Jump to content
Sign in to follow this  
ClaudioMuse

Situazione motori F1

Recommended Posts

La realtà di fatto è questa.

Dopo la morte di Chapman, restano due Lotus: la Lotus Cars che fa autovetture di serie e il Team Lotus che corre in F1. Il primo cambia varie volte di mano e finisce alla fine alla malese Proton. Il secondo fallisce nel 1994 e il nome viene comprato da David Hunt (fratello del compianto James) che lo appiccica alla Pacific nel 1995 e che poi cerca invano (1997) di fare un team in F1.

Fernandes nel 2010 entra in F1 rilevando la Arden (?) e con il marchio Team Lotus di David Hunt. Nel 2010, la Genii Capital compra la Renault e nel 2011 utilizza il nome Lotus (della Lotus Cars malese) come sponsor che da il nome al team. In F1 ci sono due Lotus, la verde e la nera. Alla fine un giudice stabilisce che il diritto di usare il nome Lotus è della Genii Capital. Nel frattempo la Proton chiude i cordoni della borsa ma il Patto della Concordia non concede di cambiare nome a meno che uno non voglia rinunciare ai premi campionato, quindi la Lotus resta sponsor del team Genii Capital pur senza sborsare un euro.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

non ha proprio tutti i torti, in lontananza un occhio esperto non distinguerebbe molto quella di destra da quella sinistra se fossero entrambe argentate... Anzi volendo qualche occhio inesperto direbbe anche che quella di destra, vista da davanti così in 3/4 come nella foto "sembra quasi una porsche"... e non avrebbe proprio tutti i torti (Sottilineo: occhio inesperto, sulle orecchie invece dovrei dire orecchie foderate di prosciutto... visto che il suono delle due è diametralmente opposto :asd:):

 

5320666276_f7b17ac626_b.jpg

 

 

ma, lo stesso vale con le varie Jaguar e Aston Martin e Mclaren, se le prendiamo tutte dello stesso colore, volendo tutte hanno parecchia roba in comune nel design.

Ma sarebbe un grosso errore pensare che si copiano a vicenda. D'altronde però le forme non sono mica infinite. E quindi il "classico"/"morbido" sommato allo "sportivo"/"lussuoso", da come risultato quelle forme là.

C'è da dire però che invece Lamborghini,Bugatti e soprattutto Pagani le riconosci lontano un miglio, ma infatti hanno un rapporto tra classico e sportivo molto più sbilanciato. Per molti una lamborghini è una volgare nave spaziale adatta ad un calciatore/rock-star, mentre una Ferrari nera è (effettivamente) adatta anche come macchina da dirigente aziendale. Questioni relative ai gusti delle singole persone.

 

Rimane il fatto che dovessi spendere i soldi per una bella macchina io mi comprerei proprio una Maserati (magari in futuro visto che non ho un budget del genere in tasca, ma quindi sarà proprio futuro futuro futuro futuro, tipo quando sarà già superata la 4 guerra mondiale :asd:) , perchè la Maserati ha un design morbido tipo Ferrari e i motori sono montati a Maranello, ma al tempo stesso non costa proprio tantissimo, anche se non te la regalano, comunque costa sui 70000 che è meno di un terzo dei prezzi base della Rossa.

Anche perchè poi... una Pagani mi costerebbe quanto 4 x Ferrari e a questo punto preferirei avere 4 Ferrari in garage se proprio potessi scegliere. Non parliamo della Bugatti, per me (opinione personale) ha prezzi che fanno ridere, per quanto è vero che vada a 400 km/h e bla bla bla...

 

se riuscite a confondere due auto del genere avete qualche problema :S

Share this post


Link to post
Share on other sites

bo, a me non sembrano cosi diverse, mi è successo l'altro giorno, l'ho vista ad un centinaio di metri e ho dovuto aspettare che si avvicinasse per guardare il marchio prima di riconoscerla, sarà che non seguo attentamente la produzione ferrari odierna

 

queste 2 le riconoscerei da 500m anche se pure loro hanno una certa somiglianza

 

b_maserati_merak_13.jpg

 

picture_033.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mammamia, non puoi postare queste foto porno qui :sbav:

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti l'ingerenza degli ingegneri alle volte è cosi' oppressiva ed invadente che persino i piloti chiedono di tacere alle volte.

Questo la dice lunga sui reali interessi in gioco: si vuole la vettura in pista, a tutti i costi, nemmeno tanto per vincere ma per sfilare, secondo me, perchè gli sponsor pagano perchè quella macchina stia in pista e tutti i parametri devono essere controllati minuziosamente affinchè questo avvenga.

 

Il pilota non può azzardare, non può fare nulla senza il nulla aosta dell'ingegnere.

Ma questa è la mentalità della F1 attuale: un grande business.

 

Se questo sistema non crolla continueremo su questa strada.

 

quale ingegnere di Aosta? :asd:

 

per info: Nihil obstat

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mammamia, non puoi postare queste foto porno qui :sbav:

 

le foto no? quindi però i video porno sì?

 

tiè, l'unico esemplare originale al mondo della miglior Ferrari da corsa mai esistita, e nel filmato a 2:10 lo speaker della proiezione dietro la macchina dice "non è un film di Fellini, ma la realtà: ci sono 4 Ferrari che arrivano insieme al traguardo" mentre si mostra la scena

 

Edited by Pneumatico Usurato

Share this post


Link to post
Share on other sites

chi era il progettista all'epoca Michelangelo? :sbav:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che sinfonia, mamma mia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dai basta così :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

non mi è ben chiaro di cosa si parla in questo 3D?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Torniamo in topic, con la riunione dei motoristi a Ginevra. Anche per lasciare il topic della Red Bull.

 

F1 engine manufacturers, FIA agree in-season development for 2016

 

Formula 1's engine manufacturers and the FIA have agreed to allow in-season development for 2016, Autosport has learned.

 

Under the present regulations the amount of tokens available for development was due to decrease from the 32 available this year to 25 for next season.

 

The systems were set for homologation by the end of February, while the FIA was also due to impose a block on teams using a year-old spec of engine.

 

Following a meeting in Geneva involving the heads of Mercedes, Ferrari, Renault and Honda, along with senior representatives from the FIA - including president Jean Todt - unanimously agreed not to tighten the regulations.

 

The amount of tokens available will remain at 32, with the areas that were due to be blocked off for development - upper/lower crankcase, valve drive, part of the crankshaft, air-valve system and ancillaries drive - remaining open.

 

This decision is crucial for the likes of Honda and Renault given the struggles they have faced.

 

It means neither has to rush to develop its engine over the next four and a half months, and they will now be able to work on future problems during the season, rather than being unable to play catch up.

 

The aim of the Geneva meeting was to ascertain a more level playing field for the four power unit manufacturers for 2016, but also the longer term.

 

Todt is understood to have played a pro-active role in what has been described as highly positive and constructive proceedings.

 

The rule regarding manufacturers no longer being able to supply older engines, as Manor has done this year with a 2014 system supplied by Ferrari, has also been dropped, as predicted by Autosport.

 

This will allow Toro Rosso to run a 2015-spec Ferrari engine for next season, reviving the 2007-2013 partnership.

 

All the proposals have to be agreed upon by the F1 Commission, which are expected to be a formality, before being rubber stamped by the World Motor Sport Council at its final meeting of the year in early December.

 

Autosport has also learned there will be no alternative engine in the near future.

 

F1 supremo Bernie Ecclestone was rumoured to be considering options to the current 1.6-litre V6 turbo-charged hybrid systems, such as a 3.5-litre twin-turbo V6 or a pre-2014 V8.

 

But despite it being recognised sustainability is key to the future of the smaller teams, and a standardised customer engine could be a way forward, that idea has been comprehensively rejected.

 

autosport.com

Edited by KimiSanton

Share this post


Link to post
Share on other sites

A questo punto, se fossi Marchionne, offrirei solo alla Toro Rosso i motori 2016... Così, giusto per destabilizzare un altro pó l'ambiente :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma allora fanno di tutto proprio per penalizzare la Mercedes?! Che imparino piuttosto gli altri, a fare le PU. Se la Ferrari non vincerà nel 2016 (probabilmente è già tutto deciso, per la gioia dei tifosi) sarà un grande smacco.

 

 

 

(:asd:) (:asd:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

I motoristi hanno trovato questo accordo, quindi anche Mercedes è d'accordo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nuove regole su PU + dieselgate... Gombloddo contro Cermania... :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

I motoristi hanno trovato questo accordo, quindi anche Mercedes è d'accordo.

 

Ma ti pare che io fossi serio? ;-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

non sei serio? :fear2:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Crucco ma davvero pensi che sia un complotto? Bah

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

:asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

(:asd:) :blink:

Sto per non capirci più niente...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Boh dai, Mercedes avrà avuto la sua contropartita.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×