Jump to content
Sign in to follow this  
Stefano 10

Nuovo format qualifiche per il 2016

Recommended Posts

Io a 10 anni quando guardavo le gare non lo facevo certo perché la F1 era diversa da oggi. Vedevo semplicemente le macchine veloci e guardavo quelle senza capirci più di quel tanto, sperando che vincesse Schumacher :asd:

 

Vabbe come se lui avesse difficoltà a pagare il conto al ristorante :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si è vero... I ragazzini preadolescenti e adolescenti raramente seguono la f1..

E più in generale il mondo dei motori. I motivi Sono vari.. , ma di certo non è con le soluzioni che stanno adottando che inizieranno ad appassionarsi.

La mia paura è che fra poco anche in f1 si arriverà a dare il. Fan boost come in formula E. Per una maggiore interattività dei giovani.. Senza ottenere risultato ovviamente, se non quello di rovinarla ulteriormente

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io credo che dipenda molto, quasi tutto, se in famiglia hanno papà/fratello/cuggino o al limite un amico stretto malato di motorsport.

Se si probabilmente seguono la F1 o i Rally come facevamo noi.

Altrimenti, se ci arriveranno, ci arriveranno da da soli a 15-20 da soli, se è una cosa che gli interessa.

Non vedo grandi differenze da ieri a riguardo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io a 10 anni quando guardavo le gare non lo facevo certo perché la F1 era diversa da oggi. Vedevo semplicemente le macchine veloci e guardavo quelle senza capirci più di quel tanto, sperando che vincesse Schumacher :asd:

 

Vabbe come se lui avesse difficoltà a pagare il conto al ristorante :asd:

 

A 10 anni speravo che facessero doppietta Häkkinen e Lehto

 

:asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque credo che la F1 sia anche uno sport piuttosto complicato da capire. Non è come il calcio, dove a parte qualche modulo tattico e il fuorigioco c'è solo da guardare. Nella F1 c'è tanta strategia, nei box ci sono le più grandi menti matematiche e fisiche al mondo... Per capire buona parte di quanto succede dietro le quinte in pista, serve una base scientifica. Questa un giovane non la può avere, fino si 17-18 anni. Quindi è anche normale che i ragazzini non siano troppo legati a questo sport, se non per motivi di tradizione familiare o per vedere delle macchine andare veloce. Però loro non capiscono a fondo cosa succede in pista

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io credo che dipenda molto, quasi tutto, se in famiglia hanno papà/fratello/cuggino o al limite un amico stretto malato di motorsport.

Se si probabilmente seguono la F1 o i Rally come facevamo noi.

Altrimenti, se ci arriveranno, ci arriveranno da da soli a 15-20 da soli, se è una cosa che gli interessa.

Non vedo grandi differenze da ieri a riguardo...

 

in italia fino a qualche anno fa tutti seguivano la f1 un pochino almeno. tutti i miei amici più o meno seguivano, anche le amiche.

dopo schumacher c'è stato un netto calo e oggi è raro che ci si appassioni da soli, come feci io da bambino.

 

chiaramente senza la f1 in tv, il crollo è enorme.

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Tutti" guardavano il via di qualche gp ed aspettavano di vedere se c'era un incidente spettacolare nei primi giri, poi cambiavano canale o si addormentavano.

Non lo definirei "seguire" la F1.

Gli appassionati veri, o i fanatici, quelli che seguono tutto e si interessano di tutto quello che è F1 sono sempre stati relativamente pochi.

 

Poi, certo, si, la pay tv ammazza tutto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so, io lo vedo con i miei compagni di università più giovani, o con i liceali che ogni tanto becco sul tram a Milano (Milano, non Canicattì dove non hanno manco la tv): se gli chiedi chi guida la Mercedes non ti sanno rispondere. Ora non dico essere appassionati a tal punto da sapere a che giro ha pittato Sainz, ma almeno i piloti del team campione del mondo, uno che ha visto qualche partenza lo deve sapere.

 

I miei coetanei, cresciuti con me, che non sono appassionati di F1, fanno come dice effe, guardano la partenza, aspettano l'incidente e poi cambiano canale, e mi ricordo che anche ai tempi del liceo i piloti delle scuderie li sapevano. Per esempio il lunedì dopo monaco 2006 mi ero messo a discutere del parcheggio di Schumacher con gente non appassionata di F1 ma che si era informata sull'episodio, oppure dopo Singapore 2008 dovevo stare attento a girare per i corridoi perché partivano subito gli sfottò.

Ora le cose sono cambiate, una volta ho chiesto a un amico di mio fratello (classe 96) se sapesse chi è Hamilton "ah sì, fa il tamarro su snapchat, è un rapper ?" Se sia colpa della pay tv, della Ferrari che non vince più, del baratro in cui sta precipitando la categoria non so, forse un misto delle cose.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rispetto al calcio in effetti il seguito é sempre stato inferiore ( e non di poco).

Seguo per lavoro dei ragazzi di 10/17 anni e é praticamente impossibile sentire parlare di una gara di motorsport accaduta il giorno prima, figuriamoci il resto ( presentazioni, test, ecc)... Mi ricordo io alle medie quando in settimana bianca andavamo in sala Tv il giorno di presentazione della Ferrari. Chiaro che forse la mia esperienza non rispecchia la realtà, Ma da quello che leggo anche qui sembra che il trend sia un po' quello.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so, io per parlare di F1 devo stare sui forum, e lo faccio dal '99.

Nella vita di tutti i giorni sono due o tre quelli con cui posso condividere questa passione vedendo che sanno, piu o meno, di cosa sto parlando.

Uno è un mio coetaneo, gli altri due hanno 20 anni piu di me ed andavano a vedersi spa negli anni 80, e uno faceva il commissario di pista a Monaco nei '70.

E' sempre stato così, mai vista tanta cultura automobilistica o passione.

Paradossalmente ricordo piu "appassionati" di Rally

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiaramente la Ferrari che non vince più gioca un ruolo fondamentale importante in tutto questo. 15 anni fa ogni italiano stava assistendo a un pilota che stava scrivendo tutti i record della F1 che probabilmente non verranno mai battuti e lo stava facendo con una scuderia italiana. Molto più facile provare un minimo di interesse così, che con piloti di altre scuderie che dominano.

 

Anche in Svizzera per fare un esempio, ho notato, che 10 anni fa tutti seguivano ogni singola partita di tennis quando c'era in ballo la leadership di Fededer, perché era un momento importante per la storia del tennis. Ora invece se ne parla molto meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ufficiale si torna alle vecchie qualifiche

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Tutti" guardavano il via di qualche gp ed aspettavano di vedere se c'era un incidente spettacolare nei primi giri, poi cambiavano canale o si addormentavano.

Non lo definirei "seguire" la F1.

Gli appassionati veri, o i fanatici, quelli che seguono tutto e si interessano di tutto quello che è F1 sono sempre stati relativamente pochi.

 

Poi, certo, si, la pay tv ammazza tutto.

Quoto, ma la piaga dei malati che seguono aspettando l'incidente c'è sempre stata e c'è tuttora.

Quello che è cambiato è la credibilità delle gare, l'involuzione tecnica, lo squallore dei protagonisti (non solo piloti) e dei circuiti.

La pay TV ha sicuramente allontanato parte del pubblico, ma non è la principale responsabile. Se le gare farsa attuali fossero tutte in chiaro, chi le guarderebbe a parte i beduin-rapper (cit.) e noi F1tossicodipendenti?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bene cosi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi vecchio sistema? Non è che poi due giorni prima ritorna questo aborto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Meglio tardi che mai.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quanti passeranno ogni taglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Così Kimi già in Cina non passerà la Q1...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ora e' ufficale!!!

 

La Fia conferma che visto che tutti i team sono d'accordo, cosi' tutti i tifosi si ritorna alle qualifiche dell'anno scorso gia' dalla cina.

 

C'e' un problema pero'....i team e la fia si sono impegnati a rivedere il formato di qualifica per il 2017.

 

Ora hanno un anno per invernarsi qualche altra ca**ata che devono buttare via dopo un paio di tentativi!!!! Quasi mi diverte il pensare a quale diavolerie si inventeranno!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Quoto, ma la piaga dei malati che seguono aspettando l'incidente c'è sempre stata e c'è tuttora.

Quello che è cambiato è la credibilità delle gare, l'involuzione tecnica, lo squallore dei protagonisti (non solo piloti) e dei circuiti.

La pay TV ha sicuramente allontanato parte del pubblico, ma non è la principale responsabile. Se le gare farsa attuali fossero tutte in chiaro, chi le guarderebbe a parte i beduin-rapper (cit.) e noi F1tossicodipendenti?

 

 

è cambiato che una volta c'era solo quello, 90° minuto, il festival di san remo, i mondiali, le olimpiadi, canzonissima, il giro e il tour, la coppa davis etc etc per cui o guardavi quello o non c'era poi molto

era insito nella cultura crescere con certe passioni.

poi vuoi la globalizzazione, i media, i social, internet e quant'altro e la nostra attenzione è stata dipanata su tante altre cose che una volta non c'erano.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×