Jump to content
Sign in to follow this  
Baboden

F1 Historical top 10 Baboden

Recommended Posts

Il confronto tra i grandi che abbiamo potuto ammirare in diretta.

 

La mia graduatoria per mera bravura (escludendo la simpatia) è la seguente:

 

 

1. Michael Schumacher: Per me il numero uno è lui, e non certo per i 7 titoli vinti in Ferrari, in 2-3 occasioni disponeva di un vantaggio immane, e non aveva concorrenza interna. Quei Mondiali sono ovviamente importanti e meritati ma non fanno IL pilota leggendario.

Lo fanno invece le imprese impossibili con la Benetton, e la stagione in cui portava una Ferrari competitiva ma inferiore alla concorrenza a giocarsela alla paria (1997 e 1998 su tutti). Lo fanno Spa 1995, Spagna e Spa 1996, Montercarlo 1997, una valanga di gare in cui davvero Schumacher era LA differenza. Il bello è che i titoli avrebbero potuto essere ancora più numerosi.

 

 

2. Ayrton Senna: Il primo nel mio cuore, il migliore sul piano velocistico. Ha affrontato avversari superiori a Schumacher ma è anche vero che se parliamo solo di punti, Prost l'ha battuto spesso e con le regole di oggi lo avrebbe battuto ancora più spesso. La sua stagione migliore per me è il 1993, e non solo per Doninghton. La rivelazione di Montecarlo 1984, racconta a posteriori, è fra le epifanie delle F1. Rimprovero alla stampa e alla critica in genere di averlo dipinto come la persona straordinaria che forse non era, almeno in pista, ma pazienza.

 

 

3. Alain Prost: Il pilota più intelligente di sempre. Era velocissimo ma non quanto Senna o Schumacher. Ha vinto 4 Mondiali e ne ha persi altri sul filo di lana, ma sopratutto ha messo in crisi una valanga di campioni del mondo. Da Lauda (che pure l'ha superato di 0,5 punti il primo anno) a Senna. Ha vinto un Mondiale da underdog contro le super Williams di Mansell e Piquet. Il miglior gestore mai visto, soffriva la guida sul bagnato ma nessuno è perfetto.

 

 

4. Fernando Alonso: Sempre tifato contro di lui, ma rimane un gigante di questa epoca, penalizzato dalle troppe stagioni sprecate con una vettura di seconda fascia. un alter-ego di Prost: non è il più veloce, ma è straordinario nella resa gara dopo gara. Con la Ferrari ha sfiorato due titoli contro una vettura sicuramente superiore, grazie alla straordinaria intelligenza, alle doti di guida, alle capacità gestionali. Ha umiliato tutti i compagni di squadra, tranne uno, più in gara che in qualifica. Massa e Raikkonen al suo cospetto sembravano due dilettanti allo sbaraglio, c'era veramente un abisso: gare su gare con Alonso a giocarsi la vittoria e podio e Massa a mala pena in zona punti.

 

 

5. Lewis Hamilton: Per ora lo metto leggermente dietro ad Alonso, ma credo che a fine carriera potrà superarlo. Non celebro tanto l'Hamilton in Mercedes, che pure resta il pilota più divertente di questa epoca, ma quello delle follie in McLaren: da Montecarlo 2008 a Silverstone 2008, passando per Spa, per la Cina 2010 e 2011, arrivando al Giappone di due anni fa (incredibile il sorpasso sotto l'acqua a Rosberg). Per me il migliore di questa era per doti di guida e capacità di trovare l'impresa, oggi con una vettura superiore alla concorrenza è diventato anche più affidabile e forte mentalmente: due anni fa ha rovesciato il Mondiale quando tutto sembrava perso causa guasti, bravura di Rosberg e qualche episodio un po' così (l'incidente di Spa). Lewis è con Senna il mio preferito, anche se è un mix fra il brasiliano e Mansell (per le capacità di passare sempre e comunque, per il coraggio)

 

 

6. Sebastian Vettel: Velocissimo, un robot alla guida, freddo, ha sfruttato al meglio una Red Bull inarrivabile e in Ferrari si sta confermando. Per me non è un lottatore o un pilota che si esalta nelle difficoltà e quindi non riesco ad amarlo oltre un tot, ma rimane un 4 volte campione del mondo, in due casi all'ultima gara, e come capacità di guida credo se la giochi con Lewis per la palma di numero uno.

 

 

7. Nigel Mansell: The Lion è uno dei piloti più esaltanti di sempre, chi ha vissuto l'epoca non può non amarlo. e non ricordare come il 1992 l'abbia ripagato di una serie infinita di sfighe, Mondiali persi all'ultimo ed errori. Come diceva Ayrton, Mansell se è in giornata trova sempre il modo di passarti (è fra i massimi passatori di sempre), se serve ti vola sopra la testa. Peraltro ha il merito di aver vissuto un'epoca arricchita da grandi nomi e di non sfigurare mai, pur non disponendo sempre di grandi vetture.

 

 

8. Mika Hakkinen: Un fuoriclasse dal punto di vista velocistico, un pilota duro ma corretto e spettacolare nell'uno contro uno. Diciamo che è rimasto al top davvero per poco tempo, dopo la mazzata presa da Schumacher nel 2000 si è arreso, e questo me lo ridimensiona un po'.

 

 

9. Damon Hill: Non proprio un pilota esaltante, ma il più sottovalutato di tutti. In pochi ricordano che nel 1993 non ha sfigurato contro Prost, mettendolo spesso dietro. Ha vinto disponendo della vettura migliore - come Vettel e altri - ma ha pure compiuto grandi imprese improbabili. con la Arrows nel 1997 stava sbancando Hungaroring doppiando il compagno di squadra, ha vinto con la Jordan. Per me un grande pilota.

 

 

10. Jenson Button: Una versione minore di Prost e Alonso, ma pilota fra i più intelligenti e strategici mai visti. Oltre al Mondiale con la Brawn, ricordo le annate di lusso con la McLare, quando ha ottenuto vittorie storiche (in Canada nel 2011, con la strategia e l'intelligenza nella gestione, è passato dall'ultimo al primo posto). Per me anche lui come Hill, grande e sottovalutato.

Edited by Baboden

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hai dimenticato Fisichella.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scherzi a parte, molti di questi nomi (gli ultimi 2 mi sorprendono, li nominerebbero in pochi, secondo me) li farei anch'io e - più o meno - nello stesso ordine. Preferirei però comunque togliere le posizioni, perchè fatico a metterli in fila correttamente. Soprattutto i primi 3, potrebbero più volte scambiarsi la posizione ed avere un motivo per questo.

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hai dimenticato Fisichella.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scherzi a parte, molti di questi nomi (gli ultimi 2 mi sorprendono, li nominerebbero in pochi, secondo me) li farei anch'io e - più o meno - nello stesso ordine. Preferirei però comunque togliere le posizioni, perchè fatico a metterli in fila correttamente. Soprattutto i primi 3, potrebbero più volte camiarsi la posizione ed avere un motivo per questo.

Ho portato bene a Button oggi. :yes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Voglio un parere di @Beyond.

 

B come sai concordo con la lista.

 

la mia personale piu o meno è questa

 

 

Schumacher

Alonso

Vettel

Hamilton

Hakkinen

Raikkonen

Button

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Via Hill (vai a fare penitenza) e dentro Raikkonen.

Prost nel 93 era in pensione ed era già uno che non rischiava prima. La Williams 92-93 un'astronave.

L'ordine delle posizioni non lo considero.

 

Edited by biuspeed

Share this post


Link to post
Share on other sites

miii quanto siete giovani!

La mia in ordine sparso e non di merito (impossibile farlo!)

 

Lauda

Andretti

Villeneuve sr

Senna

Piquet

Prost

Mansell

Schumacher

Hamilton

Alonso

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di quelli che visto io

 

Senna

Prost

Schumacher

Mansell

Piquet

Hamilton

Alonso

Vettel

Hakkinen

Montoya

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non in ordine, soltanto piloti che ho visto correre:

 

Schumacher

Hakkinen

Alonso

Vettel

Hamilton

Raikkonen

Button

Montoya

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eheh...anch'io metterei Schumacher e Senna ai primi 2 posti. Poi: Clark, Fangio, Moss, Ascari, Surtees, Stewart, Brabham, Lauda, Gilles Villeneuve, Prost, Mansell, Hakkinen, in un ordine che non sarei in grado di definire. Scusate, lo so che sono più di 10, ma i piloti anni 50-60 (da Clark a Lauda tra quelli che ho citato) vengono spesso e ingiustamente dimenticati dalle masse, pur essendo dei veri e propri manici a mio parere tra l'altro viste le macchine che guidavano...bare ambulanti più che altro.

Poi inserirei Alonso, Vettel, Hamilton, Raikkonen, Button tra quelli contemporanei.

Edited by konradkid

Share this post


Link to post
Share on other sites

Schumacher

Senna

Alonso

Hamilton

Vettel

Hakkinen

Prost

Mansell

Lauda

Verstappen

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ordine sparso fra quelli che ho visto (ora penso anch'io 2 minuti, prima di scrivere, chissà che non esca qualcosa di buono):

 

Gilles Villeneuve

Alain Prost

Nelson Piquet

Ayrton Senna

Nigel Mansell

Niki Lauda

Michael Schumacher

Fernando Alonso

Kimi Räikkönen

Lewis Hamilton

Sebastian Vettel

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eheh...anch'io metterei Schumacher e Senna ai primi 2 posti. Poi: Clark, Fangio, Moss, Ascari, Surtees, Stewart, Brabham, Lauda, Gilles Villeneuve, Prost, Mansell, Hakkinen, in un ordine che non sarei in grado di definire. Scusate, lo so che sono più di 10, ma i piloti anni 50-60 (da Clark a Lauda tra quelli che ho citato) vengono spesso e ingiustamente dimenticati dalle masse, pur essendo dei veri e propri manici a mio parere tra l'altro viste le macchine che guidavano...bare ambulanti più che altro.

Poi inserirei Alonso, Vettel, Hamilton, Raikkonen, Button tra quelli contemporanei.

Lauda e coo non gli ho messi in classifica perchè sinceramente non gli ho visti dal vivo e quindi non gli posso giudicare, nella mia personale classifica ci sono solo piloti che ho visionato da quando sono nato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si si, tranquillo. Infatti mi riferivo alle masse, non al forum, che "ragionano" dagli '80 in poi. Io stesso del resto li ho messi di seguito perchè nemmeno io li ho visti dal vivo, quasi a voler fare una sorta di classifica separata.

Premesso comunque che fare graduatorie del genere resta molto difficile ma al tempo stesso molto interessante

Share this post


Link to post
Share on other sites

Resto dell'idea che fare una classifica mettendo insieme Vettel, Senna e Fangio non abbia senso. Si potrebbe fare una classifica per decennio.

 

50: Fangio/Ascari

60: Clark/Stewart

70: Lauda

80: Prost/Senna

90: Schumacher

00: Alonso/Hamilton

10: Vettel

 

Verstappen non lo considero ancora. Aspettiamo che vinca qualche mondiale (sono convinto che ne vincerà tanti).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora direi

 

50: Fangio Moss Ascari

60: Clark

70: Stewart Lauda

80: Prost Senna Mansell Piquet

90: Schumacher

00: Alonso

10: Hamilton Vettel

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti Leno, Moss lo stavo per mettere ma poi ho deciso il top del top. Per tale motivo non ho inserito Mansell e Piquet (se no infilavo dentro pure gente estremamente brava come G.Hill, Brabham, Rindt, Peterson, Raikkonen, Button, Hakkinen).

 

Curioso come per me Stewart sia un pilota anni '60 e per te anni '70. E' un po' come Senna e Schumacher, si sono formati in un decennio ma hanno vinto più titoli in quello successivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me Stewart è il dopo Clark, quindi essendo due piloti di epoche diverse tendo a considerare Jim degli anni 60 e Jackie dei 70.

Che poi ovviamente è tutto relativo perché in realtà i decenni non finiscono seccamente, per dire secondo me gli anno 60 cominciano nel 59 e finiscono nel 68, i 70 vanno dal 69 al 77 forse 78, da lì cominciano gli 80 che sono stati molto lunghi, fino al 92 e forse al 94 se si vuole considerare la morte di Senna la fine di quell'epoca, quindi iniziano i 90 che arrivano sino al 2004.

Insomma un casino.... :asd:

 

Edited by Leno

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×