Vai al contenuto
VincenzoIceman

Sistema punteggi

Messaggi raccomandati

Sicuramente...l'idea non è nemmeno eccessivamente malvagia ma non devono essere troppe le chance di prendere punti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La porcata degli scarti sarà mica stata buona :asd:

 

non era proprio così tanto una porcata visto i numerosi ritiri per affidabilità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

un pilota che perde il titolo avendo fatto più punti però non si può vedere secondo me

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

un pilota che perde il titolo avendo fatto più punti però non si può vedere secondo me

Neanche uno che domina come prestazioni ma perde solo per guasti più una squalifica scandalosa.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

un pilota che perde il titolo avendo fatto più punti però non si può vedere secondo me

 

Neanche uno che domina come prestazioni ma perde solo per guasti più una squalifica scandalosa.

 

 

 

I guasti fanno parte (facevano parte) del gioco, quindi non contano nulla. Sulla squalifica hai in parte ragione, è pur sempre una decisione discutibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La regola degli scarti non piace a nessuno credo.

 

Il sistema attuale mi piace. Assolutamente no ai punti per qualifiche e giro veloce.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

un pilota che perde il titolo avendo fatto più punti però non si può vedere secondo me

Si ma togli un titolo a Senna nel 88.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nel 1988 dopo il Gp di Spagna (14 gare su 16) Senna aveva vinto 7 gare contro le 6 di Prost. In Giappone Senna vince la sua ottava gara e diventa campione del mondo. Nell'ottica del numero di vittorie, considerando anche che correvano per la stessa Scuderia, Senna ha battuto Prost. Noi siamo abituati ai punteggi, ma si possono guardare i campionati sotto altre prospettive, e in tal senso quel campionato è andato al pilota che ha vinto di più, come giusto che sia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

il tipo con l'avatar di Hogan di cui non ricordo il nome stava chiaramente ironizzando con un iperbole, ma dato che ormai siamo sotto gli americani che puntano notoriamente ad attirare lo spettatore occasionale per fare numeri, in nome della "spettacolarità" secondo me in futuro prossimo non ci andremo tanto lontano come sistema di punteggi rispetto a quello postato dall'utente tifoso di hulk hogan

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nel 1988 dopo il Gp di Spagna (14 gare su 16) Senna aveva vinto 7 gare contro le 6 di Prost. In Giappone Senna vince la sua ottava gara e diventa campione del mondo. Nell'ottica del numero di vittorie, considerando anche che correvano per la stessa Scuderia, Senna ha battuto Prost. Noi siamo abituati ai punteggi, ma si possono guardare i campionati sotto altre prospettive, e in tal senso quel campionato è andato al pilota che ha vinto di più, come giusto che sia.

 

Prost fece solo due risultati durante la stagione, o primo o secondo, Senna no, gli scarti hanno privato di risultati pesanti chi aveva avuto un ruolino di marcia impressionante, i mondiali non si vincono solo con le vittorie visto che esiste una classifica a punti, e chi vince meno merita tanto quanto, come il titolo di Keke Rosberg.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tra i primi 3 ci dovrebbero essere più punti di differenza, perché non piace a nessuno che un pilota può vincere un mondiale arrivando sempre secondo o terzo,mentre un altro vince di più ma è meno costante.

Il titolo lo deve vincere anche colui che è in grado di correre per la vittoria e non per il podio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma guarda che Vettel ha lo stesso numero di vittorie stagionali di Hamilton, quindi per ora va più che bene.

Se il primo prendesse 30 punti, il secondo 20 ed il terzo 15 sarebbe meglio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No,dico solo che la vittoria deve valere più punti rispetto al secondo ed al terzo perché così un pilota punta sempre a vincere e non ad accontentarsi di una seconda posizione in gara.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×