Jump to content
Sign in to follow this  
Ruberekus

Test 2019

Recommended Posts

Infatti anche nel 2018 la McLaren fece uno dei migliori (il secondo?) tempi assoluti, è plausibile pensare che abbiano spinto più di altri durante le simulazioni di qualifica.

Edited by Rubster Steels

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che Hamilton faccia qualche controllo in più è evidente, ma anche che la Ferrari sia un po' più sottosterzante rispetto alla Mercedes. 

Magari dipende dai carichi di benzina come diceva Rube non so..cmq anche le temperature diverse vanno certamente considerate 

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, Rubster Steels ha scritto:

Infatti anche nel 2018 la McLaren fece uno dei migliori (il secondo?) tempi assoluti, è plausibile pensare che abbiano spinto più di altri durante le simulazioni di qualifica.

questo è abbastanza scontato. troppo vicini a Ferrari e Mercedes

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh per altri intendevo le scuderie di metà classifica, tipo Renault, Alfa, Toro Rosso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Rubster Steels ha scritto:

Infatti anche nel 2018 la McLaren fece uno dei migliori (il secondo?) tempi assoluti, è plausibile pensare che abbiano spinto più di altri durante le simulazioni di qualifica.

 

Terzo, dietro Vettel e Raikkonen.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, LuigiQ ha scritto:

Che Hamilton faccia qualche controllo in più è evidente, ma anche che la Ferrari sia un po' più sottosterzante rispetto alla Mercedes. 

Magari dipende dai carichi di benzina come diceva Rube non so..cmq anche le temperature diverse vanno certamente considerate 

A Vettel piace la macchina molto stabile sul posteriore (quindi un pò sottosterzante, non ai livelli di Massa e Alonso però), Hamilton come Raikkonen preferisce l'anteriore "puntato". Forse dipende da quello.

Certo che la Mercedes nel terzo settore é un compasso, passa vicinissima ai cordoli, alla faccia del passo lungo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
28 minuti fa, red27 ha scritto:

A Vettel piace la macchina molto stabile sul posteriore (quindi un pò sottosterzante, non ai livelli di Massa e Alonso però), Hamilton come Raikkonen preferisce l'anteriore "puntato". Forse dipende da quello.

Certo che la Mercedes nel terzo settore é un compasso, passa vicinissima ai cordoli, alla faccia del passo lungo...

 

Se vuoi andar forte il sottosterzo è deleterio. Le pippe amano il sottosterzo , il sovrasterzo è per i campioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, EffettoSuolo ha scritto:

 

Se vuoi andar forte il sottosterzo è deleterio. Le pippe amano il sottosterzo , il sovrasterzo è per i campioni.

Non la farei così semplice.

Le macchine di Alonso erano tutte più o meno sottosterzanti.

Non proprio una pippa a mio modo di vedere

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 ore fa, KimiSanton ha scritto:

Vettel vs Hamilton, test vs test

 

 

 

Da questo video, sembra che al momento, abbiamo un pò più di margine rispetto a loro. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, EffettoSuolo ha scritto:

 

Se vuoi andar forte il sottosterzo è deleterio. Le pippe amano il sottosterzo , il sovrasterzo è per i campioni.

Spero che tu stia scherzando 

Share this post


Link to post
Share on other sites

A guardare il video mi viene da pensare che la Ferrari fosse più carica di benzina, la macchina è evidentemente più bilanciata della Mercedes ma nel lento è stranamente più lenta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Ruberekus ha scritto:

qualcuno ha cercato di calcolare il distacco live https://streamable.com/mml18

Metà pista a testa 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, EffettoSuolo ha scritto:

 

Se vuoi andar forte il sottosterzo è deleterio. Le pippe amano il sottosterzo , il sovrasterzo è per i campioni.

Prost amava assettare con un po'di sottosterzo, e pure Senna. In realtà in quegli anni un po' tutti preferivano il sottosterzo con un assetto meno rigido sull'anteriore, fu Schumacher a introdurre la soluzione opposta, lo stesso Ayrton lo provò a fine carriera e si convinse, poi purtroppo sappiamo tutti cosa è successo.. in generale sono deleterie le correzioni con il volante, si perde trazione, si stressano pneumatici e meccanica, si esce più lenti dalle curve. Per questo una vettura sottosterzante può essere anche preferibile, generalmente permette una guida più pulita

Share this post


Link to post
Share on other sites

La McLaren però è andata bene nei test rispetto alle altre più o meno.

Non.credo siano davanti solo alle Williams secondo me.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Test di fine campionato '96 : Mansell prova la Jordan di Barrichello, la prende e la rivolta come un calzino, assetto totalmente diverso, da sottosterzo a sovrasterzo, scarichi modificati per l'erogazione ecc ecc.

Inutile dire come Barrichello sia uscito dal confronto.

Il sottosterzo è rassicurante, alzi.il gas e pace ma quando parte il posteriore addio, a meno che uno non sia talmente bravo da controllarlo.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vabbè ma Mansell fu uno dei più grandi piloti mai visti correre,  almeno dai miei occhi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, spamilrosso ha scritto:

Spero che tu stia scherzando 

No

Share this post


Link to post
Share on other sites
39 minuti fa, EffettoSuolo ha scritto:

Test di fine campionato '96 : Mansell prova la Jordan di Barrichello, la prende e la rivolta come un calzino, assetto totalmente diverso, da sottosterzo a sovrasterzo, scarichi modificati per l'erogazione ecc ecc.

Inutile dire come Barrichello sia uscito dal confronto.

 

Non ricordo quest'episodio e in rete non ho trovato molte info al riguardo, mi dici qualcosa di più? Da grande tifoso di Mansell, mi incuriosisce molto. Tra l'altro, che ci faceva il Leone al volante di una Jordan a fine '96? 

Edited by rimatt

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 7/3/2019 Alle 14:07, red27 ha scritto:

Non la farei così semplice.

Le macchine di Alonso erano tutte più o meno sottosterzanti.

Non proprio una pippa a mio modo di vedere

 

Anche perché vi sono testimonianze e prove di piloti vincenti e plurivincenti con entrambi gli assetti. Io ne faccio anche una questione di gusto personale e frutto spesso anche di esperienze più o meno forti.

 

Secondo me, pur capendo che Effetto Suolo ne è (giustamente, è un suo diritto) convinto, la sua è un po' una frase ad effetto, ma non corrisponde completamente alla realtà delle cose.

 

Un esempio di come anche fattori esterni ed esperienze dei piloti possono modificare la loro guida ed il loro approccio:

 

Prost fu condannato ad essere  "il professore" e Senna lo sbeffeggiava dandogli del "prudente" sul bagnato. In realtà lui ebbe una grandissima carriera e modificò, adattandolo, anche il proprio approccio alle corse. Nella prima parte era velocissimo (non che poi rallentò, come mostrano le sfide in McLaren con Senna), ma per quanto riguarda il bagnato fu fondamentale per lui il fine settimana di Hockenheim del 1982, quando sotto una pioggia copiosa Pironi gli volò sopra, dopo averlo urtato, la Ferrari impazzita fece un volo tremendo ed il temerario e velocissimo Pironi si frantumò le gambe.

 

Da quel momento Prost, sul bagnato, non fu più quello di prima. Nel 93 si ritirò, ritenendo purtroppo che la F1 stesse diventando troppo pericolosa. Codardo? Il 1994 purtroppissimo gli diede ragione.

Edited by crucco
  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×