Jump to content
PheelD

MotoGP 2019

Recommended Posts

Sono d'accordo con @chatruc ma beccare la pioggia in Qatar è sfiga non dilettantismo.

 

Reggiani rosica con Marquez ma questa volta un po' di ragione ce l'ha, Marc era veramente lontano e se Dovi non se la fosse aspettata, lo spagnolo gli sarebbe finito addosso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ha ragione Reggiani. C'è una tendenza diffusa a tutte le categorie prr la quale bisogna provarci a tutti i costi, anche al prezzo di rovinare la gara altrui. Una condotta che potrei capire all'ultima gara, non alla prima.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, F.126ck ha scritto:

Sono d'accordo con @chatruc ma beccare la pioggia in Qatar è sfiga non dilettantismo.

 

 

Non è sfiga perchè tutti sanno che anche nel deserto piove (poco) e che la pioggia te la becchi la sera. Così come a Sepang il monsone arriva alle 17:00, quindi non fare partire il GP di F1 alle 16:00. Quest'anno per evitare troppa umidità in motoGP, hanno fatto correre la moto3 con il Sole negli occhi...se fosse successo un incidente non si sarebbe trattato di sfiga.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 Quanto guadagna Valentino Rossi

 

Quanto guadagna Valentino Rossi: stipendio e patrimonio dal 2000 a oggi

oggi, 15:20
lg.php?bannerid=0&campaignid=0&zoneid=3&
Conoscere quanto guadagna un Vip è certamente uno dei passatempi preferiti dagli utenti del web, che spesso si riversano su Google cercando di soddisfare la propria curiosità su stipendi e patrimoni dei personaggi famosi. Un esempio eclatante è conoscere quanto guadagna Valentino Rossi, protagonista indiscusso da ormai un ventennio della MotoGP, il cui nuovo campionato è prossimo all’avvio. Dai problemi con il fisco agli stipendi annui e le sponsorizzazioni che gli permettono di entrare sempre nelle classifiche dei personaggi sportivi più pagati del mondo, senza contare la sua società che gode di buona salute, anche in termine di ricavati. Quanto guadagna Valentino Rossi: un’analisi dal 2000 a oggi

Citando fonti di Forbes e Sports Illustrated, Eurosport è riuscita qualche anno fa a stilare un elenco dei guadagni di Valentino Rossi nel corso degli anni, più precisamente dal 2000 a al 2016. In questo lasso di tempo, gli anni dal 2007 al 2010 sono stati d’oro per The Doctor, il quale rientrava categoricamente nella top 15 degli sportivi più ricchi del mondo. È proprio in questi anni che il suo stipendio si aggira attorno ai 30 milioni di euro annui, contando solo ed esclusivamente ingaggi e sponsorizzazioni. Ecco dunque una lista di quanto ha guadagnato Valentino Rossi negli ultimi anni, solo grazie a ingaggi e sponsor.
  • 2000-2004: 59 milioni di euro;
  • 2005: 24 milioni di euro;
  • 2006: 23 milioni di euro;
  • 2007: 28 milioni di euro;
  • 2008: 28,5 milioni di euro;
  • 2009: 32 milioni di euro;
  • 2010: 31 milioni di euro;
  • 2011: 22 milioni di euro;
  • 2012: 22 milioni di euro;
  • 2013: 20,5 milioni di euro;
  • 2014: 17,5 milioni di euro;
  • 2015: 18 milioni di euro;
  • 2016: 20,5 milioni di euro;

E nel 2017 e nel 2018? Valentino Rossi non compare più nella top 100 degli sportivi più pagati del mondo, ma tra ingaggi e sponsorizzazioni arriva tranquillamente a 20 milioni di euro. Tant’è che si stima che quanto Valentino Rossi si ritirerà, la MotoGP perderà circa 1/3 dei suoi ricavi attuali, come hanno riferito alcuni giornali spagnoli. Quanto guadagna Valentino Rossi: c’è anche la società

Diverso tempo prima del ritiro, tuttavia, Valentino Rossi ha pensato bene di continuare ad aumentare il suo patrimonio con la fondazione di una società, la VR46 Racing Apparel, che genera guadagni e gode di buona salute. Stando al bilancio 31 dicembre 2015, la società ha registrato un utile che superava di poco i 2 milioni di euro, per una crescita di circa 800 mila euro rispetto al 2014. In aumento (+25%) anche i ricavi, per circa 16 milioni di euro. La società si avvale di diverse partnership, tra cui quella celebre con la Juventus per la fornitura di fashion merchandising, riferisce Eurosport.

Come riporta CalcioeFinanza, la società è formata da diverse holding, che al 31 dicembre 2016 incrementava un giro d’affari aggregato attorno ai 30 milioni di euro e un utile complessivo ammontante a 3,5 milioni di euro.

Fonte termometropolitico.it

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bel video di un pilota professionista sugli stili di guida dei piloti top in MotoGP.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bel video :up:

 

Posto l’intervista a Rivola

 

Aprilia, Rivola: "Ducati? Regole siano uguali per tutti ma non togliete vittoria a Dovi"

"L’appendice della Ducati crea carico aerodinamico. L’uso dello stesso sistema era stato negato all’Aprilia. Ma non ci deve essere effetto retroattivo"

 

È per il bene del campionato che bisogna cogliere questa occasione per fare ordine -dice Rivola in un’intervista rilasciata a Motosprint - E ripartire da lì. Se poi in MotoGP non si può fare così allora è un altro discorso… Ho capito che in MotoGP certe situazioni vengono discusse tra i team, magari in modo non ufficiale, me se ci sono delle regole bisogna farle rispettare. E se si deve discutere, lo si deve fare in forma ufficiale. […] Non bisogna pensare male, quindi pensiamo che il direttore tecnico abbia male interpretato questa appendice aerodinamica con cui ha corso la Ducati. Se è in buona fede, ora dovrebbe spiegare che ha equivocato questa soluzione, e quindi che la regola va rifatta. Quel che è stato fatto è fatto, per il Qatar, ma per il futuro si cambia. Il direttore tecnico raccoglie più informazioni, poi redige un nuovo documento tecnico, per iscritto, e viene aggiunta una nuova regola. E sarebbero tutti più contenti”. 

 

“La Ducati non poteva usare quell’appendice, anche se l’avesse pensata, ma io non ci credo, soltanto per raffreddare. Se genera carico aerodinamico, e lo genera anche se tu lo usi per un’altra cosa, sei fuori dalle regole. Non va bene. A meno che non lo fai usare a tutti. Non dici ‘no’ all’Aprilia e ‘sì’ alla Ducati”. Infatti a febbraio Aprilia aveva presentato la richiesta di lavorare su quella parte aerodinamica, ispirandosi alla soluzione montata dalla Yamaha a Valencia. “Danny Aldridge aveva risposto che non si poteva – racconta Rivola -  spiegando che la Yamaha l’aveva usata perché pioveva e in quel caso è consentito. Poi è uscito il chiarimento tecnico: l’appendice davanti al forcellone è permessa, ma soltanto in caso di pioggia, detriti in pista, per raffreddare la gomma posteriore, non per motivi aerodinamici”. Che, invece, secondo Aprilia sono proprio le ragioni per cui Ducati ha utilizzato quella soluzione in Qatar: convinzione supportata dagli studi fatti su quel tipo di sistema: “I nostri ingegneri hanno verificato, con i loro test, che l’appendice genera carico. E non riesco a pensare che generi carico sulla nostra moto, ma non su una Ducati”. Da qui l’attacco frontale alla casa di Borgo Panigale: “Non è credibile che nessuno in Ducati si sia accorto che quella appendice genera carico aerodinamico, visto che stiamo parlando del reparto corse forse più evoluto del mondo negli studi di aerodinamica…”. 

 

In pratica Rivola sconfessa in pieno quanto sostenuto con fermezza da Gigi dall’Igna e dalla Ducati. Mette nel mirino senza troppi filtri anche il Direttore Tecnico della Motogp Danny Aldridge. Il suo ruolo è centrale, è lui che approva o respinge i progetti e la sentenza potrebbe pertanto confermarne o demolirne la solidità: “Credo che abbia dato il suo assenso giudicando in base alle informazioni che aveva, cioè quelle che gli ha passato Ducati. Ma se questo oggetto aerodinamico ha effetti sulla stabilità della moto, e ce li ha, allora si è sbagliato. Non ha verificato bene, si è fidato della spiegazione. Ma nella sua posizione non può dare un ‘ok’ in questo modo. Se funziona così, qualcosa in questo ambiente non va. E va cambiato”. La proposta di Rivola è altrettanto chiara e va nel verso di una soluzione di compromesso che non penalizzi Dovizioso : “Non ci deve essere un effetto retroattivo; Dovizioso mantiene la vittoria in Qatar e dal GP d’Argentina la Ducati torna a correre senza quel dispositivo sulla sua moto. Salvi la vittoria, e poi inizi a discutere una nuova regola su quell’oggetto tecnico”.  Una soluzione a metà tra la condanna che cancellerebbe il successo di Dovi e l’assoluzione piena, insomma. Un ibrido giuridico che potrebbe, forse, rendere meno impattante e traumatica la posizione dell’uomo venuto dalla F1: “So bene che sono diventato subito impopolare per i tifosi della Ducati, e che si è detto: ecco è arrivato il fenomeno della Formula 1 che rovina il nostro sport. Quando sono andato da Carmelo Ezpeleta gli ho detto: “Mi spiace, perché sono l’ultimo arrivato, sono alla mia prima gara e già rompo le scatole, ma ritengo doveroso dire che c’è una situazione irregolare”.

 

La questione sicuramente è stata gestita male dall’organizzazione.

Se l’appendice genera carica ok va tolta. Ma la vittoria DEVE restare al Dovi. Se il DT Aldridge concede l’autorizzazione, Ducati non può essere colpevolizzata. Magari è la volta buona che si fa una bella ripulita nella direzione tecnica. In questi anni abbiamo assistito a robe assurde sui ali alette etc.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma oggi corrono?

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Rio Nero ha scritto:

Ma oggi corrono?

No

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oggi si dovrebbe sapere se la vittoria a Dovizioso verrà tolta o confermata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Speriamo bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rettifico, oggi c'era l'udienza. A quanto ho capito si saprà nei prossimi giorni la sentenza, non meglio specificato quando. Sicuro prima del GP di Argentina.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come la stanno facendo lunga. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Spero rimanga tutto così, 25 punti a Dovizioso...sai che lagna se dovesse risultare vincitore MM93

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dovizioso se l'è guadagnata la vittoria.

Sarebbe ingiusto levarcela. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Rio Nero ha scritto:

Dovizioso se l'è guadagnata la vittoria.

Sarebbe ingiusto levarcela. 

Come scritto 2 post fa...spero che gli assegnino la vittoria, altrimenti la colpa sarebbe di Marquez e non del Team che ha mal interpretato il regolamento

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 minuti fa, Massimo ha scritto:

Come scritto 2 post fa...spero che gli assegnino la vittoria, altrimenti la colpa sarebbe di Marquez e non del Team che ha mal interpretato il regolamento

Mah, secondo me Marquez le polemiche post 2015 se le è cercate correndo come un pazzo. Non sarebbe questo il caso, ovviamente imho.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La sensazione come annunciato anche da Sky Sport sarebbe quella di una vittoria confermata per Dovizioso comunque.

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, PheelD ha scritto:

Mah, secondo me Marquez le polemiche post 2015 se le è cercate correndo come un pazzo. Non sarebbe questo il caso, ovviamente imho.

...e  altrettanto imho ti scrivo che non entro in polemica,  guardo le gare con un occhio attento a Marquez, Vinales e A. Espargaro.

Non mi piacciono  gli "ho ragione io" e le lunghe catene di post che si aggiungono  

 

  • paragrapharticle-66288-585530c4a18c0.jpg

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho appena sentito che l'appello contro la Ducati è stato rigettato e lo spoiler è regolare. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

×