Jump to content
KimiSanton

Verizon IndyCar Series

Recommended Posts

St Petersburg, Gara

1. Josef Newgarden – Team Penske – 110 giri
2. Scott Dixon – Team Ganassi – 2.900
3. Will Power – Team Penske – 12.744
4. Felix Rosenqvist – Team Ganassi – 14.586
5. Alexander Rossi – Andretti autosport – 18.362
6. James Hinchcliffe – Team Schmidt – 31.160
7. Simon Pagenaud – Team Penske – 31.440
8. Colton Herta – Team Harding – 40.470
9. Santino Ferrucci – Team Coyne – 57.603
10. Jack Harvey – Team Shank – 59.191
11. Spencer Pigot – Team Carpenter – 1’02.687
12. Graham Rahal – Rahal/Lettermann – 1 giro
13. Marco Andretti – Andretti autosport – 1 giro
14. Zach Veach – Andretti Autosport – 1 giro
15. Tony Kanaan – Team Foyt – 1 giro
16. Max Chilton – Team Carlin – 1 giro
17. Charlie Kimball – Team Carlin – 1 giro
18. Ben Hanley – DragonSpeed – 2 giri

Ritirati
75° giro – Takuma Sato
55° giro – Marcus Ericsson
27° giro – Matheus Leist
27° giro – Ed Jones
20° giro – Ryan Hunter-Reay
13° giro – Sebastien Bourdais

 

Gran gara di Rosenqvist che avrebbe anche potuto ottenere il podio con un pizzico di velocità in più ai pit. Bene anche a mio avviso Colton Herta ed un inaspettato Ferrucci. Segnalo tra i ritirati Hunter-Reay e Bourdais entrambi con rotture al motore Honda.

 

Prossimo appuntamento ad Austin al  COTA il 24 Marzo. Aspetto con ansia il mio pupillo O'Ward.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo non son riuscito a vedere la gara. Vedo che i senior ci sono sempre. Rosenqvist molto bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 10/3/2019 Alle 14:47, KimiSanton ha scritto:

Oggi GP di St.Petersburg. Aggiungo un'altra cosa. La linea del "traguardo" per il giro di qualifica è posizionata prima di curva 13. Questo permette di rientrare immediatamente ai box per fare il pitstop e rientrare per un secondo run.

 

1024px-St._Petersburg_street_&_airport_r

 

Bella gara, l'ho vista in differita su youtube. L'idea di avere il traguardo spostato si potrebbe applicare anche in F1. Serve a risparmiare tempo. Ad esempio a metà del rettilineo prima della parabolica, alla Rascasse, prima della Bus Stop, bell'idea.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualifiche ad Austin in corso ora!

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Questa la top 6. Ancora molto bene Colton Herta e anche Felix Rosenqvist.

 

Ora abbiamo anche un confronto ufficiale tra qualifiche: la F1 è più veloce di 13.78 secondi rispetto alla IndyCar sullo stesso circuito in condizioni di qualifica.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

in pratica hanno l'aerodinamica di una panda

Share this post


Link to post
Share on other sites

Garone di Colton Herta che vince la gara, anche grazie ad una caution causata da Rosenqvist, ma è sempre stato tra i primi 3. Secondo il solito Newgarden che scula come consuetudine ormai. Terzo Hunter-Reay. Sottolineo un grande Pato O'Ward che nonostante le difficoltà sul dritto porta a casa un settimo posto. Gara molto in sottotono di Rosenqvist, che a parte l'incidente ha perso subito molte posizioni e non aveva il ritmo mostrato in Florida. Sfortunato Rossi per la strategia, ma soprattutto un Will Power fermato da un problema durante al pit e costretto al ritiro, prima di cui aveva sempre avuto il comando.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Contentissimo per Colton Herta, già veloce a St.Petersburg. Oggi vittoria grazie ai problemi di Power ma come ritmo il ragazzo c'è. Dovrebbe anche essere il più giovane vincitore di sempre Indycar.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Spettacolo comunque indegno per quanto riguarda i track limits.

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, KimiSanton ha scritto:

Spettacolo comunque indegno per quanto riguarda i track limits.

 

Sono d'accordo, a tratti imbarazzante, specie nel tratto prima dell'ultima curva.

 

Comunque, l'account Twitter ufficiale del COTA è stato ribattezzato "Colton of the Americas" :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella gara.

:thumbsup:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho visto solo gli highlights, ma penalità per i track limits ne hanno date?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Assolutamente no :asd: Anzi, han praticamente dato la colpa al circuito :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma come è possibile? Ho visto un sacco di sorpassi tagliando cordoli interi (come verstappen con raikkonen 2017 per capirci), Rossi anche ha passato non ricordo chi uno sul rettilineo ma uscendo dalla carreggiata, la penultima curva non ne parliamo proprio, come se non ci fosse 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rosenqvist ha subito il contatto che poi l'ha praticamente escluso dalla corsa fuori dal tracciato.

 

Questa era l'interpretazione di curva 19:

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho visto, ma è assurda sta cosa,  perché? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 25/3/2019 Alle 00:41, KimiSanton ha scritto:

Spettacolo comunque indegno per quanto riguarda i track limits.

 

Sarebbe da mettere qualcosina subito dopo la linea bianca, tipo dei rallentatori o sabbia. In ogni caso gara troppo inutile. Alla fine conviene anticipare il pit il prima possibile per il rischio gialla. La gara era di Power.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Takuma-San in pole! Sato si prende la pole a Barber in una doppietta RLLR con Rahal secondo. Completano la Fast Six Dixon, Hinchcliffe, Bourdais e Pigot. Nessuna vettura Penske nei sei, Power solo settimo (ma sempre meglio di Pagenaud e Newgarden). Herta nono, male invece Rosenqvist ed Ericsson.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vince Sato a Barber, ottima gara del giapponese con anche un pitstop sballato e un tentativo kamkaze per eliminarsi. Secondo Dixon e terzo Bourdais. Newgarden e Rossi chiudono la Top 5. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

×