Jump to content
Sign in to follow this  
Ferrarista

Scandalo industria automobilistica tedesca

Recommended Posts

Contenti i pecoroni :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma perché imbrogliare e poi autodenunciarsi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non hanno altra scelta, dopo aver fatto la cazzata. Vedremo cosa faranno gli altri, se e quando verranno scoperti...

Share this post


Link to post
Share on other sites

A morte!

 

La cosa pazzesca è che il gruppo VW continua comunque a vendere, con tutti i marchi. Sembra che alla gente piacciano i cattivi, oppure piaccia prenderlo perennemente nel cül...

 

oppure non gli frega un c. dell'inquinamento

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma perché imbrogliare e poi autodenunciarsi?

 

Da come ho letto su un altro articolo, pare che fosse partita una indagine sulla questione e loro non hanno potuto fare altro che correre ai ripari.

 

Comunque l'industria automobilistica tedesca sembra un tossicodipendente che proprio non ce la fa a disintossicarsi.

 

Tra l'altro leggevo che l'ex AD di VW rischia fino a 25 anni di carcere negli USA, ma il ministero degli esteri tedesco, in perfetto german-style, ha già annunciato che non permetterà l'estradizione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

A morte!

 

La cosa pazzesca è che il gruppo VW continua comunque a vendere, con tutti i marchi. Sembra che alla gente piacciano i cattivi, oppure piaccia prenderlo perennemente nel cül...

 

oppure non gli frega un c. dell'inquinamento

 

 

e' la verita', a me sinceramente fregherebbe nulla della questione inquinamento perche' si sa che sono tutte manfrine inutili.

evidentemente non c'e' stata perdita di fiducia dei consumatori.

 

cmq 60mila a6 e a7 sono tutte quelle prodotte in pratica

Share this post


Link to post
Share on other sites

I marchi tedeschi sono la Apple delle auto. Appena sentono il loro nome i compratori si bagnano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

 

oppure non gli frega un c. dell'inquinamento

 

 

e' la verita', a me sinceramente fregherebbe nulla della questione inquinamento perche' si sa che sono tutte manfrine inutili.

evidentemente non c'e' stata perdita di fiducia dei consumatori.

 

cmq 60mila a6 e a7 sono tutte quelle prodotte in pratica

 

 

A parte che non devi toccare l'ambiente ad un crucco, preferirebbe salvare uno scoiattolo piuttosto che sua madre (si fa per dire, prima che arrivi crucco l'utente a indignarsi). Ma poi come si fa a fidarsi, in generale, di una azienda che ha dimostrato continua propensione all'imbroglio (ed ha anche perseverato dopo uno scandalo globale). Il dubbio che imbrogli sull'affidabilità, sui consumi e su tante altre cose, non ti viene?

 

 

Edited by Ferrarista

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho molto da obiettare invece. Preciso che qui però sono molti anche quelli che la pensano come voi. Ovviamente essi sostengono la potentissima lobby dellindustria automobilistica tedesca.

 

Non è infatti un caso che nella città più verde della Germania (politicamente) i verdi abbiano perso il potere dopo 16 anni.

 

I posti di lavoro (e i sindacati sono anche qui più contro gli ambientalisti che contro le emissioni) sono la cosa più importante per i tedeschi.

 

È comunque un bel casino e se Atene piange... Sparta non può ridere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fegatelli. Il lavoro in Germania non manca, per questo possono permettersi queste battaglie del ca**o sull'ambiente. I consumatori tedeschi non hanno perso fiducia in VW e partner solo perché le istituzioni ed i media hanno messo per bene la polvere sotto il tappeto. Il dieselgate, paradossalmente, è scoppiato più nel resto d'Europa che in Germania.

Edited by Ferrarista

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che significa fegatelli?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poca roba

Share this post


Link to post
Share on other sites

imbroglioni, recidivi, tedeschi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bene, avanti un altro, la bolla si ingigantisce. La Germania barcolla ai mondiali e i delinquenti finiscono in galera.

http://www.lastampa....qNI/pagina.html

---

Il ceo di Audi arrestato in Germania per il caso Dieselgate
Accusato di frode, per i magistrati c’è il «rischio di occultamento delle prove»
58fac538-72d9-11e8-852b-9a135e4d8431_Ger
AP

Il ceo di Audi Rupert Stadler

Pubblicato il 18/06/2018
Ultima modifica il 18/06/2018 alle ore 12:46

L’amministratore delegato di Audi, gruppo Volkswagen, è stato arrestato in Germania nell’ambito dell’indagine sullo scandalo dei motori diesel, il “Dieselgate”. Lo ha reso noto l’ufficio del pubblico ministero di Monaco che, a fine maggio, aveva accusato il ceo di Audi Rupert Stadler e un altro membro del comitato esecutivo, di «frode». Il pubblico ministero ritiene che vi sia un «rischio di occultamento delle prove» che giustifica l’arresto.

 

Il gruppo automobilistico è sotto indagine dal 2015 da parte della procura di Monaco di Baviera, oltre che dalle autorità di diversi paesi, per lo scandalo dieselgate. La scorsa settimana Vw, di cui il marchio Audi fa parte, ha accettato di pagare, riconoscendo la propria responsabilità, la sanzione di 1 miliardo di euro decisa dalla procura di Stato di Braunschweig.

 

 

Ma i guai giudiziari del gruppo, come ricorda Bloomberg, sono maggiori coinvolgendo non solo la Germania ma altri 55 paesi e comprendono anche la manipolazione del mercato azionario. Complessivamente il gruppo ha dovuto accantonare 27 miliardi di euro per fare fronte a sanzioni, riacquisto azioni e costi mentre gli investitori la accusano di aver informato il mercato troppo tardi dell’inchiesta.

 

La notizia dell’arresto arriva una settimana dopo che la residenza privata di Stadler era stata perquisita alla ricerca di prove a sostegno di un’indagine. «L’imputato è apparso davanti al giudice istruttore, che gli ha ordinato la custodia cautelare», ha sottolineato in una nota l’ufficio del procuratore di Monaco. Il procuratore sostiene che Audi avrebbe venduto negli Stati Uniti e in Europa a partire dal 2009 almeno 210 mila automobili con motori diesel dotati di software in grado di alterare emissioni. Si sta indagando sulle accuse di frode e promozione dei prodotti illegali.

 

All’inizio di febbraio i pubblici ministeri hanno perquisito la sede centrale di Audi a Ingolstadt e gli uffici nello stabilimento di Neckarsulm, nel sud della Germania. Finora, l’unica persona formalmente indagata è l’ex capo dello sviluppo del motore Audi e membro dell’esecutivo Porsche. L’uomo, di cui secondo la legge tedesca non è stato rivelato il nome, è stato tenuto in custodia dal suo arresto a settembre.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ottimo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sentito poco fa il notiziario tedesco alla radio. Neanche un accenno alla notizia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

gran bella pettinata

 

Se uno ascolta radiocapri anche in crucconia poi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

A crucconia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dai che tra due mesi lAudi fallirà.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×