Vai al contenuto

Messaggi raccomandati

Oggi Daniele Audetto ha rivelato che la company di cui è a capo (Pan Asia Racing Enterprise limited) organizzerà il campionato 2014 della SuperTouringSeries che raccoglie l'eredità della Superstars dopo che Flammini ha chiuso la società che la gestiva (e con essa è stato bloccato l'utilizzo del nome Superstars).

 

Il calendario definitivo,i team,il format,il logo e altro ancora verranno annunciati a Gennaio durante gli AUTOSPORT International Show a Birmingham.

 

 

questo topic verrà chiuso e riaperto quando il campionato sarà definitivamente presentato.

 

Nel frattempo commenteremo le eventuali nuove notizie nel topic della Superstars International Series 2013.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dopo 24 giorni invece che la presentazione del campionato attendiamo la comunicazione di Audetto che sancisce una pausa di un anno del campionato e la sua conseguente riapertura nel 2015,questo per far si che le squadre abbiano tempo sufficente per prepararsi al meglio.

 

 

discuteremo in questo topic di tutte le novità che avremo sulla SuperTouringSeries.

 

 

La SuperTouringSeries slitterà al 2015 Le squadre straniere hanno chiesto tempo a Daniele Audetto: è atteso un comunicato ufficiale

 

Daniele Audetto avrebbe fermato le macchine. La SuperTouringSeries slitta al 2015: il campionato che dovrebbe sorgere dalle ceneri della Superstars al momento resta in frigorifero. Il progetto non decade, ma viene posticipato perché i team stranieri che erano stati coinvolti (si dice Carlin, Fortec e Maurer tanto per citarne alcuni) avrebbero fatto sapere che i tempi per allestire con l'adeguata cura le vetture per l'inizio della stagione 2014 sarebbero stati troppo stretti.


La Pan Asia Racing Enterprise Ltd, società che ha a capo proprio Daniele Audetto, avrebbe deciso di rinunciare all'organizzazione del campionato internazionale 2014 perché senza l'assicurazione delle nuove squadre europee i finanziatori del progetto non avrebbero garantito i tre milioni di dollari per supportare i team e il lancio della categoria riservata alle vetture turismo con motori V8.

Il progetto non viene accantonato, ma verrà rilanciato all'inizio dell'estate, in modo da avere il tempo necessario per farlo partire con i contenuti giusti per un salto di qualità che la Superstars ormai richiedeva: è atteso nei prossimi giorni un comunicato ufficiale che sancisca lo stop.

Intanto le squadre italiane che hanno sempre animato il campionato di Maurizio Flammini ieri si sono riunite per decidere del loro futuro: l'orientamento di molti sarebbe di "migrare" verso laMichelin Touring Car Cup che Massimo Arduini e Fabrizio Cravero stanno lanciando nell'ambito dei Racing Weekend dell'ACI Sport.

Stando alle indiscrezioni, Daniele Audetto aveva pensato ad allestire una serie nazionale che facesse da "ponte" alla SuperTouringSeries, ma è consapevole che non avrebbe alcun senso moltiplicare i contenitori tricolori: l'unico effetto che si potrebbe ottenere sarebbe quello della frammentazione dei partecipanti in due categorie più povere di contenuti.

Ha più senso, invece, rilanciare la SuperTouringSeries nell'estate 2014 se ci saranno gli elementi per convincere le squadre a fare il salto di qualità in una serie internazionale: gli incentivi economici e promozionali promessi potrebbero fare la differenza...

 

http://www.****/magazine/33442/anteprima-la-supertouringseries-slittera-al-2015

 

33442_la_supertouringseries_slitter%C3%A

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io fossi in loro cercherei di lanciare serie nazionali (anche con poche gare l'anno) per esempio in Germania o Inghilterra per generare più interesse sul campionato principale del 2015 così come possibili nuovi team e piloti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sinceramente: ma dove vuoi che vadano? Già avevano annunciato un gran campionato nel 2014 (chi era? Berton?) e non vedremo nulla, per colpa dei team stranieri?

 

Dal mio punto di vista, che conta zero, team con esperienza e preparazione come Reiter o Carlin dovrebbero essere benissimo in grado di mettere a punto un paio di macchine in quattro mesi, sono diventati brocchi tutto in un colpo?

 

Questo campionato è morto, e se risorgerà, quasi sicuramente non sarà più quello di prima.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

senza le squadre di livello gli investitori non daranno finanziamenti,evidentemente hanno chiesto più tempo per fare le cose con calma e non (ri)creare un campionato in fretta e in furia con il rischio di ritrovarsi nella situazione di questo anno (15 auto,guasti vari dopo 2 giri,cambi di sedile ogni quarto d'ora ecc.)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dal sito di Autosprint

 

La STS slitta al 2015

 

La Superstars, morta lo scorso novembre, poi rinata con una nuova società londinese con a capo Daniele Audetto e ribattezzata SuperTouringSeries, rischia di non disputarsi proprio nel 2014.

Dopo aver consultato tutti i team, Audetto sarebbe giunto alla decisione dicancellare il campionato nel 2014 nonostante fosse già stato annunciato un calendario internazionale che prevedeva 7 gare in Europa di cui due in Italia.

La decisione sarebbe nata perché i team stranieri interpellati – che in un primo tempo si erano detti favorevoli – hanno declinato la proposta di partecipare alla serie. E molti di quelli italiani che avevano partecipato al campionato 2013 nutrono molti dubbi su un campionato rinato dalla ceneri di quello precedente senza che certe pendenze commerciali accumulate nell’anno corrente siano state regolate.

Lo scoglio su cui non si è trovato l’accordo risiede nel meccanismo di coinvolgimento dei team al campionato. Il piano di Flammini (la mente organizzativa del vecchio e del nuovo campionato) era che i team fossero parte dell’organizzazione: la società organizzatrice avrebbe finanziato otto team di primo livello italiani e stranieri con circa 300mila euro a team, a patto che questi schierassero piloti di livello internazionale (ex F1 o comunque professionisti indiscussi, come erano i vari Liuzzi, Morbidelli, Biagi, ecc) per garantire un livello competitivo elevato alle corse. A loro volta i team avrebbero ceduto il 50% dei loro ricavi di sponsor alla organizzazione che avrebbe anche cercato sponsor per le varie squadre. Ma le squadre interpellate sembra non abbiano voluto intraprendere un programma “alla cieca” mettendo sotto contratto i piloti e tecnici senza garanzie su finanziamenti che dovevano ricevere. Così la situazione è entrata in stallo e il campionato 2014 non si farà, mentre l’organizzazione vorrebbe lavorare per realizzare il progetto per il 2015. Ma di questo se ne riparlerà molto probabilmente la prossima estate.

 

http://autosprint.corrieredellosport.it/2013/12/28/la-sts-slitta-al-2015/12293/

 

 

 

 

pare che anche il campionato MTCC potrebbe essere disertato

 

 

Come continuano le Superstars

 

Abbiamo riportato qui come la SuperTouringSeries abbia subìto un rinvio al 2015 nei propri programmi in pista. Di conseguenza, rimane aperto il problema di cosa faranno nel 2014 i team italiani che l’anno scorso avevano animato la Superstars e che si stavano preparando al 2014 nella STS: per esempio il team Ferraris che faceva correre le Mercedes di Biagi e Liuzzi; oppure l’Audi Sport Italia che stava già lavorando per modificare la Rs5 integrale vittoriosa nel 2013 con Morbidelli, sopprimendo la trazione integrale per adattarla alle nuove regole, che imponevano solo auto a trazione posteriore.

L’alternativa al momento più concreta è quella della Michelin Touring Car Cup. Questa nuova serie organizzata da Massimo Arduini e Fabrizio Cravero corre all’interno dei Racing Weekend, vale a dire i campionati italiani Aci/Csai, beneficiando quindi delle dirette TV. Tuttavia alle squadre della ex Superstars non va molto a genio il fatto di essere “mischiate” ad altre categorie all’interno della stessa gara, un po’ come avveniva nel vecchio CITE (Campionato Italiano Turismo Endurance), col rischio che il “balance of performance” faccia vincere vetture di classe diversa. La stessa critica sarebbe peraltro possibile non solo per l’MTCC, ma anche per la categoria che Sergio Peroni prevede già dal 2012 all’interno delle proprie gare e che può accogliere le vetture Superstars.

Ecco così che, dopo feroci battaglie non solo in pista nel 2013, i team soprattutto italiani della Superstars stanno “stringendosi a coorte” per affrontare il futuro nel miglior modo possibile e senza rendere quasi inutilizzabili macchine dal notevole valore, non solo tecnico ma anche economico. Per questo sono intercorse varie telefonate fra i responsabili, cercando di trovare un accordo che non frammenti tale parco vetture. Sembra che, proprio per evitare di “sparpagliarsi” in più campionati, impoverendo però ciascuno di essi con un numero limitato di partenti, i vari team siano disposti ad accomunarsi verso un’unica scelta, arrivando anche ad aiutare i team più deboli e che potrebbero avere problemi. Solo che al momento non si capisce ancora quale possa essere quella giusta e “vincente”, fra le varie possibilità. Anche perché ci sarebbero altri interessati, ma i tempi sono stretti: di fatto, le squadre coinvolte nella ex Superstars hanno manifestato una concreta volontà di associarsi ed organizzarsi, anche fra loro (un po’ come avvenne con la vecchia SuperTurismo). Se fosse possibile affidarsi ad un organizzatore serio e disponibile, che dia lo spazio richiesto alla categoria continuando una situazione che dal punto di vista dell’organizzazione delle gare aveva trovato un buon equilibrio, i team risponderebbero infatti in modo entusiasta. Vedremo come la faccenda si svilupperà nei primi fondamentali giorni del 2014.

 

http://autosprint.corrieredellosport.it/2013/12/29/come-continuano-le-superstars/12313/

 

 

Modificato da Mito Ferrari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

STS nel 2015 ma nel 2014....

 

 

Ufficiale: la SuperTouringSeries slitta al 2015

 

Daniele Audetto rende nota la lista delle nuove squadre interessate. Ci sarà una serie europea nel 2014

 

 

Adesso la notizia è ufficiale: la SuperTouringSeries slitta al 2015 come **** aveva anticipato nei giorni scorsi. L'idea di Daniele Audetto, CEO di Pan Asian Racing Enterprise Ltd, la società che aveva il mandato di lanciare il campionato internazionale che doveva prendere il posto della Superstars nel 2014, ha dichiarato: "Dato il calendario serrato e l'imminente arrivo sul mercato di nuovi modelli che dovrebbero sostituire le V8 attuali, la maggior parte delle squadre hanno manifestato l'intenzione di partecipare al Campionato a partire dalla stagione successiva. Pertanto, l'inizio della "League" viene rinviato al 2015".

Le nuove squadre che hanno mostrato il loro interesse sono: Carlin Motorsport, Fortec Motorsport, Triple Eight Race Engineering, Verschur, ROAL, Reiter, Alstare, MTM, Maurer e Swiss Team. In attesa del SuperTouringSeries 2015, c'è l'idea di dare vita ad una serie europea nel 2014 che risponda alle richieste che sono arrivate dalle squadre che dispongono delle macchine attuali: il Campionato si dovrebbe articolare su sei appuntamenti in questi Circuiti: Monza, Mugello, Brno, Portimao,Vallelunga,Paul Ricard
Nel frattempo viene confermata l'esistenza dell'International GT Series, il Campionato che si disputerà in parallelo con il Ferrari Challenge.

 

 

http://www.****/magazine/33473/ufficiale-la-supertouringseries-slitta-al-2015?utm_source=dlvr.it&utm_medium=facebook

 

33473_ufficiale__la_supertouringseries_s

 

Modificato da Mito Ferrari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Obiettivo 2014 per la SuperTouring, senza 'lega'

Arrivano novità sul futuro della SuperTouring Series. La categoria, che era originariamente attesa al debutto nel 2014, era al centro di voci contrastanti. Oggi, un comunicato ufficiale ha fatto chiarezza. La partenza del formato di lega stile NBA annunciato in precedenza è posticipata al 2015, anche se l'obiettivo è di far partire il progetto già con la stagione in arrivo. Se i piani andranno in porto, le tappe saranno a Monza, Mugello, Brno, Portimao, Vallelunga e Paul Ricard.

A causare lo slittamento, il poco tempo a disposizione delle nuove squadre per sviluppare le vetture, anche considerato il gran numero di modelli di fascia alta in arrivo sul mercato in questo periodo. Tra i possibili nuovi acquisti si parla di Carlin Motorsport, Fortec Motorsport, Triple Eight Race Engineering, Equipe Verschur, ROAL Motorsport, Reiter Engineering, Alstare, MTM, Maurer e Swiss Team.

 

Se per la piattaforma di marketing che coinvolgerà i team si dovrà aspettare il 2015, i team attualmente già pronti avrebbero chiesto al management di Daniele Audetto di proporre un campionato “normale” in attesa di evoluzioni, per “traghettare” la situazione. Oltre alla SuperTouring, è stata confermata l'organizzazione della ex GTSprint Series. Il calendario degli eventi è stato ufficializzato solo per la categoria GT.

 

http://www.italiaracing.net/notizia.asp?id=42847&cat=43

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'è qualcosa che mi puzza. Se la Superstars, a detta di Flammini, andava così bene come lasciava trapelare in tutte le interviste, perchè è stata cancellata?

 

Se il campionato era di così alto livello, come mai per il 2014 non ci sarà nemmeno una serie sostitutiva?

 

Tra campionati Renault, Maserati, Lamborghini, Porsche (Supercup e Targa), Ginetta, Peugeot RCZ, Cite, Coppa Italia, GT Sprint, Superstars, GT Italia, CITS, Mini, Abarth, prototipi con grigle da 5 a 20 macchine, non sarebbe meglio fare solo due campionati multimarca, ad esempio, turismo sopra 2000 e turismo sotto 2000 e correre otto gare solo in Italia e basta con 40 macchine in griglia? A cosa serve vantarsi che le gare vanno in TV in 150 paesi se poi quando giri i soliti dieci canali quelle gare non le trovi?

 

Conclusione: l'automobilismo in Italia e morto e stramorto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'è qualcosa che mi puzza. Se la Superstars, a detta di Flammini, andava così bene come lasciava trapelare in tutte le interviste, perchè è stata cancellata?

 

Se il campionato era di così alto livello, come mai per il 2014 non ci sarà nemmeno una serie sostitutiva?

 

Tra campionati Renault, Maserati, Lamborghini, Porsche (Supercup e Targa), Ginetta, Peugeot RCZ, Cite, Coppa Italia, GT Sprint, Superstars, GT Italia, CITS, Mini, Abarth, prototipi con grigle da 5 a 20 macchine, non sarebbe meglio fare solo due campionati multimarca, ad esempio, turismo sopra 2000 e turismo sotto 2000 e correre otto gare solo in Italia e basta con 40 macchine in griglia? A cosa serve vantarsi che le gare vanno in TV in 150 paesi se poi quando giri i soliti dieci canali quelle gare non le trovi?

 

Conclusione: l'automobilismo in Italia e morto e stramorto.

Ti quoto in pieno! Anche a me la cosa puzza perchè anche alla fine del campionato 2013 erano tutti proiettati all'anno nuovo senza dare alcun segnale di una possibile "fine". Bah! Sono due mesi che si dice tutto il contrario di tutto. Prima i debiti, poi la serie mtcc, poi la supertouring che non si fa... C'E' POCA SERIETA' OPPURE QUALCHE OSTACOLO DI TROPPO.

Modificato da Frankystoffersson87

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Modestamente, credo che strombazzare a destra e a manca che la tua categoria (Superstars e non solo) è un successo planetario, quando non va in onda in nessuno dei sette canali "normali" e dove il successone di pubblico è di 30.000 persone in un paese di 60 milioni, sia sbagliato.

 

Piuttosto dici, stiamo crescendo, andiamo bene e restiamo legati ai posti (Vallelunga, Imola, Monza) dove qualcuno ci segue, invece di sparare in alto e andare a Kyalami a far chissà cosa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gare “ponte” nel 2014 per la Superstars

 

Dopo il rinvio al 2015 della SuperTouringSeriesdi cui abbiamo parlato qui – organizzata dalla PanAsian Racing Enterprise di Daniele Audetto, sembra che si stia concretizzando la possibilità di non “bucare” un anno per i team della ex Superstars. Infatti la stessa PARE sarebbe disposta ad organizzare una serie europea di sei gare, che proseguirebbe la Superstars con gli stessi regolamenti della scorsa stagione, indicativamente. Questo a patto che i team garantiscano la presenza di un “numero congruo” di vetture, si parla di circa 16 almeno a gara.

Così ha parlato lo stesso Daniele Audetto, riferendosi innanzitutto a come vi siano già diversi team di livello internazionale interessati alla STS del 2015 con la formula della “lega fra team”, e quali saranno gare e condizioni per il prosieguo della Superstars nella stagione che si approssima: «Dati i tempi stretti e la imminente uscita sul mercato di nuovi modelli di auto sostitutivi degli attuali nell’alta gamma, la maggioranza dei team ha confermato l’intento a partecipare dalla stagione successiva. Tra questi Carlin, Fortec, Alstare, Triple888, Verschur, Reiter, MTM, Maurer. Pertanto l’avvio della “Lega” sarà nel 2015. Per la stagione 2014, invece, stiamo valutando il progetto con i team interessati a partecipare, ai quali è stata richiesta una garanzia di presenza a tutte le gare di un numero congruo di vetture competitive. La Serie sarà organizzata in Europa nei circuiti di Monza, Mugello, Brno, Portimao, Vallelunga, Paul Ricard».

Ora si tratta di vedere se le squadre riusciranno ad organizzarsi per tempo, come programmi e preparazione tecnica, in modo da assicurare tale partecipazione. La volontà comunque ci sarebbe, visto che erano proprio le squadre a cercare un “interlocutore” che consentisse di non bloccare un parco vetture di un certo rispetto (e valore).

http://autosprint.corrieredellosport.it/2013/12/30/gare-ponte-nel-2014-per-la-superstars/12343/

Modificato da Mito Ferrari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ieri gli organizzatori e i team che hanno corso in questi anni in Superstars si sono riuniti per valutare la fattibilità di un campionato 2014 da disputarsi su 6 round(3 in Italia e 3 all'estero) in attesa del 2015 in cui oltre alla Lega vedremo nuovi team e nuove auto.

 

Tra le regole proposte dovrebbero esserci quelle di mantenere auto a trazione integrale ma permettere alle 2 ruote motrici di utilizzare il tc;non disputare le qualifiche e far partire i piloti secondo l'ordine in classifica ma rovesciata (l'ultimo in classifica parte in pole,il penultimo 2° e via via).Questo per incrementare la possibilità di spettacolo e competizione frai partecipanti.

Modificato da Mito Ferrari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Continuo a non capire perchè chi va meglio e corre più forte, debba essere penalizzato. Quando gioca Juve - Sassuolo, le porte dei torinesi le fanno più grandi e i sassoli giocano in 12?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Continuo a non capire perchè chi va meglio e corre più forte, debba essere penalizzato. Quando gioca Juve - Sassuolo, le porte dei torinesi le fanno più grandi e i sassoli giocano in 12?

 

quando qualcuno gioca contro la juve parte sempre in inferiorità numerica dovendo giocare 11 vs 14!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Continuo a non capire perchè chi va meglio e corre più forte, debba essere penalizzato. Quando gioca Juve - Sassuolo, le porte dei torinesi le fanno più grandi e i sassoli giocano in 12?

 

hai ragione,però purtroppo questo escamotage per favorire lo spettacolo e dare la possibilità a più gente possibile di mettere a segno risultati importanti è ovunque..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

intanto Romeo Ferraris ha venduto le sue Mercedes.

 

come fai a saperlo? a chi le ha vendute?

 

 

sono finite in Cina,dove hanno espanso le loro attività http://www.****/magazine/33941/speciale-romeo-ferraris-non-corre-ma-va-in-giappone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

intanto la GTSprint cambia nome in EuroGTSprint e continua questo anno... chissà se sarà lo stesso per la STS..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×