Jump to content
Sign in to follow this  
Beyond

2019.01 | Gran Premio di Australia - Melbourne [Qualifiche]

Recommended Posts

16 minuti fa, Illy ha scritto:

F1, Vettel lancia la sfida: "Bravo Hamilton, ma posso vincere"

 

siiiijiiiiiiuji87hiiuiiij

 

:rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, Kimired ha scritto:

E hanno anche preso per il c*lo Marko e amici, convincendoli a dichiarare di essere dietro la Ferrari ma davanti la Mercedes.
Bene così.

ahahaha pensa che mona lo sguercio 

Share this post


Link to post
Share on other sites
47 minuti fa, Beyond ha scritto:

ma cosa ci guadagnano se dopo 1 settimana il risultato è diverso? fanno la figura dei

 

Credo si tratti di arroganza (tratto sempre più presente nel mondo del lavoro di oggi, in generale), ovvero di mancanza di rispetto per gli avversari. Loro probabilmente non si rendono neppure conto che ciò, in effetti, danneggia la loro immagine. Magari poco, ma certo non ci guadagnano a fare i "furbi".

 

Ciò detto, e detto pure che in questi ultimi anni (e già da un pò di anni) seguo poco i test invernali e quindi potrei essermi perso qualcosa, mi viene da chiedermi se e da quanto tempo i test di inizio stagione hanno smesso di essere indicativi.

 

Una volta lo erano, non ho dubbio alcuno che fosse così. Le squadre, almeno gli ultimi giorni di test, tiravano tutte senza nascondersi.

La Brawn nel 2009 spaventò tutti a Barcellona e poi dominò il campionato, anche se in quel caso con squadra nuova ed auto nuova e "rivoluzionaria" era da attendersi che avessero voluto vedere quale era il loro limite.

Ma tirare senza nascondersi era generalmente vero anche per le squadre maggiori.

Togliamoci l'anomalia della Prost 2001, che fece temponi sottopeso per attirare finanziatori, ma per molti anni i test invernali erano una buona indiicazione della forza rispettiva delle monoposto ad inizio stagione.

 

E nessuno si nascondeva neanche nei test privati, quando era ancora possibile farlo. Le Ferrari dominanti dell'era Schumacher (ma anche prima, vedi 126C2 del 1982) si vedeva già quanto erano forti dal primo giro a Fiorano, schiantando il record della pista già il primo giorno.

Nessuno si nascondeva "per ingannare gli avversari".

 

Oggi siamo arrivati a cose come una Mercedes che, probabilmente, si sente talmente sicura di sè da non voler neppure provare a scoprire le carte una settimana prima del via del campionato.
A parte l'antipatia del comportamento, visto che è stato accompagnato da dichiarazioni beffardamente false, dal team principal al primo pilota,  mi chiedo per esempio se lo sviluppo delle simulazioni al computer non abbia talmente ridotto l'importanza dei test in pista da consentire (almeno ad una squadra dominante negli anni recenti) di rinunciare a tirare sul tracciato, tanto sono certi di trovare poi facilmente il limite al primo GP.

 

 

Edited by Astor
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Astor ha scritto:

 

Credo si tratti di arroganza (tratto sempre più presente nel mondo del lavoro di oggi, in generale), ovvero di mancanza di rispetto per gli avversari. Loro probabilmente non si rendono neppure conto che ciò, in effetti, danneggia la loro immagine. Magari poco, ma certo non ci guadagnano a fare i "furbi".

 

Ciò detto, e detto pure che in questi ultimi anni (e già da un pò di anni) seguo poco i test invernali e quindi potrei essermi perso qualcosa, mi viene da chiedermi se e da quanto tempo i test di inizio stagione hanno smesso di essere indicativi.

 

Una volta lo erano, non ho dubbi alcuno che fosse così. Le squadre, almeno gli ultimi giorno di test, tiravano tutte senza nascondersi.

La Brawn nel 2009 spaventò tutti a Barcellona e poi dominò il campionato, anche se in quel caso con squadra nuova ed auto nuova e "rivoluzionaria" era da attendersi che avessero voluto vedere quale era il loro limite.

Ma tirare senza nascondersi era generalmente vero anche per le squadre maggiori.

Togliamoci l'anomalia della Prost 2001, che fece temponi sottopeso per attirare finanziatori, ma per molti anni i test invernali erano una buona indiicazione della forza rispettiva delle monoposto ad inizio stagione.

E nessuno si nascondeva neanche nei test privati, quando era ancora possibile farlo. Le Ferrari dominanti dell'era Schumacher (ma anche prima, vedi 126C2 del 1982) si vedeva già quanto erano forti dal primo giro a Fiorano, schiantando già il primo giorno il record della pista.

 

Oggi siamo arrivati a cose come una Mercedes che, probabilmente, si sente talmente sicura di sè da non voler neppure provare a scoprire le carte una settimana prima del via del campionato.
A parte l'antipatia del comportamento, visto che è stato accompagnato da dichiarazioni beffardamente false, dal team principal al primo pilota,  mi chiedo per esempio se lo sviluppo delle simulazioni al computer non abbia talmente ridotto l'importanza dei test in pista da consentire (almeno ad una squadra dominante negli anni recenti) di rinunciare a tirare sul tracciato, tanto sono certi di trovare poi facilmente il limite in pista.

 

 

 

Gran bel commento, concordo su tutto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io rimetterei in pista la monoposto 2018 con le ali modificate e vernice inclusa!

Questa di quest'anno è già pronta per il museo :thumbsup:

Edited by Rio Nero

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non mi aspettavo una batosta cosi...e penso che non se la aspettassero nemmeno in Ferrari, non tanto per le trollate dei crucchi, ma per la soddisfazione post test di Barcellona. Speriamo che si presenti una situazione simile allo scorso anno in cui si riesce già dalla prox gara a sistemare le cose che non sono andate bene oggi. La Haas a soli 6 decimi da Vettel è cmq indicativa di una Ferrari non al meglio.

 

La lotta nel gruppone centrale quest'anno sarà molto bella da seguire. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, mp4/18 ha scritto:

Gasly bel bidonazzo

pazzesca la paga che ha preso sainz 

Qualche settimana fa ti (mi) avrebbero lapidato :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Illy ha scritto:

F1, Vettel lancia la sfida: "Bravo Hamilton, ma posso vincere"

 

siiiijiiiiiiuji87hiiuiiij

Io ci credo, pronti 20€ :up:

 

Risultato sorprendente, tranne per Gasly che lo immaginavo già un pilota mediocre.

 

Bene/male Lic, almeno ha tenuto il compagno dietro. Ma la macchina non c’è assolutamente per aspettarsi qualche gara miracolosa.

 

Domani comunque vincerà Vettel. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, The-Flying-Finn ha scritto:

Io ci credo, pronti 20€ :up:

 

Risultato sorprendente, tranne per Gasly che lo immaginavo già un pilota mediocre.

 

Bene/male Lic, almeno ha tenuto il compagno dietro. Ma la macchina non c’è assolutamente per aspettarsi qualche gara miracolosa.

 

Domani comunque vincerà Vettel. 

Finn non serve sparare sulla crocerossa... ops arancio

Share this post


Link to post
Share on other sites
41 minuti fa, Astor ha scritto:

 

Credo si tratti di arroganza (tratto sempre più presente nel mondo del lavoro di oggi, in generale), ovvero di mancanza di rispetto per gli avversari. Loro probabilmente non si rendono neppure conto che ciò, in effetti, danneggia la loro immagine. Magari poco, ma certo non ci guadagnano a fare i "furbi".

 

Ciò detto, e detto pure che in questi ultimi anni (e già da un pò di anni) seguo poco i test invernali e quindi potrei essermi perso qualcosa, mi viene da chiedermi se e da quanto tempo i test di inizio stagione hanno smesso di essere indicativi.

 

Una volta lo erano, non ho dubbio alcuno che fosse così. Le squadre, almeno gli ultimi giorni di test, tiravano tutte senza nascondersi.

La Brawn nel 2009 spaventò tutti a Barcellona e poi dominò il campionato, anche se in quel caso con squadra nuova ed auto nuova e "rivoluzionaria" era da attendersi che avessero voluto vedere quale era il loro limite.

Ma tirare senza nascondersi era generalmente vero anche per le squadre maggiori.

Togliamoci l'anomalia della Prost 2001, che fece temponi sottopeso per attirare finanziatori, ma per molti anni i test invernali erano una buona indiicazione della forza rispettiva delle monoposto ad inizio stagione.

 

E nessuno si nascondeva neanche nei test privati, quando era ancora possibile farlo. Le Ferrari dominanti dell'era Schumacher (ma anche prima, vedi 126C2 del 1982) si vedeva già quanto erano forti dal primo giro a Fiorano, schiantando il record della pista già il primo giorno.

Nessuno si nascondeva "per ingannare gli avversari".

 

Oggi siamo arrivati a cose come una Mercedes che, probabilmente, si sente talmente sicura di sè da non voler neppure provare a scoprire le carte una settimana prima del via del campionato.
A parte l'antipatia del comportamento, visto che è stato accompagnato da dichiarazioni beffardamente false, dal team principal al primo pilota,  mi chiedo per esempio se lo sviluppo delle simulazioni al computer non abbia talmente ridotto l'importanza dei test in pista da consentire (almeno ad una squadra dominante negli anni recenti) di rinunciare a tirare sul tracciato, tanto sono certi di trovare poi facilmente il limite al primo GP.

 

 

sicuramente lo sviluppo di simulatori, CFD, gallerie del vento ha ridotto l'importanza dei test in pista (se funzionano, do you know Ferrari ?) , d'altra parte questo è il primo anno che la fotografia dei test è stata completamente ribaltata a Melbourne, gli anni scorsi benomale si arrivava con le idee giuste

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il che dà una risposta abbastanza palese sull'inutilità dell'interpretazione dei test

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ha fatto una buona qualifica....sicuramente non è una pippa...vedremo in gara

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

d'altra parte questo è il primo anno che la fotografia dei test è stata completamente ribaltata a Melbourne, gli anni scorsi benomale si arrivava con le idee giuste

 

Esatto, è questo che ha più fatto male ai tifosi, il non aspettarsi uno scenario del genere. Mica per il troll di Wolff.. a quello non ci credeva nessuno. Il problema è che nei test la vettura è apparsa sempre costantemente veloce e stabile. Predire un disastro simile era inimmaginabile.

Negli scorsi anni la vaga idea che si aveva è sempre risultata abbastanza corretta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ogni team si organizza in base alla proprie necessità, chi preferisce simulare la prima parte di gara, chi la seconda, chi la terza, chi se ne frega altamente di testare un giro da qualifica.

 

di certo la mercedes non ha iniziato i test nella maniera che si ci aspettava visto che hanno girato con un altra vettura, e credo non lo abbiano fatto per nascondersi ma perchè evidentemente avevano bisogno di farlo per qualche ragione, ritardo nei pezzi o per prove comparative. partendo da una base ottima non potevano di certo sfornare una carriola.

poi alle dichiarazioni gli date troppo retta, che le faccia toto, binotto o horner, e puntualmente ci cascate.

negli scorsi test la mercedes non mi pare si nascose molto, ma dopo l'australia videro la pole dopo un bel po' di gare, per non parlare della vittoria raggiunta a baku con qualche favore concessogli dall'avversario.

aggiungiamoci che la ferrari si sia espressa oggi molto al di sotto delle proprie potenzialità e la cosa sembra una presa per il culo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Melbourne è atipica, da sempre. Non attendibile, bisogna aspettare. Tutti 'sti decimi di distacco però sono un pochino troppi. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'altra vettura Mercedes ce l'aveva in canna, imho, perchè sicuri della precedente... probabilmente hanno testato più soluzioni da montare nel corso dell'anno

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, theartifact ha scritto:

Melbourne è atipica, da sempre. Non attendibile, bisogna aspettare. Tutti 'sti decimi di distacco però sono un pochino troppi. 

 

:up: 

Share this post


Link to post
Share on other sites

piccola considerazione sulle vetture con ala anteriore outwash

rispetto a fine 2018 hanno fatto tutte un passo indietro rispetto alle rivali, ferrari non più al pari con mercedes, sauber che beccava la q3 stabilmente con un pilota e spesso con entrambi oggi, a stento, è entrata in q3. Toro rosso che spesso ci regalava qualifiche da urlo come sauber è sparita in q2.. coincidenze?

Edited by mircocatta

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×