Jump to content

Recommended Posts

Recap per Zodiac: Al restart a 25 giri (circa) dalla fine Khane scattato dalla terza piazza prende la testa della corsa da Hamlin, Harvick partito lento dalla seconda posizione all'esterno recupera in fretta e arriva quasi in coda alla numero 5 a 3 giri dalla fine. Kyle Busch spinge Truex contro il muro (non si è capito bene il motivo e infatti truex ha poi dimostrato il suo disappunto) e scatta il G-W-C. "This Changes Everything". Pit stop per il gruppo di testa, solo Kenseth e Menard scelgono le due gomme e ripartono in testa. Menard oltre a ripartire lentissimo (all'esterno è successo a tanti altri di far slittare le gomme, errore quasi perdonabile) chiude all'esterno un Harvick a caccia di vittoria e un Logano che aveva scambiato un metro e mezzo di pista libera per un'autostrada in cui infilare la sua Fusion, entrambi a muro, harvick concluderà 19esimo..

 

 

Secondo tentativo di G-W-C e si giocano la vittoria Kenseth partito ancora una volta primo e Khane partito ancora una volta terzo, dietro di lui, confermando ancora una volta il vantaggio della traiettoria interna. Dopo poco più di un giro in testa la differenza di gomme si fa sentire e Kenseth deve lasciare la gloria al figliol prodigo di Rick Hendrick.

Altre stranezze da segnalare (oltre a khane che dopo tantissime gare di relax nelle retrovie entra tranquillamente in chase):

- Il sesto posto di Danica, ma ha già avvertito tutti nell'intervista post gara di non illudersi che a Richmond fa schifo

- Lo scoiattolo che ha attraversato la pista rischiando di finire la propria vita sul paraurti della numero 4

- I pit stop da record di Hamlin e quello di Logano in cui l'addetto non è riuscito a centrare l'imboccatura per il rifornimento prima che l'auto ripartisse

- La dinamica dell'incidente di Keselowski

 

Con Khane e Kenseth dentro la chase i posti rimasti sono soltanto due e Newman e Biffle hanno un discreto margine di punti su cui contare. Per Larson e Bowyer ci vuole un mezzo miracolo, o magari ..trattandosi di richmond.. basta un testacoda non proprio accidentale di Vickers per mandare la numero 15 in chase, magari il Micheal Waltrip Racing perde il pelo ma non il vizio :D

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Era uno scoiattolo? a me era sembrato un gatto nero e infatti temevo per la sorta della gara di Harvick.

Segnalo che tutte le gialle sono uscite per motivi sensati ma la ripartenza su due colonne e il triplo tentativo di fine gara con bandiera verde falsano troppo i risultati. Io tornerei a ripartire su singola colonna (cioè una per leader, altra per doppiati), magari con doppiati in fondo negli ultimi 20 giri o qualcosa del genere con singolo tentativo di fine corsa con bandiera verde. E' inutile che una 500 miglia diventi una 520.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

BwaHRC8IUAAP2t4.jpg

 

 

Si è vero che la gara è stata 'falsata' da caution e Green White Checkered, ma la Nascar non tornerà mai ad un regolamento come dici tu. 'Tirano avanti' perchè la gente guarda le corse e la maggior parte del pubblico preferisce vedere un finale 'spettacolare' piuttosto che il pilota più veloce vincere con un discreto margine. La Formula 1 ha perso una quantità impressionante di ascolti in una stagione in cui la Mercedes domina la maggior parte delle gare (poi di regole stupide ne hanno molte di più loro, era solo per fare un paragone).

Poi bisogna anche tenere conto che in tante piste le traiettorie interna ed esterna all'incirca si equivalgono, non sono tanti gli ovali in cui la corsia scelta dal leader è nettamente più veloce dell'altra (tanto che chi parte terzo supera ad ogni restart chi parte secondo).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oggi riflettevo su cosa è diventato l'automobilismo a livello mondiale e mi disperavo. Ormai tutte le categorie fanno partire davanti chi si qualifica dietro, minimizzano le differenze di punti tra primo e secondo, chi vince sconta penalità di tempo o carica peso, le gare durano sempre di meno (ormai definiscono gare lunghe quelle di 90' della F1) e addirittura ci corrono in due per gare di 50', molti campionati banalizzano 3/4 di stagione per fare un minicampionato a fine stagione, si corrono spesso doppie o triple gare, si inventano neutralizzazioni per compattare il gruppo, si lasciano sdoppiare i doppiati, si riparte su due colonne, non si corre quasi mai con pioggia, si asfaltano tutte le vie di fuga, ci si dispera per normali flessioni del pubblico, si ricerca ad ogni costo di inseguire il gusto di un pubblico generalista che le corse comunque non le considera, si inventano pulsanti da videogioco per superarsi, si obbliga a cambiare le gomme su gare di 40' anche se le gomme sono dure e tengono bene per tre gare, si offrono più pushtopassa al preferito del pubblico (sì, nella Formula E sarà così)...il tutto mentre correre in pista costa sempre di più nonostante le tecnologie in teoria costino meno.

Immaginate se il calcio decidesse di dare uno o due gol di svantaggio alle migliori squadre che giocano contro le neopromosse, se si facesse giocare in 10 una squadra se vince con due gol di scarto, se ci fosse la possibilità di eliminare il portiere avversario per 5', se il pubblico potesse decidere quale calciatore espellere negli ultimi 10 mins, se il secondo tempo si potesse giocare con altri 11 giocatori freschi (la Formula E farà proprio questo con il cambio di monoposto), se i tempi venissero accorciati a 30' perchè le partite sono noiose e il format televisivo fosse "superato", se si decidesse di abbassarli pure a 15' ma con la possibilità di fare doppie sfide in ogni giornat di campionato...pur se marcio e malato di soldi, il calcio mantiene la sua pura essenza nel 11 contro 11 e palla al centro, dove uno 0-3 diventa 3-3 una volta ogni 10 anni ma nessuno cambio alcuna regola perchè questo diventi la regola...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si è vero hai ragione, ma questo dipende soprattutto dalla tipologia di spettatori che hanno il calcio e il motorsport. Il calcio lo segue chi ne è interessato, invece il motorsport è seguito per la maggior parte da tifosi 'casuali' che se capitano davanti alla tv quando c'è una gara la guardano incuriositi dalla velocità, magari senza nemmeno sapere tutto il lavoro che c'è dietro e cambiando canale se la gara è dominata da un pilota senza un gran battaglia per le prime posizioni. Chi segue veramente il motorsport è una minoranza. Se nel calcio (o nel basket, nel football, nel tennis o in qualsiasi altro sport simile) cambiassero le regole per rendere lo sport più appetibile al pubblico, magari con un sistema di 'handicap' (e falsandone poi i risultati) succederebbe il finimondo. Poi a volte ci pensa l'arbitro con decisioni discutibili a rendere più interessanti certe partite, ma questo è un'altro discorso.

Si hanno tre alternative, o smettere di seguire quel campionato se non ti piacciono più i format (come ho fatto con F1, MotoGp e simili) oppure cercare di apprezzare anche le regole più assurde, apprezzandone i pochi lati positivi (con la nuova chase resteremo in attesa di un vincitore fino all'ultimo giro di Homestead).

L'ultima è cercare di convincere la maggioranza del pubblico a chiedere nuove regole.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Però c'è poco da salvare nei nuovi format. A questo punto tanto vale fare una finalissima a Homestead in cui 43 piloti si giocano la vittoria. C'è ben poco di spettacolare. Pensa che nel 1992 con il sistema classico (1975-2003) ci furono cinque piloti in lizza fino all'ultima gara ad Atlanta. Niente fuochi d'artificio. La NASCAR è storicamente piaciuta semplicemente perchè offriva belle gare indipendentemente dalla lotta per il titolo. Da quanto ho notato, da quando esiste il Chase (2004) gli ascolti non sono decollati come si sperava, quindi è inutile insistere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

il problema e' che chi decide non capisce una mazza di competizione sportiva! ma il rischio e' elto... se vogliono distruggere uno sport leggendario, la strada e' quella giusta... devono solo andare avanti cosi.

onestamente la cosa che mi fa piu' vomitare e' che i mostri sacri si vendono e dicono che cosi' va benissimo!! tutti i piloti, con in testa Johnson... vergogna!! tutti i team... vergogna!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

il problema e' che chi decide non capisce una mazza di competizione sportiva! ma il rischio e' elto... se vogliono distruggere uno sport leggendario, la strada e' quella giusta... devono solo andare avanti cosi.

onestamente la cosa che mi fa piu' vomitare e' che i mostri sacri si vendono e dicono che cosi' va benissimo!! tutti i piloti, con in testa Johnson... vergogna!! tutti i team... vergogna!!!

i piloti dicono nelle interviste quello che lo spettatore medio vorrebbe sentire, ovvero che sarà la stagione più bella di sempre con queste regole, che sarà avvincente, un'avventura nuova ecc. nessuno ha il coraggio di dire "this rules are bullshit!" si metterebbe contro tutto il sistema. Johnson (e lo dico da suo sostenitore) ha vinto tutti i suoi 6 titoli con il sistema a playoff, magari ha scoperto che gli piace fare la regular season in tranquillità e poi dare tutto nella chase.. Un campionato deciso in 10 gare (da quest'anno praticamente in una sola!!!) richiede meno costanza che uno di 36.

 

Quello che dice Chatruc è molto interessante, ma non possiamo sapere se il trend sarebbe cambiato tenendo il regolamento 'classico'.

 

 

Edited by simoRR

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quanto riguarda la NASCAR in particolare, ci sono dei contratti tra piloti e NASCAR stessa che impediscono ai piloti di parlar male dell'associazione. E' la stessa cosa che succede tra un manager e la propria azienda, non può criticarla pubblicamente. Infatti, in America molte associazioni sportive non sono federate e lavorano come spa, cosa che io apprezzo perchè si evitano di avere carrozzoni nullafacenti come ACI, FMI e FIGC. Ma purtroppo non lasciano alcuna libertà ai piloti, che devono decidere se continuare a praticare il loro sport preferito oppure andare a correre in bici. Lo scorso anno Hamlin è stato ripreso per criticare la Gen6 e in passato Stewart era sul punto di smettere (2003) proprio per la mancanza di libertà.

La NASCAR come la FOM si è fumata il cervello. E' una ditta che produce guadagni netti per milioni e milioni di dollari ma non riescono ad ammettere che nel corso della storia possano esserci flessioni di pubblico.

Il successo della NASCAR è stato costruito dalla ESPN negli anni '80 con telecronache molto calibrate, tutte incentrate sull'evento sportivo trasmettendo per intero gare che spesso duravano 4 o 5 ore. Infatti si correvano due 500 a Darlington, due 500 a Rockingham, due 500 ad Atlanta (che al tempo era simile all'attuale Homestead), due 500 a Dover (!). La gente si è innamorata di quello, di quelle corse infinite, sempre piene di spunti interessanti indipendentemente dalla lotta per il titolo. Tra fine anni '90 e inizi 2000, da popolare, la NASCAR è diventata di massa con ascolti TV da NFL nei periodi di non concomitanza. La NASCAR ha creduto di poter concorrere con la NFL (così come la motoGP con la F1 negli anni Mediaset) ma l'ha presa in quel posto. Dal 2007 a oggi, la NASCAR si barcamena tra la riduzione della durata delle corse, l'abbandono delle piazze storiche, il continuo riposizionamento dell'orario di partenza e regole da reality show nell'intento di tornare ai fasti di una volta.

Come per la F1, se le gare sono interessanti e incerte, l'ascolto TV sale, in caso contrario cala e non servono a nulla gli artifi per aggiustare le cose. Anzi, sono peggio perchè il pubblico generalista abbandona comunque e quello appassionato si sente tradito.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io la F1 l'ho già data come caso perso. Tra piste nuove sempre più anonime, pulsanti e drs per fare i sorpassi e regolamenti tecnici al limite del ridicolo ormai ho perso ogni speranza.

 

Oltre che della Nascar la colpa principale è da imputare ai major sponsors del campionato, che avranno fatto pressione continuamente per introdurre nuove regole potenzialmente in grado di far aumentare gli ascolti, un azienda come Sprint punta solo a quello, della storia di quello sport non gli interessa nulla...

 

Un buono spunto di cambiamento sarebbe stato un nuovo calendario per il 2015, ma hanno solo cambiato l'ordine di alcune gare, nessuna new entry purtroppo. Gli ascolti di questa chase determineranno sicuramente il format di quella del prossimo anno, se la finalissima ad Homestead farà ascolti paragonabili ad un super bowl allora avranno raggiunto il loro scopo..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gli ascolti di questa chase determineranno sicuramente il format di quella del prossimo anno, se la finalissima ad Homestead farà ascolti paragonabili ad un super bowl allora avranno raggiunto il loro scopo..

 

Per darti un'idea, dai dati a me disponbili da 29 anni a questa parte, il Superbowl "meno" visto è stato quello del 1985 con "solo" 85.500.000 televidenti. Per intenderci, quest'anno ha fatto 167.000.000 (record assuluto di qualsiasi altro programma TV mai trasmesso in USA).

 

Da quanto ne so, il record per l'ultima gara stagionale è stata quella del 2011 (quella famosa del pari punti tra Stewart ed Edwrds) con 6.799.000 telespettatori. Se riprendono questo dato è già un miracolo.

 

Da segnalare che nonostante la campagna di "nazionalizzazione" della NASCAR, le gare su Fox a inizio stagione vanno dai 5 ai 6 milioni, quelle estive su TNT poco sopra i 4 (è TV via cavo) mentre quelle di fine stagione su ESPN (qualcuna su ABC) è poco sopra i 5 milioni prima che cominci la NFL. Da questa settimana, con il football il dato cala a 4.5 milioni. Da inizio stagione alla fine, la percentuale dei televisori accesi sulla NASCAR (cioè delle TV totali, non la percentuale dei soli accesi che non conta una pippa) passa da 4.5 al 2.5 %. I mercati che registrano alcuni doppi (e anche oltre) alla media sono quelli di Richmond, Va., Raleigh-Durham, N.C., Orlando, Fla., Tampa FL., St. Petersburg FL., Norfolk, Va., Birmingham, Ala., Charlotte, NC., Greenville, S.C., Greensboro, N.C., Birmingham, Ala., Nashville, Tenn., Knoxville, Tenn., Norfolk, Va., Louisville, Ky., Spartanburg SC., Asheville NC, High Point NC; Winston-Salem NC, Nashville, TE. e Jacksonville FL...tutti nomi che per chi ha letto il mio libro, sa di cosa sto parlando.

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma Kyle non puo' correre con la macchina Nationwide stanotte? secondo me sul ritmo gara andrebbe quasi meglio!!!!!! 250 giri... tutti in testa dal primo all'ultimo, mai successo nella storia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come darvi torto! chi troppo vuole nulla stringe, un proverbio che dovrebbero tener ben presente i funzionari nascar! Ci sono sport che semplicemente interessano di più e bisogna farsene una ragione. Avranno fatto i loro conti quando hanno introdotto la chase, ma io la vedo solo come un fallimento. Introducendola la nascar ha dimostrato chiaramente che vuole puntare tutto sui mega ascolti. Peccato che quelli vanno e vengono. A mio parere, etica a parte, cercherei di soddisfare le esigente del fan appassionato. È il solo modo che ci vedo per garantire un futuro a uno sport! Non avranno mai delle grosse entrate ma almeno non rischieranno mai di avere problema di fondi. Già, perchè i veri fan non si staccano più.

Share this post


Link to post
Share on other sites

altra gara soporifera...

mi sono addormentato a 50 giri dalla fine (anche vista l'ora), ma non mi sono perso niente

Share this post


Link to post
Share on other sites

Keselowski, grande... 4 gare vinte, sara' entusiasta di avere BEN 12 punti in piu' di un Biffle o un Newman, che in campionato erano li li, a poco piu' di 12! i dirigenti tutti soddisfatti nel castrare gente che si e' fatta un mazzo per 26 gare, che dire... bello, giusto... e che nessuno dei piloti dica il contrario eh, per carita' ci sono i contratti. che hanno fatto a fare la nuova associazione dei team??? mah... comunque sara' bello vedere il superbowl della Nascar all'ultima gara a Daytona..... ehm volevo dire Indianapol.... ehm no no il colosseo di Brist............ ah no no ci sono il monster Mil.............. no no non ci sono! siiiiii e' quel bel ehm, fantastic.... uhmmm meravig..... e' homstaeaeaed, come mai non mi veniva?!?!?!?!? e' li in.... ehm.... uhm..... mmmmmm.... beh negli stati uniti!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

penso che per la nascar sia ora di eliminare la chase e usare un punteggio un pò più simile a quello della f1, dove vince veramente chi ottiene più risultati

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma Kyle non puo' correre con la macchina Nationwide stanotte? secondo me sul ritmo gara andrebbe quasi meglio!!!!!! 250 giri... tutti in testa dal primo all'ultimo, mai successo nella storia.

 

SBAGLIATO =) Nel 2000 in una delle due gare di New Hampshire vinse Jeff Burton, specialista di quel tracciato, conducendo la gara dal primo trecentesimo e ultimo giro. Comunque ci fu un cambio di leadership, perche il vincitore era partito secondo. Da considerare il fatto che a causa delle recenti morti di Kenny Irwin Jr. nella Winston Cup e di Adam Petty (figlio di Kyle, nipote di Richard e pronipote di Lee) nella Busch Series su quel tracciato (strano visto che è piuttosto lento rispetto ad altri), quella gara si corse con strozzature ai motori come a Daytona e Talladega.

 

Jack Tanner ha espresso il mio pensiero. Alla fine, più cerchi di avere ascolti generalisti, più degeneri lo sport. Il pubblico generalista va e viene a proprio piacimento seguendo correnti poco definibili. Così facendo, ti giochi anche i veri tifosi. La F1 insegna. Questi ascolti non c'entrano tanto con la Ferrari, visto che in tempi di vacche magre c'era più pubblico davanti alla TV.

 

Gara noiosa ma d'altronde se Keselowski è così forte, giusto che vinca dominando. Credo ci sia stata una sola gialla inventata, ma comunque sono rimaste poche. Qualche anno fa avrebbero fatto uscire ancora di più la pace car rimediando un supplizio più lungo con lo stesso vincitore (vedi Michigan 2009).

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chat, per la precisione 4 o 5 piloti hanno gia' ottenuto questo risultato, anche lo stesso Kyle in passato. ma mai per gare al di sopra dei 200 giri!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti Burton ha ottenuto tale risultato sull'arco di 300 giri. Nella Cup è un risultato unico nell'era moderna. Negli anni '50 e '60 è successo più volte ma sulle gare di 200 giri sui quarti di miglio.

 

Nessuno ha commentato il mio post sopra sulle aree geografiche con maggiori ascolti, vi dice qualocosa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma cosa dite?!?!?!??! siamo proprio un branco di miscredenti!!!! ma non vedete che la nascar fa di tutto per introdurre novita' importanti??? non avete visto le striscioline giallo paglierino sulle macchine dei chasers???? ma va va va... lamentiamoci sempre noi!!! cosa volete, piu' di cosi'?!?!?!?!? complimentoni!!

 

sara' mica per il casual fan?!?!?!? ahahahahahahahahah

Edited by Zodiac

Share this post


Link to post
Share on other sites

×