo – queste sono al di sopra dell’altezza delle sue spalle (a meno che il calciatore non giochi intenzionalmente il pallone che poi tocca le mani / braccia).

 

3. Le suddette infrazioni si concretizzano anche se il pallone tocca le mani / braccia del calciatore provenendo direttamente dalla testa o dal corpo (compresi i piedi) di un altro calciatore che è vicino.

 

4. Ad eccezione delle suddette infrazioni, di solito non è un’infrazione se il pallone tocca le mani / braccia del calciatore: • se proviene direttamente dalla testa o dal corpo (compresi i piedi) del calciatore stesso • se proviene direttamente dalla testa o dal corpo (compresi i piedi) di un altro calciatore che è vicino • se mani / braccia sono vicine al corpo e non si trovano in una posizione innaturale tale da aumentare lo spazio occupato dal corpo • quando un calciatore cade a terra e mani / braccia sono tra corpo e terreno per sostenere il corpo, ma non estese lateralmente o verticalmente lontane dal corpo

Mi sembra chiaro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Te lo stavo per citare io, questo caso rientra nel paragrafo 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×