Jump to content
Sign in to follow this  
Giovanni Acampora

Il Post-Pirelli: chi sará il prossimo?

Recommended Posts

È prematuro parlarne visto il rinnovato impegno della azienda italiana nel essere l'unico fornitore di pneumatici del Circus in quanto nel 2017 ci saranno novitá importanti sotto questo aspetto.

Tuttavia tutto ha un inizio e

una fine e secondo voi chi fornirá i pneumatici in futuro? E in chiave futura è possibile il ritorno di un eventuale lotta tra aziende,come nel passato con Bridgestone e Michelin?

 

Dal mio punto di vista penso che la Michelin sia la scelta che la Fia adopererá in futuro,in quanto l'industria francese fornisce i pneumatici ai team di Formula E,designato come il futuro delle corse. Tralasciando questa affermazione scontatissima preferirei un azienda del tutto nuova alla F1 per esempio la Hankook o la Yokohama che non sarebbe una cattiva idea. Voi che ne pensate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso che peggio di così sia difficile fare ma ho il sentore che verremo sorpresi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certe domande mi fanno molto male. Ciò mi lascia intendere che nessuno prende più in considerazione la possibilità che la F1 possa essere intesa come competizione anche fra produttori di pneumatici.

 

UpkPfA5XLjjIgTmBsiFaIY2QtYSs5a11Q0a2U2An

Share this post


Link to post
Share on other sites

No che poi rischiamo di vedere GP troppo esaltanti come indianapolis 2004 (se la memoria non mi tradisce)

Share this post


Link to post
Share on other sites

No che poi rischiamo di vedere GP troppo esaltanti come indianapolis 2004 (se la memoria non mi tradisce)

 

Rispondo brevemente perchè non voglio creare un OT.

Io penso, secondo la mia pluridecennale esperienza di appassionato, che la noia in F1 non dipende assolutamente da quanti fornitori di gomme sono impegnati. Gli ultimi 3 anni (ma anche alcune stagioni di inizio 2000) lo dimostrano in gran parte.

 

Il GP degli USA del 2005 fu un caso isolato. Io credo che - per rispetto verso gli spettatori (soprattutto quelli sul posto) - avrebbero dovuto trovare un compromesso (la Michelin desiderava una chicane provvisoria prima del rettilineo, se non sbaglio).

 

Al massimo, avrebbero potuto a posteriori annullare gara e togliere i punti conquistati.

 

Il rischio della ricerca e della competizione sono le rotture, meccaniche e di materiali. Hai mai vissuto queste cose, nella F1 che hai seguito?

Share this post


Link to post
Share on other sites

A volte ci sono, più raramente di una volta ma ci sono. Penso che si possa anche spiegare con i progressi dell'ingegneria che permette di prevedere sempre meglio il comportamento delle vetture e in generale a dei team che puntano molto sull'affidabilità delle proprie vetture, comunque non prendere troppo sul serio quello che scrivo ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

A Le Mans il monofornitore funziona tanto bene, non vedo perché non possa farlo in F1.

Share this post


Link to post
Share on other sites

per me il fornitore unico va benissimo, a patto che faccia pneumatici e non chewing gum

Share this post


Link to post
Share on other sites

A volte ci sono, più raramente di una volta ma ci sono. Penso che si possa anche spiegare con i progressi dell'ingegneria che permette di prevedere sempre meglio il comportamento delle vetture e in generale a dei team che puntano molto sull'affidabilità delle proprie vetture, comunque non prendere troppo sul serio quello che scrivo ;)

 

Figurati, non prendo sul serio nemmeno ciò che scrivo io... :lol2:

Il motivo del fornitore unico, secondo la FIA, è la sicurezza.

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prima che gomme serie, serve un fornitore serio ed indipendente. Poi il resto viene da se. La pirelli in questi anni, è stato lo schifo più assoluto tra gomme che funzionano random, ss che fanno 50 giri, detriti invisibili ecc ecc..

Senza contare che un fornitore serio, non si sarebbe prestato a violare palesemente il regolamento con i famosi 1000 km.. perché loro c'erano e sapevano. Non dobbiamo dimenticarlo..

Ggr

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perchè va bene un unico fornitore di gomme?

 

Capisco la motivazione del: con due o più fornitori vengono falsate le prestazioni delle monoposto, rendendo più veloci e vincenti anche auto non al top, grazie agli pneumatici migliori. Non capisco la motivazione originaria della FIA (costi in ricerca esorbitanti per pneumatici che poi magari scoppiano): quello fu un errore (Michelin, 2005) dovuto alla competizione, non è la norma.

 

Non abbiamo forse vissuto anche negli scorsi anni vetture che venivano favorite o sfavorite dagli pneumatici? Gomme di pastafrolla o sassi che avvantaggiavano (o meglio svantaggiavano) determinate vetture? Ricordiamo il 2013 e tutte le discussioni?

 

Per quanto riguarda l'esplosione di gomme (comprensibile se sono i fornitori ad esasperare concetti e mescole) ne abbiamo vissute forse più in regime di monopolio... perchè?

 

Senza considerare che più fornitori, proprio per il fatto di fornire pneumatici con differenti prestazioni, contribuiscono (non risolvono, non è possibile e la storia lo dimostra) a rendere superfluo l'utilizzo dell'abominevole DRS (che ormai tutti, a 90°, hanno assimilato e nessuno più si scandalizza per i sorpassi sleali ed artificiali).

 

Differenti carburanti (per quanto ancora?) vengono ancora permessi. Forse le differenze in quel settore sono minime, però io non so ad esempio se Petronas non abbia una percentuale di merito più elevata di ciò che si immagina, nelle prestazioni delle PU grigie.

 

Io resto per la competizione e sopporto ormai senza reagire (cosa potrei fare se non rompere ciclicamente i cogIioni qui?) da decenni questo wrestling.

La standardizzazione non è la soluzione per la F1 (distribuzione dei pesi uguale fra le vetture concorrenti... TSE! Ma che è?)

Share this post


Link to post
Share on other sites

crucco il problema è che nessuno ha più voglia di avere una serie con più fornitori, ne i fornitori hanno voglia di immischiarsi in lotte che costano troppo, senza test per svilupparle (e quindi azzecchi la gomma il primo anno hai vinto 4 mondiali di fila). Guarda le principali serie motoristiche: Motomondiale, WEC, IndyCar, DTM, NASCAR, Super Formula, tutte monogomma.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A Le Mans il monofornitore funziona tanto bene, non vedo perché non possa farlo in F1.

 

Con la Bridgestone infatti funzionava benissimo.

E' con la Pirelli che NON funziona e francamente a questo monogomma insulso ed osceno preferisco di gran lunga il periodo 2001-06 con la competizione tra i gommisti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me dovremmo essere anche noi fan a prendere un opinione chiara: con gomme decenti si farà sempre 1 pit stop a gara senza i rifornimenti, quindi occasioni per i sorpassi poche. A me andrebbe bene, ma sicuro molti si lamenterebbero che le gare solo una serie di trenini.

Share this post


Link to post
Share on other sites

crucco il problema è che nessuno ha più voglia di avere una serie con più fornitori, ne i fornitori hanno voglia di immischiarsi in lotte che costano troppo, senza test per svilupparle (e quindi azzecchi la gomma il primo anno hai vinto 4 mondiali di fila). Guarda le principali serie motoristiche: Motomondiale, WEC, IndyCar, DTM, NASCAR, Super Formula, tutte monogomma.

 

Michelin tornerebbe solo in regime di concorrenza, così hanno sempre dichiarato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×