Vai al contenuto
VincenzoIceman

Sistema punteggi

Messaggi raccomandati

7 minuti fa, Beyond ha scritto:

 

pensare di correre 8 gare oggi è ridicolo 

 

è ridicolo per te, per me è ridicolo correrne 21, opinioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, Beyond ha scritto:

 

non è che negli anni 50-60 si corressero quelle 8 gare annue e poi mortorio, c'erano tutte le altre competizioni parallele, gare non ufficiali, gare di durata ecc che oggi non esistono più. pensare di correre 8 gare oggi è ridicolo 

 

Verissimo. Da qui la qualità che distingueva quell'epoca da questa: varietà. Nessuna gara era simile all'altra. I piloti erano chiamati a guidare auto diverse con regolamenti diversi su circuiti diversi. E di certo questo permetteva ai piloti stessi, oltre che di crescere professionalmente, anche di "diversificare il rischio"; di avere cioè qualche traguardo da raggiungere, di non dover buttare una stagione se la scuderia per cui corri ha sbagliato l'auto (un po' come Alonso quest'anno, cosa che però si poteva permettere lui dall'alto del suo potere contrattuale, ma che sarebbe stata preclusa a chiunque altro). Nulla a che vedere con l'appiattimento generale a cui siamo abituati, che rende il già interminabile calendario una violenza psicologica sugli spettatori. Mi pare sempre più diffusa la sensazione di averne piene le palle della F1 quando mancano ancora 5 o 6 gare.

Modificato da S. Bellof

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
31 minuti fa, S. Bellof ha scritto:

 

Verissimo. Da qui la qualità che distingueva quell'epoca da questa: varietà. Nessuna gara era simile all'altra. I piloti erano chiamati a guidare auto diverse con regolamenti diversi su circuiti diversi. E di certo questo permetteva ai piloti stessi, oltre che di crescere professionalmente, anche di "diversificare il rischio"; di avere cioè qualche traguardo da raggiungere, di non dover buttare una stagione se la scuderia per cui corri ha sbagliato l'auto (un po' come Alonso quest'anno, cosa che però si poteva permettere lui dall'alto del suo potere contrattuale, ma che sarebbe stata preclusa a chiunque altro). Nulla a che vedere con l'appiattimento generale a cui siamo abituati, che rende il già interminabile calendario una violenza psicologica sugli spettatori. Mi pare sempre più diffusa la sensazione di averne piene le palle della F1 quando mancano ancora 5 o 6 gare.

 

sicuramente è vero, tuttavia torniamo al punto di partenza: il mondo è cambiato e con esso lo sport motoristico tutto, rimpiangere quello che c'era 50 anni fa non ha senso. questo vale per ogni aspetto, da quello puramente organizzativo-sportivo a quello tecnico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, The King of Spa ha scritto:

 

 

quindi hai detto l'ennesima castroneria, similmente alla discussione michelin.

 

 

Cerco di imparare dal maestro. Colui che ancora crede alla regolarità delle gomme michelin. :rotfl:

 

8 minuti fa, Beyond ha scritto:

 

sicuramente è vero, tuttavia torniamo al punto di partenza: il mondo è cambiato e con esso lo sport motoristico tutto, rimpiangere quello che c'era 50 anni fa non ha senso. questo vale per ogni aspetto, da quello puramente organizzativo-sportivo a quello tecnico.

 

Credo che la questione non sia tanto rimpiangere i "tempi andati", quanto piuttosto l'insensatezza di certe evoluzioni del regolamento.

Penso che quasi tutti siano concordi sul fatto che il mondo va avanti e si evolve, ma allo stesso tempo se una soluzione del passato funziona perchè stravolgerla in nome dell'evoluzione?

Qua parliamo del sistema dei punteggi, ma arrivare a 25 gare all'anno come vogliono fare, è evoluzione o idiozia? proibire i test come hanno fatto anni fa per poi spendere milioni in simulatori e gallerie del vento, è evoluzione o idiozia? far concepire dei motori che durano 7 gare e far arrivare le scuderie a correre sempre più al risparmio è evoluzione o idiozia? e si potrebbe andare avanti...

 

Per quanto riguarda il punteggio, il 10-6 era semplicemente un sistema che funzionava alla perfezione. Per adeguarlo a questa indotta e insensata super affidabilità (in particolare delle scuderie di vertice) degli ultimi anni, si poteva adeguare aumentando ad 8 i piloti a punti mantenendo le stesse proporzioni e cioè: 25 - 15 - 10 - 8 - 6 - 4 - 2 - 1

Invece il 10-6 prima è stato modificato per fare un dispetto alla Ferrari e poi ovviamente so dovuti un poco tornare indietro col 25 - 18, ma resta il fatto che non ci sta nessuna reale e giustificata evoluzione dietro questo sistema. 

 

E poi sinceramente...ma quanto sarebbe stato bello vedere quell' 1 vicino Leclerc conquistato grazie a quell'inaspettato sesto posto, invece dei cosi tanti punti inutili che a mio parere dicono poco e niente?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, crucco ha scritto:

Alcuni bei disegnini inutili, ma colorati.

 

 

1998

 

Formula_One_Standings_1998.PNG

 

2000

 

Formula_One_Standings_2000.PNG

 

2003

 

640px-Formula_One_Standings_2003.PNG

 

2006

 

Formula_One_Standings_2006.PNG

 

2007

 

Formula_One_Standings_2007.PNG

 

2014

 

Formula_One_Standings_2014.png

 

2015

 

Formula_One_Standings_2015.png

 

2016

 

Formula_One_Standings_2016.png

 

2017

 

Formula_One_Standings_2017.png

 

2018

 

Formula_One_Standings_2018.png

Stupendo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, crucco ha scritto:

Alcuni bei disegnini inutili, ma colorati.

 

 

 

 

 

ridicolizzano le stagioni 81-82-83 

4 ore fa, F.126ck ha scritto:

 

è ridicolo per te, per me è ridicolo correrne 21, opinioni.

 

che poi serve solo a far cassa mica aggiungono qualche cosa, 5-6 Gp possono essere benissimo anche non visti e non se ne sente la mancanza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, S. Bellof ha scritto:

 

Verissimo. Da qui la qualità che distingueva quell'epoca da questa: varietà. Nessuna gara era simile all'altra. I piloti erano chiamati a guidare auto diverse con regolamenti diversi su circuiti diversi. E di certo questo permetteva ai piloti stessi, oltre che di crescere professionalmente, anche di "diversificare il rischio"; di avere cioè qualche traguardo da raggiungere, di non dover buttare una stagione se la scuderia per cui corri ha sbagliato l'auto (un po' come Alonso quest'anno, cosa che però si poteva permettere lui dall'alto del suo potere contrattuale, ma che sarebbe stata preclusa a chiunque altro). Nulla a che vedere con l'appiattimento generale a cui siamo abituati, che rende il già interminabile calendario una violenza psicologica sugli spettatori. Mi pare sempre più diffusa la sensazione di averne piene le palle della F1 quando mancano ancora 5 o 6 gare.

 

bei tempi (anni 80) quelli dove in alcune piste era favorita la vettura x per determinate questioni tecniche, o la gomma y, il gp successivo succedeva magari il contrario, il tutto con 2/3 team a giocarsi la vittoria e la sorpresa, il ritiro sempre in agguato, adesso ci si fa le pippe su 2 decimi di prove libere, se un pilota con una vettura top parte ultimo male che vada arriva sesto, con sorpassi farlocchi. l'evoluzione della specie.

 

3 ore fa, ForzaFerrari88 ha scritto:

Cerco di imparare dal maestro. Colui che ancora crede alla regolarità delle gomme michelin. :rotfl:

 

 

beh se dici castronerie qualcuno deve farle notare no, quindi parlare di punteggio determinante per la stagione 2003 e dire che il mondiale si sarebbe concluso una gara prima mi pare una di queste, una delle tante su quella stagione. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, The King of Spa ha scritto:

 

beh se dici castronerie qualcuno deve farle notare no, quindi parlare di punteggio determinante per la stagione 2003 e dire che il mondiale si sarebbe concluso una gara prima mi pare una di queste, una delle tante su quella stagione. 

 

 

Ma infatti ho detto una castroneria e chiedo scusa. Il Mondiale 2003 non rimase aperto fino all'ultimo solo grazie al sistema di punteggio ridicolo, ma grazie anche alle gomme illegali Michelin. Ti ringrazio per avermi fatto notare l'errore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, ForzaFerrari88 ha scritto:

 

Ma infatti ho detto una castroneria e chiedo scusa. Il Mondiale 2003 non rimase aperto fino all'ultimo solo grazie al sistema di punteggio ridicolo, ma grazie anche alle gomme illegali Michelin. Ti ringrazio per avermi fatto notare l'errore.

 

 

potevi fare lascia e invece raddoppi, sulle castronerie intendo. 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, S. Bellof ha scritto:

 

Nulla a che vedere con l'appiattimento generale a cui siamo abituati, che rende il già interminabile calendario una violenza psicologica sugli spettatori. Mi pare sempre più diffusa la sensazione di averne piene le palle della F1 quando mancano ancora 5 o 6 gare.

 

Infatti non si dice qui di tornare a 8/10 GP stagionali, ma di restare nella classifca sfera dei 16/18, in modo tale da godere veramente delle gare che guardiamo. Siamo in tanti gli appassionati che verso fine Settembre siamo stufi, perchè la stagione è alla fine ma mancano ancora sette gare...tra l'altro una dietro l'altra in concomitanza con motoGP (che come al solito copiano il brutto della F1 e si tengono bene stretta la loro organizzazione dilettantistica).

 

16 ore fa, Beyond ha scritto:

 

sicuramente è vero, tuttavia torniamo al punto di partenza: il mondo è cambiato e con esso lo sport motoristico tutto, rimpiangere quello che c'era 50 anni fa non ha senso. questo vale per ogni aspetto, da quello puramente organizzativo-sportivo a quello tecnico.

 

Come detto sopra, non si rimpiange gli anni cinquanta ma si vuole solo un po' di buon senso.

 

Nel calcio è successo la stessa cosa. Il campionato è pressochè infinito. Dopo un quarto di campionato, si sa più o meno chi retrocede. A metà stagione ci sono diverse giornate in cui le big giocano, vincono tutte, quindi in classifica non succede nulla. La Coppa Italia non vuole giocarla nessuno. Si lamentano pure se la piazzano di domenica. Con un campionato a 16 squadre, non ci sarebbero squadre materasso, ogni partita conterebbe di più e ci sarebbe più incertezza. Inoltre, con meno partite, pure la Coppa Italia sarebbe più desiderata.

 

Vedi la NFL, quattro giornate di amichevoli per riscaldare la passione, diciassette giornate di campionato in cui ogni squadra gioca sedici partite e poi via ai playoff. Poi da febbraio ad agosto ad aspettare con ansia la nuova stagione. I numeri confermano quanto dicono.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
27 minuti fa, chatruc ha scritto:

 

Infatti non si dice qui di tornare a 8/10 GP stagionali, ma di restare nella classifca sfera dei 16/18, in modo tale da godere veramente delle gare che guardiamo. Siamo in tanti gli appassionati che verso fine Settembre siamo stufi, perchè la stagione è alla fine ma mancano ancora sette gare...tra l'altro una dietro l'altra in concomitanza con motoGP (che come al solito copiano il brutto della F1 e si tengono bene stretta la loro organizzazione dilettantistica).

 

 

sulla questione numero gare, tu dici che 16 gare è ottimale, ma anni fa ickx le riteneva un abominio e per lui il numero ottimale era meno di 10. quindi chi ha ragione? è una questione di tempi che cambiano e di visioni che mutano, come ho spiegato.

per quanto riguarda il fatto che le ultime gare annoiano non saprei, a me pare che se il campionato è combattuto e aperto si segua con interesse fino alla fine. in ogni caso a 16 gare non si tornerà mai quindi è inutile star qui a rivangare il passato, meno di 20 non ne faranno.

 

 

Citazione

Nel calcio è successo la stessa cosa. Il campionato è pressochè infinito. Dopo un quarto di campionato, si sa più o meno chi retrocede. A metà stagione ci sono diverse giornate in cui le big giocano, vincono tutte, quindi in classifica non succede nulla. La Coppa Italia non vuole giocarla nessuno. Si lamentano pure se la piazzano di domenica. Con un campionato a 16 squadre, non ci sarebbero squadre materasso, ogni partita conterebbe di più e ci sarebbe più incertezza. Inoltre, con meno partite, pure la Coppa Italia sarebbe più desiderata.

 

sui motivi ti sbagli secondo me, perchè la scontatezza del campionato non è dovuto tanto al numero di partecipanti, quanto alla situazione sportivo economica instauratasi negli ultimi 15 anni, che ha pian piano ucciso la competizione indebolendo le squadre di bassa classifica a favore di poche. la necessità di campionato con meno squadre dipende da questo e non da una intrinseca debolezza del sistema a 20.

 

un esempio più calzante semmai è quello dei campionati mondiali ed europei, che oggi sono giocati da un mare di squadre, il che necessariamente rende il torneo meno interessante. lì purtroppo è vero che si sta esagerando e vedere gli europei con praticamente tutte le squadre è francamente noioso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
33 minuti fa, Beyond ha scritto:

sui motivi ti sbagli secondo me, perchè la scontatezza del campionato non è dovuto tanto al numero di partecipanti, quanto alla situazione sportivo economica instauratasi negli ultimi 15 anni, che ha pian piano ucciso la competizione indebolendo le squadre di bassa classifica a favore di poche.

sì diciamo che i costi sono aumentati e se li possono permettere sempre meno team

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

21 gare sono troppe, abbiamo avuto 3 gp di fila anche, sarà pure il mondo che cambia ma ho avuto la sensazione che molti non vedevano l'ora che certi GP finissero.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
31 minuti fa, lucaf2000 ha scritto:

21 gare sono troppe, abbiamo avuto 3 gp di fila anche, sarà pure il mondo che cambia ma ho avuto la sensazione che molti non vedevano l'ora che certi GP finissero.

 

 

per conto mio, tutti quelli in cui la Mercedes stava vincendo :whistling:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
18 minuti fa, JLP ha scritto:

 

per conto mio, tutti quelli in cui la Mercedes stava vincendo :whistling:

quanta saggezza 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, lucaf2000 ha scritto:

21 gare sono troppe, abbiamo avuto 3 gp di fila anche, sarà pure il mondo che cambia ma ho avuto la sensazione che molti non vedevano l'ora che certi GP finissero.

 

 

E' una questione indipendente dalla Mercedes. Molti tifosi che conosco la pensano come me. Troppe gare, come la serie A a 20 squadre, l'europeo a 24 e i mondiali a 48. Il troppo stroppia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non capisco perché parlare di “Evoluzione del mondo, progresso” etc

Non tutto ciò che è evoluzione rispetto al passato significa progresso, anzi...

 

21-22 gare sono sicuramente un evoluzion9e della F1 rispetto ad un passato di 8-12-17-18 gp, ma ciò non significa che sia un qualcosa di positivo.

 

Ma questo sport ormai non ha niente di reale progresso.

 

Motori mai a piena potenza, 3 disponibili su 21 gare, che porta dunque più alla ricerca estrema dell’affidabilità a scapito della prestazione pura (che poi tra l’altro 2 per MGU-K, ES o CE

Regole sul cambio vergognosa, 1 per ogni 6 gp (anche se quella sui rapporti del cambio fissi per tutta la stagione del 2014 rimane insuperabile)

Gomme farlocche, oltre alla regola del q2 una chicca

Circuiti cittadini vomitevoli con zero possibilità quasi di sorpasso, poi chiudere il gp ad AbuDhabi è anch'essa una chicca

Parco chiuso e impossibilità di modificare il setup in caso di meteo con pioggia sole

 

E si potrebbe continuare ancora

Le cose positive e fatte bene sono davvero poche, una di queste è l’halo che però non ha nulla a che vedere con lo spettacolo

 

Quindi se mi parlate di 22-23-24 gp perché siamo nel 2019 mi faccio grasse risate 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 11/1/2019 Alle 08:58, chatruc ha scritto:

 

E' una questione indipendente dalla Mercedes. Molti tifosi che conosco la pensano come me. Troppe gare, come la serie A a 20 squadre, l'europeo a 24 e i mondiali a 48. Il troppo stroppia.

 

Condivido.

 

22 ore fa, VincenzoIceman ha scritto:

Non capisco perché parlare di “Evoluzione del mondo, progresso” etc

Non tutto ciò che è evoluzione rispetto al passato significa progresso, anzi...

 

21-22 gare sono sicuramente un evoluzion9e della F1 rispetto ad un passato di 8-12-17-18 gp, ma ciò non significa che sia un qualcosa di positivo.

 

Ma questo sport ormai non ha niente di reale progresso.

 

Motori mai a piena potenza, 3 disponibili su 21 gare, che porta dunque più alla ricerca estrema dell’affidabilità a scapito della prestazione pura (che poi tra l’altro 2 per MGU-K, ES o CE

Regole sul cambio vergognosa, 1 per ogni 6 gp (anche se quella sui rapporti del cambio fissi per tutta la stagione del 2014 rimane insuperabile)

Gomme farlocche, oltre alla regola del q2 una chicca

Circuiti cittadini vomitevoli con zero possibilità quasi di sorpasso, poi chiudere il gp ad AbuDhabi è anch'essa una chicca

Parco chiuso e impossibilità di modificare il setup in caso di meteo con pioggia sole

 

E si potrebbe continuare ancora

Le cose positive e fatte bene sono davvero poche, una di queste è l’halo che però non ha nulla a che vedere con lo spettacolo

 

Quindi se mi parlate di 22-23-24 gp perché siamo nel 2019 mi faccio grasse risate 

 

 

 

Quello che dicevo io qualche giorno fa...

Qua sembra che il solo fatto che una modifica sia un'evoluzione, la renda immune al giudizio e alla critica...

Se una modifica è un'idiozia, lo è a prescindere dal fatto che il mondo cambia e bisogna adeguarsi al cambiamento. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me la F1 non annoia mai, nemmeno ora con 21 gp.  Credo però anche che 25 sarebbero effettivamente troppi :D 

Giusto avere i tre mesi e mezzo di pausa.

Per il punteggio anche io ho nostalgia del 9-6-4-3-2-1 ma quello attuale devo dire che lo trovo azzeccato. Come detto da altri non vorrei che vengano dati punti a tutti.

 

Tra le regole strampalate ricordo quella delle qualifiche ad eliminazione del 2016, durata per fortuna soltanto 2 gp :bad:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×