Jump to content
Sign in to follow this  
mclarenforever

Regolamento 2021

Recommended Posts

Far correre la mercedes da sola.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, ggr ha scritto:

Far correre la mercedes da sola.

Non lo fa già? 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intendo nel vero senso della parola :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

E pensare che si facevano i salti di gioia con l’addio di Bernie.

Questi stanno facendo peggio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 14/6/2019 Alle 13:28, VincenzoFerrari ha scritto:

E pensare che si facevano i salti di gioia con l’addio di Bernie.

Questi stanno facendo peggio.

 

Da quello che si dice, sono state le squadre stesse a chiedere questa regola. E' difficile capirlo ma è così.

 

1) grazie ai simulatori, l'assetto di base fatto al pc è in generale (dipende dalla pista) migliore dell'assetto ideale ottenuto con il warm up fino al 2002. Quindi la sistemazione fatta tra libere e qualifiche consente di apportare una quantità di variabili degne da un test privato.

 

2) sulla base delle considerazioni fatte al punti 1, tutte le squadre (tranne le due che dominano), hanno chiesto di bloccare lo sviluppo nei weekend di gara perchè in alcuni casi potrebbero spuntarla (soprattuto a Monaco e altre piste anomale dove l'assetto ideale si discosta abbastanza da quello teorico da PC)

 

3) Mercedes e Ferrari non si sono incavolate più di tanto, perchè contano di avere i migliori simulatori, quindi di prensentarsi in pista con i migliori assetti.

 

4) tutte le squadre sono d'accordo sul fatto che tale regola ridurrà i costi perchè i simulatori ormai esistono, quindi risparmieranno sul lavoro in pista e le possiilità di portare novità.

 

5) sul pilotaggio, potremmo vedere i piloti in alcune situazioni lottare con assetti non ideali (ad esempio in caso di brusche e non prevedibili variabili di temperatura), quindi a favore di questo che a noi piace

 

6) Liberty Media incrocia le dita perchè gli assetti teorici siano sbagliati per modificare i valori in campo.

 

Sul budget cap, i 175M non prevedono ingaggi piloti e ingegneri e i motori. Tutte le squadre sono d'accordo sul fatto che la cifra è ragionevole.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A proposito di quanto detto da me sopra, ecco le conferme:

 

http://autosprint.corrieredellosport.it/news/formula1/2019/06/14-2197320/formula_1_2021_tutti_d_accordo_si_decide_a_ottobre/

 

"Raggiunta l'unanimità sul rinvio della definizione delle regole tecniche, sportive e finanziarie in vigore dal 2021 "

 

"Si andrà verso una revisione del format di gara, tutto però da "limare" nei particolari.  "

 

Ci sono dettagli da sistemare ma come vedete in linea di massima sono tutti d'accordo. Se poi dopo sei GP nel 2021, un team domina, non parliamo di complotti, accordi nascosti eccetera. Sui motori 2014 c'era un accordo totale (infatti la Ferrari si era scagliata contro i motori L4 voluti dai costruttori generici causa marketing ottenendo i V6). Montezuma era passato da "La Ferrari non produrrà mai un motore quattro cilindri in linea" e da "Dal prossimo anno smetteremo di progettare aeroplani rovesciati. Il motore tornerà a fare la differenza" a dire dopo il GP del Barhein "questa F1 non ci piace, è noiosa e non piace al pubblico". Nel frattempo Hamilton e Rosberg fecero a ruotate per tutta la gara...

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 ore fa, chatruc ha scritto:

3) Mercedes e Ferrari non si sono incavolate più di tanto, perchè contano di avere i migliori simulatori, quindi di prensentarsi in pista con i migliori assetti.

Punto dolente. In questo modo le grandi scuderie aumenterebbero di molto il vantaggio.

Mercedes soprattutto ha dei livelli di simulazione impressionanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 14/6/2019 Alle 13:28, VincenzoFerrari ha scritto:

E pensare che si facevano i salti di gioia con l’addio di Bernie.

Questi stanno facendo peggio.

Bernie almeno era un appassionato di corse 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il parco chiuso è qualcosa che va contro l'essenza del motorsport. La morte definitiva della F1.

Chiudete tutto e fate vedere le gare dei piloti virtuali. Almeno li si prendono a sportellate e se si scontrano non muore nessuno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vorrei un regolamento sportivo e delle gomme che consentissero la possibilità di verificarsi un duello del genere:

 

 

Nel 2019 questo duello:

1) probabilmente sarebbe morto al primo bloccaggio di Gilles

2) se la pirelli di m***a non si fosse distrutta, comunque Gilles sarebbe stato penalizzato per aver attentato alla vita di Arnoux

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quella è preistoria, siamo nel 2019 ormai. Si può trovare un equilibrio anche oggi, senza tornare indietro di 50 anni. Ma rendiamoci conto che sono le case stesse a volere questo, firmano tutto nella speranza di avere un vantaggio, salvo poi piangere se il concorrente domina. Il parco chiuso farà risparmiare al massimo 4 spicci, mentre investiranno cifre astronomiche per affinare ulteriormente i simulatori. Quindi la scusa del risparmio non regge.

Il problema principale resta sempre e solo l'impegno ufficiale delle case, il Wec insegna.

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vogliono questo perchè a nessuno interessa vincere... se restano in F1 sapendo di non poter vincere è solo per una questione economica... fino a che gli ingressi giustificheranno la presenza di un team in F1, quel team non andrà via... al pilota è data solo la possibilità di giocarsela quando un certo team riesce magicamente a raggiungere in prestazione il team dominante...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Binotto, se ho capito bene, ha organizzato un incontro con tutti i TP e Carey per parlare del regolamento dando maggior libertà in pista ai piloti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 22/6/2019 Alle 12:07, VincenzoFerrari ha scritto:

Binotto, se ho capito bene, ha organizzato un incontro con tutti i TP e Carey per parlare del regolamento dando maggior libertà in pista ai piloti.

 

Due o tre anni fa si lamentavano delle frenate con cambio di direzione di Verstappen. Dicevano che una volta che si frena non bisogna spostarsi...ora vogliono più libertà...

 

In ogni caso sarebbe meglio parlare con la FIA che è quella che fa i regolamenti e si occupa della sicurezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, chatruc ha scritto:

Due o tre anni fa si lamentavano delle frenate con cambio di direzione di Verstappen. Dicevano che una volta che si frena non bisogna spostarsi...ora vogliono più libertà...

 

Bhe ci vuole ovviamente una via di mezzo tra i due estremi

Share this post


Link to post
Share on other sites

BoP?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho ricevuto una soffiata da paura da parte di Adam Stern, un giornalista americano che si occupa di corse di macchine. In pratica lui ha parlato con Ross Brawn, che si è lamentato del fatto che i costruttori per tutti gli ultimi due anni sono andati alle riunioni per stilare il regolamento 2021 senza fare mai e poi mai una proposta concreta. Si sono soltanto limitati a lamentarsi di tutto e di più. La loro proposta, molto vaga, era quella di mantenere alto il livello tecnologico e di sviluppo, e di abbassare i costi, cose ovviamente in contraddizione. Di fatto, Brawn dice che i costruttori vorrebbero spendere di meno, ma che mai e poi mai vorrebbero che un nuovo costruttore li battesse da subito. Di fatto, preferiscono spendere tanto a essere battuti da un nuovo arrivato. Questo per quanto concerne i motori. Per quanto concerne le macchine, il discorso è simile. Voglioni avere la massima libertà ma spendendo poco, cosa ovviamente non possibile. Addirittura si lamentano del fatto che non vogliono componenti costosissime, che non fanno la differenza in termini di prestazione e che il pubblico non conosce, come dadi ruota, mozzi e dischi freno. Di fatto, i costruttori non vogliono che il risparmio su queste componenti comuni possa agevolare i nuovi costruttori ad investire di più sul motore. Alla fine, Liberty Media sta varando insieme alla FIA un nuovo regolamento secondo il quale le monoposto di F1 saranno molto simili alle attuali IndyCar (la Dallara DW12) ma più grandi. Brawn ha chiuso dicendo "si lamentano che le F1 sembreranno delle IndyCar maggiorate ma non hanno fatto il benchè minimo sforzo per fare una proposta diversa". Segnatevi quello che vi dico, perchè le F1 2021 dovrebbero essere molto sempliciotte come aerodinamica, con tanto di canali Venturi fissi sotto la vettura. Forse finalmente ci divertiremop (poco).

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma è tutta roba che già sappiamo, dove sarebbe lo sgub

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, Ruberekus ha scritto:

ma è tutta roba che già sappiamo, dove sarebbe lo sgub

 

Lo sgub è che quando Mercedes, Hyundai, Renault o Honda (Ferrari no di sicuro) dominerà con le nuove regole, questo post servirà a ricordare a tutti che non c'è nessun gombloddddaaaa.

  • Lewisito 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×