Jump to content
Sign in to follow this  
mp4/18

24 ore di le mans 2013

Recommended Posts

Opinioni soggettive. Di certo la Porsche è riuscita a battere diverse volte Audi negli ultimi anni utilizzando una RS Spyder Lmp2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo la verità. Della 24 ore, alla maggior parte della gente, non è mai fregato nulla. Solo che la morte ha quel qualcosa che attira le persone ed anche a chi non frega nulla deve dire la sua.

Fermare l'evento non sarebbe servito a nulla, tanto nei successivi giorni non ne avrebbe parlato più nessuno, perché Simonsen non è un nome da copertina.

E' stato giusto proseguire, è stato giusto terminare l'evento ed è stato giusto ricordarlo sul podio.

Purtroppo la stampa è fatta di gentaglia che venderebbe la propria madre per vendere qualche copia in più...preferisco l'indifferenza alla falsa moralità.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Opinioni soggettive. Di certo la Porsche è riuscita a battere diverse volte Audi negli ultimi anni utilizzando una RS Spyder Lmp2

 

 

Porsche ha un background nelle gare di durata, può sicuramente essere un avversario temibile.

Audi è in uno stato di forma incredibile, ma Peugeot ha dimostrato che si può battere.

Per il prossimo anno le cose si faranno interessanti, anche per le diverse tecnologie che metteranno in campo le varie case.

Edited by Aviatore_Gilles

Share this post


Link to post
Share on other sites

il problema è che purtroppo è una parte (triste) delel corse...quindi il fatto di fermare non risolve il problema...penso che lo sappiano tutti gli addetti ai lavori che c'è quella parte di rischio...

Share this post


Link to post
Share on other sites

il problema è che purtroppo è una parte (triste) delel corse...quindi il fatto di fermare non risolve il problema...penso che lo sappiano tutti gli addetti ai lavori che c'è quella parte di rischio...

 

 

Vero!

 

seguo le corse da oltre 30 anni, purtroppo non è il primo evento a cui assisto e so che, pur se gli standard di sicurezza attuali sono elevatissimi, c'è una parte di fatalità che non può essere eliminata.

Chiunque decida di scendere in pista lo sa e lo accetta!

 

Forse, dato che la maggior parte di noi segue principalmente la Formula1, si ritiene che in formula 1 si sia arrivati ad una qualità tale di sicurezza che sia impossibile che ci scappi il morto (inteso come pilota deceduto in pista a causa di incidente) ma, secondo il mio modesto parere, è sempre avvenuto un mix tra fortuna e misure di sicurezza adeguate.

 

Prima o poi (anche se spero mai!) anche nella sicurissima Formula1 capiterà l'imponderabile, e, da appassionati, resteremo sgomenti, addolorati e incaxxati per il fato avverso....

Share this post


Link to post
Share on other sites

tutti quelli che dicono che in f1 non può capitare nulla esagerano...e ho letto di queste cose...è vero probabilmente l'impatto contro una barriera non è più pericoloso (forse) credete che kubica se lo rifà altre 10 volte vada sempre uguale?

 

ma incidenti tipo webber o ernesto o anche a spa l'anno scorso sono possibili... che siano rari è un altro discorso!

 

 

come mai hans non ha funzionato sabato?

Share this post


Link to post
Share on other sites

tutti quelli che dicono che in f1 non può capitare nulla esagerano...e ho letto di queste cose...è vero probabilmente l'impatto contro una barriera non è più pericoloso (forse) credete che kubica se lo rifà altre 10 volte vada sempre uguale?

 

ma incidenti tipo webber o ernesto o anche a spa l'anno scorso sono possibili... che siano rari è un altro discorso!

 

 

come mai hans non ha funzionato sabato?

 

 

ecco...ci siamo intesi! probabilmente a Kubika, se ripetesse lo stesso impatto 10 volte, non tutte le volte andrebbe liscia!

 

Capitolo Hans....non posso darti una risposta precisa, probabile che la forte decelerazione abbia avuto effetti letali, e li non c'è Hans, Rollbar, Sedile in fibra con "orecchie" laterali che tenga! semplicemente la decelerazione è stata troppo forte per il corpo umano.

 

Se consideri che Bellicchi, nel suo botto (che ha molte analogie con quello di Simonsen) con una velocità d'impatto inferiore e su una LMP1, si è rotto alcune costole....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma allora perchè kubica non ha avuto problemi di decelerazione nel suo botto?

 

secondo molti però andrebbe liscia ...io leggo diversi commenti...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma allora perchè kubica non ha avuto problemi di decelerazione nel suo botto?

 

secondo molti però andrebbe liscia ...io leggo diversi commenti...

 

 

Perchè la sua decelerazione è avvenuta in varie fasi....il botto a sinistra sul primo muro non ha stoppato la vettura, ma l'ha deviata verso la pista...

 

 

 

anch'io leggo diversi commenti, e temo che, in tanti non si rendano conto di come, spesso, ci sia di mezzo la pura fortuna e un angolo di impatto che ti uccide o salva a seconda se esso e piu o meno accentuato...

Share this post


Link to post
Share on other sites

purtroppo lungo il rettilineo dell'hunaudières il guardrail è a ridosso degli alberi, e quelli non sono fatti per attutire gli impatti

Share this post


Link to post
Share on other sites

semplicemente la decelerazione è stata troppo forte per il corpo umano.

 

 

:up:

Share this post


Link to post
Share on other sites

io non capisco perchè scarta così bruscamente verso sinistra però... la logica mi porterebbe a pensare che dovrebbe fare come la ferrari pochi secondi prima di lui (nel video postato da bruce mclaren)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capello ipotizzava un problema al TC, secondo lui tarato male. Certo è che ha messo completamente la macchina fuori dalla pista. La corvette che lo seguiva ha pizzicato leggermente il cordolo, lui è andato oltre con tutta la macchina.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bah. Visti i numerosi incidenti in quella curva prima di lui, non vedo perchè cercare complotti a tutti i costi. Condizioni della pista umide, prime fasi di gara. Un errore purtroppo ci sta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

nessun complotto la pista è umida sono partiti con le slick è andato sul cordolo e oltre dove è ancora bagnato e gli è partita per la tangente se la pista era asciutta non succedeva niente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capello ipotizzava un problema al TC, secondo lui tarato male. Certo è che ha messo completamente la macchina fuori dalla pista. La corvette che lo seguiva ha pizzicato leggermente il cordolo, lui è andato oltre con tutta la macchina.

 

 

A Dindo non si può che credere, lo stesso identico problema è capitato a Bellicchi (Lola-Toyota LMP1) e Makowiecki (Aston Martin GTE Pro), tutti e 3 con lo stesso effetto pendolo conseguente a un intraversamento su fondo umido....

....se 2 indizi fanno una prova...

Share this post


Link to post
Share on other sites

a parte tutto... non erano 3 gli indizi per fare una prova? :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho seguito la 24 ore e mi complimento con l'equipaggio Kristensen McNish Duval per la vittoria,ma anche per il secondo posto della Toyota TS030,meritatissimo.

 

Ma credo sia doveroso fare una riflessione su Allan Simonsen:lo sfortunato pilota danese ha perso la vita in un grave incidente sabato,appena dopo un'ora dall'inizio della 24 ore di Le Mans.

Le mie considerazioni personali sono queste:la gara doveva essere interrotta,indipendentemente dalla volontà espressa dalla famiglia e dagli organizzatori(che all'inizio hanno anche avuto la faccia di bronzo di minimizzare l'incidente),perchè un evento del genere non può passare inosservato.E' avvenuto esattamente quello che accadde ad Imola il 1 maggio 1994,quando prevalse il famoso "The Show Must Go on".Sono veramente disgustato da questa concezione del motorsport:prima di essere appassionati,piloti o addetti ai lavori,siamo uomini,e come tali ci dovremmo comportare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

le man non l'hanno fermata neanche quando un auto è andata nelle tribune e ha ucciso molte persone, figuriamoci per un incidente di gara. il pilota danese è morto quasi subito dopo l'arrivo nel centro medico, quindi una decina di minuti dopo l'incidente, fu la stessa moglie a chiedere di non interrompere la gara e di finirla pure al aston martin

 

senna è morto alle 18 o le 19 di sera l'incidente si e no è accaduto alle 14.30- l'unica vera interruzione fu quella di simoncelli ma solo perchè è morto subito e la gara era già in bandiera rossa quindi ferma. anche li se invece di essere in mezzo alla pista era messo in sicurezza nelle vie di fuga avrebbero messo la safety car e continuato come hanno fatto con il giapponese morto a misano la moto gp ha corso lo stesso. una cancellazione della gara comporta molti fattori di rimborsi ai spettatori hanno pagato i biglietti dei diritti tv, senza contare i soldi spendono i team per partecipare a questa gara, perchè il campionato wec lo fanno per preparare la vettura per le mans.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non sono d'accordo. Quello che doveva essere fermato era il contorno, ma l'evento doveva essere portato a termine. E' stato un incidente, di quelli che devono essere messi in conto quando ci si mette al volante di un auto da corsa, un rischio che i piloti accettano

Fermare tutto non avrebbe avuto senso.

Passata l'onda emozionale dell'evento, quasi tutti si dimenticheranno di lui...questo sarà molto peggio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×