Jump to content
Sign in to follow this  
M.SchumyTheBest

Come fermare la Mercedes ?

Recommended Posts

6 minuti fa, Rio Nero ha scritto:

La domanda è...ma tifi per la McLaren? E perché mai difendi a spada tratta la Mercedes? 

C'è qualcosa che non mi torna? :mmm:

 

non difende la mercedes.

difende la decenza dai tifosotti ferrari che devono sempre vedere il GOMBLODDO per non farli vincere invece che guardare in casa propria.

 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, mp4/18 ha scritto:

 

non difende la mercedes.

difende la decenza dai tifosotti ferrari che devono sempre vedere il GOMBLODDO per non farli vincere invece che guardare in casa propria.

 

 

Esattamente, inoltre difendo Lewis che è il mio pilota preferito che lo scorso anno ha vinto MERITATAMENTE il suo quinto titolo.

A dar retta al alcuni di voi sembra che abbia vinto grazie al gommino e che la Mercedes non sia quello che è ovvero migliore in tutto.

La Mercedes è da invidiare e imitare, non da infangare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

infatti la Mercedes è solo da ammirare per tutto quello che fa, politicamente e tecnicamente, per vincere, magari in Ferrari fossero così bravi e stronzi

 

quelli da infangare sono FIA e Pirelli :) 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, mp4/18 ha scritto:

 

non difende la mercedes.

difende la decenza dai tifosotti ferrari che devono sempre vedere il GOMBLODDO per non farli vincere invece che guardare in casa propria.

 

Certo i 100000km non era un gombloddo. 

Il gommino 0.4 non lo era....eh certo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Innanzitutto serve una squadra che non sia un'accozzaglia di incapaci...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non bisogna neanche chiedersi una domanda del genere. Oggi anche quelli della racing Point si spellano dalle risate. 

Innanzitutto sarebbe utile saper contare fino a 10, neanche 11.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Imparare a non fare ca**ate, tornare ad essere quasi al loro livello e poi possiamo riaprire questo topic.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Rio Nero ha scritto:

Certo i 100000km non era un gombloddo. 

Il gommino 0.4 non lo era....eh certo!

 

Ma stiamo parlando di 6 anni fa. Ancora con sto test.

il gommino da 0,4 fu lo stesso vette a ritenerlo opportuno e la Ferrari vinse ugualmente a Silverstone nonostante quello.

ma guardate oggi che minchiata che avete combinato invece di fare i piangina che state dietro pure a Red Bull 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

E come li batti...Secondo me questi qua della Ferrari sarebbero capaci di perdere il Mondiale anche a macchine invertite.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

https://www.auto-motor-und-sport.de/formel-1/newey-regeln-2021-mercedes/

 

Mercedes vince la F1 a morte. La speranza che migliorerà nel 2021 è annebbiata, poiché Mercedes ha di nuovo la migliore posizione di partenza. Adrian Newey teme che l'annuncio delle regole di giugno giochi Mercedes nelle carte.
La Red Bull è proprio come la Ferrari. Entrambi sono alla ricerca del tempo perduto. Entrambi credono che sia la causa principale dei nuovi pneumatici Pirelli. Perché la struttura più rigida e il battistrada più sottile hanno spinto verso l'alto la finestra di lavoro dei pneumatici. Il capo del team Ferrari, Mattia Binotto, spiega: "Negli ultimi anni, non abbiamo avuto problemi a trovare le gomme nella loro finestra di lavoro. Una volta entrati, dovevamo rinfrescarli. Oggi facciamo il contrario. Non si scaldano così facilmente, e dobbiamo scaldare il pneumatico quando sono nella finestra ".

il direttore tecnico della Red Bull, Adrian Newey, dice la stessa cosa: "La finestra di lavoro si è spostata verso l'alto. Questo ha giocato perfettamente Mercedes nelle carte. E 'stato male per noi perché abbiamo sempre tenuto le gomme in fondo alla finestra. Ecco perché hanno tagliato meno su di noi che su altri. "Un ingegnere della Mercedes ammette:" Le nuove gomme hanno risolto il nostro più grande problema senza dover fare molto per questo. "Tuttavia, fa un avvertimento:" Dopo il nostro fallimento nel 2015 A Singapore, abbiamo lavorato duramente su questo problema e cambiato otto o nove cose sulla macchina che ci hanno aiutato a controllare il surriscaldamento delle gomme ".

Pneumatici e ali anteriori aiutano Mercedes

La grande domanda: la Red Bull e la Ferrari possono ancora contro-direzionare? Binotto non pensa di dover capovolgere l'intera vettura a causa del problema dei pneumatici. "Ci sono strumenti che possono aiutare indipendentemente dal concetto. Ad esempio, maggiore deportanza, migliore sfruttamento del calore in frenata, messa a punto della sospensione. "Adrian Newey sembra piuttosto nero lì:" Sarà difficile. L'intero concetto di auto è progettato in modo che le gomme non diventino troppo calde. È sempre difficile uscire da un concetto. "

Secondo Newey, nessuna delle modifiche alle regole dopo il 2009 è stata riavviata. "Abbiamo tutti adottato i nostri concetti e adattati alle nuove regole. Il salto non è mai stato così grande che avrebbe giustificato una riprogettazione completa. L'ultimo cambio di regola che è iniziato con un pezzo di carta bianca è stato il 2009. "Quindi le nuove regole dell'ala anteriore per il designer di Formula Uno di maggior successo rappresentano un altro passaggio chiave per Mercedes:" Le nuove ali anteriori sono in armonia con le loro Concetto aerodinamico. "La Red Bull non ha senza ragione cercato di fermare le regole Aero del 2019. Ma la maggioranza delle squadre ha votato a favore nel giugno 2018.

Reparto Mercedes Aero due volte più grande
Il taglio programmato del 2021 per la FIA potrebbe essere di nuovo un nuovo inizio. Ma secondo Newey non possiamo sperare che quindi l'ordine nel campo cambi. Primo, perché le auto 2021er sono ancora sviluppate senza limiti di budget, quindi i piccoli team saranno nuovamente svantaggiati. In secondo luogo, perché la Mercedes ha un così grande vantaggio quest'anno che può concentrarsi presto sulla vettura 2021. "La divisione Aero di Mercedes è due volte più grande della nostra. Il loro vantaggio è sufficiente se solo il 50% delle persone si concentra sull'attuale auto e sul 2020. Il resto può già funzionare pienamente per il 2021 ", si lamenta Newey.

Pertanto, Newey propone di annunciare i regolamenti del 2021 il più tardi possibile. Meglio dicembre di ottobre, sicuramente non giugno come previsto ora. Newey: "Meno tempo è rimasto, più equa è la base di partenza per tutte le squadre." La Red Bull teme che Mercedes stia facendo politica da sola. La Mercedes ha accettato di rinviare la regolamentazione ad ottobre, ma Racing Point è contrario. I "Bulls" sono convinti che Racing Point sarà trasmesso da Mercedes. Un solo voto è sufficiente per impedire il trasferimento a ottobre.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dominano la competizione in tutto, è innegabile. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

 

La parte più comica è quella dell'ingegnere della mercedes sul fatto che hanno lavorato così duramente sul surriscaldamento da aver cambiato 8-9 cose sulla macchina per....non risolvere niente....infatti lo hanno risolto con le gomme.

 

In ogni caso i concetti della macchina non puoi cambiarli, ed è il motivo per cui quando inizia un dominio (che non sia dato da un altro fattore come il motore), è quasi impossibile scardinarlo se non modificando l'unico fattore che non è sotto controllo delle scuderie, cioè le gomme.

Nei primi anni 2000 fu così: il concetto di macchina Ferrari era superiore e fu fermata in parte nel 2003 e definitivamente nel 2005, modificando le regole sulle gomme. Stessa storia simile con RedBull...Il loro concetto di macchina era superiore, ma nel 2012 rischiavano di perderlo per il caos gomme e nel 2013 senza il cambio di costruzione degli pneumatici non si sa come finiva.

 

Qui con Mercedes la cosa che li rallentava era data dal loro problema di surriscaldamento delle gomme.

2014-16 ovviamente la superiorità di motore era tale da nascondere ogni minimo problema. Col le nuove regole 2017 e il recupero di motore da parte di Ferrari però si era arrivati finalmente a una sorta di parità di prestazioni. INACCETTABILE....meglio 21 doppiette Mercedes.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, mp4/18 ha scritto:

 

Ma stiamo parlando di 6 anni fa. Ancora con sto test.

il gommino da 0,4 fu lo stesso vette a ritenerlo opportuno e la Ferrari vinse ugualmente a Silverstone nonostante quello.

ma guardate oggi che minchiata che avete combinato invece di fare i piangina che state dietro pure a Red Bull 

 

E' inutile. Ci sono delle persone (non solo in ambito motori) che pensano che i grossi problemi si risolvono con logiche da sagre paesane.

 

I tifosi napoferraristi sono così limitati che pensano che la squadra con maggior potere di contrattazione (i numeri dicono questo) accetti che i propri rivali la battano infrangendo le regole.

 

E' una questione di mentalità, è una questione culturale. Il perdente si lamenta degli altri, il vincente sta zitto e lavora. Per fortuna, in Ferrari non si lamentano nè della FIA e della Pirelli. Lavorano concretamente e fanno del loro meglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Ruberekus ha scritto:

https://www.auto-motor-und-sport.de/formel-1/newey-regeln-2021-mercedes/

 

Mercedes vince la F1 a morte. La speranza che migliorerà nel 2021 è annebbiata, poiché Mercedes ha di nuovo la migliore posizione di partenza. Adrian Newey teme che l'annuncio delle regole di giugno giochi Mercedes nelle carte.
La Red Bull è proprio come la Ferrari. Entrambi sono alla ricerca del tempo perduto. Entrambi credono che sia la causa principale dei nuovi pneumatici Pirelli. Perché la struttura più rigida e il battistrada più sottile hanno spinto verso l'alto la finestra di lavoro dei pneumatici. Il capo del team Ferrari, Mattia Binotto, spiega: "Negli ultimi anni, non abbiamo avuto problemi a trovare le gomme nella loro finestra di lavoro. Una volta entrati, dovevamo rinfrescarli. Oggi facciamo il contrario. Non si scaldano così facilmente, e dobbiamo scaldare il pneumatico quando sono nella finestra ".

il direttore tecnico della Red Bull, Adrian Newey, dice la stessa cosa: "La finestra di lavoro si è spostata verso l'alto. Questo ha giocato perfettamente Mercedes nelle carte. E 'stato male per noi perché abbiamo sempre tenuto le gomme in fondo alla finestra. Ecco perché hanno tagliato meno su di noi che su altri. "Un ingegnere della Mercedes ammette:" Le nuove gomme hanno risolto il nostro più grande problema senza dover fare molto per questo. "Tuttavia, fa un avvertimento:" Dopo il nostro fallimento nel 2015 A Singapore, abbiamo lavorato duramente su questo problema e cambiato otto o nove cose sulla macchina che ci hanno aiutato a controllare il surriscaldamento delle gomme ".

Pneumatici e ali anteriori aiutano Mercedes

La grande domanda: la Red Bull e la Ferrari possono ancora contro-direzionare? Binotto non pensa di dover capovolgere l'intera vettura a causa del problema dei pneumatici. "Ci sono strumenti che possono aiutare indipendentemente dal concetto. Ad esempio, maggiore deportanza, migliore sfruttamento del calore in frenata, messa a punto della sospensione. "Adrian Newey sembra piuttosto nero lì:" Sarà difficile. L'intero concetto di auto è progettato in modo che le gomme non diventino troppo calde. È sempre difficile uscire da un concetto. "

Secondo Newey, nessuna delle modifiche alle regole dopo il 2009 è stata riavviata. "Abbiamo tutti adottato i nostri concetti e adattati alle nuove regole. Il salto non è mai stato così grande che avrebbe giustificato una riprogettazione completa. L'ultimo cambio di regola che è iniziato con un pezzo di carta bianca è stato il 2009. "Quindi le nuove regole dell'ala anteriore per il designer di Formula Uno di maggior successo rappresentano un altro passaggio chiave per Mercedes:" Le nuove ali anteriori sono in armonia con le loro Concetto aerodinamico. "La Red Bull non ha senza ragione cercato di fermare le regole Aero del 2019. Ma la maggioranza delle squadre ha votato a favore nel giugno 2018.

Reparto Mercedes Aero due volte più grande
Il taglio programmato del 2021 per la FIA potrebbe essere di nuovo un nuovo inizio. Ma secondo Newey non possiamo sperare che quindi l'ordine nel campo cambi. Primo, perché le auto 2021er sono ancora sviluppate senza limiti di budget, quindi i piccoli team saranno nuovamente svantaggiati. In secondo luogo, perché la Mercedes ha un così grande vantaggio quest'anno che può concentrarsi presto sulla vettura 2021. "La divisione Aero di Mercedes è due volte più grande della nostra. Il loro vantaggio è sufficiente se solo il 50% delle persone si concentra sull'attuale auto e sul 2020. Il resto può già funzionare pienamente per il 2021 ", si lamenta Newey.

Pertanto, Newey propone di annunciare i regolamenti del 2021 il più tardi possibile. Meglio dicembre di ottobre, sicuramente non giugno come previsto ora. Newey: "Meno tempo è rimasto, più equa è la base di partenza per tutte le squadre." La Red Bull teme che Mercedes stia facendo politica da sola. La Mercedes ha accettato di rinviare la regolamentazione ad ottobre, ma Racing Point è contrario. I "Bulls" sono convinti che Racing Point sarà trasmesso da Mercedes. Un solo voto è sufficiente per impedire il trasferimento a ottobre.

 

Ma poi no, loro hanno lavorato meglio...figuriamoci se la pirelli.... le gomme...ecc.... tutta fuffa da perdenti.. si...si...

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

3 ore fa, chatruc ha scritto:

 

E' inutile. Ci sono delle persone (non solo in ambito motori) che pensano che i grossi problemi si risolvono con logiche da sagre paesane.

 

I tifosi napoferraristi sono così limitati che pensano che la squadra con maggior potere di contrattazione (i numeri dicono questo) accetti che i propri rivali la battano infrangendo le regole.

 

E' una questione di mentalità, è una questione culturale. Il perdente si lamenta degli altri, il vincente sta zitto e lavora. Per fortuna, in Ferrari non si lamentano nè della FIA e della Pirelli. Lavorano concretamente e fanno del loro meglio.

 

Posso dire che siete diventati veramente stucchevoli con sta storia dei napoletani,napoferraristi etc.?

A parte che io nella mia vita sono stato sempre abituato a giudicare la persona per quella che è senza associarla alla provenienza, quindi se vuoi dare a me del vittimista etc. Libero di farlo, non me ne frega, ma 1 non parlare dei napoletani e 2 ti faccio notare che quando si perde le lamentele e i piagnistei vengono da chiunque...anche da chi vince in continuazione... ma non perdo tempo a farti gli innumerevoli esempi.

 

Ultima cosa...ma ringrazia che ci siamo noi "piagnoni" così che voi possiate sentirvi moralmente superiori e camminare tronfi per la città e dispensare perle di saggezza a chi ancora non ha "imparato a campà" a differenza vostra :zizi:

 

P.s. rileggi cosa stiamo dicendo quasi tutti noi... perché non è esattamente quello di cui parli te. Buonanotte

Edited by ForzaFerrari88

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, ForzaFerrari88 ha scritto:

 

 

Posso dire che siete diventati veramente stucchevoli con sta storia dei napoletani,napoferraristi etc.?

A parte che io nella mia vita sono stato sempre abituato a giudicare la persona per quella che è senza associarla alla provenienza, quindi se vuoi dare a me del vittimista etc. Libero di farlo, non me ne frega, ma 1 non parlare dei napoletani e 2 ti faccio notare che quando si perde le lamentele e i piagnistei vengono da chiunque...anche da chi vince in continuazione... ma non perdo tempo a farti gli innumerevoli esempi.

 

Ultima cosa...ma ringrazia che ci siamo noi "piagnoni" così che voi possiate sentirvi moralmente superiori e camminare tronfi per la città e dispensare perle di saggezza a chi ancora non ha "imparato a campà" a differenza vostra :zizi:

 

P.s. rileggi cosa stiamo dicendo quasi tutti noi... perché non è esattamente quello di cui parli te. Buonanotte

Hai ragione. 

Purtroppo ci sono persone che, essendo molto superficiali, etichettano un pensiero più per la provenienza di chi lo esprime che per il pensiero stesso. 

Poi ci si lamenta del razzismo, della territorialità... si può essere così datati e preistorici?

Io giudico il pensiero e non chi lo esprime.

Ti ammiro per avergli risposto, potevi farne a meno. Nessuna risposta può spiegare quello che ahimè pensa e non solo lui.

Chi la pensa in questo modo vive in un mondo tutto suo con chi la pensa come lui.

Mentalità chiusa e del medioevo.

Non ci si può far nulla.

Edited by Rio Nero
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Inoltre credo che ci siano due tipologie di mentalità e nel vedere le cose:

Una mentalità chiusa e retrograde ed una aperta e moderna.

Una persona con mentalità chiusa è una persona che non cambia mai opinione, non ascolta gli altri ma pensa solo ad esprimere la propria opinione pretendendo che essa sia condivisa da tutti. Parla a sproposito, Ignora, Non concepisce il cambiamento.
Una persona di mentalità aperta è una persona che ascolta prima di parlare, che è capace di cambiare idea se scopre che la propria non è giusta. E' una persona che è aperta ai cambiamenti e non resta fissata al passato.

 

Purtroppo fin quando le persone etichettano un pensiero che non gli garba all'essere napoletano, l'Italia non crescerà mai, e restermo indietro rispetto al resto del mondo.

Fin quando ci saranno queste persone aspettatevi sempre discriminazioni, razzismo e cose del genere.

 

“Siamo Napoletani e ci odiano…

Ci odiano perché la nostra storia ce la invidia tutto il mondo.

Ci odiano perché abbiamo il clima migliore d’Italia.

Ci odiano perché abbiamo una storia teatrale da far invidia a chiunque.

Eduardo De Filippo ha recitato in lingua napoletana all’estero e Totò è stato il più grande comico d’Italia.

Ci odiano perché noi sappiamo ridere anche nelle disgrazie.

Ci odiano perché abbiamo un lungomare che è fra i primi 5 al mondo e fra i 3 più conosciuti a livello mondiale.

Ci odiano perché abbiamo la più alta concentrazione di luoghi di culto al mondo.

Ci odiano perché abbiamo avuto il giocatore più forte della storia del calcio nelle nostre fila.

Ci odiano perché il centro storico di Napoli è il più grande d’europa, ed è patrimonio mondiale dell’Unesco.

Ci odiano perché nessuna città al mondo ha 3 castelli di fama mondiale come il Maschio Angioino, Castel Sant’Elmo e il Castel dell’Ovo (oltre a Castel Capuano e al Forte del Carmine, demolito dai Savoia – ndr)

Ci odiano perché abbiamo Capri, Ischia, Posillipo, Mergellina, ecc… luoghi che il resto del mondo si sogna.

Ci odiano perché tutto ciò per cui l’Italia è famosa nel mondo, viene da Napoli.

Ci odiano per mille altri motivi.

Ma è quest’odio che ci rende fieri di essere nati a Napoli e di essere Napoletani”.

 

Edited by Rio Nero

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho capito! Ci vuole un napoletano per fermare la mercedes.. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Rio Nero ha scritto:

Inoltre credo che ci siano due tipologie di mentalità e nel vedere le cose:

Una mentalità chiusa e retrograde ed una aperta e moderna.

Una persona con mentalità chiusa è una persona che non cambia mai opinione, non ascolta gli altri ma pensa solo ad esprimere la propria opinione pretendendo che essa sia condivisa da tutti. Parla a sproposito, Ignora, Non concepisce il cambiamento.
Una persona di mentalità aperta è una persona che ascolta prima di parlare, che è capace di cambiare idea se scopre che la propria non è giusta. E' una persona che è aperta ai cambiamenti e non resta fissata al passato.

 

Purtroppo fin quando le persone etichettano un pensiero che non gli garba all'essere napoletano, l'Italia non crescerà mai, e restermo indietro rispetto al resto del mondo.

Fin quando ci saranno queste persone aspettatevi sempre discriminazioni, razzismo e cose del genere.

 

“Siamo Napoletani e ci odiano…

Ci odiano perché la nostra storia ce la invidia tutto il mondo.

Ci odiano perché abbiamo il clima migliore d’Italia.

Ci odiano perché abbiamo una storia teatrale da far invidia a chiunque.

Eduardo De Filippo ha recitato in lingua napoletana all’estero e Totò è stato il più grande comico d’Italia.

Ci odiano perché noi sappiamo ridere anche nelle disgrazie.

Ci odiano perché abbiamo un lungomare che è fra i primi 5 al mondo e fra i 3 più conosciuti a livello mondiale.

Ci odiano perché abbiamo la più alta concentrazione di luoghi di culto al mondo.

Ci odiano perché abbiamo avuto il giocatore più forte della storia del calcio nelle nostre fila.

Ci odiano perché il centro storico di Napoli è il più grande d’europa, ed è patrimonio mondiale dell’Unesco.

Ci odiano perché nessuna città al mondo ha 3 castelli di fama mondiale come il Maschio Angioino, Castel Sant’Elmo e il Castel dell’Ovo (oltre a Castel Capuano e al Forte del Carmine, demolito dai Savoia – ndr)

Ci odiano perché abbiamo Capri, Ischia, Posillipo, Mergellina, ecc… luoghi che il resto del mondo si sogna.

Ci odiano perché tutto ciò per cui l’Italia è famosa nel mondo, viene da Napoli.

Ci odiano per mille altri motivi.

Ma è quest’odio che ci rende fieri di essere nati a Napoli e di essere Napoletani”.

 

Una volta era iil primo a difendere Napoli, perchè tendo a difendere i più deboli o i meno fortunati. Ma siete arrivati ad un punto in cui qualsiasi cosa succeda dalle vostre parti è sempre colpa degli altri. Non che da altre parti d'Italia sia diverso. Da noi una volta tutto era colpa di Roma (finchè la Lega non è andata a raccattare voti pure là) e ora la colpa è dell'Europa.

 

Per tifoso napoferrarista, non intendo napoletano di nascita, ma lagnoso di natura. Ripeto all'infinito: considerate una per una le gare 2018, la Ferrari era superiore, Vettel si è mangiato il campionato. Quest'anno la Mercedes è migliore e basta, la Ferrari è lì ma non è così male.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×