Jump to content
Sign in to follow this  
Naoto

piloti del passato su auto del passato

Recommended Posts

Se FISA e FOCA non litigavano, Reutemann partiva con la vittoria in Sudafrica. Poi bastava non fare la cappella che vinceva pure a Long Beach, Vinta veramente la gara di Rio, con il secondo posto in Argentina e il terzo a Imola, seguita da questa vittoria a Zolder...

 

...inizio travolgente di stagione quattro vittorie, un secondo posto e un terzo...era un titolo da vincere in carrozza.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Propongo anche questa, visto che ci sono parecchi fan di Alesi.

Jean a Montreal 1995. Unica vittoria in carriera del pilota francese.

1433232668142.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, chatruc ha scritto:

 

Ciò non toglie che con una vettura relativamente inferiore, Schumacher vinse tre gare. Le due 412 potevano passare dalle stelle (Montreal '95) alle stalle (Magny Cours '95) ma secondo me con il pilota giusto si poteva vincere di più.

 

La superiorità di Schumacher si è vista chiaramente ma io dico che, a parità di culo, i risultati del 95 e 96 sarebbero stati simili :shock:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, PheelD ha scritto:

Propongo anche questa, visto che ci sono parecchi fan di Alesi.

Jean a Montreal 1995. Unica vittoria in carriera del pilota francese.

1433232668142.jpg

 

Accolgo il tuo spunto e rilancio, concludendo il tributo alle 412. Gerardone in Germania, unica vittoria della T1. 

 

La vidi in Inghilterra col mio papà. Prima vittoria dopo tre anni di digiuno, che emozione (e Niki ancora al nostro muretto:amore:).

 

Berger.jpg

Edited by Asturias
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, PheelD ha scritto:

Propongo anche questa, visto che ci sono parecchi fan di Alesi.

Jean a Montreal 1995. Unica vittoria in carriera del pilota francese.

1433232668142.jpg

L'ultima F1 veramente bella.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Senna e Mansell sul rettilineo del Montmelò nel 1991. 

maxresdefault.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Senna a Interlagos 1994. Immagine che @lucaf2000 ricorda sicuramente bene.

brasil-94.jpg

Edited by PheelD
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ghronholm nel 2002 in Germania... Ultimo titolo Mondiale nei rally targato Finlandia, chissà se @The-Flying-Finn se lo ricorda.

 Gronholm_Deutschland_2002.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa mi è nuova, senza pilota ma con uno sponsor fantasma.

 

n6yi921bowkx-1300-x-715-1210x642.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 7/11/2019 Alle 09:55, F.126ck ha scritto:

 

La superiorità di Schumacher si è vista chiaramente ma io dico che, a parità di culo, i risultati del 95 e 96 sarebbero stati simili :shock:

 

 

Da simpatizzante del buon Alesi, dico chiaramente che era inferiore al tedesco, ma obiettivamente in quel 1995 era in uno stato di forma incredibile, non so se il tedesco avesse potuto ottenere di più, forse qualcosina meglio.  In Argentina arrivò secondo, ma perse 7 secondi dietro al doppiato brundle, che fece realmente ostruzionismo e gli fece perdere la vittoria. In Spagna ruppe il motore mentre era comodo secondo. A montecarlo ancora brundle fece ostruzionismo durante il doppiaggio ed entrambi finirono fuori, mentre era secondo. 

A Spa era in testa e se ne stava andando, ma si ruppe la sospensione. A monza ormai aveva vinto, ma.si ruppe il cuscinetto. A Suzuka fece forse la sua migliore gara della carriera, rimontando furiosamente dopo lo stop and go e facendo giri record con gomme slick su pista bagnata, ritornando sotto gli scarichi di schumi che era in testa da inizio gara..ma anche in quell'occasione la vettura lo lasciò a piedi. Ricordo che anche I cronisti inglesi rimasero sbalorditi da quella prestazione monstre.

Di lui avrò sempre un bellissimo ricordo di quella bella vittoria a Montreal, dove ebbe forse la sua unica botta di fortuna della carriera, ma costruendosela bene, prima con un sorpasso a Berger con la vettura completamente di traverso e poi con una bella staccata ad Hill al tornantino.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

 

In Argentina arrivò secondo, ma perse 7 secondi dietro al doppiato brundle, che fece realmente ostruzionismo e gli fece perdere la vittoria.

 

Quel giorno ero aggrappato alle reti. Me lo ricordo perfettamente.

 

Versione Eurosport completa

https://archive.org/details/overtakefans.com.Formula.1.Season.1995x02.Argentine.Grand.Prix

 

Versione argentina in cinque parti.

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alboreto, sulla Ferrari numero 27, e De Angelis, sulla Lotus 11, nel 1985. 

Quando avevamo due piloti veramente forti.

2a39ec26baace5fc5df99d402752f144.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me questo pure era molto forte ma la sua carriera fu troncata dalla Footwork, in particolare dal leggerissimo motore Porsche V12 (pardon, doppio V6).

 

a93d47226a2fc804f8975f6d42925642.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 12/11/2019 Alle 10:44, PheelD ha scritto:

Alboreto, sulla Ferrari numero 27, e De Angelis, sulla Lotus 11, nel 1985. 

Quando avevamo due piloti veramente forti.

2a39ec26baace5fc5df99d402752f144.jpg

 

 

Alboreto era davvero in forma in quella stagione, fece prestazioni da vero fuoriclasse, tipo montecarlo o nurburgring. Peccato che la vettura non lo sostenne fino alla fine, altrimenti se la sarebbe giocata con Prost e scusate se era poco. 

Edited by Aviatore_Gilles

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

 

 

Alboreto era davvero in forma in quella stagione, fece prestazioni da vero fuoriclasse, tipo montecarlo o nurburgring. Peccato che la vettura non lo sostenne fino alla fine, altrimenti se la sarebbe giocata con Prost e scusate se era poco. 

Secondo @lucaf2000, il milanese è stato uno dei due  italiani più forti della F1 moderna. L'altro è il signore che nella foto guida la vettura oro-nera

  • Like 1
  • Lewisito 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@PheelD Diciamo che è l'unico che ha avuto la concreta possibilità di lottare ad armi pari e stava tenendo testa ad un campione. Peccato che il suo apice di forma sia durato poco e che, Ferrari a parte, sia stato poco considerato come top driver. De Angelis non ha mai avuto la vettura giusta tra le mani, ma sembrava forte anche lui. Patrese era un duro, ma non mi ha mai convinto fino in fondo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo il nulla però. Ricordo a malapena Trulli e Fisico. Oggi abbiamo il Giovi che non è uno scandalo ma nemmeno vale un Trulli, che se non ricordo male era un bel pilota, specie in prova. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie agli evasori degli anni 80, entrarono tantissimi italiani in F1, ma di forti forti solo i soliti noti (forse anche Modena). Giovinazzi è bravino, ma nulla più. Fisichella non era assolutamente male, fece belle cose in Jordan e qualche soddisfazione se la tolse in Renault. Trulli anche lui bravo, ma inferiore al fisico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Torniamo in topic con una foto di Piquet a Suzuka 87. Gara in cui arrivò il terzo, ed ultimo, iride per il brasiliano.

open-uri20121024-25563-885oji.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Corse alla Lauda in quella stagione. Vinse poco, ma collezionò uno sterminio di secondi posti. Complice l'infortunio a Mansell durante le prove, vinse il mondiale senza tanta fatica. Il leone si dimostrò superiore in quella stagione, ma la sfortuna e la regolarità di Nelson, gli soffiarono nuovamente l'iride da sotto le mani.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×