Jump to content
Sign in to follow this  
PheelD

Cosa ne pensate dell'omosessualità?

Recommended Posts

Come da titolo.

Spero seriamente che questo topic non sfoci in spam. 

Edited by PheelD

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' contro il regolamento spammare in questa sezione, a buon intenditore...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Direi di iniziare subito con il dire cosa NON è: non è una malattia.

 

PS: @PheelD pensa se ti scappava una r e scrivevi "Spero seriamente che questo topic non sfroci in spam." :asd:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non mancando di rispetto a nessuno, dico :

:

Ognuno è libero di essere e di pensarla come vuole.
la mia opinione,che sicuramente è errata e sbagliata è la seguente : 
Rispetto tutti e tutto,  i gay possono fare ciò che vogliono, tranne adottare un bambino, poiché il bambino è frutto di un unione tra un uomo e una donna ed è quella la normalità. Lascia che poi il bambino crescendo diventa gay,  ma se lo farà è perché lui vuole e no perché si ispira ai genitori (uomo  e uomo o donna e donna).

Ad esempio Un bambino cresce in una famiglia di ladri. Vede che il padre ruba e la madre pure. Secondo te il bambino cosa capirà di quale sia la normalità?  imparerà Che il rubare è una cosa da fare e lo farà in modo naturale anche lui...

Edited by Rio Nero

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ognuno fa ed è quel ca**o che vuole, non mi piacciono le etichette.

Già sarebbe ora di smetterla di usare parole come etero, gay, omosessuale, transgender ecc. Siamo persone, punto.

L'unica cosa sulla quale storco il naso è la procreazione. Va bene adottare un bambino, è saggio e giusto poter ridare speranza a chi non ha niente o perso tutto, indipendentemente dalla famiglia.

Quello che non mi piace è usare una terza persona per soddisfare il proprio ego; uteri in affitto, madri surrogate, sono cose che mi fanno rabbrividire, è il ridurre la vita ad un semplice scambio di merci.

 

Edited by Aviatore_Gilles
  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

Quello che non mi piace è usare una terza persona per soddisfare il proprio ego; uteri in affitto, madri surrogate, sono cose che mi fanno rabbrividire, è il ridurre la vita ad un semplice scambio di merci.

 

 

ci sono tante persone che non possono avere figli per motivi di salute, perchè privarli della possibilità di avere un figlio? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Meglio adottarne uno che è già a questo mondo ed ha bisogno.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, F.126ck ha scritto:

Meglio adottarne uno che è già a questo mondo ed ha bisogno.

 

meglio è una cosa soggettiva. capisco che possa non piacere ma perchè impedirlo a chi vuole?

Share this post


Link to post
Share on other sites
34 minuti fa, PheelD ha scritto:

Come da titolo.

Spero seriamente che questo topic non sfoci in spam. 

come molte altre minoranze sono discriminati

 

Io sono favorevole anche all'adozione, se questa ovviamente salva il bambino da una situazione oggettivamente peggiore (guerra, fame, etc)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ci stiamo addentrando in un territorio pericoloso e non vorrei mancare di rispetto a nessuno. Conosco coppie che non hanno potuto avere figli, alcuni hanno deciso di adottare, ridando speranza a bambini che non avrebbero avuto un futuro, altri invece hanno deciso di vivere serenamente la propria vita, consci del fatto di non poter avere figli.

Perché accanirsi a tutti i costi, riducendo il tutto ad un laboratorio, quando ci sono tanti bambini a cui si può dare una possibilità?

Capisco il desiderio di diventare genitori, ma non deve diventare un'ossessione.

Posso capire un'aiuto, tipo la fecondazione assistita. Ma non usare una terza persona, semplicemente non lo trovo giusto. Oltretutto sono pratiche costose, che svantaggiano i meno abbienti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, Beyond ha scritto:

 

meglio è una cosa soggettiva. capisco che possa non piacere ma perchè impedirlo a chi vuole?

 

:up: infatti ne io ne Aviator abbiamo parlato di impedire

Share this post


Link to post
Share on other sites
40 minuti fa, Rio Nero ha scritto:

Non mancando di rispetto a nessuno, dico :

:

Ognuno è libero di essere e di pensarla come vuole.
la mia opinione,che sicuramente è errata e sbagliata è la seguente : 
Rispetto tutti e tutto,  i gay possono fare ciò che vogliono, tranne adottare un bambino, poiché il bambino è frutto di un unione tra un uomo e una donna ed è quella la normalità. Lascia che poi il bambino crescendo diventa gay,  ma se lo farà è perché lui vuole e no perché si ispira ai genitori (uomo  e uomo o donna e donna).

Ad esempio Un bambino cresce in una famiglia di ladri. Vede che il padre ruba e la madre pure. Secondo te il bambino cosa capirà di quale sia la normalità?  imparerà Che il rubare è una cosa da fare e lo farà in modo naturale anche lui...

 

 

Perdonami ma ti correggo. I gusti sessuali non nascono certo dal modo di vivere o dallo stile dei genitori. Sono fenomeni chimici che ci spingono verso persone dell'altro sesso o dello stesso sesso. In poche parole gay si nasce, non si diventa certo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 ore fa, Beyond ha scritto:

 

meglio è una cosa soggettiva. capisco che possa non piacere ma perchè impedirlo a chi vuole?

 

Ammetto di semplificare un po' (soprattutto con il pensiero in chiusura) e capisco desideri e malesseri di chi non può procreare, però:

 

Si creano possibili (quasi sempre certi) problemi, traumi o drammi psicologici. Nelle madri che gestano e partoriscono e nei figli che nascono. È logico pensare alle domande che si faranno per tutta la vita (entrambi) e se queste avranno risposta... e quale. È pur vero che gli stessi problemi esistono ugualmente, per coloro che vengono abbandonati o dati in adozione, per cui non li elimineremmo. Ma non mi sembra giusto, bello né saggio aumentare il numero di questi casi.

 

Per me una cosa pericolosa, inutile e crudele. Solo per il fatto di non accettare la propria natura. Ciò vale, anche se le conseguenze sono diverse, per la gran parte di operazioni di chirurgia estetica.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trattandosi di UN orientamento sessuale (che non si limita all‘atto sessuale, anzi), mi sembrerebbe più corretto rinominare il topic in "Cosa pensate dei vari orientamenti sessuali?" (Senza "ne", non serve). Nessuno di questi, nemmeno l‘eterosessualità, è una malattia; perché dunque parlare  solo di uno di questi? 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 5/4/2019 Alle 11:32, Beyond ha scritto:

 

meglio è una cosa soggettiva. capisco che possa non piacere ma perchè impedirlo a chi vuole?

 

Beh è oggettivamente una cosa abbastanza individualista. Sfruttare (o pagare) altre persone per soddisfare una propria necessità o, peggio ancora, il proprio ego, è abbastanza brutto.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 5/4/2019 Alle 11:04, Rio Nero ha scritto:

Non mancando di rispetto a nessuno, dico :

:

Ognuno è libero di essere e di pensarla come vuole.
la mia opinione,che sicuramente è errata e sbagliata è la seguente : 
Rispetto tutti e tutto,  i gay possono fare ciò che vogliono, tranne adottare un bambino, poiché il bambino è frutto di un unione tra un uomo e una donna ed è quella la normalità. Lascia che poi il bambino crescendo diventa gay,  ma se lo farà è perché lui vuole e no perché si ispira ai genitori (uomo  e uomo o donna e donna).

Ad esempio Un bambino cresce in una famiglia di ladri. Vede che il padre ruba e la madre pure. Secondo te il bambino cosa capirà di quale sia la normalità?  imparerà Che il rubare è una cosa da fare e lo farà in modo naturale anche lui...

L'omosessualità è un orientamento sessuale che, come l'eterosessualità, non è qualcosa che "si vuole", ma qualcosa che "è già così". Con il tempo si scopre di essere omosessuali, non di volerlo essere.

Riguardo l'adozione sono stati fatte numerose ricerche e francamente credo che nessuno di noi sia qualcuno per giudicare quale sia il modo più appropriato per crescere un bambino. Premettendo che sono in parte d'accordo con te, riguardo il fatto che la coppia di genitori ideali è composta da maschio e femmina, ci sono innumerevoli coppie di genitori eterosessuali che ritengo totalmente non idonee al ruolo. In primo luogo per crescere un bambino credo sia necessario amarlo. E già questo è un elemento non presente in diverse famiglie, con il padre che spesso è un elemento di violenza. In più, bisogna insegnargli i giusti valori, il rispetto per gli altri e per sé stessi. Miliardi di bambini sono stati cresciuti da un'autorità monoparentale, allora anche questo, secondo il tuo ragionamento dovrebbe essere illegale? Sono meglio genitori eterosessuali e alcolizzati, che magari si picchiano davanti ai figli o che addirittura fanno uso di droghe pesanti oppure due genitori omosessuali che amano il proprio figlio e lo indirizzano verso una crescita più civile? Proibiamo il divorzio, perché i bambini per la tua "normalità" devono crescere tra le braccia di un uomo e di una donna? Ok, ma poi una coppia che non si ama più o che addirittura nutre sentimenti negativi per l'altro partner, crescerà meglio il bambino di una coppia omosessuale?

 

Sono eterosessuale, provo (per un mio problema) una sensazione di disagio a vedere due omosessuali baciarsi o avere rapporti, ma sono fortemente contrario all'omofobia, sono fortemente a favore dei matrimoni gay e sono a favore anche dell'adozione. 

Edited by Rocky
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

È un argomento molto, molto complesso.

 

Mai vista come patologia, innanzitutto. E soprattutto non si "sceglie" di perseguire un orientamento sessuale, è qualcosa che è già dentro di noi alla nascita e solo con il tempo si comprende. Giusto un esempio: un ex compagno di superiori di miei amici ha avuto le prime esperienze con ragazze ma alla fine del percorso scolastico ha fatto coming out. 

 

Io, da convinto eterosessuale, forse mi sono già espresso in tema, sono a pieno favore dell'introduzione del matrimonio legale per persone omosessuali. Sono dell'idea che non si possa garantire diritti diversi discriminando in base all'orientamento sessuale, è la medesima cosa del discriminare in base all'etnia, non deve sussistere. Faccio presente che per matrimonio non intendo la celebrazione (religiosa o meno), bensì gli effetti legali che questo porta. Forse ogni tanto si confonde questo aspetto.

 

Tema adozioni: sicuramente più complesso, vista la presenza di minori. Primo appunto: se le varie ricerche scientifiche condotte in tema garantiscono che il bambino non resti turbato dalla presenza di due genitori dello stesso sesso, e da quanto so i risultati vanno in questa direzione, io non vedo motivazioni contrarie a concedere la possibilità di adozione. Da qui poi si entra in altro campo, ossia il giudizio sulla compatibilità al compito genitoriale delle persone coinvolte. 

 

Non voglio toccare il tema della fecondazione in vitro e quindi l'utilizzo di un utero femminile per la gravidanza. Non ho ancora un'opinione ferma sulla questione. 

 

Venendo al mio pensiero sul riconoscere persone omosessuali durante la vita di tutti i giorni: non gradisco, ma questo vale anche per le coppie uomo-donna, le effusioni troppo focose in pubblico, non le trovo consone alla situazione. Nel generale, anche se forse è più una questione di attrazione per tale sesso e per come sia stata anche proposta (e si, intendo pure la pornografia :asd: ), mi fa meno "impressione" (ma il termine è sbagliato, cercate di interpretarlo correttamente) una coppia composta da due donne. Una cosa che mi crea fastidio invece è il voler esagerare volutamente il proprio orientamento sessuale.

 

Recentemente, ad una festa di laurea, c'era una coppia di ragazzi omosessuali amici della laureata. Li ho trovati molto simpatici e soprattutto rispettosi. Nessun problema.

 

Tutti i pensieri valgono per ambo i sessi.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Rocky ha scritto:

L'omosessualità è un orientamento sessuale che, come l'eterosessualità, non è qualcosa che "si vuole", ma qualcosa che "è già così". Con il tempo si scopre di essere omosessuali, non di volerlo essere.

Riguardo l'adozione sono stati fatte numerose ricerche e francamente credo che nessuno di noi sia qualcuno per giudicare quale sia il modo più appropriato per crescere un bambino. Premettendo che sono in parte d'accordo con te, riguardo il fatto che la coppia di genitori ideali è composta da maschio e femmina, ci sono innumerevoli coppie di genitori eterosessuali che ritengo totalmente non idonee al ruolo. In primo luogo per crescere un bambino credo sia necessario amarlo. E già questo è un elemento non presente in diverse famiglie, con il padre che spesso è un elemento di violenza. In più, bisogna insegnargli i giusti valori, il rispetto per gli altri e per sé stessi. Miliardi di bambini sono stati cresciuti da un'autorità monoparentale, allora anche questo, secondo il tuo ragionamento dovrebbe essere illegale? Sono meglio genitori eterosessuali e alcolizzati, che magari si picchiano davanti ai figli o che addirittura fanno uso di droghe pesanti oppure due genitori omosessuali che amano il proprio figlio e lo indirizzano verso una crescita più civile? Proibiamo il divorzio, perché i bambini per la tua "normalità" devono crescere tra le braccia di un uomo e di una donna? Ok, ma poi una coppia che non si ama più o che addirittura nutre sentimenti negativi per l'altro partner, crescerà meglio il bambino di una coppia omosessuale?

 

Sono eterosessuale, provo (per un mio problema) una sensazione di disagio a vedere due omosessuali baciarsi o avere rapporti, ma sono fortemente contrario all'omofobia, sono fortemente a favore dei matrimoni gay e sono a favore anche dell'adozione. 

 

Toh, un altro. Bene, io concordo.

 

È importante ciò che scrivi sulle adozioni.

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites

La reazione che hanno la maggior parte degli eterosessuali dinanzi ad un bacio fra persone dello stesso sesso, soprattutto se uomini, è ovviamente un retaggio storico e culturale. Va superato.

 

Per quanto riguarda le persone chiassose, colorite e poco discrete, di ogni sesso, colore ed orientamento sessuale, non piacciono in fondo nemmeno a me. Ma anche qui vale la stessa regola: tolleranza e rispetto—> ognuno ha diritto di essere sé stesso e frequentare chi preferisce.

 

Ovviamente io mi piaccio di più, ma non sono automaticamente migliore di questi, quindi non li giudico.

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, KimiSanton ha scritto:

mi crea fastidio invece è il voler esagerare volutamente il proprio orientamento sessuale.

 

Nel senso che quelli del gay pride ti sembrerebbero deficienti anche se fossero etero? :asd:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×