Vai al contenuto
Astor

Pattinaggio Artistico su Ghiaccio - Stagione 2018-2019

Messaggi raccomandati

uncertain-boss-young-man-face_1194-7951.

 

Brevissimo flash: i russi hanno deciso, per ora, di non decidere.

Ufficialmente le tre pattinatrici convocate per i Mondiali restano le tre già convocate agli Europei: Zagitova, Samodurova e (tenetevi forte ...) Konstantinova.

Poi due riserve: Tuktamisheva e Medvedeva.

 

Ma la federazione russa stessa ha sottolineato che "non c'è stato ancora sufficiente tempo per decidere", dopo la Cup of Russia, e che comunque c'è ancora tempo prima di dover dare dei nomi definitivi all'ISU.

 

Ovviamente, come nel film di Fantozzi si rincorrono voci (e timori) senza controllo, tipo che se la Sotskova vincesse le imminenti Universiadi (alle quali non andranno nè Liza nè Evgenia) potrebbe essere lei la prescelta! :D

 

Probabilmente ha ragione chi dice che sono in atto contrasti politici per ora bloccanti, tipo che se mandano la Tuktamisheva allora Mishin, il suo trainer che allena anche la Samodurova, avrebbe due atlete su tre e questo potrebbe essere considerato "troppo" da alcuni in Russia.

Ciò potrebbe favorire, in teoria, la Medvedeva, che nel dopo- Cup of Russia ha detto sia che la Tuktamisheva merita di andare ai Mondiali sia che lei è comunque pronta ad andarci se la chiamano.

 

La scelta, dal punto di vista tecnico, dovrebbe essere circoscritta a Medvedeva e Tuktamisheva (e, come ho già detto, secondo me è meglio per tutti che sia quest'ultima), qualunque altra scelta sarebbe palesemente politica.

Non sto trattenendo il respiro, comunque.

"Fàccino" loro ...

 

 

Modificato da Astor

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

5c76a401dda4c88f018b462f.jpg

 

 

Ok, i russi hanno deciso: mandano la Medvedeva.

La Tuktamisheva solo come riserva.

 

A quanto pare c'è stata una votazione in federazione, 19 hanno votato Medvedeva, 7 Tuktamisheva ed uno si è astenuto.

 

https://www.rt.com/sport/452578-evgenia-medvedeva-national-team-world-championship/

 

Sia chiaro: se la Cup of Russia doveva servire a decidere chi era papabile per il terzo posto in squadra, il risultato dice: Medvedeva.

Ma la distanza con la Tuktamisheva è stata piccola e ci sono altre considerazioni che vanno fatte.

 

Secondo me è un errore, che rischia più di danneggiare Evgenia che di beneficiare la squadra russa in termini di risultati.


Se un terzo posto è, temo, il massimo a cui la Medvedeva potrebbe oggi aspirare a livello mondiale, a questo ci poteva arrivare pure la Tuktamisheva. Non facilmente, ma non sarà affatto facile neppure per l'atleta di Orser (io non mi aspetto una medaglia per lei).


Il fatto è che, anche lasciando da parte le medaglie, una eventuale prestazione mediocre ai Mondiali sarebbe meno grave, a mio giudizio, per la Tuktamisheva, atleta ormai consolidata su ciò che sa fare, mentre per una Medvedeva in pieno "rifacimento" potrebbero indursi dubbi, sia interni che esterni.
E abbiamo già visto in questa stagione a cosa la stava portando la caduta di fiducia in sè stessa.
 

Allo stesso tempo, non far giocare a Liza le sue carte nella stagione della sua (relativa ma concreta) "rinascita" appare non solo ingiusto ma pure un danno alla carriera dell'atleta.

 

Hanno quindi deciso di mandare una "corazzata" ancora in cantiere, per grossi danni subiti, e in fase di impegnativo riallestimento piuttosto che un "incrociatore pesante" in condizioni più che discrete.

 

Penso che sia plausibile l'ipotesi che abbiano deciso così per non dare a Mishin due atlete su tre, in questo modo ce n'è una per ogni "scuola".

Due per differenti scuole russe ed una per la scuola canadese della quasi-transfuga che però, evidentemente, gode ancora di ampia fiducia in patria.

 

Resta da vedere, in quest'ottica, se Mishin non voglia (e possa) scambiare una carta per un'altra, ovvero far stare a casa la Samodurova (che un titolo quest'anno l'ha già vinto) e mandare la Tuktamisheva (che è comunque riserva ufficiale).

 

Ipotesi meno "politica" (ma penso meno credibile) è che ci possano essere timori sul fisico della Tuktamisheva post-polmonite, anche se a Novgorod non si sono visti segni preoccupanti.

 

Per me è un errore da parte dei russi, ma quel che fatto è fatto.

Quantomeno, non hanno deciso per la Konstantinova ... :rolleyes:

 

Modificato da Astor

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

85590aeccf0a4642b4a188895826d1fc-U202260

 

 

Un Matteo Rizzo sontuoso stravince le Universiadi attualmente in corso nella siberiana Krasnoyarks!

 

Secondo dopo un ottimo programma corto (90.78 punti, attuale record personale, con pure un per lui inedito nel corto quadruplo Toeloop), preceduto di solo un punto dal russo Kovtun, il nostro ventenne si è superato con un Free Program quasi perfetto, che ha di colpo spostato in alto l'asticella del livello del pattinaggio maschile italiano.

 

Ha perfino modificato in corsa il layout dei salti, spostando in avanti una combinazione che sarebbe stata rischiosa cercare di completare laddove pensava inizialmente di farla.
Segno che ormai ha tutto: tecnica, interpretazione e testa. E' impressionante quanto sia migliorato rispetto anche alla pur buona stagione scorsa.

Speriamo che pure il fisico lo supporti perchè può darsi e darci delle belle soddisfazioni anche nei prossimi anni.

 

Alla fine, oro meritatissimo con ben 273.54 punti totali tra Short e Free, un abisso davanti a Kovtun (259.49) e al georgiano Kvitelashvili, bronzo con 258.02.

 

Solo applausi "multipartisan" per lui, anche nella difficile terra russa.

 

Ora speriamo che mantenga quello stato di forma, che aveva già mostrato agli Europei, anche per i prossimi Mondiali.

Medaglie a parte, per ora difficilmente avvicinabili per lui a livello mondiale "maggiore", di fare belle figure non ci si deve mai stancare.

 

Questo il suo riuscitissimo Free sulle musiche dei Queen.

 

 

 

 

tenor.gif?itemid=9431173

 

 

 

Vedremo se e come gli risponderà l'altro "fenomeno" italiano emergente, Daniel Grassl, in questo momento terzo dopo lo Short ai concomitanti Mondiali Juniores di Zagabria (qui di seguito il suo esercizio).

 

 

 

 

Modificato da Astor

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Daniel Grassl ha ottenuto il bronzo ai Mondiali Junior!

 

Con un buon Free (anche se non perfetto e oltretutto aperto con una caduta) l'italiano è riuscito a conservare il terzo posto che aveva dopo lo Short.
Primo lo statunitense Tomoki Hiwatashi e secondo il russo Roman Savosin.
 

Questo il suo esercizio libero.

Vedo Grassl in leggero miglioramento sul piano interpretativo, qui visibile soprattutto nella seconda parte del programma (mentre nella prima parte è ancora parecchio in "Trusova-style").

Essendo così giovane, ha potenzialmente ancora molto margine di ulteriore miglioramento.

 

 

 

 

Modificato da Astor

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Astor sono ancora alle prese con la lettura della seconda pagina, su questa ti faccio sapere 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 9/3/2019 Alle 11:39, Illy ha scritto:

Astor sono ancora alle prese con la lettura della seconda pagina, su questa ti faccio sapere 

 

Beh, la seconda pagina è tosta! :D

 

Nel frattempo, la Alexandra Trusova ha vinto i Mondiali Junior, davanti ad Anna Shcherbakova e alla statunitense Ting Cui.

Vittoria meritata grazie al livello tecnico, anche se tra la bambinetta Trusova e la bambinetta Shcherbakova preferisco il pattinaggio della seconda, appena un pelo più "maturo" (si fa per dire ...) come interpretazione.

La Trusova, invece, mi sembra sempre una compìta bambina seriosamente impegnata a fare bene nella recita scolastica, davanti a professori e genitori.

 

Devo dire che, a differenza di quanto visto ai nazionali russi, i PCS attribuiti alla Trusova non sono stati gli indecenti 71 ma i più ragionevoli (anche se già generosi) 64.44.

La Shcherbakova ha preso un paio di punti in più nei PCS (66.29 che, come distacco relativo, ci stanno) ma, con 6 punti in meno di tecnico, non è bastato.

 

Tutto bene, quindi, sul fronte dei PCS?

Ma manco ... :angry:

Sono andato a vedere quanto hanno dato nei PCS alla giapponese Yuna Shiraiwa (quinta alla fine), una diciassettenne che fisicamente sembra una ventenne e che pattina "da Senior", non da Junior (e, infatti, ha già partecipato ai nazionali giapponesi come Senior; potrà partecipare ai mondiali Junior fino a quando non avrà già compiuto i 19 anni il 1 luglio dell'anno precedente la manifestazione).
Una che ieri ha fatto un buon free (il quarto di giornata), non male sul tecnico (ovviamente ad un abisso dalle due russe di vertice, già come valore base) e secondo me con la migliore interpretazione.

Ebbene, le hanno dato solo 59.77 di PCS.

Una presa per i fondelli, perchè tutto sommato, fatti tutti i bilanciamenti tra skating skills, performance, interpretation ecc. la sua prestazione sui components non era certamente inferiore a quella delle prime due (o della terza, che ha preso 61.54).

 

E' il solito discorso: il tecnico "trascina" pure i PCS, sembra non esistere quasi più la differenziazione che questo sistema di punteggio, giustamente, aveva previsto.

E con la prevalenza del tecnico già a livello di punteggi raggiungibili, se chi è già avanti nel tecnico non viene penalizzato sui PCS neppure quando lo merita, allora ci troviamo nella ormai acclarata situazione attuale.

 

Questi i free delle prime tre:

 

 

 

 

 

 

 

 

E questo, visto che l'ho citata, è il free della Yuna Shiraiwa:

 

 

 

 

Per le italiane, sedicesima posizione finale di Lucrezia Beccari, dopo questo purtroppo sporcatissimo free.
Peccato, perchè dopo lo short era ottava e qualche speranziella che potesse chiudere entro le prime dieci c'era.
Nulla da fare, deve ancora crescere.

 

 

 

Non mi pronuncio sulla diatriba su quale sia l'italiana da puntare sulle giovani (Beccari? Tornaghi? altre?) perchè seguo troppo poco il settore Junior per dare dei giudizi.

Però con una Kostner ormai praticamente a fine carriera (se non lo sapete già vi darò questo ulteriore dispiacere: non ci sarà neppure ai prossimi Mondiali giapponesi, per gli strascichi dei suoi malanni fisici che le hanno fatto saltare tutta la stagione) urge trovare delle giovani che possano crescere, anche se non ai livelli di Carolina almeno a quelli di una Valentina Marchei degli anni migliori.

 

Modificato da Astor

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

isu-world-figure-skating-championships-s

 

 

Sono iniziati oggi i Mondiali a Saitama (Giappone) e io, come oggi, almeno per un altro giorno non avrò tempo di seguirli ... :(

 

Perciò sarò telegrafico su ciò che ho letto (e solo molto parzialmente visto in registrata, anzi quasi per niente) essere accaduto oggi.

 

Donne - Short Program

 

Prima Zagitova, con un buon esercizio ma nel quale l'elemento più importante, la combinazione 3Lz+3To è stata valutata generosissimamente, dato che c'è stata una evidente sottorotazione (con precedente enorme pre-rotazione) che i giudici (ed anche certi commentatori ...) non hanno visto (o hanno fatto finta di non vedere).

Ne parlo dopo.

 

Seconda, a più di cinque punti di distacco, la Kaori Sakamoto.

Terza, un altro punto dietro, la Elizabet Tursynbaeva.

Quarta la Evgenia Medvedeva, con una prestazione secondo me oltre le attese, ad oltre un punto e mezzo dietro la Tursynbaeva e quindi a quasi sei punti dietro la vetta.

Quinta e sesta la Ensoo Lim e Mariah Bell, protagoniste di un brutto episodio di investimento in allenamento (sul quale per ora non dico altro).

Grande delusione della giornata la Rika Kihira, settima, che ha fallito il triplo Axel iniziale (zero punti!) e che si trova staccata di undici punti dalla Zagitova.

 

Le prime quattro lottano certamente per il podio e forse anche per la medaglia d'oro vista l'incostanza della Zagitova (che comunque ha un certo margine).

 

Qui il PDF con i punteggi.

 

http://www.isuresults.com/results/season1819/wc2019/data0203.pdf

 

 

Dicevo della combo, non "punita" dai giudici, della Zagitova.

Almeno il triplo Lutz di quella combinazione grida vendetta, il non averlo penalizzato è uno scandalo.
E le hanno pure dato GOE molto alti (come in tutto il resto dell'esercizio).


Credo che mai mi sia capitato di vedere in tv, con tanta chiarezza, un sottoruotato così evidente.
Impietosa pure l'inquadratura slow-motion in primissimo piano dello stacco del Lutz, mostrato in replay all'inizio del kiss-and-cry, stacco enormemente pre-ruotato e ciò nonostante l'arrivo è inequivocabilmente sottoruotato.
Non dico che avrà fatto due giri e mezzo ma poco ci manca.

Spesso in tv o nei filmati non si ha una visione chiarissima, ma qui sembra che casualmente sia stata fatta una ripresa che pare fatta apposta per far vedere un "sottoruotato da manuale".
Tanto che ho fatto delle screen-capture "didattiche".
 


Lo stacco preruotato:

 

Zagitova-Lutz-001-start1.jpg

 

Zagitova-Lutz-002-start2.jpg

 

 

L'atterraggio sottoruotato:

 

Zagitova-Lutz-003-end1.jpg

 

Zagitova-Lutz-004-end2.jpg

 


E visto sul filmato, al rallentatore, è molto più evidente che nei fermi immagine (ma non ho tempo per fare 12, 16 o 20 fermi immagine per fare un'animazione ...).

Mi chiedo quali altre immagini possa aver visto il pannello tecnico (no, non ditemi nulla, era una domanda retorica ... :incazzato: ).

 

L'esercizio di Alina comunque è stato buono, lei è tirata a lucido (o tenuta a stecchetto ...), era data in forma ed è fisicamente in forma (sulla tenuta mentale è da vedere, la sua espressione a fine esercizio sembrava la sua solita da pattinatrice sull'orlo di una crisi di nervi).
Probabilmente ha comunque meritato di stare oggi davanti, ma questa glie l'hanno stra-regalata.

 

E (pare incredibile ma è così) sono subito entrati in azione dei "negatori" di quanto è successo, addirittura definendo il salto "impeccabile al replay" ... :bravo:

 

 

 

Coppie - Short Program

 

Qui proprio non ho visto ancora nulla, so solo di alcuni risultati anche qui non scontati.

 

In testa ci stanno Tarasova-Morozov, una coppia per me "croce-e-delizia" (di solito, molta più croce ...), che stanno davanti ai cinesi Sui-Han per un paio di punti.

Clamorosa caduta, e solo settimo posto a quasi 13 punti dalla vetta, per i francesi Morgan-Cipres, coppia che da tempo giudico sopravvalutata ma che partiva con i favori del pronostico in quanto imbattuta quest'anno.

 

Per oggi mi fermo qui.

 

 

 

fantozzi-partita-tv.jpg

 

 

Chi volesse vedere questi Mondiali, vengono trasmessi anche sulla Rai (se pure gli orari delle dirette sono "impossibili"), qui gli orari di domani 21 marzo su tutti i canali che li trasmettono:

 

https://www.oasport.it/2019/03/pattinaggio-artistico-mondiali-2019-programma-e-orari-21-marzo-le-startlist-e-gli-italiani-in-gara-come-vedere-le-gare-in-tv/

 

 

 

Modificato da Astor

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×