Jump to content

Recommended Posts

Audi Sport Italia promuove Zonzini in EuroV8 Series

 

Come si dice: l’appetito vien mangiando. Raddoppia l’impegno di Emanuele Zonzini:parallelamente al suo programma con la Audi R8 LMS ultra nel Campionato Italiano Gran Turismo (nel quale ha già ottenuto una vittoria, in coppia con Dindo Capello, in occasione dell’appuntamento d’apertura sulla pista Misano), il pilota sammarinese prenderà parte, con i colori di Audi Sport Italia, a tutte le restanti gare dell’EuroV8 Series a partire dalla tappa diBrno che andrà in scena dal 20 al 22 giugno.

In Repubblica Ceca, Zonzini guiderà infatti una delle tre RS5 ufficiali, subentrando di fatto aDavide Stancheris. Un debutto che verrà preceduto da uno shakedown programmato sulCircuito Tazio Nuvolari di Pavia. Una vera e propria promozione sul campo per il pilota della Repubblica del Titano chiamato da Audi Sport Italia a guidare la vettura ufficiale come compagno di squadra Tomas Kostka (che sulla pista di Brno, gioca praticamente in casa) e dell’ex rallista Ermanno Dionisio.

 

Emanuele Zonzini entra in scena in un campionato che vede attualmente al comando laMercedes con Nicola Baldan, seguita a 12 lunghezze proprio dall’Audi Rs5 di Kostka, mentre nella classifica riservata ai team capeggiata dal team BMW Dinamic, Audi Sport Italia occupa il secondo posto a 11 punti dalla vetta. Dopo la trasferta nella Repubblica Ceca, la serie Euro V8, nata dalle ceneri della Superstars, si concluderà con le sfide al Sachsenring e aHockenheim.

 

http://www.****/magazine/38997/audi-sport-italia-promuove-emanuele-zonzini-in-eurov8-series?utm_source=dlvr.it&utm_medium=facebook

 

38997_audi_sport_italia_promuove_zonzini

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quattro brand diversi in lotta al vertice a Brno

 

Tutto pronto per il weekend di Brno, quarto appuntamento della EuroV8 Series, che si presenta questo fine settimana sul tracciato ceco con un nuovo leader: Nicola Baldan (Mercedes C63 AMG Coupé - R.R.T.).

Oltre alle vettura della Stella a tre punte del pilota veneto (tre secondi posti ed una vittoria al proprio debutto nella serie internazionale), sono attese sullo schieramento anche le RS5 del team Audi Sport Italia, che potrà contare sul driver locale Tomas Kostka (secondo in campionato), Ermanno Dionisio ed il giovane esordiente Emanuele Zonzini. Quest’ultimo, proprio nella giornata di oggi, ha potuto saggiare per la prima volta la vettura della squadra di Novara per un primo shakedown presso il circuito “Tazio Nuvolari”.

 

A non mancare saranno anche le M3 E92 del Team BMW Dinamic, che potrà contare nuovamente sull’esperienza e la determinazione dei propri piloti, tra cui figura Niccolò Mercatali, vincitore nell’appuntamento di casa del Mugello e terzo assoluto a sole due lunghezze da Kostka. Pronti a tenere alti i colori della compagine reggiana anche Max Mugelli, reduce da un’ottima performance in terra toscana e Maurizio Copetti, in costante crescita nella serie promossa dalla FG Group.

 

Sotto i riflettori la Chevrolet Camaro di Francesco Sini, il quale dopo l’incidente di Gara 2 delMugello avrà a disposizione una vettura completamente rigenerata. Presente anche la Caal Racing con due Mercedes C63 AMG, la prima affidata a Diego Romanini, mentre nei prossimi giorni verrà svelato il nome del secondo alfiere della squadra umbra. Vettura gemella anche per Nico Caldarola, che vestirà nuovamente il doppio ruolo di team manager e pilota per la R.R.T.

 

Da segnalare anche il rientro dell’ex F1 Giovanni Lavaggi al volante della Lexus ISF della MRT by Nocentini, assente nella precedente gara del Mugello.

 

http://www.****/magazine/39006/eurov8-series-quattro-brand-diversi-in-lotta-al-vertice-a-brno

 

39006_quattro_brand_diversi_in_lotta_al_

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Francesco Sini vuole riscattarsi a Brno

 

Parte da Brno, in Repubblica Ceca, il girone di ritorno dell'EuroV8 Series e la Solaris Motorsport punta a continuare l'ottima prima parte di stagione che l'ha vista salire sul podio ben 6 volte in 6 gare, conquistando anche la vittoria in gara 1 a Vallelunga con la Chevrolet Camaro di Francesco Sini. Proprio la muscle car americana sarà nuovamente protagonista del weekend ceco, decisa a rifarsi dopo la sfortunata uscita di pista del Mugello che aveva costretto "Ringhio" ad abdicare la leadership della classifica piloti. L'obiettivo dichiarato di team e pilota è ritornare in testa alla serie puntando alla vittoria nelle gare.

"Siamo decisamente carichi per questo weekend! Dopo il Mugello abbiamo tanta voglia di riscattarci per lottare ancora per il titolo! In queste ultime settimane abbiamo lavorato senza sosta per risistemare la Camaro, un grande sforzo da parte dei miei meccanici che spero di poter ripagare con un’importante vittoria! Sarebbe bello tornare al comando della classifica per le ferie estive" ha commentato Sini prima di partire per la Repubblica Ceca. La Camaro aveva già ben figurato su questa pista lo scorso anno, quando il secondo posto in gara sfumò a causa di un contatto che non oscurò però le ottime perfomance messe in pista. Questa volta la "Principessa", così viene soprannominata dal team la vettura americana, potrà correre completamente scarica da ogni zavorra, un buon vantaggio che dovrà comunque scontrarsi con l'idolo di casa Tomas Kostka e le sempre temibili Mercedes e BMW.

 

Dopo il crash di gara 2 al Mugello, nelle ultime tre settimane i tecnici della Solaris Motorsporthanno lavorato giorno e notte contro il tempo per ricostruire la Camaro, uscita piuttosto malconcia dalla tappa toscana. Un lavoro e una dedizione che non sono passati inosservati agli occhi di Roberto Sini, Team Principal della squadra, che ha voluto così ringraziare i suoi uomini: "I ragazzi hanno fatto un lavoro straordinario, si sono impegnati senza sosta per giorni e hanno ultimato la vettura giusto in tempo per partire per Brno. Purtroppo i pezzi di ricambio dovevano arrivare dagli USA e questo ha ulteriormente allungato i tempi, ma i nostri tecnici sono stati capaci di fare un piccolo miracolo! E' grazie a loro che ora possiamo scendere in pista e per ripagare tutti i loro sforzi dobbiamo puntare a tornare di nuovo in testa al campionato. Non ci dispiacerebbe affatto andare in Germania da primi della classe!".

 

Il week dell'EuroV8 Series sul tracciato di Brno inizierà sabato 21 giugno con le due sessioni di prove libere previste alle 9.45 e alle 13.15, mentre nel pomeriggio, alle 16.55, ci saranno le prove di qualificazione. Le due gare si disputeranno entrambe domenica 22 giugno: alle 10.00 ci sarà lo start di gara 1, mentre la seconda frazione inizierà alle ore 15.15. Entrambe potranno essere visibili in diretta streaming anche sul sito della squadra abruzzese - www.solarismotorsport.com - , mentre qualche giorno più tardi le gare verranno trasmesse anche in TV su Mediaset Italia 2 - canale 35 del digitale terrestre.

 

http://www.****/magazine/39079/eurov8-series-francesco-sini-vuole-riscattarsi-a-brno

 

39079_francesco_sini_vuole_riscattarsi_a

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

la livrea di Zonzini

 

10491269_575949102518533_795710334321433

Share this post


Link to post
Share on other sites

solo 12 auto..

 

nelle prove libere1 primo Mugelli e nelle seconde Kostka

Share this post


Link to post
Share on other sites

qualifiche

 

10489642_576468225799954_460948262604784

Share this post


Link to post
Share on other sites

Kostka si prende la pole nella gara di casa a Brno

 

La gara di casa ha sempre un valore particolare, e Tomas Kostka (Audi Sport Italia) non si è fatto mancare questa opportunità: sarà infatti la sua Audi RS5 a dettare il passo nello start lanciato di Gara 1 della EuroV8 Series a Brno grazie alla pole ottenuta con il tempo di 2'07"751, unico a scendere sotto il muro del 2'08".

Al suo fianco troverà la Mercedes C63 AMG Coupé del leader del campionato, Nicola Baldan (R.R.T.), che ha fermato il cronometro su 2'08"431, mentre a dividersi la seconda fila ci sarà l’Audi di Emanuele Zonzini, al suo debutto nella serie, e la Chevrolet Camaro di Francesco Sini (Solaris Motorsport).

 

Qualifiche più complicate per le BMW del Team BMW Dinamic, riuscite ad occupare dalla quinta alla settima posizione con, nell’ordine, Max Mugelli, Niccolò Mercatali e Maurizio Copetti, che avrà al suo fianco nella partenza lanciata l’Audi di Ermanno Dionisio. Quinta fila per Diego Romanini, con la Mercedes C63 della Caal Racing, e per Giovanni Lavaggi sullaLexus ISF della MRT, seguiti da Nico Caldarola e Giampiero Pindari, entrambi suMercedes.

 

Grazie alla pole Kostka accorcia di un punto il distacco in classifica da Baldan, portandolo ora a 11 lunghezze (96 contro 85), con Mercatali in terza posizione a quota 82. Il weekend di Brno sarà l’ultimo della stagione caratterizzato dalla doppia gara di 25’ + 1 giro: gli appuntamenti alSachsenring e all’Hockenheimring saranno infatti scanditi da una gara unica. Domani le due gare sono in programma alle 10.00 e alle 15.15.

 

http://www.****/magazine/39165/eurov8-series-kostka-si-prende-la-pole-nella-gara-di-casa-a-brno

 

39165_kostka_si_prende_la_pole_nella_gar

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

comunque andare a Brno e mettere lo speaker in autodromo italiano ha molto senso..

Share this post


Link to post
Share on other sites

gara1: 1°Kostka 2°Sini 3°Baldan

 

Kostka si impone in gara 1 e si avvicina alla vetta

 

Tomas Kostka non ha voluto deludere i suo fans intervenuti a tifarlo sul circuito di casa ed è così andato a conquistare con la RS5 di Audi Sport Italia la prima gara della giornata dellaEuroV8 Series sul tracciato di Brno, precedendo sul traguardo la Chevrolet Camaro di Francesco Sini (Solaris Motorsport) e la Mercedes C63 AMG Coupé di Nicola Baldan(R.R.T.).


Un risultato costruito nei primi due giri della gara: Kostka, che partiva dalla pole, nello start lanciato è stata scavalcato dalla Camaro di Sini e dalla C63 di Baldan, riuscendo a riconquistare la leadership nel corso della seconda tornata senza più lasciare il comando della gara. Alle sue spalle si è acceso il duello per le altre due posizioni del podio, con Baldan che ha tentato fino alla bandiera a scacchi di scavalcare la coupé americana di Sini.

Lotta in casa invece per le BMW M3 del Team BMW Dinamic, con Maurizio Copetti riuscito ad avere la meglio su Max Mugelli e Niccolò Mercatali. Settima ed ottava posizione, rispettivamente, per Ermanno Dionisio (Audi RS5) e Diego Romanini (Mercedes C63 AMG), che occuperanno così la prima file nello start di Gara 2, alle 15.15, con quest’ultimo che prenderà il via dalla pole.

Da segnalare la nona posizione di Giovanni Lavaggi con la Lexus ISF della MRT, mentre è stato costretto al ritiro nei primi metri Emanuele Zonzini, al suo debutto nel campionato, con il cambio della sua Audi rimasto in folle.

Grazie al successo, al giro veloce e alla pole di ieri Kostka ha ridotto ad appena due lunghezze il distacco in classifica da Baldan, ora 111 contro 113 punti, mentre Mercatali mantiene la terza posizione con 93 punti, ma Sini lo ha agganciato essendo salito a quota 91.

 

http://www.****/magazine/39199/eurov8-series-kostka-si-impone-in-gara-1-a-brno-e-si-avvicina-alla-vetta?utm_source=dlvr.it&utm_medium=facebook

 

39199_kostka_si_impone_in_gara_1_a_brno_

 

Edited by Mito Ferrari

Share this post


Link to post
Share on other sites

gara2 vinta da Sini davanti a Baldan e Mugelli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nicola Baldan incrementa il suo vantaggio a Brno http://www.****/magazine/39274/eurov8-series-nicola-baldan-incrementa-il-suo-vantaggio-a-brno

nel paddock di Brno c'er Maurer che potrebbe rientrare nel campionato

 

per il 2015: Flammini vuole riportare il nome Superstars;il calendario vedrà 10 eventi (una gara a week end) e si dovrebbe andare in Cina e Russia.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sini: "Una vittoria era impensabile dopo il Mugello"

 

Il quarto round dell'EuroV8 Series è stato il weekend della rinascita per la Solaris Motorsport, dopo il tremendo crash del Mugello che aveva provocato grossi danni alla Camaro, tato ingenti da far temere di non poter essere presenti alla gara ceca. I tecnici della scuderia abruzzese hanno lavorato senza sosta giorno e notte per ricostruire la muscle car americana, permettendo così a Francesco Sini di potersi schierare a Brno per rilanciare le sue velleità di campionato. Un lavoro incredibile, in un lasso di tempo reso ancor più stretto dalle lunghe tempistiche della dogana per l'arrivo delle parti di ricambio provenienti dagli U.S.A., uno sforzo che si è concluso solo il martedi mattina precedente la gara, giusto in tempo per caricare tutto sul bilico e dirigersi in Repubblica Ceca.

La squadra aveva fatto un lavoro superbo, sacrificando sonno e weekend per mettere la vettura in condizione di correre, al driver Francesco Sini spettava così l'oneroso compito di ringraziare i suoi uomini con una prestazione sopra le righe. Dopo una FP1 trascorsa a controllare che ogni componente della vettura fosse stato montato correttamente, dato che non c'era stato il tempo per nessuno shake down, già nella seconda sessione di prove libere "Ringhio" firmava il secondo miglior crono dietro solo l'Audi dell'idolo di casa Kostka.

 

La vettura, nonostante il tracciato ceco sulla carta non fosse tra i favoriti, sembrava a suo agio tra i saliscendi della Moravia, riuscendo a conquistare un'importante seconda fila in qualifica che faceva ben sperare per le gare dell'indomani. Al via di Gara 1, con un imperioso scatto, Sini si era subito portato in testa al gruppo, sfruttando al meglio la cavalleria della sua muscle car da oltre 500 cv. "Ringhio" ha poi dovuto cedere la posizione allo scatenato Kostka - risultato poi vincitore -, spinto dal pubblico di casa e dalla trazione integrale della sua Audi, ma si è poi difeso con i denti nel bel duello con Nicola Baldan, che ha caratterizzato la fase centrale della gara. La bandiera a scacchi, giunta poco dopo, sanciva la rinascita della Camaro, con il secondo posto conquistato dal suo alfiere Sini.

 

Con l'inversione dei primi otto classificati di gara 1, "Ringhio" si è trovato a dover scattare dalla settima posizione in griglia nella seconda manche, recuperando subito alcune posizioni in partenza. Dopo essersi agevolmente liberato delle BMW, Sini si è messo alla caccia delle dueMercedes di Romanini e Baldan in testa alla gara. Raggiunto e passato il primo al terzo giro, a metà gara la Camaro ha raggiunto anche gli scarichi della C63 di testa. Con una manovra decisa, al sesto passaggio "Ringhio" ha rotto gli indugi e ha trovato il varco giusto per portarsi al comando, posizione da cui nessuno è più riuscito a scalzarlo.

 

E' maturata così la seconda vittoria stagionale per la Camaro e per Francesco Sini, che con i 25 punti del primo posto ha fatto un importante balzo in avanti in campionato, passando dalla quarta alla seconda posizione in classifica generale.

 

Un successo che il driver di Pescara ha voluto dedicare al suo team: "Sono molto contento del nostro weekend! Siamo stati praticamente perfetti cogliendo il massimo possibile. Contro Kostka era davvero dura sulla sua pista di casa e in gara 1 probabilmente meglio del secondo posto davanti a Baldan non era possibile fare. - ha commentato Sini - Nella seconda manche ho tirato fuori tutta la grinta possibile andando all'attacco del podio sin dall'inizio, quando ho visto Kostka dietro di me entrare ai box, mi sono detto che era arrivata l'occasione giusta e che dovevamo assolutamente vincere. Dedico questa vittoria a tutta la squadra, nessuno escluso perchè è solo grazie a loro se la Camaro ha potuto prendere il via a Brno. Pensare a una vittoria dopo il Mugello era davvero impensabile visto come era ridotta la vettura, ma la Solaris ha il potere di rendere possibili anche le imprese piu difficili!".

 

Un pensiero va anche alla mascotte del team... "Un applauso anche alla nostra nuova ombrellina "Cocc' di morto" che si è prestata volentieri in gara 1 per i colori del nostro sponsor Momo Caffè! Adoro il mio team!".

 

Assente il Team Principal Roberto Sini per problemi di lavoro, Laura Sini, solitamente PR della squadra, ha avuto l'onore e l'onere di sostituire il "capo" in pista: "È stato un weekend davvero emozionante, l'assenza di mio padre mi ha caricato di una responsabilità in più ma Francesco ha ripagato tutti del duro lavoro fatto in queste settimane con una splendida vittoria! Salire sul podio per la prima volta è stata un'emozione pazzesca! Ora possiamo goderci un po' di meritato riposo fino alla Germania, dove punteremo a riprenderci la leadership del campionato".

 

Roberto Sini ha voluto comunque ringraziare i suoi ragazzi: "E' stata dura seguire il weekend da casa, ma devo complimentarmi con tutta la squadra perchè ha fatto un lavoro eccezionale in pista. Sono stati praticamente perfetti, e dopo il piccolo miracolo di aver ricostruito la Camaro a tempi di record, la vittoria è stata il giusto riconoscimento per il loro duro lavoro. Da padre, poi, è stata un'emozione unica poter vedere entrambi i propri due figli sul gradino più alto del podio! Ora però dobbiamo pensare al campionato, mancano due gare e Francesco è tornato in piena lotta per il titolo. Magari anche con il supporto della Lumina, che vorremmo rivedere di nuovo in pista in Germania!".

 

La prossima tappa dell'EuroV8 Series è prevista per il weekend del 20 e 21 settembre sul tracciato tedesco del Sachsenring, dove, così come nell'ultima tappa di Hockenheim, il campionato si articolerà su una singola gara più lunga in luogo delle classiche due manche da 25 minuti più un giro ciascuna.

 

http://www.****/magazine/39300/eurov8-series-brno-secondo-sini-una-vittoria-era-impensabile-dopo-il-mugello

 

39300_sini-una-vittoria-era-impensabile-

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Torno per qualche piccola considerazione prima della lunghissima pausa.

 

Io sinceramente alle ultime parole di Flammini non credo. Il perché è ovvio.

 

Del resto, chi correrebbe in un campionato come questo dopo una stagione come questa? Che garanzie dà? Va bene che è una stagione di transizione, ci sta che il livello si abbassi, ma sinceramente non vedo il motivo per cui un Morbidelli (a caso) dovrebbe tornare a correre qui l'anno prossimo. Si sentono novità sul campionato prossimo, bozza (molto bozza, secondo me) di calendario a parte? Qualche notizia dai team di cui si è fatto il nome in inverno? Che macchine useranno? Le notizie in questa categoria non corrono mai veloci, si sa, ma non se ne sente proprio più parlare in giro.

 

Poi, se la Rai ha abbassato la popolarità di questo campionato dopo il boom di La7, Mediaset ha ucciso definitivamente la serie. Su Omnicorse ho letto che non avrebbero nemmeno mandato la gara-2 domenica ma "nei prossimi giorni". Bello, davvero bello. Va beh che Italia 2 è praticamente un canale che non considero, non mi degno neanche di guardarci il motocross, guardo su Eurosport quando lo mandano, altrimenti pazienza.

 

Il campionato mi sta appassionando sempre meno. In diretta ho guardato la gara-1 di Vallelunga e quella del Mugello, in maniera anche abbastanza distratta. Per il campionato, tifando Audi, speravo in Kostka. Ma dopo l'impresa di domenica in gara-2, mi sono reso conto che questo qui non è neanche degno di guidare un'Audi ufficiale. RS5 che peraltro continua a lamentare problemi tecnici, al terzo anno di attività, cosa non buona assolutamente.

 

In tutto questo abbiamo comunque buoni piloti come Baldan e Sini che si stanno facendo il mazzo e meritano di giocarsi il titolo, ovviamente spererei in Ringhio con cui almeno ho avuto modo di scambiare due parole qui dentro. Ma anche Nicola va molto forte.

 

Non mi spiego infine perché abbiano cambiato il sistema di punteggio. Hanno ampliato a 15 piloti a punti per quale motivo? Incitare i team a schierare macchine?

 

Che altro dire? Niente, questo campionato ha davvero pochi argomenti di cui parlare, quest'anno.

 

Ah no, ultima cosa: fa piacere, quantomeno, vedere che il record della pista di Brno dell'anno scorso è stato battuto, neanche male anche se le due gare sono state corse in periodi diversi e quindi con condizioni di pista diverse.

Edited by Fede

Share this post


Link to post
Share on other sites

a Brno spettacolo desolante,effettivamente in gara solo 5 auto..

Share this post


Link to post
Share on other sites

siamo passati da "finanzieremo 8 squadre" a "agevolazioni per le vetture schierate nelle ultime 2 gare"... bò,speriamo ci sia un futuro

Share this post


Link to post
Share on other sites
Diego Romanini carico per la doppia trasferta tedesca

 

Germania “mondiale”, come l’EuroV8 Series. La Serie di FG GROUP si appresta ad affrontare una sfida in salsa tedesca, con i due conclusivi appuntamenti della stagione in programma sulle piste del Sachsenring (21 settembre) ed Hockenheim (5 ottobre).

Due circuiti storici e particolarmente selettivi. Sul secondo, per ben 34 edizioni sede del Gran Premio di F.1 (incluso quello che si disputerà questo fine settimana), team e piloti dell’EuroV8 Series vi faranno il loro ritorno a distanza di quattro anni, dal momento che l’ultima volta era stata nel 2010, con la Mercedes della CAAL Racing davanti a tutti in entrambe le gare.

Quella del Sachsenring sarà invece una “prima” assoluta: 3671 metri di adrenalina pura, per un tracciato ben noto anche agli appassionati delle due ruote.

"Pubblico delle grandi occasioni ed un’atmosfera unica". Diego Romanini guarda alle due trasferte teutoniche con grande entusiasmo. Il pilota toscano, quest’anno protagonista nell’EuroV8 Series proprio con la Mercedes della CAAL Racing, è un veterano delle gare tedesche. Un titolo della F.3 Centro Europa al suo attivo conquistato nel 2003, due nella serie austriaca (2001 e ancora 2003) e poi numerosissime partecipazioni nella serie VLN e alla 24 Ore del Nürburgring.

"L’abbinamento con l’ADAC GT Masters e l’ATS Formel 3 Cup, insieme al fascino intrinseco dell’EuroV8 Series, costituiscono un mix di sicuro successo. - sostiene Romanini - Lo sport non è soltanto calcio per i tedeschi e il palcoscenico che ci attende sarà di altissimo livello, con un paddock straordinariamente ricco, degno della categoria".

"Il Sachsenring? Per chi lo conosce è il “piccolo Nürburgring” - prosegue il pilota toscano - Un tracciato breve, ma particolarmente tecnico, con tanti saliscendi. Mentre Hockenheim non ha certamente bisogno di presentazioni. Correrci, per un pilota tedesco, è come correre a Monza per un italiano: un vero e proprio tempio del motorsport".

Adesso due mesi di pausa. Poi la grande sfida finale dell’EuroV8 Series, con tre piloti in testa alla classifica raccolti in soli 20 punti (nell’ordine Nicola Baldan, Francesco Sini e Tomas Kostka) e quattro differenti marchi al “top”: Mercedes, Chevrolet, Audi e BMW.

http://www.****/magazine/40084/eurov8-series-diego-romanini-carico-per-la-doppia-trasferta-tedesca?utm_source=dlvr.it&utm_medium=facebook

 

40084_diego-romanini-carico-per-la-doppi

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il rookie Zonzini punta al podio nelle tappe tedesche

 

La EuroV8 Series continua a lanciare e a credere nelle giovani promesse del motorsport. Uno dei volti nuovi della serie Internazionale risponde al nome di Emanuele Zonzini, classe 1994, pilota ufficiale Audi Sporti Italia (è stato scoperto dal pluricampione Dindo Capello - ex Superstars - con il quale divide il sedile di una Audi R8 LMS nel GT Italiano) che è salito per la prima volta quest’anno alla guida di una RS5 in occasione dell’appuntamento di Brno. Il tracciato ceco non ha portato fortuna al sammarinese, rallentato da problemi meccanici sulla vettura che hanno compromesso entrambe le gare, ma ha comunque evidenziato l’ottimo potenziale diZonzini.

Adesso i riflettori sono puntati sulle prossime due gare in Germania (Sachsenring, 21 settembre - Hockenheim, 5 ottobre), dove lo stesso Zonzini avrà la possibilità di riscattarsi.

Quali sono state le sensazioni che hai provato guidando per la prima volta la RS5?

"È una vettura fantastica! Ovviamente non ha bisogno di presentazioni dopo aver vinto il titolo gli ultimi due anni. Sicuramente mi ha aiutato molto lo spirito che si respira nel nostro team. Mi trovo benissimo con Audi, che devo ringraziare per questa opportunità che mi sta concedendo. Ho instaurato un buon feeling anche con il mio compagno di squadra Tomas Kostka, che mi ha dato subito ottimi consigli. Prima di Brno avevo fatto uno “shakedown” con la vettura sul tracciato “Tazio Nuvolari”, ma solo in Repubblica Ceca ho avuto modo di metterla davvero alla frusta. Divertentissima alla guida, richiede tanta velocità in entrata di curva, dove si fa scivolare leggermente il posteriore prima di uscire a gas spalancato! Uno stile aggressivo quindi, che ti dà voglia di osare sempre di più. Il non avere controlli, poi rende il tutto ancora più intrigante…".

La EuroV8 Series a settembre sbarcherà in Germania, quali sono le tue aspettative?

"Abbiamo un gran potenziale e dobbiamo sfruttarlo. Sono molto motivato ed ho a disposizione una vettura estremamente competitiva. Non nascondo che mi piacerebbe salire sul podio e perché no, vincere sarebbe bellissimo".

Quali sono le tue impressioni sulla EuroV8 Series?

"Ho visto un ottimo livello sia sotto il profilo dei team, sia dei piloti. Lo dimostra il fatto che i tempi in pista sono tutti molto vicini. Ho trovato un bell’ambiente anche nel paddock, dove ho avuto modo di conoscere piloti che hanno davvero tanta esperienza nel mondo delle ruote coperte. Questa è un’ottima occasione per accrescere ancora di più il mio “bagaglio” di pilota".

http://www.****/magazine/40632/eurov8-series-il-rookie-zonzini-punta-al-podio-nelle-tappe-tedesche

 

40632_il-rookie-zonzini-punta-al-podio-n

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma sul 2015 si sa niente?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×