Jump to content
Sign in to follow this  
The King of Spa

Regolamento tecnico FIA 2014: gli ultimi aggiornamenti

Recommended Posts

è giusto i team fanno le qualifiche con lo stesso assetto della gara, e poi non è scoppiano tutti i gp è successo in un gp in tre anni può succedere, anche la micheline nel 2004 mi pare avevano le gomme esplodevano a indy.

 

non mi sono spiegato.... in nome della sicurezza (per colpa del parco chiuso) non si corre con la pioggia e si continua a correre con le gomme che esplodono a 300 orari....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dai che le gomme gia' ora non esplodono piu' dopo le ultime modifiche che la Pirelli ha apportato.

 

 

 

Regards,

The frog

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

è giusto i team fanno le qualifiche con lo stesso assetto della gara

 

è giusto che corrano la domenica sotto l'acqua con lo stesso assetto del giorno prima quando c'erano 30 gradi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

va tolto il parco chiuso!va tolto il drs!vanno riviste le gomme...va lasciata libertà di potenza..!

Share this post


Link to post
Share on other sites

io sinceramente non ho mai capito la storia del parco chiuso. perhè è stata indrodotta sta regola ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

io sinceramente non ho mai capito la storia del parco chiuso. perhè è stata indrodotta sta regola ?

 

Contenimento dei costi :baraldi:

Edited by Ferrarista

Share this post


Link to post
Share on other sites

io sinceramente non ho mai capito la storia del parco chiuso. perhè è stata indrodotta sta regola ?

 

perchè nel 2002 si arrivò all'apice della progettazione e le vetture in qualifica erano quasi delle versioni b apposite rispetto a quelle che correvano la gara. che male ci fosse non si sa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Rhobar_III

Il parco chiuso fu introdotto perchè nel 2003 si decise di cambiare il format delle qualifiche, passando al singolo giro di qualifica.

 

Per evitare che le squadre costruissero a quel punto una versione totalmente da qualifica della loro macchina, si inventarono la regola del parco chiuso, che impediva di fare qualsiasi tipo di variazione alle vetture prima della gara.

In quel modo i team erano costretti a usare la stessa monoposto sia per il singolo giro di qualifica, sia per la gara.

 

Da quando il format della qualifica è stato cambiato, cioè dal 2006 con le 3 manches, e poi da quando non serve più imbarcare la benzina per la prima parte di gara (2010), il parco chiuso è diventato abbastanza inutile.

Ma viene ugualmente mantenuto anche se una ragione che lo giustifica non c'è più.

Share this post


Link to post
Share on other sites

c'era anche la qualifica con la benzina per il primo stint, quindi non potevano fare un warm-up e controllare che fosse re-immessa la precisa quantità di benzina

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

a voi piace questo suono?è verosimile?

 

si molto, si...se ricordo bene è verosimile

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma di quanto saranno più lente queste vetture al giro? 5, forse 6 secondi?
E che spazio di inventiva avranno i progettisti, specie nel settore aerodinamico con questo regolamento?
Che si dovesse dare più spazio alla meccanica, messa da diversi anni in secondo piano, trascurata, a volte congelata, era palese.

Ma in questo modo le vetture non saranno quasi aerodinamicamente uguali? Vogliamo arrivare al monoscocca?
Sviluppare l'aerodinamica fino a determinati livelli fin'ora è stato eccessivo, ma non lo è sbagliato in senso assoluto.
L'idea del monoscocca in F1 è qualcosa di sbagliato in senso assoluto invece. Spero non si arrivi a qualcosa del genere, mai.

Edited by Kimired

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per l'anno prossimo sono contento che si cambi, le novità riescono sempre a incuriosirmi.

 

Previsioni non se ne possono fare visto che la F1 non è più abituata a tali rivoluzioni, nonostante ciò nutro grandi speranze per la Ferrari perché soprattutto il primo anno, in cui ognuno arriva con le proprie idee, chi azzecca la vettura a livello meccanico potrebbe partire con mezzo titolo in tasca, e Rory Byrne non ha rivali nel campo. Spero solo che il suo contributo vada oltre la semplice consulenza degli ultimi anni...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per l'anno prossimo sono contento che si cambi, le novità riescono sempre a incuriosirmi.

 

Previsioni non se ne possono fare visto che la F1 non è più abituata a tali rivoluzioni, nonostante ciò nutro grandi speranze per la Ferrari perché soprattutto il primo anno, in cui ognuno arriva con le proprie idee, chi azzecca la vettura a livello meccanico potrebbe partire con mezzo titolo in tasca, e Rory Byrne non ha rivali nel campo. Spero solo che il suo contributo vada oltre la semplice consulenza degli ultimi anni...

 

Cabiare è positivo, ma non tutti i cambiamenti sono necessariamente positivi.

Si doveva valorizzare la meccanica rispetto all'aerodinamica si, ma questo mi sembra troppo.

Assisteremo piano piano al rovescio della situazione attuale e se una condizione di non equilibrio tecnico passa ad un' altra situazione con scarso equilibrio tecnico siamo punto e d'accapo.

I nuovi motori sono molto inferiori rispetto a quelli attuali, vedrete che verrà un po' a tutti da storcere il naso e, nonostante questo, sono previsti i soliti graduali congelamenti che riporteranno dopo qualche anno la situazione a quella attuale, ovvero i motoristi a concentrarsi esclusivamente in piccoli controlli per perfezionare l'affidabilità. All'inizio si, assisteremo a molti problemi, rotture, come megli anni 90, ma poi torneremo man mano di anno in anno, con la solfa del congelamento, a vedere monoposto meccanicamente perfette e durevoli, come quelle di ora, nelle quali un cedimento meccanico, specie per i team di punta, con budget elevati, è un evento più unico che raro.

L'aerodinamica, subirà poco alla volta dei blocchi graduali eccessivi portando alla standardizzazione e alla sterilità progettuale. Non si progettano aerei è vero, ma si corre in formula 1 nn solo attraverso i piloti ma anche attraverso i progettisti... e la scocca, le forme della vettura, l'aerodinamica in generale è qualcosa su cui un progettista deve, entro certi limiti ben definiti, aver spazio per inventare ed ingegnare.

La formula 1 che preferisco è una formula 1 dove, attraverso un regolamento ben chiaro, che dia importanza alla sicurezza e che non lasci spazio a supposizioni, dia comunque dei margini per poter distinguere una vettura da un'altra non solo per le livree, poichè la formula 1 è pura ricerca, ma anche inventiva e colpo di genio.

Se annulliamo questo, stravolgiamo quello che è sempre stata la categoria regina.

E' questa la formula che vi piace? A me non tanto.

Spero non si superino certi limiti di buon senso.

Edited by Kimired

Share this post


Link to post
Share on other sites

almeno accorciano un po' gli alettoni davanti, anche se restano troppo grandi a mio avviso....

 

Già. E troppo complessi. Io imporrei alettoni monoplano anteriormente biplano posteriormente. Il restringimento è positivo, dovrebbero diminuire i tagli alle ruote posteriori in bagarre...

 

Sento ancorala mancanza di una regola che vieti qualsiasi ala, aletta, deflettore (oltre a quella anteriore e posteriore). Non le ho mai digerite, quelle parti che possono rompersi nei contatti (è vero che ora i piloti non ne hanno quasi più, che è vietato combattere in pista, pena squalifica... :asd:).

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites

la potenza dovrebbe essere libera o quasi...ma poi rompete con la sicurezza...ripeto perchè non afre ancora dei 1800 turbo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cabiare è positivo, ma non tutti i cambiamenti sono necessariamente positivi.

Si doveva valorizzare la meccanica rispetto all'aerodinamica si, ma questo mi sembra troppo.

Assisteremo piano piano al rovescio della situazione attuale e se una condizione di non equilibrio tecnico passa ad un' altra situazione con scarso equilibrio tecnico siamo punto e d'accapo.

I nuovi motori sono molto inferiori rispetto a quelli attuali, vedrete che verrà un po' a tutti da storcere il naso e, nonostante questo, sono previsti i soliti graduali congelamenti che riporteranno dopo qualche anno la situazione a quella attuale, ovvero i motoristi a concentrarsi esclusivamente in piccoli controlli per perfezionare l'affidabilità. All'inizio si, assisteremo a molti problemi, rotture, come megli anni 90, ma poi torneremo man mano di anno in anno, con la solfa del congelamento, a vedere monoposto meccanicamente perfette e durevoli, come quelle di ora, nelle quali un cedimento meccanico, specie per i team di punta, con budget elevati, è un evento più unico che raro.

L'aerodinamica, subirà poco alla volta dei blocchi graduali eccessivi portando alla standardizzazione e alla sterilità progettuale. Non si progettano aerei è vero, ma si corre in formula 1 nn solo attraverso i piloti ma anche attraverso i progettisti... e la scocca, le forme della vettura, l'aerodinamica in generale è qualcosa su cui un progettista deve, entro certi limiti ben definiti, aver spazio per inventare ed ingegnare.

La formula 1 che preferisco è una formula 1 dove, attraverso un regolamento ben chiaro, che dia importanza alla sicurezza e che non lasci spazio a supposizioni, dia comunque dei margini per poter distinguere una vettura da un'altra non solo per le livree, poichè la formula 1 è pura ricerca, ma anche inventiva e colpo di genio.

Se annulliamo questo, stravolgiamo quello che è sempre stata la categoria regina.

E' questa la formula che vi piace? A me non tanto.

Spero non si superino certi limiti di buon senso.

 

Diciamo che mi accontento.

 

Da un lato non si può pretendere che si lasci tutto libero, altrimenti morirebbe un pilota a GP, quindi i regolamenti più si va avanti più dovranno essere restrittivi.

 

Dall'altro lato è anche vero che alcune parti del regolamento sembrano scritte senza pensare: probabilmente per mettere in relativa sicurezza i piloti basterebbe imporre un massimo di kW per il motore, così si avrebbe controllo sulla potenza finale e i costruttori potrebbero scannarsi cercando di aumentare l'efficienza riducendo peso e consumi, imporre delle protezioni non aerodinamiche alle ruote sulla falsa riga della IndyCar, e imporre una altezza minima da terra che garantisca nessun pericolo di aquaplaning anche in caso di monsone.

 

Mi rendo conto però che continuare a sperarci sarebbe un'inutile illusione e che i regolamenti saranno sempre contradditori, pieni di buchi e di difetti.

Alla fine però quello che mi interessa è la corsa, e finché vedrò dei piloti sfrecciare su dei circuiti a velocità impensabili - soprattutto in curva - per le auto di serie e anche per le altre categorie continuerò ad appassionarmi allo stesso modo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Rhobar_III

Non so se lo avete già accennato, ma dal prossimo anno ci sarà di sicuro un'unica struttura deformabile per tutte le scocche.

 

Non ci sarà più il crash test obbligatorio per ogni vettura, semplicemente bisognerà installare nel proprio progetto questa monoscocca omologata e standard per tutti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avere sempre come priorità la sicurezza va benissimo, ma quello che dico io è che se si blocca tutto il range di creatività ad un progettista, creando di fatto un campionato monomarca, non seguirò più la formula 1.
E' vero che oggi come oggi il pilota conta poco, ma è pur vero che la formula 1 è fatta anche di team e di ingegneri che hanno come obiettivo quello di tirar fuori il colpo di genio dal cilindro e arrivare a progettare qualcosa non pensata da altri.
la formula 1 che mi appassiona è anche la f1 tecnica, quella fatta di trovate innovative, quella fatta di soluzioni originali che danno a quella particolare monoposto quel "qualcosa in più" sulle altre. Infatti esiste il campionato costruttori.
Non mi appassionerò mai totalmente ad una formula 1 vicina ad un monomarca e spero che non si arrivi mai.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso che le condizioni per considerare la F1 un monomarca sia ancora lontanissimo, alla fine i regolamenti sembrano castranti ma ciò non impedisce a Newey di vincere da tre anni né ci impedisce di vedere vincere macchine concettualmente opposte come Mercedes e Lotus.

 

Che comunque si possano fare regolamenti migliori è ovviamente solare...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×