Jump to content
Sign in to follow this  
mclarenforever

proposte per le regole dal 2021 in poi

Recommended Posts

All aboard the Trulli train!

 

Sono convinto anche io che vetture con passo simile facciano più fatica a superarsi. Una differenza solitamente esiste sempre, certo non deve essere di 3s minimo, questo è eccessivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da piccolo ero affascinato dai disegni di macchine futuristiche da fantascienza, adesso mi ritrovo con proposte che sembrano di riportarmi indietro di 20 anni. :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Beyond ha scritto:

la f1 non è mai stata ricca di sorpassi. 

per quanto riguarda le prestazioni, non sono nemmeno convinto che avere tante auto con lo stesso passo porti ai sorpassi.

Essì perché comunque non sono piccole moto. Sono auto larghe quasi mezza pista

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, KimiSanton ha scritto:

All aboard the Trulli train!

 

Sono convinto anche io che vetture con passo simile facciano più fatica a superarsi. Una differenza solitamente esiste sempre, certo non deve essere di 3s minimo, questo è eccessivo.

Concordo, anzi si rischierebbero trenini tipo porsche supercup, dove le macchine sono uguali e comunque difficilmente chi va più forte si qualifica dietro, quindi in teoria chi va più forte sta davanti.

Certo sarebbe bello vedere non i soliti 3 team e gli altri doppiati tutti, giusto un po' più di vicinanza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Onestamente ad ora, non so quale sia la soluzione giusta.

Meglio i trenini e monoposto quasi dello stesso livello, o monoposto tipo attuali con Drs ed altre diavolerie per favorire i sorpassi.

Non lo so.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se la soluzione fosse facile, sarebbe stata adottata. Ogni soluzione crea pro e contro.

 

Dalle statistiche sorpassi, negli anni '80 c'erano parecchi. Dal 1992 iniziano a calare con il 1996 che è pessimo. Dal 1998 piccola risalita ma in generale pochi fino all'avvento delle gomme morbidissime Pirelli. Sono quelle più che il DRS a creare il boom esagerato di sorpassi. Con gomme Pirelli normali, il numero è calato ma resta buono. Attualmente, se un pilota è più veloce di chi precede, in generale (tranne qualche pistino con rettilinei brevi) si riesce a superare. Questo è indipente da quello che si vede in TV. In generale, negli anni '80 le regie erano scarse e inquadravano solo il leader che dominava la gara mentre dietro si superavano. Guardatevi il GP del Sudafrica del 1982: Prost perde un giro per foratura, esce dai box, si sdoppia e supera tutti. Dovrebbe essere una gara stile Driven e invece guardandola vi addormenterete. Con la regia unificata dal 2007 ad oggi, riescono a far vedere cose interessanti anche in gare del piffero.

 

TOGLIERE CARICO AERODINAMICO: nella teoria rende più importante il grip meccanico, quindi si tornerebbe agli anni '80 e si favoriscono in sorpassi. Nella pratica non sempre funziona perchè le vetture possono diventere "schiave" del poco carico aerodinamico rimasto e i piccoli dettagli fanno la differenza (alettine, deflettori, ecc.). Per esempio nella NASCAR hanno per anni ridotto il carico ottenendo vetture molto instabili, che se non stanno nella traiettoria ideale, non vanno avanti, con il risultato di gare monotone e senza sorpassi, dove la differenza la fanno degli impercettibili dettagli ottenuti al simulatore (non è un caso che il team Haas sia passato dalla NASCAR alla F1 senza problemi, cosa che 15 anni fa sarebbe stata impossibile).

 

AUMENTARE L'EFFETTO SUOLO: è quello che farà la F1 e che da un paio d'anni fa la IndyCar. In teoria consente di avere carico, quindi una vettura stabile, ma senza soffrire troppo il disturbo della scia. In IndyCar ha funzionato perchè il carico delle ali è stato veramente ridotto di tanto. Le vetture sono divertenti, sbandano, si sorpassano. Unico neo, ne hanno sofferto le gare su ovale dove c'è l'effetto NASCAR. Appena vai fuori traiettoria, la macchina diventa instabile.

 

RIDURRE LA POTENZA E AUMENTARE IL CARICO: lo hanno fatto in F1 più volte e infatti non funziona. Con tanto carico e poca potenza, la differenza tra rettilineo e curva si riduce quindi i sorpassi diventano molto difficili. In F1 ci hanno messo una pezza con il DRS. In IndyCar lo hanno fatto tanti anni fa rendendo noiose le gare su misto e divertenti le gare su ovale, perchè tutti vanno a manetta o quasi e le vetture non soffrono fuori traiettoria. Adesso ha appena fatto la stessa cosa la NASCAR ma i risultati stentano ad arrivare.

 

VARIAZIONE COMPETITIVITA': questo è il centro della questione e riguarda F1, NASCAR e IndyCar. Tanti anni fa (F1 anni '80, IndyCar anni '90, NASCAR anni '00), i vari concorrenti avevano una competitività che variava sensibilmente nel corso della gara. Magari chi partiva in pole dominava i primi giri ma si mangiava le gomme (Senna Messico 1990), chi partiva in fondo andava lento ma poi non si fermava ai box e finiva davanti (Johannson Estoril 1989), chi partiva col coltello tra i denti e spaccava tutto e tutti (Villeneuve, Mansell, Rosberg). Soprattutto le piste erano molto diverse fra di loro mentre dal 1995 in poi si sono tutte molto assomigliate. Inoltre le vetture non rompono quasi mai. Questi fattori aiutavano tanto ad avere gare divertenti. Poi c'erano anche le gomme. Tranne rarissime eccezioni, le gomme attuali vanno sempre abbastanza bene. Negli anni '80 capitava più spesso che non fossero adatte, quindi le strategie erano molto improvvisate. Replicare questi fattori attualmente non è facile.

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, Rio Nero ha scritto:

Onestamente ad ora, non so quale sia la soluzione giusta.

Meglio i trenini e monoposto quasi dello stesso livello, o monoposto tipo attuali con Drs ed altre diavolerie per favorire i sorpassi.

Non lo so.

Me lo chiedevo anch'io ieri vedendo un pezzo delle repliche dei GP del 2006 e del 2008. Macchine a 0.7/0.8 da quelle davanti, per parecchi giri, senza riuscire ad attaccare. Io non sono molto favorevole al DRS, però effettivamente se non ci fosse sarebbe pressoché impossibile sorpassarsi.

Non è semplice trovare una soluzione, altrimenti, come dice chatruc sarebbe già stata adottata.

Forse potrebbero fare dei test mettendo, non ricordo quale utente lo proponesse, i freni in acciaio, così da allungare gli spazi di frenata e fornire più possibilità di sorpasso. Però non so quanto sia fattibile la cosa, sono più che altro ipotesi fantasiose.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo voi si poteva abolire già da quest’anno il DRS? Lasciando perdere l’Australia, ma con questi alettoni posteriori più grandi, l’effetto DRS sarà maggiore, si rischiano di avere sorpassi ancora più ridicoli, senza alcuna possibilità di difesa. La semplificazione delle ali per me bastava, senza andare a modificare dietro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 minuti fa, VincenzoIceman ha scritto:

Secondo voi si poteva abolire già da quest’anno il DRS? Lasciando perdere l’Australia, ma con questi alettoni posteriori più grandi, l’effetto DRS sarà maggiore, si rischiano di avere sorpassi ancora più ridicoli, senza alcuna possibilità di difesa. La semplificazione delle ali per me bastava, senza andare a modificare dietro.

Mmmm no secondo me senza drs non si riuscirebbero a sorpassare. Anche se sono curioso di vedere il comportamento su una pista vera, non su Melbourne che è un po' atipica. Probabilmente potevano evitare di aumentare l'apertura del DRS.

Edited by Fili92

Share this post


Link to post
Share on other sites

Belli i concept, bello il budget cap. Bello tutto.

 

Ma io ancora non vedo l'unica cosa che veramente importa, ovvero libertà di test. E farla finita con simulatori e altre puttanate che di base hanno poco a che fare con la progettazione di una macchina da corsa. A me pare che si stia facendo di tutto per realizzare dei regolamenti complicatissimi per poi cercare di renderli meno complicati con soluzioni ancora più complicate dei regolamenti stessi.

 

Il budget cap avrebbe senso solo se fosse così "Hai massimo 200 miliardi. Ma sei libero di fare il ca**o che ti pare per mettere in pista un maledetto missile". Il motivo per cui le squadre spendono è proprio perchè devono cercare alternative (costosissime) al montare e provare una vettura in pista. Chi eventualmente avesse paura di sporcarsi le mani di morca (RB) può sempre comunque tirare avanti il suo e fare tutto al pc.

Edited by L.Costigan

Share this post


Link to post
Share on other sites

si riaffaccia la proposta del Q4 in qualifica da adottare per il 2021 o forse anche gia' dall'anno prossimo. Quindi ci sarebbero 4 eliminati ad ogni sessione con 8 a lottare per la pole il tutto sempre nei 60 minuti di oggi.

 

Altra poposta in discussione e' l'aumentare del numero di  gp per stagione a 24!!! per far cio' alla fia si sono resi conto che devono alleggerire il carico di lavoro dei team durante il week end del gran premio....per esempio ora si puo' lavorare sulla macchina tutta la notte il giovedi' e fino a tardi il venerdi' e sabato....si pensa quindi di avere una regola tipo: la macchina che si presenta il giovedi' al circuito e' la macchina che corre il gran premio la domenica, senza possibilita' di aggiunte di pezzi nuovi che ora come ora arrivano a tute le ore del giorno o della notte.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, mclarenforever ha scritto:

proposta del Q4

 

Adesso, mclarenforever ha scritto:

Altra poposta in discussione e' l'aumentare del numero di  gp per stagione a 24!!!

 

favorevole ad entrambe!

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, spamilrosso ha scritto:

 

 

favorevole ad entrambe!

più gp in stagione = più inculate per noi ferraristi 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, Ruberekus ha scritto:

più gp in stagione = più inculate per noi ferraristi 

c'è a chi piace prenderlo in quel posto

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me piacerebbe che l'ultimo turno diventi come una "SuperPole". 6 o 4 piloti rimanenti, giro secco uno dopo l'altro, televisivamente si potrebbe seguire tutti.

 

Come tempistiche: il "secondo" pilota deve uscire dai box appena il primo inizia il suo giro cronometrato. Si dovrebbe così risolvere il problema delle condizioni "diverse".

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, KimiSanton ha scritto:

Come tempistiche: il "secondo" pilota deve uscire dai box appena il primo inizia il suo giro cronometrato. Si dovrebbe così risolvere il problema delle condizioni "diverse".

oppure si fanno uscire in base alle prestazioni delle fasi precedenti. Così uno avrà anche la pista più gommata ma si sa con anticipo

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

perché cambiare l'unica cosa in F1 che funziona tafazzi-03.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perché se si trova anche un'alternativa di uguale efficacia ogni tanto modificare non guasta. Il sistema tutto sommato rimane uguale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sfavorevole ad entrambe... Se il giovedì la macchina ha problemi di assetto e lo si scopre dopo non si può fare una modifica...i GP sono già troppi... Stiamo davvero rasentando la follia... Le qualifiche funzionano bene così, è una delle poche cose che funziona bene... Cambiassero le regole su aerodinamica e PU piuttosto

Share this post


Link to post
Share on other sites

secondo la proposta non si proibirebbe di cambiare assetto o cambiare parti che non funzionano solo di evitare che durante il week end del gp si aggiungono nuove parti appena arrivate dalla fabrica come nuovi alettoni piu' evoluti o nuove soluzioni aerodinamiche....

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×