Jump to content
Sign in to follow this  
joseki

Alonso e la Indy500

Alonso ad Indy  

25 members have voted

  1. 1. Come si piazzerà Alonso alla Indy 500?



Recommended Posts

Non so se sarebbe riuscito a vincere (a giocarsela sicuramente) ho notato che nelle ripartenze perdeva parecchie posizioni mentre questo non succedeva nei primi 2/3 di gara, l'impressione è che nel finale gli avversari fossero più incattiviti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alonso ha vinto il premio Rookie of the Year.

 

rHJtf28.gif

 

Così, in gara e flat out.

 

Sempre alle prese con i colpi di vento sto ragazzo. :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quel controllo nasce anche da una traiettoria troppo bassa. Rischio enorme. Meritatissimo il premio di Rookie of The Year, secondo me avrebbe anche potuto vincerla questa 500 Miglia, o almeno il potenziale c'era tutto. Sfortunato prima con le caution e piloti che sono balzati avanti e ovviamente con la rottura del motore. C'è da dire che non è la prima volta che i motori Honda si rompono sulle vetture Andretti in questa stagione. Long Beach fu un disastro peggiore, tutte le vetture fuori per problemi.

 

Ho notato, per quanto riguarda Alonso, un'ottima velocità in curva, anche con davanti un'altra vettura. Molti altri piloti non riuscivano a rimanere così attaccati.

 

PS: io devo smetterla di scegliermi dei piloti da tifare in Indycar. Prima Wheldon, e sappiamo come è andata a finire, poi Dixon, e abbiamo rischiato, tanto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alonso ha vinto il premio Rookie of the Year.

 

rHJtf28.gif

 

Così, in gara e flat out.

La cosa impressionante è un'altra.

Non ha perso da quello davanti?

 

È fisicamente impossibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so se sarebbe riuscito a vincere (a giocarsela sicuramente) ho notato che nelle ripartenze perdeva parecchie posizioni mentre questo non succedeva nei primi 2/3 di gara, l'impressione è che nel finale gli avversari fossero più incattiviti

 

Secondo me nelle ripartenze era un po' più prudente e forse anche meno esperto degli altri. Però poco prima del ritiro aveva cercato di alzare il proprio ritmo, passando da 10° o 9° a 7°...

 

Credo che negli ultimi 20 giri l'aria in testa alla corsa si sarebbe fatta rarefatta anche per lui, per cui mi è difficile dire fin dove sarebbe arrivato. Una mia idea prudente dice che poteva entrare nei 5. Di più sarebbe naturalmente stato possibile, ma non voglio essere troppo ottimista.

 

Bella gara comunque la sua. Avrei voluto arrivasse in fondo, se lo sarebbe meritato ed avrebbe ottenuto sicuramente un gran risultato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Alonso ha vinto il premio Rookie of the Year.

rHJtf28.gif

 

Così, in gara e flat out.

La cosa impressionante è un'altra.

Non ha perso da quello davanti?

È fisicamente impossibile.

Anzi, guardando bene ha guadagnato di poco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come non ribadire quanto detto sopra.

 

Lo snobismo è dato dall'ignoranza.

 

Rugby e football sono due sport diversi, non possono essere paragonati dalla sola presenza di una palla ovale (d'altronde molto diverse fra di loro). Chi dice che il football è una pagliacciata con format TV non conosce questo sport, che ha preso il formato attuale negli anni '40, prima della TV.

 

Qualcuno sopra ha pure consigliato di ridurre la distanza della 500 miglia (sic!). Come si chiamerebbe, la 200 miglia di Indianapolis?! In realtà lo hanno già fatto una volta quando si corse sulla distanza di 300 miglia (al tempo la gara veniva denominata Indianapolis Sweeptake Race) ma per motivi ben diversi dalla spettacolarità. Questa gara ha il suo fascino proprio perchè nemmeno un centimetro del circuito è stato modificato dal 1909 ad oggi. L'unica cosa che è cambiata è la copertura del tracciato (prima terra, poi mattoni, infine asfalto). A questa gara dobbiamo l'invenzione dello specchio retrovisore e le cinture di sicurezza. Questa è stata la gara dove per la prima volta è stato utilizzato un casco in gara, a vedere motori Diesel in pista (e che motori!), 2T contro 4T, sovralimentati, turbo, turbine e sei ruote. Tutta questa storia sarebbe da buttare alle ortiche riducendo la distanza della gara? Sarebbe come ridurre i tempi delle partite di calcio a 30 minuti perchè spesso le partite sono noiose. Come detto sopra da qualcuno, è grazie alla distanza di 500 miglia che molti dei protagonisti dei primi due terzi di gara non hanno vinto. E' stato propriola lunghezza delle gare NASCAR che ha condannato Montoya a vincere solo due gare (infatti vinse solo due gare di 350 km). Fossero state delle 200 miglia, Montoya avrebbe lottato ogni anno per il titolo.

 

Tornando alla gara, gli spalti non erano tutto esaurito come non accade da parecchi anni, ma la quantità di pubblico era davvero impressionanante. Soprattutto rispetto ad alcuni anni fa dove c'erano parecchie tribune vuote, mentre invece la NASCAR faceva il pienone. Ora, per la sola 500 miglia, la tendenza è inversa.

 

Per quanto riguarda il modo di presentare lo sport, in America c'è un grosso rispetto per il pubblico che in Europa, soprattutto in Italia, non c'è. Il pilota ringrazia sempre il pubblico, anche perchè lo sponsor investe per fare una buona impressione sul pubblico. In F1 si farà finalmente in questo modo, con i piloti pronti ad accogliere i tifosi. Lo stesso dicasi per gli impianti. Pensare al tifoso che va allo stadio a patire freddo e vedere lo stesso che si vede in una partita di terza categoria (cioè escono i giocatori giocano, rientrano dopo l'intervallo e poi ciao) è inconcepibile. Avere i megaschermi per i replay, gli aggiornamenti da altri campi, un minimo di intrattenimento prima della partita (non per forza un cantante, ma pure un presentatore che introduce la partita e aizza i tifosi), negozi e gastronomia decenti (non il solito furgoncino devastato fuori dallo stadio) è il minimo. Invoglia tutti ad andare allo stadio. Infatti in Europa ci si sta piano piano adeguando. Andare a vedere un evento sportivo deve essere qualcosa di gradevole, non una chimera. Non si tratta di spettacolarizzazione fine a sè stessa dello sport, ma di rispetto per il pubblico.

 

 

non è che perchè hai una idea diversa deve essere giusta. per me la gara è troppo lunga, è una opinione se non ti piace ok. non vedo cosa c'entrano le considerazioni sulla storia della corsa i motori e altre cose, o con ipotetiche vittorie di tizio o caio, se la gara fosse più corta di svilupperebbe anche in modo leggermente diverso. io ribadisco che la trovo eccessivamente lunga soprattutto in una situazione come domenica con continue interruzioni. c'è chi vorrebbe gare di f1 tornare ai fasti di 70 anni fa con corse da ore del resto.

per il football io penso solo che sia un gioco più brutto al rubgy, mica è una pagliacciata.

 

sul rispetto per lo sport e i tifosi in usa dovremmo solo imparare, questo è chiaro. in europa e soprattutto in italia lo sport è troppo sottovalutato sin dall'infanzia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so se sarebbe riuscito a vincere (a giocarsela sicuramente) ho notato che nelle ripartenze perdeva parecchie posizioni mentre questo non succedeva nei primi 2/3 di gara, l'impressione è che nel finale gli avversari fossero più incattiviti

dalla cronaca sky mi sembra di aver capito che solo lui inizialmente aveva le ali più scariche, per questo recuperava con facilità, poi gli altri si sono adeguati durante le soste abbassando l'incisione delle ali

 

 

 

comunque, un replay del sorpasso all'esterno su non ricordo chi che mi sono perso ? c'è?ù

 

 

 

anche qui non è stato male :asd:

Edited by mircocatta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Senti caro Beyond, quello che hai esposto adesso è un parere e come tale va rispettato. Tu reputi la 500 miglia troppo lunga, io reputo le gare WTCC troppo corte.

Sul fatto che le bandiere gialle smaronano, sono d'accordo con te. La parte più bella della gara di domenica sono stati i primi 50 giri tiratissimi tutti d'un fiato. Due o tre anni fa si fecero addirittura 150 giri senza interruzioni (non sai quale goduria) prima di cinque interruzioni che hanno mortificato il climax della gara. Sul fatto che ti piaccia più il rugby del football, sei libero di farlo. Ad esempio io non riesco a entusiasmarmi troppo con basket e tennis ma restano due sport molto seguiti.

Il mio intervento sopra si riferisce a chi bolla le discipline sconoscito con epiteti come "pagliacciata", "show", "wrestling".

Devo segnalare che il commento Sky è stato pessimo e non ha fatto altro che confermare i luoghi comuni del telespettatore ignorante. Ogni canzone intonata veniva presentata come "show, spettacolo". Quando il soldato prende la tromba per la canzoncina per i caduti, il commentatore diceva "ecco l'inno". Poi Filippi dice ecco che intonano "Back Home Again in Indiana" e si sente "America the Beautiful". La trasmissione originale ha presentato tutti i piloti, fila per fila e loro a parlare sopra e non presentare nessuno finchè non arriva Alonso. Poi parte una grafica Sky con la griglia di partenza con file diu due! E dopo la partenza, zero telecronaca e solo commenti sulla gara di Alonso. Credo sia stata un'opportunità persa per far conoscere bene la categoria e invece ha aumentato lo scetticismo.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

sky non ha interesse a sponsorizzare la indycar. nessuno farà l'abbonamento per il campionato indy, tantè mettono sempre i scarti. poi quest'anno erano concentrati solo per alonso sapevano chiaramente chi la gaurdava su sky era li solo per lui. lìanno scorso la indy 500 su sky ha totalizato 1500 spettatori. le altre gare arrivavano a fatica a 1000 spettatori. per farvi un es i stessi spettatori delle partite del crotone nei canali calcio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'unica cosa che ritengo veramente insopportabile e non riguarda solo la indy ma tutti gli sport americani è la solita auto celebrazione/patriottismo/siamo i migliori al mondo/omaggio ai soldati.

Per loro è normale ma a parecchi spettatori extra usa risulta pesante. In alcuni casi anche agli stessi atleti come si è visto con la "questione polizia" nel football e basket.

Di fatto sono un paese che è un impero quindi alla fine è normale. Sono i veri "antichi romani" dell'era moderna.

L'eccesso di pubblicità neanche lo conto perchè è scontato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gli ADS sono una cosa demoralizzante...e mi lamentavo di come gestissero la situazione qui in Italia...ma è oro in confronto...non è possibile...3 quarti di gara erano pubblicità...

Ad ogni modo in quella manovra Alonso non perde terreno perchè stava fortemente guadagnando velocità proprio per essere passato dalla parte alta a quella bassa del circuito, sfruttando la pensenza del tracciato..solo che o vai a finire nell'erba, o rallenti o nel controllarlo ti parte l'effetto pendolo omicida...due palle d'acciaio...

Share this post


Link to post
Share on other sites

adesso che lo rivedo, ma castroneves come ha fatto a saltare?

indycar-indy-500-2017-scott-dixon-chip-g

Share this post


Link to post
Share on other sites

La pubblicità infatti è eccessiva, ma c'è pure DirectTV se vuoi i programmi senza interruzioni.

Sul patriottismo da quattro soldi, anche molti americani ne hanno le palle piene (vi ricordate quella puntata dei Simpson dove cantano l'inno con il campetto della scuola pieno di bandiere prima di una partita goliardica?). Fino al 9/11, nella NASCAR l'inno veniva cantato con i piloti dentro in macchina e tranne nelle gare più importanti, non veniva nemmeno trasmesso in TV. Nella Indy 500, l'inno veniva cantato con i meccanici impegnati a parlare con i piloti prima della partenza. Il 9/11 e il lavaggio di cervello degli otto anni di era Bush hanno veramente schifato. Nella Indy non è niente a confronto con la NASCAR, dove in certe gare ci sono delle vere e proprie parate militari. Domenica per la 600 miglia ogni pilota sceglieva un soldato da ricordare e il suo nome era sul parabrezza della vettura e sotto il nome del pilota nella sovraimpressione TV. Robe dall'altro mondo.

Per tornare alla lunghezza della gara, gli "accorciatori" cosa ne pensano della 600 miglia NASCAR? Per la cronaca si è risolta a due giri (su 400) dal termine per una diversa strategia benzina.

E sulla 24 ore di Le Mans, non sarebbe meglio accorciarla a 2 ore per renderla più interessante?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

adesso che lo rivedo, ma castroneves come ha fatto a saltare?

indycar-indy-500-2017-scott-dixon-chip-g

Ahahahah

 

Come Nibali in discesa al giro:c'era bagnato

Share this post


Link to post
Share on other sites

La pubblicità infatti è eccessiva, ma c'è pure DirectTV se vuoi i programmi senza interruzioni.

 

 

Su SKY è stata live dall'inizio alla fine.

Share this post


Link to post
Share on other sites

adesso che lo rivedo, ma castroneves come ha fatto a saltare?

indycar-indy-500-2017-scott-dixon-chip-g

 

Forse un minimo dislivello, potrebbe essere quella striscia scura visibile dietro la sua vettura. Oppure l'aspirazione causata dall'altra vettura volante e rotante (come un tornado). :asd:

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×