Jump to content
The frog

Notizie varie 2015

Recommended Posts

...comunque una 458 Italia come safety car farebbe di sicuro una figura migliore :whistle::whistle:

 

Io preferirei una FF. Ma io sono "strano".

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

...comunque una 458 Italia come safety car farebbe di sicuro una figura migliore :whistle::whistle:

 

Io preferirei una FF. Ma io sono "strano".

 

 

 

Per niente strano, sono sulla stessa lunghezza d'onda, trovo la FF qualcosa di devastante per il mio cuore e sbavo al solo pensiero che possa essere la SC.

 

Vai con la Novitec Rosso: :blush2:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

L’incidente di Bianchi fa cambiare gli orari Le gare extra-europee partiranno un'ora prima del 2014

bianchi_orari_gp_fia_2015.jpg
Jules Bianchi, Marussia

L’incidente occorso a Jules Bianchi lo scorso mese di ottobre a Suzuka avrebbe convinto la FIA a rivedere gli orari di partenza dei gran premi.

Se infatti gli ultimi anni hanno visto Bernie Ecclestone fare in modo di accomodare gli start degli appuntamenti extra-eureopei alle esigenze dei fan del Vecchio Contiente e soprattutto della televisione, il tragico evento, tra le cui concause in molti indicano proprio la luce poco favorevole, avrebbe portato la Federazione ad un ripensamento.

Ecco che dunque in un documento realizzato dal Formula One Management sarebbe indicato che nel 2015 le gare di Australia, Malesia, Russia, Cina e Giappone partiranno un’ora in anticipo rispetto al passato.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo AMuS (quindi tenete conto che sono rumors) Mercedes avrebbe deciso di cambiare la propria linea sullo sviluppo portando subito il motore 2015 e spendendo 26 crediti. Renault ne avrebbe usati 25 e Ferrari 20. Mercedes avrebbe deciso questo cambio subito dopo l'aiuto dato dalla FIA alla Honda, alla quale così rimarrebbero 8 crediti.

 

Considerazioni: plausibile l'atteggiamento Mercedes, meno il numero dei crediti spesi, soprattutto per Renault (sembrava che li avessero già usati tutti) e Ferrari, anche se mi riservo dei dubbi. Dubbi che potrebbero confermare da una parte la non sicurezza sulla strada da intraprendere nello sviluppo della PU, dall'altra la conferma che la scuderia di Maranello punti a uno sviluppo maggiore durante l'anno, magari osservando le soluzioni altrui,

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aggiungo una considerazione finale per Ferrari nel caso il rumor fosse realistico. E se avessero modificato solo la parte ibrida? O in maggior parte quella in attesa di ulteriori modifiche al motore termico durante la stagione?

Share this post


Link to post
Share on other sites

spendere tutto in tokens subito, è uno schiaffo morale soprattutto per la Honda (e per gli altri 2). E' come dirgli: "siamo sicuri del nostro progetto da subito senza lagnarci quindi rinunciando a modifiche successive, come insistevamo da tempo, cioè no modifiche per tutti" tipico dei Tedeschi (che su questo ammiro immensamente)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse la scelta della Ferrari è frutto di un gruppo di lavoro non ancora al 100 % e che ha "spalmato" i vari step di evoluzione durante l'anno, per aver maggior tempo di valutazione della bontà di essi, prima di renderli operativi ufficialmente (e non poter più cambiare). Se vogliamo, ci vanno con i piedi di piombo, prima di effettuare scelte strategiche strampalate (o completamente sballate) come in preparazione alla scorsa stagione.

 

La Mercedes invece - sicura (giustamente) dei propri mezzi e delle proprie soluzioni - forse ha agito anche tatticamente, per lasciare meno raggio d'azione alla Honda, avversario che - con Alonso e Button - probabilmente non è da sottovalutare...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fa bene la Mercedes, se è sicura dei propri mezzi meglio fare all in nelle prime gare che poi chi lo sa cosa succede nel corso del campionato

 

Giusta l'anticipazione delle gare asiatiche, era ora.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Voglio ribadire che sono dei rumor ;) E sono d'accordissimo, dato che non mi ero ancora espresso sull'argomento, sull'azione intrapresa per anticipare l'orario d'inizio dei GP.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quoto crucco.

Se il rumor fosse vero è una notizia che mi sorprenderebbe relativamente comunque, Mercedes cerca di limitare Honda che è un competitor temibile per il futuro, ha ambizione, fondi illimitati, il miglior pilota in pista e probabilmente uno dei miglior collaudatori della griglia che è Button.

Questa mossa di Mercedes può limitare quello che può essere una crescita rapida (per quel che si può) da parte di Honda, d'altra parte son tedeschi, non prendono sotto gamba niente, neanche se hanno 30 secondi di vantaggio a GP..

 

Ferrari a mio avviso invece cerca di spalmare lo sviluppo su tutta la stagione, per avere maggior probabilità di crescita (grazie a maggior conoscenza e km in pista) e per avere riscontri importanti soprattutto da Vettel, che sarà il pilota di punta nei prossimi anni.. Giustissimo a mio avviso. Se si lavora bene in questo 2015 credo che per il 2016 potremmo toglierci delle soddisfazioni.

 

Per Renault stesso discorso, trovo plausibilissimo che risparmino dei gettoni anche loro. Possono permettersi di non avere "cartucce" (gettoni) da sparare durante la stagione?

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://f1grandprix.motorionline.com/lauda-dobbiamo-tornare-ai-mille-cavalli/

 

 

Prova a chiedere a bianchi se sono facili da guidare! magari trova la forza di risponderti!

Proviamo a dare ai piloti macchine veramente guidabili così magari invece che concentrarsi sul tenerle in strada possono pensare a lottare tra di loro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://f1grandprix.motorionline.com/lauda-dobbiamo-tornare-ai-mille-cavalli/

 

 

Prova a chiedere a bianchi se sono facili da guidare! magari trova la forza di risponderti!

Proviamo a dare ai piloti macchine veramente guidabili così magari invece che concentrarsi sul tenerle in strada possono pensare a lottare tra di loro.

Ma proprio perchè non sono concentrati a tenere in strada la macchina che non c'e azione in pista

Il pilota è appunto un pilota, non un ferrotranviere che deve guidare sui binari. La F1 sta perdendo appeal proprio per questo, le macchine sono facili da guidare e quindi:

 

- sono tutti in fila, pochi errori, dopo pochi giri ci si attesta nella posizione che si tiene fino alla fine.

- entrano cani, porci, bambini senza esperienza e bolliti con un po' di soldi.

- la gente si annoia a vedere le auto che a momenti non si scompongono nemmeno quando vanno sull'erba.

 

Se ci fossero auto difficili sarebbe tutto più eccitante, il livello dei piloti tenderebbe ad essere livellato verso l'alto dato che tra un pagante incapace che porta 0 punti e un pilota esperto e capace di arrivare a punti e portare un premio maggiore a fine anno, solo qualche demente punterebbe su un Glock qualsiasi. Il pubblico vuole saltare sul divano per i controlli dei piloti, o per sorpassi al limite, non per il drs o macchine perfette che percorrono affiancate una curva, come se nulla fosse. Molti sorpassi di oggi sembrano meno spettacolari perchè le macchine sono palesemente incollate a terra, basta avere quella più veloce, si vedessero macchine difficili da tenere in pista allora magari si apprezzerebbero meglio e sarebbe sicuramente entusiasmante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Maurizio Arrivabene – “Ho letto le parole dell’amico Niki: lui è il primo della classe, io quello seduto nei banchi in quarta fila…”. Maurizio Arrivabene riprende su www.ferrari.com il tema delle parole di Niki Lauda, che si era dichiarato pronto a una F1 rivoluzionata nei contenuti tecnici, da qui a un paio d’anni, in favore dello spettacolo. “Condivido con Niki l’esigenza di spettacolarizzare la Formula 1: penso che il rischio da lui evocato di perdere tifosi sia, purtroppo, già una realtà. Anch’io nel 2017 vorrei vedere monoposto che conquistino gli appassionati, più vicine alla gente, esteticamente più belle, magari con un sound in grado di far venire i capelli dritti ad un gruppo di heavy metal: come ai tempi in cui Niki era un pilota e io un appassionato tifoso con tanto di biglietto prato…Credo però che per tutto questo sia necessaria una vera rivoluzione e non una semplice evoluzione: servono cambiamenti significativi e radicali. Mi riferisco a più potenza, più velocità, non necessariamente utilizzando serbatoi più grandi, ma certamente operando una riduzione di costi su quelle componenti che, per il pubblico, sono di scarso interesse”.

“Essere più vicini alla gente, inoltre, significa portare la F.1 tra la gente, magari tenendo la conferenza stampa FIA e la presentazione di piloti e squadra al giovedì prima dei GP in ambienti pubblici e non nei circuiti. Le città che ospitano le gare potrebbero, così, diventare lo scenario per la presentazione di piloti e vetture, creando un evento. Sostengo da tempo che i veri concorrenti della F.1, intesa come spettacolo, oggi siano le varie forme di intrattenimento e, non ultimi, i contenuti offerti dalla rete, compresi i videogiochi a tema. Dipende da noi offrire uno sport migliore, scaricando al più presto il nuovo format della F.1: quanto siamo intenzionati a farlo?

So che non è prassi né consuetudine, ma un sondaggio globale in rete e attraverso i fruitori delle TV ci darebbe veramente un’idea di ciò che vuole la gente: del resto, anche nel settore dello sport entertainment, dovrebbero essere i trend della domanda a guidare l’offerta”.

23rd gennaio, 2015

 

 

concordo in toto...

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

http://f1grandprix.motorionline.com/lauda-dobbiamo-tornare-ai-mille-cavalli/

 

 

Prova a chiedere a bianchi se sono facili da guidare! magari trova la forza di risponderti!

Proviamo a dare ai piloti macchine veramente guidabili così magari invece che concentrarsi sul tenerle in strada possono pensare a lottare tra di loro.

Ma proprio perchè non sono concentrati a tenere in strada la macchina che non c'e azione in pista

Il pilota è appunto un pilota, non un ferrotranviere che deve guidare sui binari. La F1 sta perdendo appeal proprio per questo, le macchine sono facili da guidare e quindi:

 

- sono tutti in fila, pochi errori, dopo pochi giri ci si attesta nella posizione che si tiene fino alla fine.

- entrano cani, porci, bambini senza esperienza e bolliti con un po' di soldi.

- la gente si annoia a vedere le auto che a momenti non si scompongono nemmeno quando vanno sull'erba.

 

Se ci fossero auto difficili sarebbe tutto più eccitante, il livello dei piloti tenderebbe ad essere livellato verso l'alto dato che tra un pagante incapace che porta 0 punti e un pilota esperto e capace di arrivare a punti e portare un premio maggiore a fine anno, solo qualche demente punterebbe su un Glock qualsiasi. Il pubblico vuole saltare sul divano per i controlli dei piloti, o per sorpassi al limite, non per il drs o macchine perfette che percorrono affiancate una curva, come se nulla fosse. Molti sorpassi di oggi sembrano meno spettacolari perchè le macchine sono palesemente incollate a terra, basta avere quella più veloce, si vedessero macchine difficili da tenere in pista allora magari si apprezzerebbero meglio e sarebbe sicuramente entusiasmante.

 

 

ma ame sembra molto meglio che 10 anni fa.....allora si che andavano sui binari.... e poke emozioni....

 

certo non si puo tornare indietro agl ianni 80.... gia i primi 90... cn lavanzare di tecnica e areodinamica si era già perso molto delle battaglie e scodate varie....

ma è questa la tecnica....l areodinamica vuole una macchina piatta per essere piu perfromante..... il pilota vuole una macchina precisa per dare il massimo.....per arrivare al limite.... una formula di macchine da 1000 cavall ie piu ma incontrollabili... non so se sarebbe vera F1....

Edited by nko

Share this post


Link to post
Share on other sites

×