Jump to content
Sign in to follow this  
chatruc

Problemi con dipendente

Recommended Posts

Ciao ragashish,

mi ritrovo a dover affrontare per la prima volta un problema nuovo.

 

Alle mi dipendenze, ho un ragazzo che è buono ma in poche parole, non ci arriva. I suoi difetti sono:

 

1) perde di vista gli obiettivi principali

 

2) perde un sacco di tempo in obiettivi secondari (ma che per lui sono importanti)

 

3) è inconcludente e si perde in chiacchere, girando sempre al problema senza andare al sodo

 

4) non segue i miei metodi sintetici di fare le cose con il minore dispendio di energie e tempo rispondendo a tutte le prescrizioni obbligatorie

 

5) non "combatte", cioè, invece di far valere le proprie ragioni, si adegua a quello che fanno gli altri (capo, dipendente, fornitore, cliente)

 

Tra tutte queste cose, il punto 4 è opinabile perchè i miei sono solo dei metodi e quello che conta sono i risultati, ma vedendo che i risultati sono lontani dall'essere raggiunti, mi viene da imporre i miei metodi.

 

Detta in termini, mi fa girare i cosidetti e il mio disappunto è molto visibile con un malcelato atteggiamento di disprezzo.

 

Il problema è che è pur sempre una persona e non è cattiva, è solo un cogglione.

 

Come posso fare perchè faccia le cose bene?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

quali sono gli obiettivi primari e secondari ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che lavoro fai e fa?

Giusto per capire di cosa stiamo parlando.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lavoro di ufficio in un'officina di riparazione macchine varie. Deve tenere sotto controllo la documentazione dell'intera azienda, sia cartacea che elettronica e che i vari responsabili seguano le procedure imposte.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella grana.

Può essere che quello non è il suo ambito e per quanto ci ragioni non ci arriva o non ce la faccia per questioni caratteriali.

A questo punto o lo sposti e gli fai fare altro, oppure inizi una guerra dal punto di vista psicologico nella speranza che o si sveglia o cede.

Ma da quanto tempo è alle tue dipendenze? ha sempre svolto quella mansione?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io lavoro in Inghilterra e qui ogni 3 mesi è prassi (per alcuni lavori) fare una specie di review con il capo/supervisore, in cui ti viene detto in tono molto amichevole se ci sono dei problemi o se stai facendo tutto secondo gli standard aziendali. ( a volte c’e anche un’autovalutazione prima) 

Solitamente si fissano anche degli obiettivi e di volta in volta si fa il punto della situazione. 

In questo modo il dipendente non si sente cazziato, ha degli obiettivi da raggiungere e al  meeting successivo sa già se alcune cose le ha raggiunte o no. 

 

Potresti mettere in atto una cosa del genere, se già non lo fai, per mettergli un po’ di pressione positiva ma allo stesso tempo fargli capire che le cose non vanno e che deve migliorare. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti potresti fare così.

Gli dici che secondo te dovrebbe fare e portare a termine i compiti A, B e C.

Poi gli dai appuntamento dopo 4 mesi per vedere se li ha portati a termine o meno.

Così può darsi che si sveglia un po questo ragazzo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

hai raggiunto una soluzione con il tuo dipendente ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 13/3/2019 Alle 21:50, Ruberekus ha scritto:

hai raggiunto una soluzione con il tuo dipendente ?

Spero che lavori ancora lì con @chatruc

Share this post


Link to post
Share on other sites
50 minuti fa, Rio Nero ha scritto:

Spero che lavori ancora lì con @chatruc

No. Assolutamente no.

 

Il 26/2/2019 Alle 11:00, Rio Nero ha scritto:

Infatti potresti fare così.

Gli dici che secondo te dovrebbe fare e portare a termine i compiti A, B e C.

Poi gli dai appuntamento dopo 4 mesi per vedere se li ha portati a termine o meno.

Così può darsi che si sveglia un po questo ragazzo.

 

E' esattamente quello che ho fatto. GLi ho detto di fare un certo lavoro, così avrei giudicato il suo operato in modo tale di poter regolare per giugno circa. Il problema è che il certo lavoro non l'ha ancora portato a termine...

 

...quindi sono rassegnato. Credo che pur non essendo cattivo, questo qui non ci arrivi proprio e soprattutto credo sia convinto di essere bravissimo. Per tale ragione, il mio parere di fronte al rinnovo sarà negativo. Poi deciderà la direzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, chatruc ha scritto:

No. Assolutamente no.

 

 

E' esattamente quello che ho fatto. GLi ho detto di fare un certo lavoro, così avrei giudicato il suo operato in modo tale di poter regolare per giugno circa. Il problema è che il certo lavoro non l'ha ancora portato a termine...

 

...quindi sono rassegnato. Credo che pur non essendo cattivo, questo qui non ci arrivi proprio e soprattutto credo sia convinto di essere bravissimo. Per tale ragione, il mio parere di fronte al rinnovo sarà negativo. Poi deciderà la direzione.

Ed allora ciao ciao.

Non è adatto alla mansione che tu serve.

Troverai quello giusto.

Se il ragazzo non rende è meglio interrompere il rapporto di lavoro anche se umanamente dispiace.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 26/2/2019 Alle 07:47, Bigmeu ha scritto:

Io lavoro in Inghilterra e qui ogni 3 mesi è prassi (per alcuni lavori) fare una specie di review con il capo/supervisore, in cui ti viene detto in tono molto amichevole se ci sono dei problemi o se stai facendo tutto secondo gli standard aziendali. ( a volte c’e anche un’autovalutazione prima) 

Solitamente si fissano anche degli obiettivi e di volta in volta si fa il punto della situazione. 

In questo modo il dipendente non si sente cazziato, ha degli obiettivi da raggiungere e al  meeting successivo sa già se alcune cose le ha raggiunte o no. 

 

Potresti mettere in atto una cosa del genere, se già non lo fai, per mettergli un po’ di pressione positiva ma allo stesso tempo fargli capire che le cose non vanno e che deve migliorare. 

 

Anche qui usano molto le review, ma purtroppo abbinate a strampalate statistiche di produttività e in generale cercano di mantenere un senso di oppressione per renderci tutti dei Fantozzi leccaculo. Uno stile molto americano. Chi è più sgamato sopravvive, io fortunatamente ho abbastanza esperienza per usare i loro stessi mezzi a mio favore e per poter seguire il forum anche dall'ufficio, rischiando poco. :asd:

 

In tutto ciò tuttavia apprezzo la possibilità di discutere direttamente con il capo in totale franchezza, quindi mi sento di suggerire a Chatruc di parlarne col megadirettore e poi far capire al dipendente che alcuni obiettivi vanno raggiunti, altrimenti la sua posizione è a rischio. Il profilo che hai descritto si rispecchia in molti giovani neolaureati che entrano pigri nel mercato del lavoro e vanno svegliati.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sa che quello che fa, non è per lui...

Puoi provare a dargli degli obbiettivi settimanali, e deve raggiungerli senza scuse.

Nella azienda dove lavoro hanno un mantra:

Obbiettivi> metodo>strumenti>misura....

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche da noi. I nodi stanno arrivando al pettine e tra poco ci saranno riunioni chiarificatrici.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×