Jump to content

Recommended Posts

Vista solo ora la gara a Richmond e sì davvero una noia. Peccato per Bowyer e Larson che ultimamente stavano andando piuttosto bene, ma la chase al loro posto la faranno piloti del calibro di ALMIROLA o ALMENDIGER. Bravo Keselowski che per aver dominato la gara ottiene una manciata di punti bouns che tanto tra 3 gare verrano azzerrati.. Vediamo cosa succede a Chicagoland..

 

Anche io preferirei un punteggio simil F1, però devo ammetere che con l'attuale regolamento guarderò tutte le 36 gare del 2014 dal primo all'ultimo giro, mentre se il campionato fosse deciso prima di homestead da un regolamento senza chase, sarebbe sportivamente parlando un risultato migliore (vince chi fa più punti. Stop.), più veritiero, ma io e molti altri non continueremmo a vedere le gare o comunque non con questa costanza e interesse, sono pronto a scommettere che questa chase farà molti più ascolti di quelle precedenti.

 

Per il discorso appassionati vs casual fans, secondo me in tutti gli sport (e ovviamente in quelli dove girano più soldi è più evidente) si pensa più al grande pubblico che allo sport in sè ai suoi appassionati. E il trend è sempre più quello di trasformare gli sport in uno spettacolo per il pubblico e nulla di più. Date un'occhiata al regolamento della formula E e (tra una risata e l'altra) capirete meglio di cosa sto parlando.

Edited by simoRR

Share this post


Link to post
Share on other sites

vittorie nella regular season

 

CHEVY 13

FORD 11

TOYOTA 2 (una delle quali in uno super-speedway)

 

mi pare evidente quali sono le case che si giocheranno il titolo e chi deve ancora lavorare!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

bhe anche la ford a parte il team penske, che credo sia addirittura meglio dell'hendrick, naviga nel buio assoluto

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma il team Penske E' ford... quindi non e' cosi' male, anzi. Toyota fa schifo anche nel team principale, quindi...

 

e come conferma Keselowski mette la prima!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

le ford di Almirola e Edwards non direi che vanno tanto bene...

da bianco a nero, questa gara invece è stata ottima! vedere Larson e Gordon combattere in quel modo è stato fenomenale! Peccato solo che non lottavano per la prima posizione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

che vuol dire?? guardi solo sta gara? solo loro due hanno vinto piu' di tutte le Toyota quest'anno!

 

comunque di Larson ne sentiremo parlare molto negli anni futuri...

Share this post


Link to post
Share on other sites

più che ai guasti, mi riferivo alle capacità nel tenersi aggiornati dei costruttori. E' piuttosto evidente che alcuni non riescono ad adattarsi alle modifiche che continuano a venir fatte di anno in anno nei regolamenti. Come mai le ford del RFR negli ovali di un miglio e mezzo erano SEMPRE tra i primi posti mentre ora alcuni rischiano addirittura di non stare nel giro del leader? mi sembra strano vedere dei così grossi cambiamenti da un anno all'atro....un motivo ci sarà no???

Share this post


Link to post
Share on other sites

come mai le Toyota non hanno vinto nemmeno una gara quest'anno a perte quella di Kyle e il super-speedway di Hamlin?? un motivo ci sara' no???? 13 contro 11 e contro 2 avra' un senso che dici?? sono i numeri che parlano

Share this post


Link to post
Share on other sites

Appena finito di vedere (giovedì sera) la gara che è stata molto bella nonostante il circuito sia eccitante come quello dell'India. Keselowski ha vinto ancora ed è già ai quarti di finale. Comunque, i migliori si sono tenuti molto contenuti, sapendo che un errore non lo recuperi in altre due gare. Alla fine questo format rischia di rendere i piloti più ragionieri. E' un po' come il golden goal nel calcio, dove lo scopo era avere squadre che attaccassero e alla fine si è ottenuto squadre catennacciare.

 

Il format del Chase funziona alla grande,. su 318 milioni di abitanti (oltre cinque volte l'Italia), ben 3.7 milioni hanno guardato la gara, cioè meno di quanto sia stato guardato il GP di Monza in Italia. Come se la F1 in Italia facesse 750.000 telespettatori. Il risultatato è in linea con Sky, ma che tristezza. In una pubblicità avevano fatto vedere la vittoria di Earnhardt Jr. nel 2005...gli spalti pieni all'inverosimile, sembra veramente un'altra categoria.

Edited by chatruc

Share this post


Link to post
Share on other sites

sportivamente mi sembra che certi team abbiano usato macchine abbastanza conservative magari pe rla paura di rompere, tanto che il team ganassi è stato competitivo per la vittoria con tutti e 2 i piloti

 

che la chase di quest'anno sia stata un fallimento ormai è noto, sia sportivamente che come pubblico, solo qualcuno non si accorge dello schifo che hanno fatto, che facciano un punteggio simil f1 con premiazione della vittoria in modo considerevole.

se finisce prima il campionato poco male, tanto le ultime gare sono quasi tutte mediocri a parte martinsville

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mamma mia Kes che sorpasso! L'ho riguardato 20 volte! Quest'anno penske ha le auto migliori, al di là del costruttore. Molto bella la contesa per il secondo posto, cavolo Larson se la meritva questa chase! Anche secondo me è stata una gara molto conservativa, dopotutto un dnf rischia di precluderti già da subito il campionato. Numeri alla mano devo ammettere che il regolamento 2014 è stato un fallimento anche per quanto riguarda il pubblico. Poi la chase e appena cominciata, ma non penso che il trend possa cambiare di molto...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le questioni sono tre: spettacolarità del campionato, pubblico in pista e pubblico in TV.

Parto dal pubblico in pista. Posso assicurarvi che dipende poco o nulla dalla NASCAR. In USA non girano soldi, nessuno spende, quindi gli spalti sono vuoti. Gli stati di baseball e football sono pieni perchè non sono una grossa spesa. Mangi prima di partire, prendi l'autobus, vedi l'evento e torni a casa spendendo in pratica il prezzo dei biglietto e il viaggio. Invece andare alle corse costa molto di più perchè le piste sono tutte fuori dalle città (spesso anche molto lontane), ci devi andare col tuo mezzo, ci stai almeno una giornata intera, quindi oltre al biglietto (di per sè più costoso per i costi dell'evento), devi pagarti un viaggio oneroso, cibo...

Il vero guaio è la TV. Anche se c'è crisi, la TV la accendi lo stesso e gli ascolti sono decisamente plafonati. Dopo il tracollo del 2009, gli ascolti sono scesi ancora un po' e ormai non salgono neanche per sbaglio. Questo deve far pensare alla spettacolarità del campionato.

Storicamente, la NASCAR è piaciuta per le gare, non per la lotta per il titolo. Una delle stagioni più belle è stata quella del 2001, nonostante Gordon avesse il titolo in tasca prima di metà stagione. Secondo me, le gare non sono male, ma la costante ricerca del finalone in volata rende banale seguire le stesse. Ditemi a cosa serve guardare i primi 3/4 di corsa se sai già che prima o poi fanno uscire la pace car per detriti? Quante volte mancano circa 10 giri alla fine e tra pace car e incidenti, tutto si risolve con un demolition derby in cui vince un pilota a caso che non sa nemmeno di aver vinto? Se la gara diventa caotica, il vincitore a sorpresa è un fattore di spettacolo. Se la direzione gara "caotizza" la corsa, tanto vale non partire neanche ed estrarre un vincitore a sorte.

Questa serie (diciamo tutte quelle automobilistiche) devono rassegnarsi alla legge dello sport, dove il più forte vince e dove il fortissimo stravince dominando.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

e bravo Logano! sta andando alla grande ma io non lo vedo proprio vincere un titolo.

Incredibile, non mi aspettavo proprio di vedere tante collisioni! certo che deve essere davvero frustrante per quelli che sono andati bene fin'ora uscire con pochi punti da queste gare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo 180 giri sembrava una classica (e un pò noiosa) fatta di long run e qualche gialla per detriti inventata. Poi è arrivato il chaos. Per caso hanno fatto il record per numero di caution?

Comunque si, Logano non è niente male, anche se ad ogni restart ho sperato (invano) di vedere Harvick passare davanti. Ottima prestazione anche per larson, sono sempre più convinto che il posto in chase se lo meritava molto più che altri, ma tant'è..

Non ho ancora capito cone ragiona (e se ragiona) keselowski.. Magari dopo aver vinto le ultime due gare ed essersi assicurato un posto nel prossimo stint della chase puoi anche evitare quelle toccatine pericolose al leader (prima a logano e poi ad harvick).

Con tutti quegli incidenti c'è chi rischia grosso ora, joe gibs in primis!

Prossima tappa dover, è arrivato il turno di johnson?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nuove regole per il 2015: http://www.nascar.com/en_us/news-media/articles/2014/9/23/nascar-rules-package-changes-for-2015-horsepower-reduction-testing-changes.html

 

Meno potenza (?), spoiler più bassi, modifiche alla trackbar fatte dal pilota in pista (??), meno test, gomme da bagnato (??????) e altra roba..

A me non sembra nulla di positivo, poi si vedrà..

Share this post


Link to post
Share on other sites

gomme da bagnato per le road race, ci voleva tanto quando la nationwide è una vita che le usa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poi è arrivato il chaos. Per caso hanno fatto il record per numero di caution?

 

Si scrive "caos". =)

 

Ci sono state 15 neutralizzazioni ("caution" non è un termine italiano), che eguaglia il record della pista del 1994. A Bristol e Martinsville più volte si è arrivati a 20 bandiere gialle, ma il record assoluto riguarda la 600 miglia di Charlotte del 2005 (credo) con 22 uscite della pace car in una bruttissima serata causata da una moria di gomme. La gara durò 5 ore e finì all'una di notte...gara terribile, al massimo di facevano 20 giri in regime di corsa aperta e poi "plufff...".

 

Per quanto riguarda le modifiche, la riduzione di potenza era davvero necessaria. Ormai ci sono piste dove si gira quasi alle velocità di Daytona e Talladega quando non c'erano le strozzature (ricordo il record di Elliott a Talladega a 342 km/h di media) e insistere può portare a gravi incidenti. Con 120 HP di meno non cambierà nulla, si tornerà ai valori di pochi anni fa. Useranno una strozzatura, credo.

 

La riduzione dell'alettone posteriore dovrebbe essere positiva come sempre, quandi si limita l'aerodinamica.

 

Le gomme da pioggia sono un altro punto a favore per la Sprint Cup che inspiegabilmente non corre sugli stradali bagnati come invece fanno la Nationwide e la Camping World.

 

Le qualifiche a gruppi si utilizzeranno anche per la Daytona 500. Cambia poco, prerivo il vecchio metodo ma non cambia più di tanto le cose, tanto le qualifiche non le guardo. Anzi, poichè ci sono poi le due batterie di qualifica, forse è la gara dove cambiano meno le cose.

 

Riduzione del rapporto delle coppie coniche, servono solo a limitare i giri entro i 9000 giri, quindi si torna come qualche anno fa.

 

L'unica cosa che molto non mi quadra è quella della barra stabilizzatrice regolabile dall'abitacolo.

 

Tutti i test banditi tranne quelli NASCAR o Goodyear. Non si prova a Daytona a Gennaio (la prima mi piace, la seconda no)

 

Cambieranno i bilancieri di alzata delle valvole, passeranno da quelli "a dito" a quelli tradizionali (sinceramente non so cosa cambia)

 

 

Edited by chatruc

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Si scrive "caos". =)

 

"Chaos" è tratto dalla mitologia Greca, "Caos" dall'ambito scientifico, si può scrivere in entrambi i modi, anche se forse sarebbe più corretto il secondo perchè per gli antichi greci aveva un significato un pò diverso, più ampio..

 

E per Caution e tutti gli altri termini inglesi non faccio apposta, ma a forza di sentirli in inglese mi vengono naturali così più che tradurli.

 

Tornando alla Nascar, attenzione che un'auto meno potente è più facile da controllare, non vorrei diminuisse drasticamente il numero di sorpassi..

Le gomme non avevo letto fossero solo per gli stradali, in questo caso ben vengano. Anche le regolazioni attuate dal pilota nel corso della gara livellano le prestazioni e potrebbero far calare i sorpassi (spariranno anche le competition caution ad inizio gara?).

 

Infine:

 

Bilanceri ad aste (tradizionali)

motori_OHV_overhead_valves.jpg

 

Bilanceri a dito:

 

motori_ohc_overhead_camshaft.jpg

 

Penso che i primi abbiano prestazioni leggermente inferiori, probabilmente aiuterà a ridurre leggermente le prestazioni dei motori, è un cambiamento marginale comunque.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Si scrive "caos". =)

 

"Chaos" è tratto dalla mitologia Greca, "Caos" dall'ambito scientifico, si può scrivere in entrambi i modi, anche se forse sarebbe più corretto il secondo perchè per gli antichi greci aveva un significato un pò diverso, più ampio..

 

E per Caution e tutti gli altri termini inglesi non faccio apposta, ma a forza di sentirli in inglese mi vengono naturali così più che tradurli.

 

Tornando alla Nascar, attenzione che un'auto meno potente è più facile da controllare, non vorrei diminuisse drasticamente il numero di sorpassi..

Apro la parentesi linguistica a cui tengo tanto. Ti ringrazio per la perla di saggezza riguardo il "chaos" perchè sinceramente non sapevo che il termine originale fosse così. Per quanto riguarda gli anglicismi, quando sono intraducibili o quasi ci possono stare, quando invece ci sono dei termini comuni della lingua italiana producono lo stesso fastidio delle avvrebiazioni degli SMS. Tanto per fare qualche esempio, pace car o safety car sono più precisi di vettura staffetta o vettura di sicurezza. Pit stop è più indicativo di fermata ai box o fermata alla piazzola di sosta. Invece grip, meeting, briefing sono ben traducibili con aderenza, incontro e riunione. La famosa "coscio" di cui parlano certi commentatori TV è un obbrobrio di parola rispetto alle semplicissime neutralizzazione o bandiera gialla. A proposito di commentatori TV, quello di Nuvolari ce l'ha proprio con Caili Busc (invece del più semplice e preciso Cail Busc). Ne dice altri sparati un po' a caso, tipo henart invece di ernhart (con la h ben pronunciata).

 

Concordo con te Simo sul fatto che meno potenza significa più facilità di guida ma qui stiamo limando un po' di potenza in alto limitando comunque l'aerodinamica. Il vero disastro sono le IndyCar con 2/3 o meno della potenza di una volta con macchine così aderenti all'asfalto che per essere veloci bisogna tenersi all'interno sempre.

 

Per quanto riguarda le regolazioni a bordo macchina, non mi piacciono per niente. E' bello quando la gara parte e certi piloti sono nella melma e non sanno se aspettare la prima fermata o se andare subito ai box a cambiare qualcosa.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gara piuttosto monotona a Dover ma Gordon è troppo forte. Ricordiamoci che stiamo guardando a uno di quei piloti che diventeranno eroi della categoria. Al suo livello credo che ci siano solo Tim Flock, Richard Petty, David Pearson, Dale Earnhardt e Jimmie Johnson. Ancora 13 vittorie e raggiunge Pearson. La vedo dura ma non impossibile. Terribili i tentativi di ravvivare la gara con delle gialle al minimo contatto di una vettura contro il muro.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

×