Vai al contenuto
Iceman.83

Karting

Messaggi raccomandati

20 ore fa, Kimired ha scritto:

 

È quello che ho fatto io, stai attento.

Il mio: Telaio Tony Kart 125 2 tempi motore TM K7 6 marce, supera i 200 all'ora in pochi secondi. (42 cv su 100 kg di peso)
Ho corso per un po' nel campionato regionale, iniziando da quello. Il salto se inizi da li è immenso, ci sono forze G veramente alte e senti collo e avambracci da paura. Andavo anche forte, stando a pochi decimi da chi correva da anni con questi mezzi, tant'è che mi avevano chiesto di rimanere nel team. Ho una passione innata per la velocità, da ragazzo, durante un viaggio in Australia, in una pista in Queensland ricordo che feci il record della pista. Purtroppo è una disciplina in cui devi avere tanti ma tanti ma tanti soldi o avere la fortuna di un supporto interno. Metti in conto gomme ad ogni gara, motori nuovi, pistoni nuovi ogni tot di chilometraggio compiuto, pezzi di ricambio vari, trasferte, pernottamenti e iscrizioni alle gare e un meccanico che ti segua ovunque, che devi pagare se non lo hai in famiglia, un mezzo adatto per il trasporto di tutto.

in Italia non sei aiutato economicamente dalla fik, continuare non mi è stato possibile.

Paghi tutto tu o se sei fortunato ti aiuta qualche sponsor. Purtroppo nella mia regione ce ne stanno pochissimi.
Anni fa ho parlato con il campione italiano di allora, è dura anche a quei livelli e a malapena  con tutti gli sponsor e i premi riusciva a coprire le spese.

 

A livello di guida, se passi dai kart a noleggio che non sono altro che motori di motozappa, fai attenzione che è pericoloso. Il paragone non sussiste. Ti consiglio di non saltare le tappe, inizia con un kart da competizione senza marce e cura lo stile di guida. Imparare a fare tutto e subito, come capitò a me, non è il massimo.

 

Edit: ops non mi ero accorto che il tuo post era parecchio datato :asd: avrai fatto le tue valutazioni ormai!

 

:asd:

 

non ho ancora preso un kart alla fine... però ho fatto una sorta di mini gp (prove libere, qualifiche, gara 1 e 2) col 125 monomarcia, uno spettacolo. Vorrei provare quello a marce ora, sempre a noleggio. Comprarlo sarebbe il top ma con la pista più vicina a 50km ho paura di sfruttarlo poco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, ema00 ha scritto:

 

:asd:

 

non ho ancora preso un kart alla fine... però ho fatto una sorta di mini gp (prove libere, qualifiche, gara 1 e 2) col 125 monomarcia, uno spettacolo. Vorrei provare quello a marce ora, sempre a noleggio. Comprarlo sarebbe il top ma con la pista più vicina a 50km ho paura di sfruttarlo poco.

 

Che prestazioni aveva? Considera che i noleggioni non hanno nulla a che vedere con un kart da competizione del tipo che ti ho indicato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 19/3/2019 Alle 09:09, Kimired ha scritto:

A livello di guida, se passi dai kart a noleggio che non sono altro che motori di motozappa, fai attenzione che è pericoloso. Il paragone non sussiste. Ti consiglio di non saltare le tappe, inizia con un kart da competizione senza marce e cura lo stile di guida. Imparare a fare tutto e subito, come capitò a me, non è il massimo.

 

Io ho cominciato quest'anno qui in Giappone e sono presissimo. Intanto mi ha aiutato a capire un sacco di cose della F1 che prima non sapevo giudicare (traiettorie e ingresso in curva su tutti). Ma soprattutto l'adrenalina di spingere al limite. Io sono a un livello amatoriale quindi non corro per chi sa quale obiettivo ma quando entri nel kart esiste solo la pista e la necessità di spingere.

 

Quest'anno voglio imparare. Il prossimo vediamo cosa succede.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
32 minuti fa, L.Costigan ha scritto:

 

Io ho cominciato quest'anno qui in Giappone e sono presissimo. Intanto mi ha aiutato a capire un sacco di cose della F1 che prima non sapevo giudicare (traiettorie e ingresso in curva su tutti). Ma soprattutto l'adrenalina di spingere al limite. Io sono a un livello amatoriale quindi non corro per chi sa quale obiettivo ma quando entri nel kart esiste solo la pista e la necessità di spingere.

 

Quest'anno voglio imparare. Il prossimo vediamo cosa succede.

 

con che mezzo stai correndo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
50 minuti fa, L.Costigan ha scritto:

ma quando entri nel kart esiste solo la pista e la necessità di spingere

 

La conosco bene questa sensazione :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, L.Costigan ha scritto:

 

Motozappa Deluxe.:asd:

 

Sono Kart amatoriali quelli senza marce

 

Immaginavo, nei kart da noleggio non possono mettere a disposizione dei mezzi da competizione più potenti per 2 motivi, primo perché sarebbero troppo pericolosi per dei piloti inesperti (il Tony kart che ho io 2T a 6 rapporti sequenziali con leva al volante raggiunge facilmente i 200 km/h, passando da 0-100 in appena 3 secondi, con forze longitudinali da 3G), poi perché questi ultimi hanno dei costi di gestione esorbitanti, (vedi quello che avevo scritto nel post precedente).

Quando ho provato questi mezzi “il kart ‘motozappa” mi è parso poco più di un autoscontro.

Se comunque dovessi andare avanti in futuro procedi gradualmente, facendoti le ossa ad esempio su un 100 monomarcia professionale, che comunque ha prestazioni molto elevate ma ti consente di affinare la tecnica senza pensare alle cambiate. 

Ti dico questo perché passando dai mezzi che stai guidando ora agli altri, praticamente dovresti imparare nuovamente la tecnica di guida, gli inserimenti, le traiettorie, affinare la sensibilità..un altro mondo.

Buon campionato!

Modificato da Kimired

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Kimired ha scritto:

 

Immaginavo, nei kart da noleggio non possono mettere a disposizione dei mezzi da competizione più potenti per 2 motivi, primo perché sarebbero troppo pericolosi per dei piloti inesperti (il Tony kart che ho io 2T a 6 rapporti sequenziali con leva al volante raggiunge facilmente i 200 km/h, passando da 0-100 in appena 3 secondi, con forze longitudinali da 3G), poi perché questi ultimi hanno dei costi di gestione esorbitanti, (vedi quello che avevo scritto nel post precedente).

Quando ho provato questi mezzi “il kart ‘motozappa” mi è parso poco più di un autoscontro.

Se comunque dovessi andare avanti in futuro procedi gradualmente, facendoti le ossa ad esempio su un 100 monomarcia professionale, che comunque ha prestazioni molto elevate ma ti consente di affinare la tecnica senza pensare alle cambiate. 

Ti dico questo perché passando dai mezzi che stai guidando ora agli altri, praticamente dovresti imparare nuovamente la tecnica di guida, gli inserimenti, le traiettorie, affinare la sensibilità..un altro mondo.

Buon campionato!

 

Grazie dei consigli, ne farò tesoro.

 

Quello che non riesco a capire è, come si fa il salto di categoria. Facciamo l'esempio che il prossimo anno compro il kart che dici tu. Ovviamente con quello non posso gareggiare nel campionato motozappa. Cosa dovrei fare? Cercare campionati per kartisti pro? Contattare eventuali associazioni di kart? Gli stessi gestori del circuito del campionato motozappa organizzano campionati pro?

 

Chiedo perchè in Giappone probabilmente l'iter sarà simile all'Italia. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
20 minuti fa, L.Costigan ha scritto:

 

Grazie dei consigli, ne farò tesoro.

 

Quello che non riesco a capire è, come si fa il salto di categoria. Facciamo l'esempio che il prossimo anno compro il kart che dici tu. Ovviamente con quello non posso gareggiare nel campionato motozappa. Cosa dovrei fare? Cercare campionati per kartisti pro? Contattare eventuali associazioni di kart? Gli stessi gestori del circuito del campionato motozappa organizzano campionati pro?

 

Chiedo perchè in Giappone probabilmente l'iter sarà simile all'Italia. 

 

Io ho gareggiato per un po' in quello regionale. Esistono campionati regionali a cui partecipare, il primo passo sarebbe quello di acquisire la licenza Fik da un'associazione Aci ai tempi in cui l'ho richiesta io, ma ti conviene informarti, poi si, ricercare un'associazione kartistica che magari possa darti qualche supporto logistico e nella ricerca di sponsor.

Tieni conto che ti impelaghi però in spese esorbitanti, come dicevo tra gomme, motori, ricambi, iscrizioni, spostamenti, meccanico se ne vanno migliaia di euro a weekend. Da considerare inoltre che se inizi ad andar forte poi i particolari contano pure e questi hanno altre spese.
Purtroppo in italia per correre anche a questi livelli servono tanti soldi, ho avuto modo di parlare, come dicevo, con il campione italiano dell'epoca, un ragazzo ligure, molti anni fa e anche lui mi confermava che a fatica copriva le spese e spesso doveva rimetterci.

Divertiti e ti auguro di aver le possibilità di cimentarti più in alto possibile.

 

2 minuti fa, Kimired ha scritto:
20 minuti fa, L.Costigan ha scritto:

Chiedo perchè in Giappone probabilmente l'iter sarà simile all'Italia. 

 

 

Questo non te lo so dire ma in Italia purtroppo manca proprio il supporto. Altrove può andar meglio, devi informarti localmente.

Modificato da Kimired

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie @Kimired.
 

Vorrà dire che mi informerò dai gestori del kartodromo dopo la prossima gara. Si tratta comunque di un discorso che riguarda eventualmente il prossimo anno. Quest'anno ho come obiettivo imparare, sperando di vincere almeno una gara.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×