Jump to content
Sign in to follow this  
maxilrosso

SBK

Recommended Posts

dupasquier in moto 3, Millan nel CEV e ora Vinales in SSP 300

2 stagioni fa era morto un altro pilota nel CEV e mi pare anche un altro ragazzino durante una gara di contorno della motoGP, ad Austin

Share this post


Link to post
Share on other sites

correre non prima dei 20 anni a livello agonistico potrebbe aiutare?mah...bho

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, Spa_83 ha scritto:

correre non prima dei 20 anni a livello agonistico potrebbe aiutare?mah...bho

 

A meno che non sia una congiunzione astrale, il mio ragionamento fila così:

- Se muoiono tutti nella stessa curva, provo a sistemare quella curva

- Se muoiono tutti nella stessa pista, provo a sistemare quella pista

- Se negli ultimi anni muoiono tutti ragazzini di 14-15 anni, qualche domanda inizio a farmela

Share this post


Link to post
Share on other sites

certo anche se sulle prime due non concordo...ci sono curve che sono così...e non vanno modificate...tipo eau ruge non la toccherei mai....eppure vedrai

il problema e che gli ultimi 6 7 incidenti sono tutti uguali...tomizawa salomon quasi...simoncelli non erano 15enni...e questi ultimi  tre sono sempre uguali moto che prende il pilota se cadi e rimani in pista c'è poco da fare...solo pregare....così vale per le auto vedi hubert o dana

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me rischia maggiormente la vita un operaio che entra in autostrada con la nebbia da Lodi a Milano per 1.000 Euro al mese.

 

Fa parte dello sport dei motori che ogni tanto qualcuno ci lasci.

 

Dispiace, ma stava iniziando il lavoro più bello del mondo.

 

Un saluto ovunque tu sia, Dean

Share this post


Link to post
Share on other sites

io la vedo così!fa parte delle corse.....!ma non c'è video mi sa o sbaglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Niente video.

 

Il problema non è tanto che siano giovanissimi (che comunque è già una tragedia in sè) quanto la dinamica che è sempre la stessa: pilota che perde il controllo del mezzo (di solito high-side) e ricade in mezzo alla pista, sopraggiunge un'altra moto, lo travolge e per l'investito (a volte) non c'è niente da fare. 

 

Cosa si può fare?

 

Tutte le ultime vittime militavano in campionati propedeutici: moto relativamente piccole (250-300 cm3) e poco potenti, questo determina trenini e importanza enorme della scia, per cui stanno tutti sempre attaccati e ci si gioca tutto in uscita di curva per poter cercare poi il sorpasso.

 

Stante che questo è l'essenza di quel tipo di gara e che non saprei come limitare questo fenomeno che è connaturato con le caratteristiche di moto, gomme e circuiti, proverei a capire se è possibile inserire OBBLIGATORIAMENTE questi elementi:

- AIRBAG nella tuta, se già ce l'hanno proverei a estendere gli elementi gonfiabili in modo da proteggere maggiormente il torace

- NECK-BRACE (come quello del Cross) per la protezione del collo; eviterebbe le iper-estensioni e proteggerebbe anche dai colpi diretti (tipo quelli con le ruote dell'altra moto)

 

41g8atSH5PL._SL500_.jpg 

 

 

Questo soprattutto nelle categorie minori, a costo di farli diventare omini Michelin

Edited by andycott

Share this post


Link to post
Share on other sites

mah io credo che questo tipo di incidenti non lo risolvi...cosi come quello di hubert....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh ma se non ci provi neanche... nel Cross con il collare si sono risparmiati un bel po' di tetraplegici per rottura delle vertebre cervicali

Share this post


Link to post
Share on other sites

Direi che qualche tentativo andrebbe fatto. Insomma ok la variabile fatalità, ma star li a guardare e fare spallucce lo trovo poco intelligente

Share this post


Link to post
Share on other sites

oddio va bene tutto però allroa facciamo una cabina intorno alla moto che impedisca le cadute....peòr poi e motociclismo?e s epoi cpaita una cosa come vinales in austria?

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 ore fa, Spa_83 ha scritto:

oddio va bene tutto però allroa facciamo una cabina intorno alla moto che impedisca le cadute....peòr poi e motociclismo?e s epoi cpaita una cosa come vinales in austria?

 

Con questo ragionamento allora corriamo in tuta da ginnastica e con le balle di paglia a bordo pista.

Dai, si tratta di un collarino da mettere, mica di una tuta da astronauta. Nel cross lo usano e non mi pare che sia diventato uno sport da mammolette.

Inoltre il peso delle moto3 supera i 100kg, mentre le 125 pesavano mi pare sui 70kg. Se si abbassasse il peso minimo, si potrebbe anche abbassare la cavalleria e quindi ridurre pure i consumi, che fa tanto di moda ultimamente.

Edited by Aviatore_Gilles

Share this post


Link to post
Share on other sites

io parlavo di chiudere la moto.....gse però la ruota ti prende la testa io creod che nemmeno quello serva

Share this post


Link to post
Share on other sites

Finché non si mette alla prova, non possiamo sapere se possa essere utile o no. Anche l'halo pareva una cazzata, ma alla fine si è rivelato utile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io dopo anni devo ancora capire se @Spa_83 vuole vedere correre piloti in mutande senza casco tute e cinture per vederne morire una decina ogni volta oppure no.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma che discorso è?io cerco delle soluzioni giuste ...vogliamo chiudere la moto come un auto?va bene...però avrebbe senso?

 

sulle tute e le barriere sono sttai fatti grandi lavori...proviamo un collare se e fattibile....ma sono sport che rimangono pericolosi...quetso io sto dicendo....invece molti pensano sia possibile eliminare il rishcio dalle corse....non lo è...quindi perchè mi attacchi sempre?

halo utile certo....però stando a certi commenti sembra che senza halo sarbebero morti 5  6 piloti in 4 anni....nemmeno negli anni 70 capitava una roba del genere!

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, Spa_83 ha scritto:

ma che discorso è?io cerco delle soluzioni giuste ...vogliamo chiudere la moto come un auto?va bene...però avrebbe senso?

 

sulle tute e le barriere sono sttai fatti grandi lavori...proviamo un collare se e fattibile....ma sono sport che rimangono pericolosi...quetso io sto dicendo....invece molti pensano sia possibile eliminare il rishcio dalle corse....non lo è...quindi perchè mi attacchi sempre?

halo utile certo....però stando a certi commenti sembra che senza halo sarbebero morti 5  6 piloti in 4 anni....nemmeno negli anni 70 capitava una roba del genere!

 

 

Chi ha parlato di chiudere la moto. Si sta parlando di introdurre un collare o un possibile airbag sulla tuta.

Non si elimina il rischio, ma se ne salvi 1 ogni 10, è tutto di guadagnato.

Il mondo va avanti, non possiamo restare a 50 anni fa, altrimenti per strada gireremo ancora senza cinture e senza airbag.

Quello che ha snaturato il motorsport non sono certo i dispositivi di sicurezza o le piste, ma solo regolamenti idioti per dare possibilità a tutti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

le piste un pò si inutile negarlo...sul resto hai ragione....io ho detto di stare fermo...mai detto....

Share this post


Link to post
Share on other sites

chiudere una moto e renderla a 4 ruote  con copertura non sarebbe piu motociclismo

 

ridurre i cavalli non si va tanto lontano  le moto 3 e i 300 supersport sono molto meno potenti rispetto a un 125.

 

il peso di una attuale moto 3 è lo stesso della versione stradale intorno ai 150 kg da vuoto una  125 era 75 kg.  si piu leggera anche perhcè si usava il carbonio e altre parti piu leggere rispetto alle attuali moto 3. 

 

comunque a 170 km/h se ti viene addosso una 125 e una superbike 1000. se lo fa piu in alto gambe  non cambia niente. non c'è protezione che tenga.

 

unico modo per ridurre i rischi  è limitare il numero di piloti in griglia mai andare oltre i 20 in nessuna pista

 

limitare l'ottenimento della licenza. un 15 enne non può guidare come la vedo   in pista una moto un suo coetaneo può guidare in strada.

 

quindi si va a limitare l'età d'ingresso in campionati mondiali a ragazzini troppo giovani troppo spavaldi non hanno paura di niente. e se ne fregano di rispettare le regole.

 

visto l'incidente mortale di sabato è stato causato. uno (non so se il morto o l'altro pilosta) è arrivato lungo è  andato oltre il cordolo  rientrando in pista se ne fregato  di chi arrivava e gli è  andato addosso. sono caduti e quelli dietro hanno preso uno dei due rimasto in traiettoria.

 

è il motorsport  in moto non si può evitare  un pilota cade c'è sempre il rischio la moto rimanga in pista con il pilota

 

in f1  a monza halminton è vivo per  il halo. ma in moto protezioni del genere non si possono mettere. perchè es simon in spagna un paio di anni fa  è morto perchè la moto  gli è andata addosso. io rimango dell'idea dove corrono le moto dopo il cordolo ci deve essere la sabbia niente extra turf niente asfalto subito sabbia o erba dove sai se ci vai sopra cadi cosi i piloti ci pensano due volte azzardare un sorpasso. soprattutto nelle categorie piccole  dove viaggiano tutti attaccati

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

 

 

Chi ha parlato di chiudere la moto. Si sta parlando di introdurre un collare o un possibile airbag sulla tuta.

Non si elimina il rischio, ma se ne salvi 1 ogni 10, è tutto di guadagnato.

Il mondo va avanti, non possiamo restare a 50 anni fa, altrimenti per strada gireremo ancora senza cinture e senza airbag.

Quello che ha snaturato il motorsport non sono certo i dispositivi di sicurezza o le piste, ma solo regolamenti idioti per dare possibilità a tutti.

 

il collare ti salva se ti prende nel collo ma il ragazzo spagnolo sabato  è stato preso nel torace. dove ci sono già protezioni ma  a una certa velocità ci sono impatti fatali. e come con una macchina dopo una certa velocità non dipende piu con quale macchina ti schianti  su un muro il risultato finale sarà sempre lo stesso. 

 

io sono caduto   quasi 20 anni fa a 130 km/h dopo aver centrato uno  con tutte le protezioni  mi sono rotto solo una spalla  con le protezioni di ora probabilmente neanche quello.

 

il mio vicino di casa  caduto a 50 km/h dopo aver toccato uno uscito da un stop la caduta l'ha portato a essere davanti allo scooter  l'ha centrato  in pieno addome    tre vertebre rotte  costole rotte e fortuna riesce ancora a camminare. con i mezzi a due ruote ci vuole il culo. di non cadere mai di viso o di culo sul asfalto. e sperare il tuo veicolo o altri non ti viene addosso. perchè una moto  sia da 70 kg o da 180 kg  ti viene addosso  provoca una forza d'urto  ben maggiore  del suo peso reale. e nessuna protezione è in gradi di proteggerti. anche se mettiamo tetto portiere.  se vieni sbalzato via per perdi il posteriore. rimani in balia della moto lo reputo ancora piu pericoloso di un possibile investimento. perchè l'inevstimento in base al numero di cadute è veramente minimo. un highside  almeno uno a turno c'è

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×