Jump to content
Sign in to follow this  
Beyond

Ciao maxilrosso

Recommended Posts

3 ore fa, Leno ha scritto:

Boh, questa cosa del sentirsi in colpa non la capisco molto.

Max era un utente simpatico e ben voluto da tutti e insieme a lui abbiamo condiviso diversi momenti allegri e divertenti, per quanto ovviamente possibile nei limiti di un forum su internet, ma son comunque cose positive che penso gli abbiamo fatto piacere, poi al di fuori di qui ognuno ha la sua vita reale e i suoi problemi, e i suoi dovevano essere purtroppo molto pesanti.

 

 

Più che in colpa per non aver fatto nulla per evitarlo (nessuno di noi avrebbe potuto, e personalmente mi sento in colpa per altro ma non per lui), è la colpa di non aver preso sul serio quei post. Rileggere quel topic è agghiacciante non solo per quello che diceva, ma anche per la leggerezza con cui tutti abbiamo risposto e considerato le sue risposte. E mi dà fastidio il fatto che cose simili arrivino sempre come un fulmine a ciel sereno, persino in casi come questi in cui, nemmeno un anno prima, quel ragazzo ha scritto per filo e per segno come si sarebbe suicidato.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non posso dire che lo conoscevo, visto che in generale entro poco in "amicizia" con le persone (non lo faccio nella vita reale figurarsi sul web) ma mi è dispiaciuto enormemente apprendere della sua morte. Purtroppo la depressione è una malattia terribile, dalla quale non esistono cure, se non una grandissima forza di volontà e l'affetto delle persone che ti circondano.

Non so quali fossero i suoi problemi, ma a tutti dico di non colpevolizzarsi; non so quanto lo conoscenste di persona, semplicemente il cervello si spegne totalmente in quei momenti, senza avvisaglie di alcun tipo.

In ogni caso addio Spam, e buon viaggio.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
39 minuti fa, S. Bellof ha scritto:

 

Più che in colpa per non aver fatto nulla per evitarlo (nessuno di noi avrebbe potuto, e personalmente mi sento in colpa per altro ma non per lui), è la colpa di non aver preso sul serio quei post. Rileggere quel topic è agghiacciante non solo per quello che diceva, ma anche per la leggerezza con cui tutti abbiamo risposto e considerato le sue risposte. E mi dà fastidio il fatto che cose simili arrivino sempre come un fulmine a ciel sereno, persino in casi come questi in cui, nemmeno un anno prima, quel ragazzo ha scritto per filo e per segno come si sarebbe suicidato.

 

Si, capisco, però a me anche quel topic sembra più che altro molto triste non agghiacciante, soprattutto non lo sono le risposte che sono leggere solo perché nessuno immaginava il dramma che c'era dietro, non a questo livello almeno.

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sentirsi in colpa per non aver fatto abbastanza ci sta, ognuno pensa che nel proprio piccolo forse poteva parlarne, ma dietro ad un monitor è impossibile cambiare una persona.

Penso continuamente a lui da Sabato nonostante non ci abbia mai scambiato una parola..mi sarebbe piaciuto conoscerlo.

 

Un forte abbraccio ai suoi familiari visto il periodo buio.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come @effe anche io lo penso molto in questi giorni. 

Ho avuto la fortuna di interloquire con lui, e questo me lo porterò sempre con me.

Era un bravo ragazzo e divertente. 

Colto ed in gamba.

Era amante di quote e di statistiche. 

Spero che qualcuno possa continuare le sue passioni in questo forum.

Propongo di nuovo ai moderatori,  in sua memoria, di intitolare la cosa più bella e divertente di questo forum, e cioè il Premio Bannato.

Se lo meriterebbe.

Il forum era la sua casa. Spero che, almeno in parte, gli abbiamo alleviato un Po le sue sofferenze.

R.i.p Andrea.  

Edited by Rio Nero

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 hours ago, Asturias said:

P.s. 1: la depressione non è una malattia.

dissento.

la depressione può anche essere causata da fattori ereditari e può manifestarsi anche in infanzia (e purtroppo lo so benissimo). se non è una malattia questa...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pensando alla questione (che in questi giorni continua a girarmi nella testa), sto iniziando a valutarla da un punto di vista differente, che del resto periodicamente affiora quando rifletto sulla depressione. Noi siamo inevitabilmente dispiaciuti per l'accaduto, ed è umano, ma al tempo stesso dobbiamo renderci conto che viviamo l'intera storia dalla parte di chi, pur con tutti gli immancabili problemi della vita, al mondo ci sta bene e ci vuole rimanere a lungo. Ma chi soffre seriamente di depressione non la vive così; anzi, se si suicida è proprio perché pensa che morire, pur non essendo certo una grande opzione, sia comunque preferibile che rimanere in vita. Da questo punto di vista, personalmente rimpiango più la difficoltà nel rimanere in vita che l'arrivo della morte, che è comunque una amara liberazione. 

 

Mi sono anche chiesto: se so che una persona soffre e si vuole togliere la vita, ho davvero il diritto di cercare di impedirglielo? Ho davvero il diritto di impegnarmi per prolungare un'esistenza di disagio e sofferenza, oppure devo rassegnarmi al fatto che, se metto da parte le ragioni egoistiche per cui vorrei che quella persona rimanga in vita, la triste realtà è che per lui la cosa migliore è andarsene, concludendo così un'esistenza di dolore? 

 

Ecco, alla fine di tutto questo penso che dobbiamo accettare il più serenamente possibile, per quanto difficile, che Max (so che non è il suo nome, ma non riesco a non chiamarlo così) ha preso quella che per lui era la decisione migliore. Facciamocene una ragione. Alla prima occasione utile, io brinderò a lui con tutta la simpatia del mondo. 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me è dura ancora oggi non pensarci, però @rimatt ha ragione, per lui questo gesto è stato la liberazione da un'esistenza travagliata. Bisogna accettarlo, anche se non è per niente facile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 minuti fa, rimatt ha scritto:

Pensando alla questione (che in questi giorni continua a girarmi nella testa), sto iniziando a valutarla da un punto di vista differente, che del resto periodicamente affiora quando rifletto sulla depressione. Noi siamo inevitabilmente dispiaciuti per l'accaduto, ed è umano, ma al tempo stesso dobbiamo renderci conto che viviamo l'intera storia dalla parte di chi, pur con tutti gli immancabili problemi della vita, al mondo ci sta bene e ci vuole rimanere a lungo. Ma chi soffre seriamente di depressione non la vive così; anzi, se si suicida è proprio perché pensa che morire, pur non essendo certo una grande opzione, sia comunque preferibile che rimanere in vita. Da questo punto di vista, personalmente rimpiango più la difficoltà nel rimanere in vita che l'arrivo della morte, che è comunque una amara liberazione. 

 

Mi sono anche chiesto: se so che una persona soffre e si vuole togliere la vita, ho davvero il diritto di cercare di impedirglielo? Ho davvero il diritto di impegnarmi per prolungare un'esistenza di disagio e sofferenza, oppure devo rassegnarmi al fatto che, se metto da parte le ragioni egoistiche per cui vorrei che quella persona rimanga in vita, la triste realtà è che per lui la cosa migliore è andarsene, concludendo così un'esistenza di dolore? 

 

Ecco, alla fine di tutto questo penso che dobbiamo accettare il più serenamente possibile, per quanto difficile, che Max (so che non è il suo nome, ma non riesco a non chiamarlo così) ha preso quella che per lui era la decisione migliore. Facciamocene una ragione. Alla prima occasione utile, io brinderò a lui con tutta la simpatia del mondo. 

Non voglio aprire discussioni in questo topic ma dalla depressione si può guarire. 

Nella vita non bisogna mai smettere di lottare proprio perché c'è una soluzione a tutto e in ambito medico la depressione si cura e si ottengono anche discreti risultati. 

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non si può discutere di queste cose da un'altra parte? Personalmente mi piacerebbe che questo topic fosse solo un luogo per salutare o ricordare Max e non per dare in via a un dibattito sul tema depressione.

Non so... Mi sembra inopportuno...

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, hun. ha scritto:

dissento.

la depressione può anche essere causata da fattori ereditari e può manifestarsi anche in infanzia (e purtroppo lo so benissimo). se non è una malattia questa...

Questo è anche colpa del fatto che la parola depressione viene detta con leggerezza e finiamo col dire "mi sento depresso/a" quando non centra una mazza in realtà.

 

E infatti anche per questo molti qui dentro continuano a dire "avrei dovuto fare qualcosa"  sì, parole di conforto, così se non lo faceva oggi lo avrebbe fatto un altro giorno.

 

Servono esperti, professionisti. Non potevamo fare granché da qui.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

2 ore fa, Kimimathias ha scritto:

Non si può discutere di queste cose da un'altra parte? Personalmente mi piacerebbe che questo topic fosse solo un luogo per salutare o ricordare Max e non per dare in via a un dibattito sul tema depressione.

Non so... Mi sembra inopportuno...

 

Hai ragione. Meglio lasciare che questo sia un omaggio ad Andrea.

Edited by Ferrarista

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, effe ha scritto:

Ho pensato di aprire una discussione sull'argomento fuori da questo topic, ma sinceramente mi manca lo stomaco per farlo.

Se qualcun'altro vuole parlarne, in altra sede, dirò la mia.

Qui direi che non è il caso.

Ognuno di noi ha una sensibilità diversa dagli altri, a lavoro ieri quando mi hanno visto sfatto ed hanno voluto sapere perché, hanno liquidato l'argomento in due secondi: "non prendertela troppo, non era un tuo amico, lo conoscevi appena" eccetera.

Io la vivo diversamente, ed è un problema mio. Per questo è "pericoloso" affrontare certi argomenti, ognuno ha le sue ragioni.

Comunque sia, se volete, parliamone.

Ma non in questo topic.

Concordo con chi vuole intitolare a Max/Andrea il torneo bamnato. Per quel poco che serviva "ci teneva" , ci perdeva del tempo.

Torneo spamilrosso? Parteciperei volentieri.

Ti fa onore @effe.

Anche io in questi giorni ci penso molto ad Andrea.

Sarebbe una bella cosa se il Premio Bannato prendesse il suo nome.

In Videochat si divertiva con tutti noi. 

Peccato non averne fatte altre di Videochat.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quante volte gliel'avevo scritto

 

Anche se non puoi leggermi, volevo dirti che trollavo, non ero serio, ma penso lo sapessi già

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Okay, mettiamo da parte le incazzature e le amarezze di questi giorni (ognuno reagisce un po´come può a una roba del genere). 

 

Ha ragione @Ferrarista, questo è un topic di saluto ad Andrea. 

 

Di depressione e altre cose magari parliamo un´altra volta e in altri topic dedicati. 

 

Ciò non toglie che il bastardo ci mancherà ca**o. 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anch'io sono andato a leggere quella discussione...non l'avevo mai letta...alla luce di quanto accaduto è scioccante! Ignoravo i suoi problemi.

Si, intitolategli qualche torneo!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×