Jump to content
Zodiac

Nascar 2015

Recommended Posts

Chat... ti e' piaciuta o ti sei addormentato??? ahahahhahahahahahah penso che l'una escluda l'altra, o no? hi hi hi hi

 

comunque sono 136 punti da recuperare al gruppetto gilliland, whit e allgaier che sono in tre punti e occupano la 29esima, 30 e 31 posizione. con 10 gare alla fine vuol dire che se stai costantemente in top ten ci arrivi facile, condiderando che quel terzetto difficilmente supera la 20esima posizione. vietato fare 0, a sto punto i piazzamenti sono la regola... ma conosscendolo mica stara' calmo. anzi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non era un commento ironico. La gara era molto bella ma ho cominciato a vederla lunedì alle 22, quindi verso le 23.30 ero andato. Per fortuna la sveglia per l'antibiotico del bimbo alle 0.30 mi hanno consentito di guardare le ultime dieci tornate.

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' morto Herb Adcox, papà di Grant Adcox. Il padre aveva gestito una scuderia dal 1961 al 1989 schierando una vettura principalmente per il figlio fino all'incidente mortale di Atlanta nell'ultima gara del 1989 (dove vinse Earnhardt ma Rusty si tenne il titolo).

 

NOTIZIA BOMBA: Brian France si è schierato CONTRO la bandiera confederata e dice che vuole eliminarla dagli autodromi. E pensare che una volta le gare si chiamavano Dixie 500, Rebel 300 (a Darlington) e al vincitore veniva data la Confederata per festeggiare. Tagliare così con le radici è proprio deleterio per lo sport.

Share this post


Link to post
Share on other sites

tanto, l'hanno rovinata più che la f1 la nascar a mio avviso

Share this post


Link to post
Share on other sites

certo che queto France e' proprio un co.....!!! invece di risolvere i problemi li complica e adesso si attacca alle bandiere confederate?? fnno piu' danni la chase, la sua formula e il sistema di punteggio che quelle bandiere!! idiota!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Jimmie Johnson "shocked Dillon is even alive" after Daytona crash

Jimmie Johnson admitted he thought Austin Dillon had been killed in the huge accident at the end of the Daytona NASCAR Sprint Cup race.

 

http://www.autosport.com/news/report.php/id/119875

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

questo incidente e gli altri monopolizzano tutta la cronaca della gara... ma vi prego, ridatemi gli odiati tanden e togliete la gita fuori porta

Share this post


Link to post
Share on other sites

prima o poi quallcuno finirà di là, ed allora saranno ca**i per la nascar...

 

l'ho vista ora la gara e devo dire che se in futuro qualcuno và col muso dritto verso quelle barriere le possibilità di contenimento sarebbero minori, dillon qua è andato abbastanza col fondo

 

in questo caso mi è sembrato abbastanza fuori luogo la "spinta" di harvick, abbastanza stupido

Edited by sterla

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pazzesco l'incidente di Dillon, da oltre 200 miglia orarie a zero contro pali e cavi d'acciaio, l'ultimo che ha subito una decelarazione simile a daytona, sempre sulla numero 3 è passato a miglior vita.. Motore e trasmissione sono addirittura finiti nel prato interno..

 

Ritornando alla gara sono sempre più convinto che il pacchetto tecnico di questanno abbia peggiorato notevolmente le gare su superspeedway. Chi è davanti riesce a bloccare chiunque altro con estrema facilità, le auto sono piuttosto nervose e spesso finisco in testacoda senza che nemmeno vengano toccate da altri, solo per l'effetto aerodinamico.

Poi nonostante i rain delay lo spettacolo e i colpi di scena sono arrivati, ma se avessi voluto vedere un vero demolition derby non mi sarei messo a guardare la coke zero 400.

Poi complimenti a Jr. che (insieme a JJ) è stato velocissimo dal primo all'ultimo giro.

Complessivamente gara più bella di Telladega (il serpentone singolo di auto fino alla fine è un'oscenità), ma comunque inferiore alle gare degli anni precedenti.

Ritorno su NBC positivo, anche se io preferisco sempre Fox, hanno fatto comunque un ottimo lavoro. Anche se non ho capito perchè dicevano tanto gara "commercial free" ovvero senza pubblicità, quando di spot ne hanno comunque mandati in onda un buon numero (meno rispetto a fox ma sempre più di zero).

Share this post


Link to post
Share on other sites

prima o poi quallcuno finirà di là, ed allora saranno ca**i per la nascar...

 

l'ho vista ora la gara e devo dire che se in futuro qualcuno và col muso dritto verso quelle barriere le possibilità di contenimento sarebbero minori, dillon qua è andato abbastanza col fondo

 

in questo caso mi è sembrato abbastanza fuori luogo la "spinta" di harvick, abbastanza stupido

 

una bomba contro le reti

 

https://www.youtube.com/watch?v=NMlFQc-BJDQ

Share this post


Link to post
Share on other sites

oh shit!! ma non avevo visto che a carambola ferma arriva Kes a sbocciare!!

comunque la forza G della morte di Earnhrdt e' stata decisamente inferiore a questa, sapete gia' come la penso...

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me questo tipo di regolamento tecnico per le gare in superspeedway piace perchè consente a chi è davanti di difendersi mentre con i tandem le gare erano quasi dei sorteggi a vedere chi vince. Le vetture sono nervose e portarle a fine gara senza botte è difficile. Il problema secondo me sono i piloti. Molto spesso vedo delle entrate a vita o morte a metà gruppo. La toccata di Harvick a Hamlin a venti metri dal traguardo a cosa serviva? Voleva arrivare terzo invece di quarto?

Fino agli anni '90 il regolamento era simile ma non c'erano tutte queste carambole da morire sul traguardo.

Per quanto riguarda le reti, hanno fatto il loro lavoro, contenendo la vettura in pista. Il problema delle reti (problema storico, vedi Allison, Petty, Krosnoff, Bodine, Brack, Wheldon e Larson) è che invece di esserci un singolo impatto su una superficie estesa, ci sono centinaia di impatti su superfici molto piccole (quindi con pressioni molto alte) che distruggono la vettura. La cosa più impressionante dell'impatto di Dillon è che la vettura è passata da 320 kmh a 0 in un istante. La decelerazione è stata terribile ma si vede che gli organi passivi di sicurezza hanno fatto il loro lavoro. Il colpo di grazia di Keselowski poteva essere terribile in caso di ferite.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

A me questo tipo di regolamento tecnico per le gare in superspeedway piace perchè consente a chi è davanti di difendersi mentre con i tandem le gare erano quasi dei sorteggi a vedere chi vince. Le vetture sono nervose e portarle a fine gara senza botte è difficile. Il problema secondo me sono i piloti. Molto spesso vedo delle entrate a vita o morte a metà gruppo. La toccata di Harvick a Hamlin a venti metri dal traguardo a cosa serviva? Voleva arrivare terzo invece di quarto?

 

Fino agli anni '90 il regolamento era simile ma non c'erano tutte queste carambole da morire sul traguardo.

 

E' vero che questo format della chase spinge i piloti a tentare il tutto per tutto, ma negli anni precedenti (mi sembra che i tandem non ci siano più da 3 anni) le auto erano molto più guidabili nel draft e non era così facile bloccare le file di inseguitori, quest'anno (probabilmente a causa della riduzione delle appendici aerodinamiche) se sei davanti basta un pochino di zig zag e gli altri posono solo accodarsi e come se non bastasse avvicinarsi ad uno degli angoli posteriori della vettura davanti ne disturba così tanto l'aerodinamica da fare perdere quasi sempre il controllo al pilota.. a me così non piace molto, preferivo le gare 2013/2014 o anche i tandem piuttosto

Share this post


Link to post
Share on other sites

e' quello che dicevo, non ho detto che i tandem mi piacevano, ma in corfronto a sto schifo almeno vedevo qualcuno che superava... non so come si possa risolvere il problema perché non sono un tecnico, ma cosi' ragazzi e' una pena. Chat dici che il problema sono i piloti, per forza si sentono impotenti e sclerano dando la toccata, altrimenti come passi???

Share this post


Link to post
Share on other sites

apperò il joe gibbs...

 

mentre nota negativa a mio parere: kyle larson, arrivato come fenomeno lo scorso anno, dopo una grande seconda parte di stagione 2014, è piombato nell'anonimato, in classifica surclassato da mcmurray...

forse il problema della #42 non era montoya no? ma una squadra assolutamente non di livello in un team che comunque non è certo tra i migliori della nascar

Share this post


Link to post
Share on other sites

e sono dueeeee!!! perdonatemi lo sfogo ma le media gare vinte e' superiore a quella di JJ!! hi hi hi

 

pero' notavo... hanno dimezzato il carico da questa gara e il team hendrick e' scomparso e Junior ha ricominciato ad andare a muro!! (dai Chat, passamela). e comunque si sono visti incroci di traettoria che non si vedevano da tempo, sorpassi e controsorpassi!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche voi come me, vedendo la gara vi siete immaginati Joe Gibbs e Roger Penske seduti ad un tavolo a preparare il nuovo pacchetto aerodinamico con facce diaboliche? :lol2::lol2::lol2: Anche se propabilmente il fatto che le 6 vetture dei due team abbiano monopolizzato le prime 6 posizioni è legato ad un altro dato, cioè che negli ultimi 4 anni (questo è il quinto) a vincere in Kentucky è sempre stata una vettura Gibs o Penske..

 

La gara mi è piaciuta, ma il pacchetto aerodinamico non mi ha completamente convinto, si è vero le auto sembrano più guidabili e c'è più show, ma i sorpassi come quello di Gordon su Larson mi sembrano quasi scorretti e mi ricordano troppo il drs della F1. Inoltre la minore downforce sulle vetture ha portato ad uno sforzo molto maggiore sull'impianto frenante che è arrivato a cedere nel caso di Junior o a problemi alle gomme in tanti altri. Secondo me bisogna lavorarci ancora un pò, vedremo alla prossima occasione. In New Hampshire però torna il pacchetto normale vero?

Edited by simoRR

Share this post


Link to post
Share on other sites

×