Jump to content
Sign in to follow this  
Aviatore_Gilles

Rifiuti e scorie: un problema attuale

Recommended Posts

Parole sante :up:  (un like era poco) 

Share this post


Link to post
Share on other sites
27 minuti fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

Ora come ora sento tanta propaganda, ma di concreto non vedo nulla.

Secondo me è solo una moda, uno specchio per le allodole, solo per distogliere l'attenzione da altro.

Il riscaldamento è si un problema, ma secondo me marginale rispetto a quello che sta realmente succedendo nel mondo.

Parlo di inquinamento del sottosuolo, inquinamento delle falde acquifere, discariche abusive, smaltimento dei rifiuti pericolosi, sfruttamento della terra, utilizzo indiscriminato dei pesticidi. A me vivere con la giusta temperatura nelle varie stagioni, con pioggia nelle giuste quantità e senza fenomeni violenti non è che interessi molto, se poi metto fuori il naso dalla porta e rischio di morire, respirando e mangiando m***a.

Cara Greta, sei una brava ragazza, ed hai fatto bene ad attirare l'attenzione su questo problema. Ma è meglio se torni a fare la ragazzina e divertirti, che i problemi veri sono altri.

Io abito giusto a ridosso dei vari comuni colpiti da inquinamento dei pfas in veneto. E' un disastro di proporzioni bibliche, nessuno ne parla. Ragazzi hanno inquinato le falde acquifere di buona parte della regione e la contaminazione si sta espandendo di mese in mese. Da qui a qualche anno tutta la regione, dall'alto vicentino, a tutto il padovano e rodigino, sarà completamente contaminata e non è che basta mettere un colino nell'acqua e filtrarla per risolvere tutto. Senza considerare che poi quell'acqua, oltre che a finire negli acquedotti, viene usata anche nelle irrigazioni agricole e per abbeverare il bestiame. Forse non è ben chiara la portata dell'evento.

Senza considerare poi la situazione rifiuti, che ha raggiunto dimensioni drammatiche, non solo in Italia, ma in buona parte del mondo. Oltre alle migliaia di discariche regolari (alcune fatte malissimo, con sversamento dei percolati nel sottosuolo), bisogna considerare quelle abusive.

Siamo talmente avidi e stupidi che andiamo ad inquinare lo stesso territorio dove viviamo, senza badare alle conseguenze.

Un altro problema, del quale non sento parlare, è la disgregazione del suolo. Lo sfruttamento sta distruggendo il terreno per le colture e siamo arrivati al collasso quasi. Cosa faremo quando avremo prosciugato i terreni e non sarà possibile piantare più nulla? Mangeremo aria?

Da quello che vedo in giro e la noncuranza delle persone, come arraffare il più possibile e poi buttare via 3/4 della roba, gettare i rifiuti in giro, egoismo ed arroganza, direi che il punto di non ritorno lo abbiamo già passato.

Chi mi fa un piccolo riassunto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, Rio Nero ha scritto:

Chi mi fa un piccolo riassunto?

 

Vuoi un riassunto?

Probabilmente saremo già tutti morti di cancro quando il riscaldamento globale diventerà un problema.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

 

Vuoi un riassunto?

Probabilmente saremo già tutti morti di cancro quando il riscaldamento globale diventerà un problema.

:cray:...meglio che non lo chiedevo sto riassunto!!! 

Share this post


Link to post
Share on other sites

non sapevo di questo problema dei PFAS in Veneto, ho letto un po' qualcosa, sembra una cosa piuttosto catastrofica

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non solo quello Rube

C'è anche il problema dell'Autostrada Valdastico Sud, il ramo che hanno inaugurato qualche anno fa, però anche qui silenzio.

Mentre la stavano costruendo, a quel tempo abitavo in un comune non troppo lontano da uno dei caselli di uscita. Ricordo distintamente una notte, quando stavano facendo i lavori di consolidamento e asfaltatura, un odore acre di rifiuti, ma era una cosa allucinante. Lo ricordo perché la temperatura era gradevole ed avevo le finestre aperte. Dovetti chiudermi in casa perché non si resisteva. Già da quel momento qualche sospetto mi venne, anche perché asfaltavano e consolidavano sempre e solo di notte. Ma non venne fuori nulla.

Qualche mese dopo iniziò ad uscire qualcosa perché il cane di un signore, mentre passeggiava in una laterale dell'autostrada, bevve da uno dei laghetti che si formano a fianco e morì qualche giorno dopo. Le analisi mostrarono avvelenamento da metalli pesanti.

Successivamente si bloccarono i lavori nella variante di collegamento tra nord e sud per infiltrazioni mafiose e partirono i controlli. Fecero dei carotaggi e venne fuori che sotto l'asfalto c'erano contaminazioni da piombo, arsenico, mercurio, diossine e altre porcherie come il cromo esavalente. Cioè hanno interrato la m***a e poi sopra hanno asfaltato. Questo è l'essere umano. La cosa che più mi fa incazzare è che, nonostante tutto, l'autostrada è stata tranquillamente inaugurata ed è ancora li.

 

C'è anche il problema del "concrete green", così lo chiamano. Praticamente impastano i rifiuti con l'asfalto e poi lo stendono nei vari comuni.

Qua la cosa si fa più seria perché con questo composto hanno asfaltato praticamente tutto il basso veneto, parte della lombardia e dell'emilia romagna.

Tu ti fai la passeggiata con il tuo cane e nel mentre chissà cosa stai inalando.

 

Edited by Aviatore_Gilles

Share this post


Link to post
Share on other sites

mamma mia allucinante

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sullo sfruttamento dei terreni, vorrei sottolineare anche che spesso questo elevato sfruttamento causa danni anche a livello geologico... Molti terreni sovrasfruttati a livello edilizio diventano impermeabili, ovvero impediscono l'infiltrazione di acqua. Ciò porta a un aumento del volume e della velocità dell'acqua nei fiumi. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Montecchio Maggiore, Arzignano e dintorni sono un problema terrificante, da anni, che viene ssistematicamente nascosto dalle amministrazioni e che di rado si legge nella stampa locale.

Oltre al problema delle concerie ora si sono messi a murare le discariche, con il risultato che...niente, finisce tutto nelle falde.

Il problema tra l'altro è che la gente dei dintorni pensa di essere al sicuro perchè si trova a 40 km, nelle zone di Schio o Bassano.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

mamma mia allucinante

 

 

Quando sento "Siamo ancora in tempo per tornare indietro" e poi vedo quello che mi circonda, quando vedo politici farsi la battaglia per una ca**o di sedia, quando vedo montagne di denaro sperperate per delle cavolate, quando vedo giochi di potere a scapito della salute (che poi mi chiedo cosa pensano di governare che se continuano così fra poco non ci sarà più niente)....penso che la gente non ha realmente capito un ca**o.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

La storia dei rifiuti sepolti sotto le strade è parecchio diffusa in questo paese. 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Ruberekus ha scritto:

mamma mia allucinante

 

ragazzi ma possibile che non ne sappiate niente? sono cose che io e @Ferrarista abbiamo visto coi nostri occhi nel napoletano da sempre, mi sorprende che vi stupiate. cemento e asfalto fatto in quel modo, rifiuti di ogni genere interrati e nascosti, sono cose terribilmente note giù e senza dubbio quello che dice aviatore non è una cosa nuova, sarà successa chissà quante altre volte. le mafie hanno il controllo totale di questi appalti. lo stato fa troppo poco e i danni, se vengono scoperti, sono ormai fatti.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si anch'io sono della zona di Aviatore e le storie del Pfas e della Valdastico Sud mi è purtroppo ben nota, il fatto è che da anni c'è una connivenza tra potere politico, industriali senza scrupoli e malavita vera e propria che è difficilissimo scalfire, so quello che dico perchè anni fa facevo parte di diversi comitati di tutela ambientale, abbiamo rotto le palle alla grande su molti di questi problemi e ci siamo pure beccati denunce e segnalazioni alla digos, qualcosina siamo riusciti a fare ma veramente pochissimo perchè oltre che con i diretti interessati bisogna fare i conti anche con un atteggiamento molto omertoso che purtroppo e tipico dei veneti non meno che dei meridionali.

Adesso ovviamente si parla di nuove fanstmagoriche opere per rilanciare l'econimia (pedemontana, un disastro ormai in dirittuta d'arrivo, completamente valdastico, autostrada del cadore ecc...), tanto per distruggere e cementificare quel poco che ancora si salva, alla fine la tanto sbandierata autonomia probababilmente si risolverà proprio in questo.

Ecco la cosa che un po' fa incazzare di tutta questa storia del riscaldamento globale (oltre ai dubbi scientifici e agli errori che già emergono) è che si è spostato tutte le  energie e i fondi su una cosa enorme e sempre più indefinita,  tanto che per essere ambientalisti oggi basta dischiararsi contro il riscaldamento e contro Trump (che fa sempre figo) mentre a livello locale e nazionale si è poi a favore di ogni devastazione che porta soldi ai soliti noti e che perpetua un modello di sviluppo ultraconsumistico che si sta mangiando il nostro futuro.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti mi tocca dare ragione a @Beyond. Ma davvero credevate che quelli sporchi e cattivi con la terra dei fuochi fossimo solo noi?

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Ferrarista ha scritto:

In effetti mi tocca dare ragione a @Beyond. Ma davvero credevate che quelli sporchi e cattivi con la terra dei fuochi fossimo solo noi?

 

Per anni c'è stata una grossa ignoranza da parte delle genti del nord su questo tema, hanno preferito sbeffeggiarsi dei problemi che ci sono al sud pensando che da loro non potesse succedere. ora si rendono conto che gli stessi schifosi politici e imprenditori di giù ci sono anche su (sulle mafie lasciamo stare, bisogna essere davvero stupidi per non capire che controllato appalti e importanti aspetti dell'industria di tutta italia mica solo del sud) e che i guai purtroppo li passeranno anche loro. magari è la volta buona che ci sia un po' di mobilitazione.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, Ferrarista ha scritto:

In effetti mi tocca dare ragione a @Beyond. Ma davvero credevate che quelli sporchi e cattivi con la terra dei fuochi fossimo solo noi?

in effetti pensavo di sì

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rube, già 15 anni fa il Veneto come ecomafie era secondo solo alla Campania, aggiungici le mangerie legalizzate dei vari Galan, Chisso ecc...e avrai un quadro della situazione decisamente sconfortante.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Leno Tutto vero, purtroppo. La tanto sbandierata Pedemontana si è già rivelata un pozzo senza fondo e dio solo sa che cosa nasconde. 

 

@Beyond e Ferrarista. Quello che dite purtroppo è tutto vero. Ma sono anni che queste cose si conoscono, ma raramente se ne fa menzione. Penso che la terra dei fuochi bene o male la conoscono tutti, dei pfas, del concrete green, dei fanghi contaminati sparsi nei campi del polesine dai contadini (i famosi concimi forniti dalle aziende di smaltimento rifiuti) non credo siano realtà molto conosciute.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non che in Lombardia siate messi tanto meglio eh, basta guardare i roghi di depositi di spazzatura degli ultimi tempi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×