Jump to content
Beyond

McLaren-Honda MP4-30

Recommended Posts

Ho un amico che vive a Chiba da 16 anni, al secondo matrimonio con la seconda Giappo.

La mia morosa ha seguito il commerciale estero per una grande multinazionale per qualche anno, faceva Inghilterra e Giappone.

Entrambi mi hanno sempre confermato che il Giappone è un altro pianeta, nel bene e nel male, non è facile giudicarli, e non è facile lavorarci assieme, ma hanno un senso dell'onore che, in Italia, farebbe stragi di suicidi a seguito di dimissioni.

L'unica garanzia è che il loro impegno sarà al massimo possibile, e se andrà male i responsabili pagheranno.

Sono un popolo introverso, complessato, decisamente fuori dagli schemi, ma da certi punti di vista avremmo molto da imparare da loro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Arai: “Personalmente sono convinto delle nostre chance di raggiungere Williams, Ferrari e forse anche Mercedes entro fine campionato"

 

 

Mah... o sono pazzo io o è pazzo lui.

 

 

Nessuno dei due, è la mentalità giapponese ad essere così, non ti diranno mai qualcosa di negativo, piuttosto la sparano grossa pur di dimostrare di avere tutto sotto controllo.

 

 

Ah ho capito... ora comprendo cosa intendesse Boullier quando diceva che stanno avendo problemi di differenza culturale...

Evidentemente parlava di problemi analoghi a quelli che sto avendo io nel comprendere Arai... :asd:

 

ps: comunque, tra l'onere di dire qualcosa di negativo e lo sparare grosso c'è una terza possibilità: tacere :asd:

Edited by Kimired

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

 

Nessuno dei due, è la mentalità giapponese ad essere così, non ti diranno mai qualcosa di negativo, piuttosto la sparano grossa pur di dimostrare di avere tutto sotto controllo.

 

 

Ah ho capito... ora comprendo cosa intendesse Boullier quando diceva che stanno avendo problemi di differenza culturale...

Evidentemente parlava di problemi analoghi a quelli che sto avendo io nel comprendere Arai... :asd:

 

 

 

Ho recentemente letto qualcosa sulla cultura orientale...Se tu gli fai una proposta, loro non ti diranno mai no, ci girano intorno e cercano di fartelo capire, ma non sentirai mai niente di negativo uscire dalla loro bocca...Infatti noi non gli stiamo particolarmente simpatici, perché siamo troppo diretti :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma nessuno gli aveva fato una domanda :asd: ...
A volte quando non si vuole dire qualcosa, basta non dirla :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di sicuro non è andato da Autosport e sparlare, evidentemente qualcuno gli ha chiesto qualcosa :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi, ma non facciamo un dramma sulle differenze culturali, un po' di tolleranza ed apertura verso l'ignoto, che diamine! (:asd:)

Alla fine (magari anche prima) veniamo tutti giudicati per i risultati, soprattutto i tecnici in F1. Chi sbaglia paga, sia che parli o che non lo faccia; sia che risponda diplomaticamente dicendo mezze verità o che dica sempre risposte dirette (magari mentendo comunque :yes::lol2: )...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho un amico che vive a Chiba da 16 anni, al secondo matrimonio con la seconda Giappo.

La mia morosa ha seguito il commerciale estero per una grande multinazionale per qualche anno, faceva Inghilterra e Giappone.

Entrambi mi hanno sempre confermato che il Giappone è un altro pianeta, nel bene e nel male, non è facile giudicarli, e non è facile lavorarci assieme, ma hanno un senso dell'onore che, in Italia, farebbe stragi di suicidi a seguito di dimissioni.

L'unica garanzia è che il loro impegno sarà al massimo possibile, e se andrà male i responsabili pagheranno.

Sono un popolo introverso, complessato, decisamente fuori dagli schemi, ma da certi punti di vista avremmo molto da imparare da loro.

 

Questo è sicuro, ma è evidente che non basta visto il risultato pietoso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono scioccato.

 

per la battuta di king? :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo te? :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

non capisco; riferito alla "poetica del dire di no" parlando degli giapponesi... ma a cosa devono dire di no in questo caso?? ... sono loro che si sono fatti avanti per tornare a vincere. :asd: Si dicono no da soli? A gratis?

 

---Hello?!? ...pronto pronto siamo della McLaren, allora quando ce lo mandate il motore aggiornato?

---no

---scusi non ho capito

---ho detto no

---Ma non state lavorando al motore che vi avrebbe fatto tornare a dominare tra i motoristi??

---no

---...domanda di riserva...di che segno zodiacale sei?

---no

---ma allora ho sbagliato numero?

---no no

 

da come la state mettendo sembra che le cose tra loro vadano così :asd: e non penso minimamente sia questo lo spirito.

 

Edited by Pneumatico Usurato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma l'hai capito almeno il discorso? Il mio era un esempio sulla cultura giappo in generale!

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche i distributori di mutande usate e i porno coi pixel. Però di sicuro la cultura non riguarda i problemi Honda - McLaren. (anche perchè, negli anni gloriosi famosi il problema analogo non c'era?)

 

la verità è che hanno messo in cantiere un progetto così ambizioso e poco conservativo che: o va o non va.... per adesso non va. Poi per mimetizzare Boullier ha parlato di problemi culturali ma è solo cortina fumogena come al solito.

 

anche perchè per analogia parallela se dovessimo parlare di come sono gli Italiani per giustificare quando la Ferrari va male, allora si tirerebbero fuori la corruzione e la malasanità, nonchè il fatto di falsificare il 70% delle banconote europee e di avere un debito stratosferico... ma che c'entra coi motori? :asd:

Edited by Pneumatico Usurato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bullier è più sano di mente di Arai e dice in sintesi che arrivare dietro la Williams a fine anno sarebbe ottimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche i distributori di mutande usate e i porno coi pixel. Però di sicuro la cultura non riguarda i problemi Honda - McLaren. (anche perchè, negli anni gloriosi famosi il problema analogo non c'era?)

 

la verità è che hanno messo in cantiere un progetto così ambizioso e poco conservativo che: o va o non va.... per adesso non va. Poi per mimetizzare Boullier ha parlato di problemi culturali ma è solo cortina fumogena come al solito.

 

anche perchè per analogia parallela se dovessimo parlare di come sono gli Italiani per giustificare quando la Ferrari va male, allora si tirerebbero fuori la corruzione e la malasanità, nonchè il fatto di falsificare il 70% delle banconote europee e di avere un debito stratosferico... ma che c'entra coi motori? :asd:

 

Per problemi culturali intende cose tipo che i tecnici Honda durante i test per montare la PU impiegavano il triplo del tempo perchè ogni volta che serviva anche un meccanico McLaren c'era qualche incomprensione. :asd:

 

Se non sbaglio a Jerez il secondo giorno impiegarono 7 ore per smontare e rimontare una PU, ora l'hanno fatto tra FP3 e qualifiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per problemi culturali intende cose tipo che i tecnici Honda durante i test per montare la PU impiegavano il triplo del tempo perchè ogni volta che serviva anche un meccanico McLaren c'era qualche incomprensione. :asd:

 

Se non sbaglio a Jerez il secondo giorno impiegarono 7 ore per smontare e rimontare una PU, ora l'hanno fatto tra FP3 e qualifiche.

 

 

...però allora come facevano negli anni d'oro ad andare così bene?

(che nemmeno c'erano internet, smartphone ed email ad abbattere ogni frontiera e rendere tutto e tutti più vicini come oggi)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

A Suzuka McLaren può arrivare al podio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Per problemi culturali intende cose tipo che i tecnici Honda durante i test per montare la PU impiegavano il triplo del tempo perchè ogni volta che serviva anche un meccanico McLaren c'era qualche incomprensione. :asd:

 

Se non sbaglio a Jerez il secondo giorno impiegarono 7 ore per smontare e rimontare una PU, ora l'hanno fatto tra FP3 e qualifiche.

 

 

...però allora come facevano negli anni d'oro ad andare così bene?

(che nemmeno c'erano internet, smartphone ed email ad abbattere ogni frontiera e rendere tutto e tutti più vicini come oggi)

 

 

 

Il livello della F1 si è solo "leggermente" alzato eh.

 

 

 

 

http://www.f1analisitecnica.com/2015/05/test-barcellona-i-team-hanno-lavorato.html

 

 

I 9 tokens verranno usati tutti insieme per Monza.

Edited by joseki

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

...però allora come facevano negli anni d'oro ad andare così bene?

(che nemmeno c'erano internet, smartphone ed email ad abbattere ogni frontiera e rendere tutto e tutti più vicini come oggi)

 

 

 

Il livello della F1 si è solo "leggermente" alzato eh.

 

 

su questo concordo al 100%, ma non era la mia domanda.

Il senso della mia frase (si poteva leggere in due modi) era che intendevo dire: come facevano a capirsi così bene senza incorrere in "problemi culturali" ?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Erano altri tempi, Honda si occupava del motore e McLaren ci faceva la macchina intorno, ora il motore e la macchina partono intorno allo stesso foglio bianco. E per quanto riguarda le operazioni in pista con i test liberi si arrivava comunque preparati all'inizio della stagione, quest'anno con 12 giorni di test i meccanici hanno avuto troppo poco tempo. In ogni caso comunque a questo punto della stagione problemi di questo tipo saranno solamente in fabbrica.

 

In un intervista comunque Dennis disse che già nel 88 spesso i Giapponesi usavano cambiare il motore senza che la McLaren sapesse niente e spesso per questo si creò qualche tensione, ovviamente poi quando fai 15 vittorie su 16 gare ci passi volentieri sopra. :asd:

Edited by joseki

Share this post


Link to post
Share on other sites

Erano altri tempi, Honda si occupava del motore e McLaren ci faceva la macchina intorno, ora il motore e la macchina partono intorno allo stesso foglio bianco. E per quanto riguarda le operazioni in pista con i test liberi si arrivava comunque preparati all'inizio della stagione, quest'anno con 12 giorni di test i meccanici hanno avuto troppo poco tempo. In ogni caso comunque a questo punto della stagione problemi di questo tipo saranno solamente in fabbrica.

 

provo a fare fastidiosamente l'avvocato del diavolo: e allora come facevano l'anno scorso team come Force India, Lotus, Toro Rosso e la stessa McLaren a montare delle p.u. fabbricate esternamente, di filosofia molto diversa dai v8 e mai vista prima, e di cui hanno dovuto disegnare il telaio separatamente per forza di cose essendo dei semplici clienti, ad andare (a modo loro per i loro standard di obiettivo in griglia e per i loro mezzi economici) decentemente, senza tutti questi problemi di affidabilità col motore o di interfacciamento con i telai, fin dalla prima gara?

 

la risposta che continua a venirmi in mente è qui che stanno provando (anche per ammissione loro, mica solo immaginazione mia) un progetto molto "alternativo", ma i nodi al pettine sono molti, forse anche inaspettati. Una sorta di scommessa azzardata finita male.

Edited by Pneumatico Usurato

Share this post


Link to post
Share on other sites

×