Jump to content
Sign in to follow this  
Ruberekus

Test 2019

Recommended Posts

4 ore fa, ggr ha scritto:

Esatto kimired. È abbastanza risaputo che ad esempio solo senna riuacisse a guidare con un assetto, nel quale bastava un colpetto di sterzo per giare. Il sovrasterzo in uscita invece, credo che non piacesse a nessuno all'ora come oggi.

Un po di storia su clarck, parla proprio del suo stile di guida, tutto puntato sul davanti, e fare la curva in prarica con un colpo di sterzo, subito il muso puntato all'interno della curva, le ruote dritte e il posteriore che fa la curva. Inutile dire che ci riuscisse solo lui, e i risultati lo dimostravano.

 

quelle auto erano più genuine delle successive che cominciavano ad andare di carico aerodinamico

 il sottosterzo era naturale per l'era turbo, meno per l'era dei clark e rindt, nell'era delle minigonne c'era solo da farsi li segno della croce perchè richiedeva una guida innaturale, vetture quasi prive di sospensioni.

non tiriamo poi fuori l'era dei fangio e dei caracciola, fra motori anteriori e posteriori e potenze troppo elevate per quel tipo di gomme, era meglio darsi al pattinaggio.

4 ore fa, Rio Nero ha scritto:

La storia insegna che ogni pilota aveva la sua guida.

Il campione non si vedeva per come era settata la monoposto, ma se andava veloce o meno.

I grandi andavano veloce...gli altri di meno.

 

Prost guida veloce pure la m***a (cit.)

 

(rendiamoci conto che il francese ha guidato vetture che non avevano nulla a che spartire fra di loro, ed era sempre un vincente, minigonne, senza, sogliole turbo, aspirati anni 90, iper elettronici)

Edited by The King of Spa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prost, per quello che ho visto personalmente con i miei occhi, non aveva niente da invidiare ne a Senna e ne a Schumacher.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Confermo quanto dice ggr sullo stile di guida di Raikkonen, molto più verso un anteriore preciso per l'inserimento in curva. La mia unica esperienza a riguardo dello stile di guida arriva dal gaming, anche io preferisco un anteriore più preciso rispetto ad una vettura che tende ad allargarsi.

 

Poi, se uno stile di guida sia meglio dell'altro, non so. Vedendo la storia, non penso ci siano enormi differenze. Forse sono meno i piloti ad aver "perfezionato" lo stile sovrasterzante, rispetto all'altro?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che voi sappiate, non è mai esistito un pilota che ricercasse (e magari sia quasi riuscito ad ottenerlo) un assetto neutro e perfettamente bilanciato, né sotto- né sovrasterzante? Con il quale poter frenare per ultimo ed accelerare per primo, senza timori?

 

;-)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hamilton, ma la mercedes usava il fric :asd:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

:asd:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, crucco ha scritto:

Che voi sappiate, non è mai esistito un pilota che ricercasse (e magari sia quasi riuscito ad ottenerlo) un assetto neutro e perfettamente bilanciato, né sotto- né sovrasterzante? Con il quale poter frenare per ultimo ed accelerare per primo, senza timori?

 

;-)

 

Certo che esistito.

Si chiama Rio Nero quel pilota  :thumbsup:

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, crucco ha scritto:

Che voi sappiate, non è mai esistito un pilota che ricercasse (e magari sia quasi riuscito ad ottenerlo) un assetto neutro e perfettamente bilanciato, né sotto- né sovrasterzante? Con il quale poter frenare per ultimo ed accelerare per primo, senza timori?

 

;-)

 

È quello che ho chiesto prima

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se non sbaglio proprio Ayrton prediligeva una vettura neutra.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

Se non sbaglio proprio Ayrton prediligeva una vettura neutra.

Probabilmente non sapeva gestire il sottosterzo al livello dei suoi colleghi. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
45 minuti fa, spamilrosso ha scritto:

Probabilmente non sapeva gestire il sottosterzo al livello dei suoi colleghi. 

 

Era sopravvalutato?

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, crucco ha scritto:

 

Era sopravvalutato?

Sì, qualcosa del genere. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo il mio modesto parere la macchina neutra non esiste perché a quel punto il pilota spingerebbe di più fino a provocare sotto o sovrasterzo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 ore fa, crucco ha scritto:

Che voi sappiate, non è mai esistito un pilota che ricercasse (e magari sia quasi riuscito ad ottenerlo) un assetto neutro e perfettamente bilanciato, né sotto- né sovrasterzante? Con il quale poter frenare per ultimo ed accelerare per primo, senza timori?

 

;-)

 

 

È esistito. Si chiama Dio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, EffettoSuolo ha scritto:

 

È esistito. Si chiama Dio.

Non tiriamo in ballo Schumacher che siamo ot

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 9/3/2019 Alle 13:58, Aviatore_Gilles ha scritto:

Se non sbaglio proprio Ayrton prediligeva una vettura neutra.

Direi di no... senna ha sempre detto che il modo migliore per andare forte, è sterzare meno possibile... e a ben pensare è tanto vero quanto semplice. Che io rocordi di aver letto sulle riviste del tempo, internet era ancora relegaroto alla fantascienza, voleva macchine che si inserissero in curva più velocemente possibile al primo accenno di sterzata.  Tutti possiamo immaginare quanto sia piu veloce un siffatto modo di guidare, ma non alla portata di tutti. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, joseki ha scritto:

Finalmente l'analisi che più aspettavo

 

https://f1metrics.wordpress.com/2019/03/11/2019-preseason-analysis/

 

team_gaps.png

il rettangolo più o meno allungato sta a indicare l'incertezza?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, spamilrosso ha scritto:

il rettangolo più o meno allungato sta a indicare l'incertezza?

 

Esattamente, come spiega nell'articolo alcuni team hanno stint con comportamenti non "da gara", quindi possible che fossero stress test o simulazioni di situazioni piuttosto specifiche.

 

L'articolo va letto perché va molto nel dettaglio a differenza dei vari autosport e AMuS che tirano fuori ordini col pallottoliere.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma è uno che ci prende ? gl'altr'anni come andò ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×