Jump to content
Sign in to follow this  
Stefano 10

Nuovo format qualifiche per il 2016

Recommended Posts

eppure sono passati 10 anni da quando introdussero l'attuale sistema del knock-out a scapito del sistema a somma dei tempi del giro secco del sabato con quelli della domenica mattina.
Se da Spagna in poi il format non dovesse funzionare mi chiedo che cosa potrebbero inventarsi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Ma solo a me piaceva il giro secco?

bruttissimo, noioso, pessimo nel caso di condizioni mutevoli durante l'ora di qualifica, troppo penalizzante in caso di errore. un obbrobbrio per me :asd:

. Boh a me piacevano... Poi mi ricordo di quelle qualifiche di raikkonen...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trovo inqualificabile questo format...

Ma l'errore fu quello di abbandonare le qualifiche classiche, un'ora in cui ognuno tenta di fare il suo "giro della morte". Se non fosse per youtube non mi ricorderei nemmeno com'è vedere un giro di qualifica di una f1 portata al limite estremo... si stava un minuto e mezzo col fiato sospeso.

Con questi format idioti non si vede più un tubo, tutti fanno il tempo nell'ultimo minuto, si tratta solo di leggere la classifica alla fine...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trovo inqualificabile questo format...

Ma l'errore fu quello di abbandonare le qualifiche classiche, un'ora in cui ognuno tenta di fare il suo "giro della morte". Se non fosse per youtube non mi ricorderei nemmeno com'è vedere un giro di qualifica di una f1 portata al limite estremo... si stava un minuto e mezzo col fiato sospeso.

Con questi format idioti non si vede più un tubo, tutti fanno il tempo nell'ultimo minuto, si tratta solo di leggere la classifica alla fine...

 

Siamo arrivati al punto da trovare inqualificabile un format di qualifiche... :yes:

Questo dice tutto sull'attuale situazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora, cerchiamo di fare memoria.

 

Le qualifiche hanno lo scopo di ordinare la griglia di partenza per evitare che piloti lenti partano davanti a quelli veloci. Inoltre, essendo la posizione di partenza un grosso vantaggio in vista del risultato finale (visto che i GP non sono più di 800 km come una volta), è giusto dal punto di vista sportivo determinarle in base a un criterio di velocità.

 

Il format classico (ultimo anno 2002) era in grande crisi perchè a meno del meteo instabile, nessuno usciva nei primi 15/20 minuti e qualche volta (Monza) si vedevano le macchine uscire dopo 40 minuti di silenzio. Ricordo pure qualche volta vedere scene oscene come il conte Lavaggi che andava a passeggiare a Monza con le gomme da bagnato sotto il Sole cocente.

 

Quindi, tanto per cambiare, il problema è stato creato dalle squadre. Dopo vari esperimenti con il giro singolo (doppio turno in base alla classifica di campionato, dell'ultima gara, somma di tempi), si passò al format attuale. Da segnalare che per i giro singolo c'era molta aspettativa perchè nello sci risulta molto spettacolare vedere uno dopo l'altro i sciatori scendere dal più lento al più veloce e la Superbike lo faceva pure, ma con la F1 la cosa risultava noiosa.

 

Il format attuale è nato per garantire che ci siano macchine in pista per tutta l'ora di prove, cosa che in linea di massima avviene. Ricordo che quando venne introdotto questo sistema, Briatore volle proporre qualcosa di simile a quanto si propone adesso. L'idea sarebbe che tutti fossero sempre in pista, come nelle qualifiche anni '80, ma per obbligarli, si fa la regola dell'eliminazione progressiva.

 

A me il sistema non piace. Piuttosto che facciano così: pieno di benzina e quattro set di gomme. I piloti girerebbero sempre per bruciare benzina e farebbero i cambi gomme a fine sessione per sparare il tempone.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La cosa peggiore è che venga fatta a campionato in corso

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora, cerchiamo di fare memoria.

 

Le qualifiche hanno lo scopo di ordinare la griglia di partenza per evitare che piloti lenti partano davanti a quelli veloci. Inoltre, essendo la posizione di partenza un grosso vantaggio in vista del risultato finale (visto che i GP non sono più di 800 km come una volta), è giusto dal punto di vista sportivo determinarle in base a un criterio di velocità.

 

Il format classico (ultimo anno 2002) era in grande crisi perchè a meno del meteo instabile, nessuno usciva nei primi 15/20 minuti e qualche volta (Monza) si vedevano le macchine uscire dopo 40 minuti di silenzio. Ricordo pure qualche volta vedere scene oscene come il conte Lavaggi che andava a passeggiare a Monza con le gomme da bagnato sotto il Sole cocente.

 

Quindi, tanto per cambiare, il problema è stato creato dalle squadre. Dopo vari esperimenti con il giro singolo (doppio turno in base alla classifica di campionato, dell'ultima gara, somma di tempi), si passò al format attuale. Da segnalare che per i giro singolo c'era molta aspettativa perchè nello sci risulta molto spettacolare vedere uno dopo l'altro i sciatori scendere dal più lento al più veloce e la Superbike lo faceva pure, ma con la F1 la cosa risultava noiosa.

 

Il format attuale è nato per garantire che ci siano macchine in pista per tutta l'ora di prove, cosa che in linea di massima avviene. Ricordo che quando venne introdotto questo sistema, Briatore volle proporre qualcosa di simile a quanto si propone adesso. L'idea sarebbe che tutti fossero sempre in pista, come nelle qualifiche anni '80, ma per obbligarli, si fa la regola dell'eliminazione progressiva.

 

A me il sistema non piace. Piuttosto che facciano così: pieno di benzina e quattro set di gomme. I piloti girerebbero sempre per bruciare benzina e farebbero i cambi gomme a fine sessione per sparare il tempone.

 

Sarei d'accordo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

A me il sistema non piace. Piuttosto che facciano così: pieno di benzina e quattro set di gomme. I piloti girerebbero sempre per bruciare benzina e farebbero i cambi gomme a fine sessione per sparare il tempone.

 

Praticamente puoi accendere la tv solo negli ultimi 5 minuti. I restanti 55 sono stati del tutto inutili fino a quel momento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io le qualifiche non le seguo mai, anzi molto raramente. Per me non è mai stato un problema, quello di avere vetture in pista che fanno sul serio o no.

Però il fatto che un tempo si ravvivasse solo l'ultimo quarto d'ora è estremo.

 

Magari si potrebbe fare una regola che dice che la posizione sulla griglia viene stabilita dalla media aritmetica di tutti i giri compiuti in ogni sessione - quindi sarebbero tutte sessioni libere ed allo stesso tempo da qualifica, anche al venerdi - e che ogni pilota ha a disposizione, per ogni ora di prove, di 15 minuti totali per le regolazioni, i restanti 45 devono essere trascorsi in pista.

 

Nel caso un pilota esce di pista o ha un guasto meccanico... ha meno tempo da sfruttare e quindi probabilmente la sua media si alza.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io le qualifiche non le seguo mai, anzi molto raramente. Per me non è mai stato un problema, quello di avere vetture in pista che fanno sul serio o no.

Però il fatto che un tempo si ravvivasse solo l'ultimo quarto d'ora è estremo.

 

Magari si potrebbe fare una regola che dice che la posizione sulla griglia viene stabilita dalla media aritmetica di tutti i giri compiuti in ogni sessione - quindi sarebbero tutte sessioni libere ed allo stesso tempo da qualifica, anche al venerdi - e che ogni pilota ha a disposizione, per ogni ora di prove, di 15 minuti totali per le regolazioni, i restanti 45 devono essere trascorsi in pista.

 

Nel caso un pilota esce di pista o ha un guasto meccanico... ha meno tempo da sfruttare e quindi probabilmente la sua media si alza.

 

 

calo degli ascolti assicurato.. io col cavolo che mi guarderei tutte le libere per vedere i tempi "da qualifica".. mi leggerei direttamente il risultato finale

Share this post


Link to post
Share on other sites

Piuttosto che facciano così: pieno di benzina e quattro set di gomme. I piloti girerebbero sempre per bruciare benzina e farebbero i cambi gomme a fine sessione per sparare il tempone.

 

In questo modo è sempre scontato che i tempi più bassi si fanno sul finale della sessione, e anche che i piloti girano, nessuno guarderà le qualifiche tranne per gli ultimi 10 minuti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma le qualifiche fino ad ora secondo me non erano male, un buon compromesso tra "serietà" e attività in pista. Bisognava semmai dare più treni di gomme, perché spesso in q3 alcuni piloti stavano fermi o quasi.

Edited by M.SchumyTheBest

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Io le qualifiche non le seguo mai, anzi molto raramente. Per me non è mai stato un problema, quello di avere vetture in pista che fanno sul serio o no.

Però il fatto che un tempo si ravvivasse solo l'ultimo quarto d'ora è estremo.

 

Magari si potrebbe fare una regola che dice che la posizione sulla griglia viene stabilita dalla media aritmetica di tutti i giri compiuti in ogni sessione - quindi sarebbero tutte sessioni libere ed allo stesso tempo da qualifica, anche al venerdi - e che ogni pilota ha a disposizione, per ogni ora di prove, di 15 minuti totali per le regolazioni, i restanti 45 devono essere trascorsi in pista.

 

Nel caso un pilota esce di pista o ha un guasto meccanico... ha meno tempo da sfruttare e quindi probabilmente la sua media si alza.

 

 

calo degli ascolti assicurato.. io col cavolo che mi guarderei tutte le libere per vedere i tempi "da qualifica".. mi leggerei direttamente il risultato finale

 

 

Io pensavo soprattutto a chi va a vedere le corse sul posto, più auto girano velocemente (e più a lungo) in pista, più il prezzo del biglietto è giustificato. Se consideriamo che - con questo sistema - ogni giro è valido, sicuramente vi sarebbero duelli in pista (per non perdere tempo) durante l'intero arco della fine settimana.

 

Per quanto mi riguarda - ma non faccio testo - non ho mai amato alcun sistema di qualifica dopo quello dei 12 giri in un'ora e per questo non le guardo mai.

 

Il problema degli ascolti è un problema collegato a questo wrestling. Ma ammetto che in questo hai ragione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

guarda io sinceramente preferisco il sistema di adesso ai 12 giri in un ora dove i top team non giravano se non alla fine.. almeno tutti son costretti ad uscire e fare almeno un tempo ogni 20 minuti circa.. e negli ultimi 10 minuti ci sono solo i migliori e puoi goderti leggermente meglio i loro giri

 

 

 

Se proprio devono inserire il nuovo sistema a eliminazione per me meglio eliminare la divisione in 3 manche.. meglio fare un ora totale non suddivisa e ogni tot minuti ne elimini uno... ma siam sempre li a scegliere la "meno peggio".. non il sistema migliore

Share this post


Link to post
Share on other sites

secondo me il format attuale è ottimo e non richiede particolari cambiamenti. ora proveranno queste eliminazioni, ma bisogna vedere se avranno una influenza significativa sui risultati, secondo me è probabile che le cose restino quasi invariate.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ricordo ci fossero tutti questi problemi di pista deserta all'inizio del millennio... forse in quel periodo seguivo meno.

Ricordo che bisognava esser scaltri a trovare pista libera e che comunque era abbastanza raro che ci fosse un'ammucchiata ti tempi veloci a fine sessione.

Il bello era che in genere era possibile seguire il giro veloce di un big da cima a fondo. Ora con queste tre sessioni assurdamente brevi sono sempre in pista tutti insieme. La q3 è uno spettacolo indecoroso, non vedi niente (parlo della tv) se non la classifica finale che si delinea a fine sessione sull'inquadratura fissa della linea di partenza...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ricordo ci fossero tutti questi problemi di pista deserta all'inizio del millennio... forse in quel periodo seguivo meno.

 

 

quel format era diventato molto noioso. nei primi 20 minuti non usciva nessuno, poi andavano in pista i più lenti. i top team giravano solo gli ultimi 15 minuti.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema degli ascolti è un problema collegato a questo wrestling. Ma ammetto che in questo hai ragione.

 

il problema degli ascolti non è un problema nostro (di noi appassionati) è un problema di chi sta rovinando tutto (non solo lo sport)

 

ragionare sul sistema più spettacolare (quello che sta accadendo nelle ultime pagine di questo 3d) significa fare il gioco di quei cialtroni

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Il problema degli ascolti è un problema collegato a questo wrestling. Ma ammetto che in questo hai ragione.

 

il problema degli ascolti non è un problema nostro (di noi appassionati) è un problema di chi sta rovinando tutto (non solo lo sport)

 

ragionare sul sistema più spettacolare (quello che sta accadendo nelle ultime pagine di questo 3d) significa fare il gioco di quei cialtroni

 

 

ni.. io se devo vedere delle qualifiche che sono una palla assurda non le guardo direttamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×