Jump to content
Sign in to follow this  
KimiSanton

Ferrari SF16-H

Recommended Posts

La Ferrari deve puntare a vincere. Per essere competitivi è anche giusto valorizzare i propri talenti interni, farli crescere e responsabilizzarli, ma questo processo si acquisisce con il tempo, passa da un lavoro di affiancamento che dura per anni.

Non è che si prende uno dal settore stradale che non ha mai lavorato in formula 1, gli si mette in mano una matita e lo si fa lavorare, specie in un momento in cui ci sono cambiamenti radicali di tale portata... dove l'interpretazione dei dettagli comporta una possibile vittoria del campionato del mondo. E poi parliamoci chiaro, anche gli altri top team lavorano in squadra.. solo che oggettivamente hanno del personale tecnico di indiscusso valore. In Ferrari gli uomini chiave sono partiti ma sono stati tutti rimpiazzati da gente poco esperta che di fronte a drastici cambiamenti regolamentari e furbate interpretative poco ci azzecca.

Temo ci siano tutti gli ingredienti per un disastro, io onestamente spero che abbiate ragione voi e in realtà queste persone siano dei talenti inespressi che avevamo in casa e nessuno se ne era accorto.

 

Con tutti i soldi che buttano nella F1 la vittoria dovrebbe essere la priorità ma gli anni di Schumacher & Co. sono stati un'eccezione purtroppo e hanno abituato molto male i tifosi che pensano che la vittoria sia l'unica strada possibile per la Ferrari. Gli anni disastrosi e gli anni di sconfitte all'ultima gara sono la regola, i domini l'eccezione. Se poi aggiungi che negli ultimi anni la F1 per la Ferrari è soprattutto una splendida vetrina allora il cerchio si chiude, non vedo cioè quella stessa fame di vittorie di altri team.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è una questione di taccagneria, il budget è più o meno identico a quello Mercedes solo che , risultati alla mano, viene speso molto peggio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

La Ferrari deve puntare a vincere. Per essere competitivi è anche giusto valorizzare i propri talenti interni, farli crescere e responsabilizzarli, ma questo processo si acquisisce con il tempo, passa da un lavoro di affiancamento che dura per anni.

Non è che si prende uno dal settore stradale che non ha mai lavorato in formula 1, gli si mette in mano una matita e lo si fa lavorare, specie in un momento in cui ci sono cambiamenti radicali di tale portata... dove l'interpretazione dei dettagli comporta una possibile vittoria del campionato del mondo. E poi parliamoci chiaro, anche gli altri top team lavorano in squadra.. solo che oggettivamente hanno del personale tecnico di indiscusso valore. In Ferrari gli uomini chiave sono partiti ma sono stati tutti rimpiazzati da gente poco esperta che di fronte a drastici cambiamenti regolamentari e furbate interpretative poco ci azzecca.

Temo ci siano tutti gli ingredienti per un disastro, io onestamente spero che abbiate ragione voi e in realtà queste persone siano dei talenti inespressi che avevamo in casa e nessuno se ne era accorto.

Con tutti i soldi che buttano nella F1 la vittoria dovrebbe essere la priorità ma gli anni di Schumacher & Co. sono stati un'eccezione purtroppo e hanno abituato molto male i tifosi che pensano che la vittoria sia l'unica strada possibile per la Ferrari. Gli anni disastrosi e gli anni di sconfitte all'ultima gara sono la regola, i domini l'eccezione. Se poi aggiungi che negli ultimi anni la F1 per la Ferrari è soprattutto una splendida vetrina allora il cerchio si chiude, non vedo cioè quella stessa fame di vittorie di altri team.

Infatti ho detto deve "puntare a vincere" proprio per questo.. nel senso: personalmente mi rendo benissimo conto che gli anni di Schumacher e le vittorie del grande team di Byrne, Brawn e Todt sono l'eccezione e certamente non è quella l'aspettativa di ogni anno che il tifoso razionale ha oggettivamente. Ho vissuto anche parte degli anni del grande digiuno anche se per buona parte troppo piccolo per apprezzare e so perfettamente che vincere corrisponde al risultato che raggiunge un solo team tra tutti.

La Ferrari deve puntare a vincere non perché ha stradominato facendo terra bruciata intorno a se nei primi anni 2000, credo che siano in pochi i tifosi ben abituati solo a quei risultati che si aspettano e pretendono ogni anno una replica di quegli eventi.. o se ci sono peccano di consapevolezza. La Ferrari deve "puntare" a vincere perché è la Ferrari, per il suo prestigio, per la sua storia, perché rappresenta buona parte della stessa formula1 e per sua natura stessa corre ogni anno con l'obiettivo di primeggiare. Arrivare terza o quarta in un mondiale non rappresenta il target di un top team, tantomeno della Ferrari, ma è un discorso a cui dovrebbero puntare diverse realtà. Qui nessuno pretende la conquista del campionato del mondo ogni anno, nè tantomeno pretendo una lotta serrata per la prima posizione finita all'ultima gara ogni volta, ma converrai con me che se ti chiami Ferrari hai la necessità di fare del tuo meglio per cercare di stare davanti e perlomeno di giocarti qualcosa di grosso. Onestamente le ultime politiche non mi sembrano mirate all'ottenimento o anche al tentativo di ottenere tutto questo.

Edited by Kimired

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il budget non viene sfruttato proprio a mio avviso. . . Non so a quanto ammontino gli ingaggi nel reparto tecnico ma non abbiamo mai avuto tecnici all'altezza. . . Oppure ce li siamo fatti scappare

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate ma se i tecnici partono e non vengono neanche sostituiti decentemente trovo difficile si possa pensare di puntare a qualcosa di grosso. Onestamente temo che a Marchionne interessi molto più di tenere chiuse le sue tasche che di costruire una squadra vincente, a discapito delle parole. Perché parliamoci chiaro, noi italiani siamo bravi con i motori, non sempre ma spesso e abbiamo i migliori gusti e gente di talento nel design, ma a livello di aerodinamica pura e di efficienza paghiamo tanti ma tanti punti dagli inglesi. È triste ma al momento è così.

Edited by Kimired

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate ma se i tecnici partono e non vengono neanche sostituiti decentemente trovo difficile si possa pensare di puntare a qualcosa di grosso. Onestamente temo che a Marchionne interessi molto più di tenere chiuse le sue tasche che di costruire una squadra vincente, a discapito delle parole. Perché parliamonci chiaro, noi italiani siamo bravi con i motori, non sempre ma spesso e abbiamo i migliori gusti e gente di talento nel design, ma a livello di aerodinamica pura e di efficienza paghiamo tanti ma tanti punti dagli inglesi. È triste ma al momento è così.

 

Forse non sono i tecnici il problema : Costa ha fatto ridere alla Ferrari cosi come Willis alla Williams ma entrambi alla Mercedes stanno facendo faville. Forse è la struttura la causa di tutto e non i tecnici anche solo per un discorso logico : se tutti quelli che arrivano alla Mercedes iniziano a vincere allora è il team a tirare fuori il meglio di loro , vuoi con delle strutture all'altezza, vuoi con la motivazione giusta, vuoi per il caffè migliore...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è una questione di taccagneria, il budget è più o meno identico a quello Mercedes solo che , risultati alla mano, viene speso molto peggio.

 

O almeno si dice...

 

 

 

Forse non sono i tecnici il problema : Costa ha fatto ridere alla Ferrari cosi come Willis alla Williams ma entrambi alla Mercedes stanno facendo faville. Forse è la struttura la causa di tutto e non i tecnici anche solo per un discorso logico : se tutti quelli che arrivano alla Mercedes iniziano a vincere allora è il team a tirare fuori il meglio di loro , vuoi con delle strutture all'altezza, vuoi con la motivazione giusta, vuoi per il caffè migliore...

 

 

Mi arrogo il diritto di escludere categoricamente la possibilità che a Brackley facciano un caffè migliore di quello che si può bere a Maranello. (:asd:) Per il resto sono d'accordo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

 

Forse non sono i tecnici il problema : Costa ha fatto ridere alla Ferrari cosi come Willis alla Williams ma entrambi alla Mercedes stanno facendo faville. Forse è la struttura la causa di tutto e non i tecnici anche solo per un discorso logico : se tutti quelli che arrivano alla Mercedes iniziano a vincere allora è il team a tirare fuori il meglio di loro , vuoi con delle strutture all'altezza, vuoi con la motivazione giusta, vuoi per il caffè migliore...

 

 

Mi arrogo il diritto di escludere categoricamente la possibilità che a Brackley facciano un caffè migliore di quello che si può bere a Maranello. ( :asd:) Per il resto sono d'accordo.

 

 

Sottovaluti il potere della globalizzazione : all'estero di bevono dei caffè eccezionali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

 

 

Mi arrogo il diritto di escludere categoricamente la possibilità che a Brackley facciano un caffè migliore di quello che si può bere a Maranello. ( :asd:) Per il resto sono d'accordo.

 

 

Sottovaluti il potere della globalizzazione : all'estero di bevono dei caffè eccezionali.

 

 

Questo è vero, anche qui in Germania (i tedeschi poi sono famosi per voler fare le cose alla perfezione, sempre) da molti anni ormai aumenta anche l'apprezzamento per il caffè come lo beviamo noi (espresso e pure mocca). Però negli ambienti di lavoro è diverso, chi cresce con il caffè tedesco desidera in primis un caffè tedesco, in una pausa di lavoro, o anche sulla sua scrivania.

 

La mia era anche (un pochino) una battuta, vertente sulla brodaglia che si beve altrove (e che ha comunque pure un suo perchè, nel giusto contesto...). :yes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Questo è vero, anche qui in Germania (i tedeschi poi sono famosi per voler fare le cose alla perfezione, sempre) da molti anni ormai aumenta anche l'apprezzamento per il caffè come lo beviamo noi (espresso e pure mocca). Però negli ambienti di lavoro è diverso, chi cresce con il caffè tedesco desidera in primis un caffè tedesco, in una pausa di lavoro, o anche sulla sua scrivania.

 

La mia era anche (un pochino) una battuta, vertente sulla brodaglia che si beve altrove (e che ha comunque pure un suo perchè, nel giusto contesto...). :yes:

 

 

Concordo sulla brodaglia ed è un vero peccato perchè si trovano miscele di caffè super usate per brodaglie schifose.

Dovrebbero fare come in Ferrari : chicchi tostati nelle autoclavi, asciugati nella galleria del vento e macinati nei cambi sostituiti da Vettel. E andiamo a vincere!

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Questo è vero, anche qui in Germania (i tedeschi poi sono famosi per voler fare le cose alla perfezione, sempre) da molti anni ormai aumenta anche l'apprezzamento per il caffè come lo beviamo noi (espresso e pure mocca). Però negli ambienti di lavoro è diverso, chi cresce con il caffè tedesco desidera in primis un caffè tedesco, in una pausa di lavoro, o anche sulla sua scrivania.

 

La mia era anche (un pochino) una battuta, vertente sulla brodaglia che si beve altrove (e che ha comunque pure un suo perchè, nel giusto contesto...). :yes:

 

 

Lasciate che i crucchi bevano caffè crucco, più soldi per ClaudioMuse.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Scusate ma se i tecnici partono e non vengono neanche sostituiti decentemente trovo difficile si possa pensare di puntare a qualcosa di grosso. Onestamente temo che a Marchionne interessi molto più di tenere chiuse le sue tasche che di costruire una squadra vincente, a discapito delle parole. Perché parliamonci chiaro, noi italiani siamo bravi con i motori, non sempre ma spesso e abbiamo i migliori gusti e gente di talento nel design, ma a livello di aerodinamica pura e di efficienza paghiamo tanti ma tanti punti dagli inglesi. È triste ma al momento è così.

 

Forse non sono i tecnici il problema : Costa ha fatto ridere alla Ferrari cosi come Willis alla Williams ma entrambi alla Mercedes stanno facendo faville. Forse è la struttura la causa di tutto e non i tecnici anche solo per un discorso logico : se tutti quelli che arrivano alla Mercedes iniziano a vincere allora è il team a tirare fuori il meglio di loro , vuoi con delle strutture all'altezza, vuoi con la motivazione giusta, vuoi per il caffè migliore...

 

 

Su questo mi sono espresso diverse volte in altri post.. io non la penso esattamente così, mi spiego:

Costa era stato messo in Ferrari nel ruolo di direttore tecnico, in modo che la squadra puntasse tutto su di lui.

In Mercedes quando è stato preso, non è stato preso per assumere un ruolo da leader, ma bensì è stato preso come pezzo della scacchiera.

 

Costa in Ferrari fece poco o nulla, adesso che è in Mercedes, la mentalità italiana compresa stampa e media di ogni tipo lo dipinge come fosse un genio incompreso che la Ferrari si è fatta sfuggire a causa della dirigenza incompetente, e viene trattato come fosse il papà unico e incontrastato, disegni alla mano, delle meravigliose Mercedes degli ultimi anni.

Peccato che in tutto questo non venga detto che Costa in Mercedes ha il ruolo di responsabile del progetto relativo alla simulazione e che lavora in sinergia con gente come Paddy Lowe (direttore tecnico), Geoff Willis (aerodinamica) e Andy Cowell (power unit), non viene messo di certo a lavorare da solo con Resta e amici.

 

Il problema a mio avviso riguarda le persone in se che sono (o non sono) in grado di fare la differenza e, di conseguenza, anche l'importanza di avere intorno una squadra fatta di componenti di qualità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io lo acquisto ogni tanto anche online... qui: logo.jpg:asd:

 

 

 

Male, molto male.

Caffè della concorrenza, per di più di un retail che ci mette soltanto il marchio e produce in outsourcing. Meglio un bel Passalacqua.

P. S. è buono?

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Forse non sono i tecnici il problema : Costa ha fatto ridere alla Ferrari cosi come Willis alla Williams ma entrambi alla Mercedes stanno facendo faville. Forse è la struttura la causa di tutto e non i tecnici anche solo per un discorso logico : se tutti quelli che arrivano alla Mercedes iniziano a vincere allora è il team a tirare fuori il meglio di loro , vuoi con delle strutture all'altezza, vuoi con la motivazione giusta, vuoi per il caffè migliore...

 

 

Su questo mi sono espresso diverse volte in altri post.. io non la penso esattamente così, mi spiego:

Costa era stato messo in Ferrari nel ruolo di direttore tecnico, in modo che la squadra puntasse tutto su di lui.

In Mercedes quando è stato preso, non è stato preso per assumere un ruolo da leader, ma bensì è stato preso come pezzo della scacchiera.

 

Costa in Ferrari fece poco o nulla, adesso che è in Mercedes, la mentalità italiana compresa stampa e media di ogni tipo lo dipinge come fosse un genio incompreso che la Ferrari si è fatta sfuggire a causa della dirigenza incompetente, e viene trattato come fosse il papà unico e incontrastato, disegni alla mano, delle meravigliose Mercedes degli ultimi anni.

Peccato che in tutto questo non venga detto che Costa in Mercedes ha il ruolo di responsabile del progetto relativo alla simulazione e che lavora in sinergia con gente come Paddy Lowe (direttore tecnico), Geoff Willis (aerodinamica) e Andy Cowell (power unit), non viene messo di certo a lavorare da solo con Resta e amici.

 

Il problema a mio avviso riguarda le persone in se che sono (o non sono) in grado di fare la differenza e, di conseguenza, anche l'importanza di avere intorno una squadra fatta di componenti di qualità.

 

 

Stiamo dicendo la stessa cosa, chiamala struttura od organizzazione il concetto è uguale.

Nemmeno io credo che Costa sia il Newey nostrano ma solo l'ingranaggio di un meccanismo complesso che comprende Lowe, Willis, motoristi e management.

Però nell'ultima frase ti contraddici perchè prima elogi il gruppo Mercedes (che non ha grandi nomi ma la forza di un gruppo ben affiatato) e poi dici che la Ferrari non ha progettisti in grado di fare la differenza come se fosse quella la causa. Delle due l'una : o il genio alla Newey o il gruppo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Io lo acquisto ogni tanto anche online... qui: logo.jpg:asd:

 

 

 

Male, molto male.

Caffè della concorrenza, per di più di un retail che ci mette soltanto il marchio e produce in outsourcing. Meglio un bel Passalacqua.

P. S. è buono?

 

 

Guarda, io non faccio testo. Bevo volentieri il caffè, ma senza esagerare. I buongustai - che ti possono dare informazioni importanti - sono altrove. Non è male. Ma non sono fisso su un caffè, vado parallelamente anche in un supermercato italiano e provo quello che c'è (Kimbo mi piace). Ora sto bevendo Caffè Paulista, ma ne ho anche altri.

 

Mia moglie compra ogni tanto (negli ultimi mesi anche non di rado) dagli olandesi immagino per il rapporto qualità/prezzo e prende pure del caffè "da compromesso", con il quale si possa fare un discreto espresso ed al tempo stesso una discreta brodaglia tedesca. C'è il rischio di perdere sensibilità? Non lo so, per questo ho sempre la mocca ed una volta all'anno vado a trovare i miei (abbiamo sempre avuto un caffè), in patria.

 

Passalacqua, me ne hanno parlato B., R. e F. Lo devo provare.

 

---

 

OOOPS! Scusate per l'OT, mi faccio sempre trasportare...

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Su questo mi sono espresso diverse volte in altri post.. io non la penso esattamente così, mi spiego:

Costa era stato messo in Ferrari nel ruolo di direttore tecnico, in modo che la squadra puntasse tutto su di lui.

In Mercedes quando è stato preso, non è stato preso per assumere un ruolo da leader, ma bensì è stato preso come pezzo della scacchiera.

 

Costa in Ferrari fece poco o nulla, adesso che è in Mercedes, la mentalità italiana compresa stampa e media di ogni tipo lo dipinge come fosse un genio incompreso che la Ferrari si è fatta sfuggire a causa della dirigenza incompetente, e viene trattato come fosse il papà unico e incontrastato, disegni alla mano, delle meravigliose Mercedes degli ultimi anni.

Peccato che in tutto questo non venga detto che Costa in Mercedes ha il ruolo di responsabile del progetto relativo alla simulazione e che lavora in sinergia con gente come Paddy Lowe (direttore tecnico), Geoff Willis (aerodinamica) e Andy Cowell (power unit), non viene messo di certo a lavorare da solo con Resta e amici.

 

Il problema a mio avviso riguarda le persone in se che sono (o non sono) in grado di fare la differenza e, di conseguenza, anche l'importanza di avere intorno una squadra fatta di componenti di qualità.

 

 

Però nell'ultima frase ti contraddici perchè prima elogi il gruppo Mercedes (che non ha grandi nomi ma la forza di un gruppo ben affiatato) e poi dici che la Ferrari non ha progettisti in grado di fare la differenza come se fosse quella la causa. Delle due l'una : o il genio alla Newey o il gruppo.

 

 

Non volevo di certo dire che Mercedes non ha grandi nomi, piuttosto il contrario, infatti non l'ho detto mai io e tu lo metti tra parentesi.

Paddy Lowe lo considero un ottimo tecnico con anni di esperienza in formula 1. Anche Willis e Cowell sono ottimi tecnici. Il problema è che la Mercedes domina proprio perché ha creato un gruppo di grandi nomi che lavorano insieme. E ha azzeccato soluzioni vincenti con il regolamento vigente.

Il problema degli anni di Costa in Ferrari a mio parere è stato l'aver isolato un tecnico, magari anche bravo in determinate aree.. ma non eccellente nel complesso, (non lo reputo assolutamente bravo come Paddy Lowe, per intenderci) e averlo circondato di gente assolutamente meno preparata rispetto al personale presente in altre squadre top.

Edited by Kimired

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×