Jump to content
Sign in to follow this  
effe

Come immaginate di morire?

Recommended Posts

Comunque, risposte come "scopando" date da gente che non conosce altro che Federica, sono da ritenersi non serie e quindi spam, come brillantemente subito intuito da max.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque, risposte come "scopando" date da gente che non conosce altro che Federica, sono da ritenersi non serie e quindi spam, come brillantemente subito intuito da max.

 

Magari nel futuro saranno più fortunati... poi andare a pu**ane non è che costi molto...

Share this post


Link to post
Share on other sites

detto anche io, ma mi hanno risposto che ero off topic

 

Se a te non piace non è colpa mia. =) anch'io lo dicevo seriamente, ma voglio arrivare fino alla fine. Una volta finitio, nanna e pum via nel sonno.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti sbagli. Di tanto.

 

Io non spero proprio di morire come ho detto, ma è proprio quello che mi immagino.

Edited by maxilrosso

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho avuto pensieri suicidi ma non ho mai avuto il coraggio. penso che morirò o di malattia o di vecchiaia

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi sono sempre chiesto cos'è che scatta nel cervello, e anche nel cuore delle persone che si suicidano. per farlo ci vuole anche molte coraggio.

ad esempio c'era un ragazzo che io conoscevo che si è impiccato.

 

il ramo della psicologia mi ha sempre affascinato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il coraggio si costruisce con il tempo ed è dato principalmente dalla disperazione. Chi si suicida è disperato, vede la propria vita come una continua sofferenza e non vede vie d'uscita funzionanti.

All'inizio la paura di morire di sovrasta, infatti tutti hanno bisogno di provarci più volte prima di trovarne il coraggio... oppure essere in condizioni di poca lucidità (qualche altra malattia mentale, effetto di droghe, etc)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo che deve venir meno l'inibizione della sopravvivenza, che è automatica... ma alla fine non siamo altro che un ammasso di processi chimici e la disperazione è uno di questi... dai oggi dai domani, alla fine l'inibizione che è un processo chimico anch'esso vien meno

Share this post


Link to post
Share on other sites

non siamo altro che un ammasso di processi chimici

su questo non sono d'accordo ma vabbè ognuno la vede come vuole

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il coraggio si costruisce con il tempo ed è dato principalmente dalla disperazione. Chi si suicida è disperato, vede la propria vita come una continua sofferenza e non vede vie d'uscita funzionanti.

All'inizio la paura di morire di sovrasta, infatti tutti hanno bisogno di provarci più volte prima di trovarne il coraggio... oppure essere in condizioni di poca lucidità (qualche altra malattia mentale, effetto di droghe, etc)

 

In realtà tempo fa lessi che la maggior parte dei suicidi che vanno a buon fine sono quelli di gente generalmente abbastanza insospettabile che ce la fa al primo colpo.

Di quelli che continuano a dire "mi ammazzo", e quindi classificabili come persone con manie suicide, in realtà solo una piccola parte riesce a portare a termine la cosa, spesso tra l'altro quasi per errore e dopo vari tentativi maldestri

Edited by Leno

Share this post


Link to post
Share on other sites

mentre scrivo questo pooooooooooooooo...............

 

 

 

 

 

:ciapet:

 

scherzavo

 

:asd:

Edited by JLP

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Il coraggio si costruisce con il tempo ed è dato principalmente dalla disperazione. Chi si suicida è disperato, vede la propria vita come una continua sofferenza e non vede vie d'uscita funzionanti.

All'inizio la paura di morire di sovrasta, infatti tutti hanno bisogno di provarci più volte prima di trovarne il coraggio... oppure essere in condizioni di poca lucidità (qualche altra malattia mentale, effetto di droghe, etc)

 

In realtà tempo fa lessi che la maggior parte dei suicidi che vanno a buon fine sono quelli di gente generalmente abbastanza insospettabile che ce la fa al primo colpo.

Di quelli che continuano a dire "mi ammazzo", e quindi classificabili come persone con manie suicide, in realtà solo una piccola parte riesce a portare a termine la cosa, spesso tra l'altro quasi per errore e dopo vari tentativi maldestri

 

E' vero quello che dici, ma è anche vero che non si può sapere quante volte uno ci abbia provato prima di ammazzarsi. Se parliamo di tentativi dichiarati ok, altrimenti non abbiamo modo di sapere e la mia esperienza mi insegna purtroppo ciò che ho scritto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

la disperazione è una cosa che può portare anche a prevaricare gli altri, sopratutto per la sopravvivenza, anche con metodi violenti.

non porta sempre all'autolesionismo

comunque non so perchè fare discorsi del genere...

sarà per la situazione economica e lavorativa di questo paese?

Share this post


Link to post
Share on other sites

No la depressione c'è comunque a prescindere dal periodo di crisi. Poi è chiaro che una crisi economica / sociale fa aumentare i casi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Topic interessante.

A me piacerebbe morire velocemente. Senza agonie, senza patire i peggio dolori.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vero. Grazie per la segnalazione @F.126ck.

Comunque io non riesco a immaginarmi la mia morte. Anche perchè può avvenire in qualunque momento, all'improvviso.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×