Jump to content
KimiSanton

Notizie Varie 2016

Recommended Posts

 

non capisco come si possa dire che bianchi non ha colpa, c'erano doppie bandiere gialle, lui e qualcun altro han cercato di fare i furbi, gli è andata male di essere passato sotto al trattore ma avrebbe potuto tranquillamente travolgere e ammazzare dei commissari, cosa sarebbe successo allora?

 

per me i limiti erano e sono nel regolamento. Non c'è scritto da nessuno QUANTO ogni pilota deve rallentare, e io non ricordo siano mai state date penalità per non aver rallentato abbastanza. Ovvio che in una competizione di velocità nessuno è intenzionato a rallentare più di un suo avversario. Se Bianchi avesse preso un commissario e lui fosse rimasto illeso, per me sarebbe stata la stessa cosa, cioè non colpa del pilota ma del regolamento

 

 

su questo si può essere in accordo, non per niente dopo hanno messo la virtual sc, cioè perchè c'era gente che non rallentava per niente (tipo bianchi a suzuka, ma sicuramente anche altri)

Share this post


Link to post
Share on other sites

la fia ovviamente tentò di insabbiare. in ogni caso si trattò di fatalità secondo me, da un lato bianchi non rallentò a sufficienza nonostante le doppie gialle, dall'altro il trattore, però io grandi colpe organizzative non ne vedo, voglio ricordare che ogni volta che un'auto è ferma ci sono o i commissari o i trattori a prenderla a bordo pista, in qualche modo la devono rimuovere no? incidenti così potrebbero capitare sempre, sono casi eccezionalmente sfortunati ma più che migliorare la sicurezza non si può fare.

 

Con il bagnato e quella situazione la SC per me era d'obbligo. Anche considerata la distanza tra postazione commissari e pista. Fermo restando il fatto che quella gru con vetture a piena velocità li non ci sarebbe mai dovuta essere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In quella fase di gara andava esposta la bandiera rossa. Non si può pretendere che in una fase di gara libera , nonostante le doppie bandiere gialle, un pilota rallenti. Rallentare rispetto a cosa? Rispetto al giro precedente? Rispetto alla massima velocità raggiungibile in quel punto? Rispetto a chi ti precede o ti segue?
Tutte situazioni opinabili, anche perchè in quelle condizioni Bianchi poteva perdere il controllo per via di un rivolo d'acqua a qualsiasi velocità, visto come sono sensibili le monoposto.
L'unica cosa non opinabile è la presenza di un ostacolo cosi massiccio in una via di fuga, per di più con un'altra monoposto ferma. Non hanno avuto il sangue freddo di fermare la gara e Bianchi ne ha pagato le conseguenze. Fanno benissimo a fare causa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

la fia ovviamente tentò di insabbiare. in ogni caso si trattò di fatalità secondo me, da un lato bianchi non rallentò a sufficienza nonostante le doppie gialle, dall'altro il trattore, però io grandi colpe organizzative non ne vedo, voglio ricordare che ogni volta che un'auto è ferma ci sono o i commissari o i trattori a prenderla a bordo pista, in qualche modo la devono rimuovere no? incidenti così potrebbero capitare sempre, sono casi eccezionalmente sfortunati ma più che migliorare la sicurezza non si può fare.

Con il bagnato e quella situazione la SC per me era d'obbligo. Anche considerata la distanza tra postazione commissari e pista. Fermo restando il fatto che quella gru con vetture a piena velocità li non ci sarebbe mai dovuta essere.

Ti sbagli, non ci dovevano essere le vetture a piena velocità con quella gru

Share this post


Link to post
Share on other sites

Col senno di poi (ma un po' anche semplicemente "col senno"):

 

1 - per motivi televisivi si spostano le partenze in paesi dove le pioggie sono piuttosto puntuali e si sa quando arrivano, fregandosene della pericolosità. Non faccio esempi, ma questi Paesi sono noti.

 

2 - in quelle condizioni si doveva far uscire la SC oppure esporre la bandiera rossa

 

3 - capisco i piloti, ma la FIA dovrebbe punire severamente i piloti (come capita anche per normali incidenti di gara, ogni tanto o per errori del team) se non rallentano in maniera sufficiente, oppure congelando i distacchi all'ultimo giro normale precedente un incidente, per vanificare le furbate.

 

4 - un mezzo di soccorso nelle vie di fuga è pericoloso, credo sia anche oggetto di discussione nei briefing pre-gara, quindi il punto 3 diventa ancora più importante

 

5 - vantaggio del mezzo di soccorso mobile sulla gru: probabilmente è utilizzabile in maniera più veloce e flessibile ed ha pure un maggior raggio d'azione, oltre che essere più economico; svantaggio: è più pericoloso (punto 4)

 

6 - auspico che anche su circuiti fissi, come Suzuka, vista l'enorme (e vergognosa) quantità di denaro che FIA, FOM, Bernie e teams si spartiscono vengano comunque installate delle gru esternamente alla pista (come a Montecarlo) e pure di maggiori dimensioni, in maniera di evitare (o ridurre al minimo) l'intervento dei mezzi pesanti

 

7 - a pensarci bene, le regole per evitare gravi incidenti esistono già. A Suzuka sono stati commessi errori da parte della direzione della corsa e da parte dei piloti (anche da Bianchi), che hanno portato alla tragedia. L'anello debole è sempre la parte umana.

 

Correggetemi o completate questa veloce analisi, se lo credete necessario. Potrei aver considerato male od insufficientemente alcuni dettagli importanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate ma quante volte si è visto un trattore nelle vie di fuga in situazioni del genere?

Non era la prima volta e le bandiere gialle servono appunto per rallentare in queste situazioni cosa che purtroppo molti non fanno, come non ha fatto Bianchi solo che stavolta è successo quello che è successo.

E' come se non rispetto i limiti e faccio un incidente, non è che se tutti non rispettano i limiti allora non è colpa mia.

Capisco anche la povera famiglia che ha pur sempre perso un figlio, ma io vedo solo una tragica fatalità, che nel mondo delle corse può sempre succedere e credo che anche i piloti siano i primi a saperlo.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

la fia ovviamente tentò di insabbiare. in ogni caso si trattò di fatalità secondo me, da un lato bianchi non rallentò a sufficienza nonostante le doppie gialle, dall'altro il trattore, però io grandi colpe organizzative non ne vedo, voglio ricordare che ogni volta che un'auto è ferma ci sono o i commissari o i trattori a prenderla a bordo pista, in qualche modo la devono rimuovere no? incidenti così potrebbero capitare sempre, sono casi eccezionalmente sfortunati ma più che migliorare la sicurezza non si può fare.

Meno male che avevano steso asfalto ovunque...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Col senno di poi, come dice Crucco, si potevano fare moltissime cose. Ciò non toglie che quel giorno, a portare alla tragedia, sia stata essenzialmente una serie di fatalità. Capisco la famiglia, ma secondo me fare causa alla FIA è un po' assurdo e non porterà da nessuna parte; purtroppo, la pericolosità del motorsport non potrà mai essere cancellata del tutto, e i piloti ne sono ben consapevoli.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un trattore lo si è visto anche altre volte, ad un certo punto mi ci abituai. Ma ciò non toglie che l'ho sempre ritenuta una cosa pericolosa. Era una cosa normale quando si fermava la corsa e si faceva una ripartenza. Ma non quando le auto continuavano a girare con condizioni meteorologiche molto difficili.

 

L'episodio più eclatante (anche per altri motivi) fu quello del Nürburgring 2007, quando il trattore che andava a prendere Hamilton veniva sfiorato dalla vettura di Liuzzi, vittima di aquaplaning...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche Brasile (credo 2005), quando Schumi si beccò un cazziatone per essere quasi andato a sbattere nel trattore ala Curva do sol

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate ma quante volte si è visto un trattore nelle vie di fuga in situazioni del genere?

Non era la prima volta e le bandiere gialle servono appunto per rallentare in queste situazioni cosa che purtroppo molti non fanno, come non ha fatto Bianchi solo che stavolta è successo quello che è successo.

E' come se non rispetto i limiti e faccio un incidente, non è che se tutti non rispettano i limiti allora non è colpa mia.

Capisco anche la povera famiglia che ha pur sempre perso un figlio, ma io vedo solo una tragica fatalità, che nel mondo delle corse può sempre succedere e credo che anche i piloti siano i primi a saperlo.

 

per secoli si è vissuto con schiavitù, disuguaglianze, soprusi ecc. non è detto che sia una cosa giusta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

2003 credo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

2003 credo.

 

Si era il 2003.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con tutte le ragioni del mondo, oserei dire. Perché però causa a Marussia?

 

Il fatto che facciano causa anche a Marussia è un'indicazione che, per "difendere la memoria" del figlio, stanno cercando di dare la colpa a qualcun altro.

Che colpa possa avere la Marussia non lo so, a meno che non si voglia molto fantasiosamente ipotizzare un possibile legame tecnico con l'altro suo incidente mortale contro un ostacolo fisso, quello della De Villota!

 

Secondo me la famiglia poteva risparmiarsi questa iniziativa, a meno che non avessero dei dubbi sulla veridicità del fatto che Bianchi non abbia rallentato. Ma mi par di capire che tali dubbi non ci sono.

 

Se poi è vero quanto scritto nell'articolo di Motorionline, ovvero che "punto principale dell’accusa dei genitori del driver di Nizza la superficialità dell’organizzazione che diede comunque il via ad una gara che si sapeva da tempo sarebbe stata interessata da un violento temporale", mi sa che si sono avviati su una strada molto sdrucciolevole sul piano del buon senso.

Discutere se fu opportuno usare solo la bandiera gialla invece della SC ha senso, discutere se una gru in quel punto non fosse comunque troppo pericolosa con sole le yellow flag ha senso, discutere se bisognasse evitare addirittura il via sulla base del previsto temporale mi pare che invece non ne abbia alcuno. Le gare sulla pioggia si fanno da sempre, ci sono pure le gomme apposite ...

 

 

 

Edited by Astor

Share this post


Link to post
Share on other sites

secondo me fate molta teoria ma la pratica è diversa.

 

prima di tutto, riguardo le condizioni della pista, pioveva ma non c'era mica un monsone, le condizioni erano assolutamente accettabili per correre. non possiamo lamentarci della SC che esce sempre, e poi quando succede una fatalità allora la invochiamo.

 

per quanto riguarda il veicolo che rimuoveva l'auto per cui ci si scandalizza, ma vi rendete conto che ad ogni gp con un'auto ritirata ci sono gru che la portano via e le bandiere gialle? in che altro modo di grazia si dovrebbe togliere una vettura, blocchiamo la corsa ogni volta? anche i commissari, quante volte li vediamo al limite della pista per spostare una vettura? una cosa sono le belle parole, un'altra la realtà e il buonsenso.

 

la VSC è stata un ottimo miglioramento per queste situazioni. ma le fatalità possono sempre accadere e sono dovute a tanti fattori, non tutti controllabili.

Share this post


Link to post
Share on other sites

tutti froci col c*lo degli altri, quando vi creperà un figlio sul lavoro vi sentirò parlare così :up:

Share this post


Link to post
Share on other sites

tutti froci col c*lo degli altri, quando vi creperà un figlio sul lavoro vi sentirò parlare così :up:

 

non mi pare che ci sia stata imperizia o procedimenti sbagliati da parte dei commissari. erano lì per rimuovere il più in fretta possibile l'auto, vicino alle protezioni della via di fuga mica a bordo pista.

 

l'unico modo per evitare una situazione del genere è neutralizzare la corsa, visto che l'auto in qualche modo va rimossa con la gru. quindi o mettiamo la sc ogni volta che c'è un'auto ferma, oppure accettiamo che possa capitare una circostanza al limite in uno sport con vetture a 300 orari

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un trattore lo si è visto anche altre volte, ad un certo punto mi ci abituai. Ma ciò non toglie che l'ho sempre ritenuta una cosa pericolosa.

 

Sì, qui sono d'accordo. Probabilmente, nel caso di trattore o mezzi pesanti ai bordi del circuito, bisognerebbe rallentare di molto il ritmo delle vetture. Ma non è detto che sarebbe sufficiente, perché anche un impatto con una ruspa a – poniamo – 100 all'ora potrebbe avere gravi conseguenze, in circostanze sfortunate. Per avere la sicurezza assoluta bisognerebbe fermare la gara ogni volta, ma sarebbe difficile, visto che situazioni pericolose si potrebbero verificare anche 4/5 volte a ogni GP. Insomma, soluzioni semplici non ne vedo.

Edited by rimatt

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si sono neutralizzate gare per situazioni meno pericolose.
Giustamente qualcuno ricordava Nurburgring 2007 : già solo quell'episodio avrebbe dovuto rendere la SC obbligatoria in situazioni simili e Suzuka è stata una situazione simile. Inoltre l'atteggiamento poco chiaro e un pò frettoloso della Fia deve aver contribuito ad alimentare il sospetto che qualche responsabilità sia stata insabbiata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Whiting :whistle:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×