Jump to content
Sign in to follow this  
chatruc

Ma quanto guadagna la gente?

Recommended Posts

8 ore fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

 

 

Il mio si aggira sui 1.5k, con figlio e mutuo. Mia moglie lavorava e fino a poco fa prendeva la maternità obbligatoria. Ora è finita ed in congedo, prendendo solo il 30% dello stipendio. Sarà così fino a maggio, poi ci si penserà. Prima lavorava a 130 km da casa, prendeva un buon stipendio, ma è improponibile che ritorni nello stesso posto, troppo lontano, andava su il lunedì e tornava il venerdì sera, fare 260km ogni giorno era impossibile. A costo di mangiare cipolle e bere solo acqua, resterà a casa finché non troverà un lavoro più vicino, abbiamo sacrificato abbastanza la nostra vita per correre dietro al mondo lavorativo, ora abbiamo un figlio ed è giusto concentrarci su di lui.

Parole onorevoli.

Sei un grande.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 4/12/2019 Alle 09:51, chatruc ha scritto:

Ingegnere meccanico in campo ferroviario: 40k annui.

 

E non potevi permetterti sky a 40 euro al mese? Tirchio di un De Laurentiis! Scherzo :asd:

Il 4/12/2019 Alle 18:02, Rio Nero ha scritto:

Trasformazione di vecchie bobine e/o videocassette in digitale (mp4 o avi) e vecchie foto cartacee in jpeg.

 

Rio allora presto verrò da te per questo.

Mi raccomando lo sconto per i vetteliani

Edited by VincenzoFerrari

Share this post


Link to post
Share on other sites
45 minuti fa, VincenzoFerrari ha scritto:

Rio allora presto verrò da te per questo.

Mi raccomando lo sconto per i vetteliani

Quando vuoi,  a disposizione :thumbsup:

Share this post


Link to post
Share on other sites

So di andare OT, ma Rio è molto bravo nel suo lavoro, l'introduzione proposta per il PB è una prova della sua bontà ;)

  • Lewisito 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, VincenzoFerrari ha scritto:

 

E non potevi permetterti sky a 40 euro al mese? Tirchio di un De Laurentiis! Scherzo :asd:

 

Rio allora presto verrò da te per questo.

Mi raccomando lo sconto per i vetteliani

:fermad::fermad:

Ora sì, infatti ho messo NowTV.

 

Invece nel 2012 prendevo poco più di 20k!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 2/12/2019 Alle 20:41, chatruc ha scritto:

 

Questo è il problema principale.

 

E' difficilissimo trovare gente che abbia voglia. Tutti vorrebbero lo stipendietto senza troppe complicazioni. La mia azienda offre corsi di abilitazione per poter avere maggiori responsabilità e nessuno vuole farli.

 

In molti casi la promozione non dà quel boost a livello stipendiale, a fronte invece di numerose rotture di palle. Insomma perché passare magari da 1400 euro per scaldare la sedia 35-40 ore settimanali a 1800 con più responsabilità, mal di pancia per magari 50 ore o più? A che serve guadagnare di più se lo spendi in più tempo al lavoro e in magari in salute fisica e mentale? 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

tra 1400 e 1800 passa quasi un affitto però

Share this post


Link to post
Share on other sites
48 minuti fa, Beyond ha scritto:

tra 1400 e 1800 passa quasi un affitto però

 

Erano cifre buttate lì a caso, e comunque dipende. Magari un single in casa di proprietà senza particolari esigenze con 1.4 k ci campa dignitosamente e se ne frega dei soldi in più, se ciò comporta rotture di palle varie. Certo che se magari devi mantenere un figlio, allora quei soldi ti fanno comodo, però a quel punto preparati a mangiare mer....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 6/12/2019 Alle 20:17, M.SchumyTheBest ha scritto:

 

In molti casi la promozione non dà quel boost a livello stipendiale, a fronte invece di numerose rotture di palle. Insomma perché passare magari da 1400 euro per scaldare la sedia 35-40 ore settimanali a 1800 con più responsabilità, mal di pancia per magari 50 ore o più? A che serve guadagnare di più se lo spendi in più tempo al lavoro e in magari in salute fisica e mentale? 

 

 

Il problema è esattamente questo. Si può lavorare bene e produrre tanto senza particolari stress.

 

La questione è che quasi tutti vorrebbero il panettoncino piccolo senza sforzarsi troppo, salvo poi lamentarsi dello stipendio basso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 6/12/2019 Alle 23:39, M.SchumyTheBest ha scritto:

 

Erano cifre buttate lì a caso, e comunque dipende. Magari un single in casa di proprietà senza particolari esigenze con 1.4 k ci campa dignitosamente e se ne frega dei soldi in più, se ciò comporta rotture di palle varie. Certo che se magari devi mantenere un figlio, allora quei soldi ti fanno comodo, però a quel punto preparati a mangiare mer....

 

Da 1400 a 1800 iniziano ad essere bei soldini, ci penserei, anche perché tra tredicesima e magari qualche benefit, iniziano a diventare quasi 6000€ in più all'anno. Se l'aumento fosse più esiguo direi di no subito, ma se ben pagato ci può stare.

Ovvio che poi dipende dal carattere, c'è chi proprio sotto pressione non riesce a lavorare e va nel panico. Sul fatto di ingoiare m***a, inconsciamente ogni giorno lo facciamo sempre, tanto vale esserne consapevoli :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il lavoro, a parte rarissimi casi di persone fortunate, è una m***a necessaria, ma sempre m***a rimane. Se uno riesce a vivere dignitosamente facendo il minimo buon per lui. 

Se un'impresa non trova nessuno che voglia fare quel lavoro o avere quella responsabilità si faccia qualche domanda; la gente che si fa fregare dal "sacrificarsi per far crescere l'azienda" e altri slogan "motivazionali" che di solito vengono usati per ingabbiare i fessi, è sempre meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 9/12/2019 Alle 09:40, Aviatore_Gilles ha scritto:

 

Da 1400 a 1800 iniziano ad essere bei soldini, ci penserei, anche perché tra tredicesima e magari qualche benefit, iniziano a diventare quasi 6000€ in più all'anno. Se l'aumento fosse più esiguo direi di no subito, ma se ben pagato ci può stare.

Ovvio che poi dipende dal carattere, c'è chi proprio sotto pressione non riesce a lavorare e va nel panico. Sul fatto di ingoiare m***a, inconsciamente ogni giorno lo facciamo sempre, tanto vale esserne consapevoli :asd:

In ogni caso non ti aumentano direttamente da 1400 a 1800. Il passaggio è graduale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 ore fa, M.SchumyTheBest ha scritto:

Il lavoro, a parte rarissimi casi di persone fortunate, è una m***a necessaria, ma sempre m***a rimane. Se uno riesce a vivere dignitosamente facendo il minimo buon per lui. 

Se un'impresa non trova nessuno che voglia fare quel lavoro o avere quella responsabilità si faccia qualche domanda; la gente che si fa fregare dal "sacrificarsi per far crescere l'azienda" e altri slogan "motivazionali" che di solito vengono usati per ingabbiare i fessi, è sempre meno.

 

Ecco tre punti interessanti della tua risposta:

 

1) Il lavoro è una mmerda: non è così, il lavoro è fondamentale per la realizzazione di una persona. Se l'uomo in natura aveva il lavoro di portare a casa il cibo e ripararsi dal freddo, attualmente di fatto facciamo la stessa cosa ma in modo più organizzato. Se per te il tuo lavoro significa "sto male ma almeno lo stipendio arriva e non vedo l'ora che suoni la campanella così torno a casa", sei fregato e destinato alla frustrazione. Il lavoro ci occupa mediamente per 8 ore al giorno, metà esatta della nostra giornata, per 200 giorni all'anno. Quindi se pensi che il lavoro sia una mmerda, sei fregatissimo.

 

2) questo lo condivido in pieno. Molte aziende parlando della fatica a trovare gente ma alla fine, nel 90% dei casi, il problema è trovare gente per quello stipendio. Tra un operaio non specializzato e un commesso, ci saranno 200 euro di differenza di stipendio ma il secondo fa un lavoro rilassatissimo rispetto al primo. Il primo invece ha oppportunità di crescita. Su il programma di Varisoni (che fa rima con rottura di coggglioni), spesso parlano ditte come Fincantieri o quelli degli yatch che non trovano artigiani e saldatori ma alla fine il nocciolo della questione è quello. Loro dicono che offrono 1600 al mese ma attualmente non è che con quelli si facciano grandi cose, quindi molta gente fa altro.

 

3) E' vero che gli slogan motivazionali spesso sono infondati ma io sempre dico di parlare apertamente faccia a faccia con il proprio titolare e chiedere cosa bisogna fare per crescere e ottenere migliori compensi. Vi assicuro che nel posto in cui lavoro, ci sono persone che fumano o usano il telefono in orario di lavoro nonostante i ripetuti richiami. Gente del genere come può aspirare ad avere aumenti e promozioni? Vi assicuro che lavoro in un settore di nicchia dove chi impara a lavorare può fare una carriera dignitosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, chatruc ha scritto:

Se per te il tuo lavoro significa "sto male ma almeno lo stipendio arriva e non vedo l'ora che suoni la campanella così torno a casa", sei fregato e destinato alla frustrazione. Il lavoro ci occupa mediamente per 8 ore al giorno, metà esatta della nostra giornata, per 200 giorni all'anno. Quindi se pensi che il lavoro sia una mmerda, sei fregatissimo.

 

Il lavoro è una mmerda per l'80% della popolazione mondiale, il 19% è disoccupata poi ci sono quelli realizzati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
29 minuti fa, chatruc ha scritto:

Vi assicuro che lavoro in un settore di nicchia dove chi impara a lavorare può fare una carriera dignitosa.

 

Di cosa ti occupi nello specifico? So che lavori in ambito ferroviario, ma ero curioso di sapere in particolare cosa fai. (Se hai voglia di rispondere ovviamente, anche in MP).

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, chatruc said:

fumano o usano il telefono in orario di lavoro nonostante i ripetuti richiami

 

Cazo lavori, in un lager?

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, ClaudioMuse ha scritto:

 

Cazo lavori, in un lager?

Si lavora, non si cazzeggia con sigaretta in mano e cellulare.

4 ore fa, SuperScatto ha scritto:

 

Di cosa ti occupi nello specifico? So che lavori in ambito ferroviario, ma ero curioso di sapere in particolare cosa fai. (Se hai voglia di rispondere ovviamente, anche in MP).

L'azienda fa manutenzione di mezzi ferroviari. Uno che entra qui, diventa manutentore e può fare carriera, verrebbe chiamato da diverse parti del paese. Ci vuole impegno e dedizione.

4 ore fa, F.126ck ha scritto:

 

Il lavoro è una mmerda per l'80% della popolazione mondiale, il 19% è disoccupata poi ci sono quelli realizzati.

 

Non esagerare. Si può essere mediamente soddisfatti del proprio lavoro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 9/12/2019 Alle 02:59, chatruc ha scritto:

La questione è che quasi tutti vorrebbero il panettoncino piccolo senza sforzarsi troppo, salvo poi lamentarsi dello stipendio basso.

 

si però in italia lo stipendio è mediamente basso. se vieni in usa un laureato non prende 20k come primo lavoro come da noi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, chatruc ha scritto:

1) Il lavoro è una mmerda: non è così, il lavoro è fondamentale per la realizzazione di una persona. Se l'uomo in natura aveva il lavoro di portare a casa il cibo e ripararsi dal freddo, attualmente di fatto facciamo la stessa cosa ma in modo più organizzato. Se per te il tuo lavoro significa "sto male ma almeno lo stipendio arriva e non vedo l'ora che suoni la campanella così torno a casa", sei fregato e destinato alla frustrazione. Il lavoro ci occupa mediamente per 8 ore al giorno, metà esatta della nostra giornata, per 200 giorni all'anno. Quindi se pensi che il lavoro sia una mmerda, sei fregatissimo.

 

In un mondo ideale sì, sarei anche d'accordo, ma poi ci sono milioni di eccezioni. Io ho lasciato (non ancora del tutto, ma miro a farlo) un lavoro che sicuramente mi realizzava parecchio e mi dava un certo prestigio sociale (diciamo così), ma che mi imponeva orari assurdi e settimane lavorative di 7 giorni con incluse varie serate, per cui non mi rilassavo quasi mai.

 

Ora ho iniziato a fare un lavoro d'ufficio ma comunque in un ambiente stimolante (università), con colleghi intelligenti e amichevoli e ritmi mediamente rilassati (quando c'è da lavorare sodo si lavora sodo, ma non è vietato respirare e farsi un paio di pause caffè). E al venerdì pomeriggio sono libero fino al lunedì mattina, così mi posso dedicare alla famiglia* e perfino rilassarmi un po'. Risultato: lavoro meno (sono 36 ore a settimana ma mi pare di non fare un ca**o), vado in ufficio volentieri e complessivamente sto molto meglio di prima. Guadagno meno, certo, ma me la cavo comunque e ci guadagno in umore e in salute. La qualità della mia vita è migliorata, insomma.

 

 

*e ai raduni organizzati da PheelD. :sisi:

Edited by rimatt
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×