Vai al contenuto
Beyond

Renault RS19

La Renault 2019  

13 utenti hanno votato

  1. 1. Rispetto alla scorsa stagione

    • Si confermerà
    • Sarà più vicina ai top team
    • Perderà terreno
      0


Messaggi raccomandati

L'Alfa Romeo e la Renault saranno le sorprese in positivo del 2019.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Abiteboul: "L'obiettivo è quello di riuscire a lottare per il mondiale nel 2020; per ora posso essere comunque molto soddisfatto del progresso positivo e costante nei tre anni fin qui corsi. Per questa prossima stagione ci siamo concentrati in particolare sulla Power Unit e crediamo di aver fatto i nostri più grandi progressi in un inverno dall'introduzione dei motori V6. Il design è piuttosto nuovo anche se siamo partiti dalla "famosa" Spec-C utilizzata da RedBull nell'ultima parte della scorsa stagione".
 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Faccio un riassunto dell'analisi fatta da f1at:

 

L'ala anteriore è semplice, e rispetta appieno il nuovo regolamento tecnico.

Il muso mantiene la filosofia aerodinamica della passata stagione: si privilegia il passaggio del flusso d'aria tra i piloni di sostegno sfruttando i piloni come "semplici" deviatori di flusso, una filosofia ormai seguita da tutti i team di Formula 1 ad eccezione della Mercedes

La sospensione anteriore ha un disegno piuttosto classico, conservando il sistema push rod.

Sotto il muso non sono stati mostrati i turning vanes mentre sembra essere presente una presa al di sotto nel nosecone. Da capire se potrà fungere da ingresso del sistema S-Duct.

Cosi come Haas, anche Renault sembra avere dei cerchioni con soffiaggi esterni per simulare l'effetto dei  mozzi soffianti.

Ben poco da analizzare nell'area dei bargeboard che sembra essere un'area tenuta ben nascosta dai vari Team in queste (farlocche) presentazioni.

Interessante ma non innovativa la zona delle fiancate che sono state miniaturizzate e alzate maggiormente rispetto alla scorsa stagione.

Il fissaggio degli specchietti retrovisori al telaio è molto semplice, a singolo supporto.

Passando al posteriore della RS19, il fondo è stato ben nascosto nelle immagini rilasciate al pubblico nella giornata di oggi presentazione e lo si capisce molto dalla mancanza degli slot in prossimità delle ruote posteriori. 
La novità più interessanti al posteriore sono i doppi piloni di sostegno dell'ala in chiaro stile Ferrari. La seconda novità interessante sul posteriore è relativa ai tre scarichi che sembrano aver perso la caratteristica unica di essere molto inclinati verso l'alto per cercare il soffiaggio sul dorso dell'ala posteriore.

Gli endplate sono molto semplici: Renault, al contrario di Haas per esempio, ha mostrato una soluzione piuttosto scolastica che segue alla lettera il nuovo regolamento tecnico.

Cosi come per Toro Rosso, la RS19 è una vettura fin troppo semplice per essere vera. Bisogna portare pazienza ancora sei giorni per ammirare totalmente quanto progettato ad Enstone.
 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×