Jump to content
Sign in to follow this  
enry500

Euro-Racecar NASCAR Touring Series 2013

Recommended Posts

26 minuti di Video Magazine sulle gare di Digione della Euro NASCAR

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

:thumbsup:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brands Hatch 200 preview: arriva il primo evento tutto dedicato alla Euro-NASCAR

Mancano pochi giorni allo sbarco in terra inglese della Euro-Racecar NASCAR Touring Series e Brands Hatch si prepara ad accogliere la prima edizione dell’American Speedfest, un week-end interamente dedicato alla cultura motoristica americana.

 

American Speedfest

 

Tra barbecue, esposizioni di auto americane protagoniste di film hollywoodiani, esibizioni di paracadutisti, monster trucks e musica dal vivo, la Euro NASCAR farà da evento clou per quanto riguarda le corse, che si disputeranno sulla versione Indy dello storico tracciato situato a sud-est di Londra.

 

Ad accompagnare la serie ideata da Jerome Galpin ci saranno un campionato riservato ai pick-up, le Legends, una gara per vetture V8 storiche e la Atom Cup. Piatto ricco, insomma, per una manifestazione che incarna perfettamente gli obiettivi dell’organizzatore francese.

“Questo evento non sarà un episodio isolato” ha detto Galpin. “Stiamo lavorando a stretto contatto con Motor Sport Vision per fare di questo appuntamento un’attrazione a lungo termine, perché diventi IL ritrovo annuale dei fans della NASCAR nel Regno Unito.”

Per non farsi mancare niente, la NASCAR ha assegnato il ruolo di Grand Marshal della Brands Hatch 200 a George Silbermann, Vice-President delle Regional and Touring Series. “Il Regno Unito è molto conosciuto per la passione dei suoi fans indipendentemente dalla categoria. Le battaglie senza quartiere in pista e l’intensità delle gare NASCAR offrirà agli spettatori momenti ed emozioni indimenticabili,” ha detto.“Questo meeting incarna tutti i valori della NASCAR: il rombo delle auto da corsa e lo spettacolo per tutta la famiglia, nel contesto di un circuito leggendario.

 

I favoriti Elite

 

Per quanto riguarda la Divisione Elite, le due gare da 35 minuti ciascuna sui 1929 metri di Brands Hatch saranno un “tutti contro uno”. Obiettivo? Detronizzare Ander Vilarino, che al volante della Chevy Camaro #2 ha vinto le prime 4 manche della stagione. A provarci saranno soprattutto Frederic Gabillon, due volte secondo a Digione, Yann Zimmer, attualmente primo inseguitore dello spagnolo nella generale, lo svedese Freddy Nordstrom e Javier Villa, vincitore di una gara a Brands Hatch nel 2012 e bersagliato dalla sfortuna nei primi due appuntamenti della stagione. Nel gruppo dei più veloci possiamo annoverare sicuramente anche Romain Iannetta, che cercherà di scrollarsi di dosso le disavventure di Digione.

 

A questo quintetto proverà ad aggiungersi anche il nostro Nicolò Rocca, autore di un convincente sesto posto in Gara 2 in Borgogna, che proverà ad emergere su rivali come Guillaume Rousseau, Anthony Gandon, Bruno Cosin e Anthony Garbarino.

“Voglio entrare entrare in pianta stabile nelle prime 5 o 6 posizioni sin dalle libere. Il circuito non lo conosco ma essendo in configurazione Indy non penso sarà un gran problema essere competitivi da subito,” ha detto Nicolò. “Spero che saremo al 100% anche per quanto per poter puntare in alto e avvicinarmi a Ander che è sempre più il punto di riferimento della serie”

 

I favoriti Open

 

L’uomo da battere in Divisione Open sarà l’australiano Josh Burdon, in testa alla generale e arrivato a quota tre vittorie in quattro manche nei primi due week-end di gara. I pretendenti al successo sono parecchi, tanto che i primi 10 della classifica sono racchiusi in appena 57 punti. Il primo della lista deve essere giocoforza Anthony Gandon, che dopo aver assaggiato il primo posto in Gara 1 a Digione vorrà sicuramente concedersi il bis. Il vulcanico francese dovrà vedersela con Julien Goupy, Guillaume Rousseau, Jerome Laurin, Vincent Gonneau e Gabriele Volpato.

 

L’italiano, fresco di 17esimo compleanno e caricato a molla dal giro veloce fatto segnare sulla strada del podio in Gara 2 il mese scorso, partirà con l’ambizione di fare ancora meglio, nonostante non conosca il tracciato inglese.

“Ritengo che le caratteristiche del circuito di Brands Hatch possano sposarsi con le mie preferenze di guida,” ha detto il torinese. “Quando parto per un fine settimana di gara l’obiettivo è la vittoria, ma sarei ugualmente contento se riuscissi a concludere nella top-3 entrambe le gare. Il livello del campionato è molto alto e le ambizioni personali devono tenere conto anche di questo. Tra Nogaro e Digione credo di avere instaurato un feeling crescente con la Chevrolet, ho avuto questa impressione soprattutto nella parte finale del weekend in Borgogna.”

 

fonte: http://motorsportrants.com/nascar/euro-racecar-series-nascar/brands-hatch-200-preview-arriva-il-primo-evento-tutto-dedicato-alla-euro-nascar/

 

 

Edited by Gian Luca Guiglia

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brands Hatch 200 – Gabillon e Burdon centrano la pole position!

Il francese Frederic Gabillon, al volante della vettura #5 del Rapido Racing By Still e l’australiano Josh Burdon, sulla SS #18 dello Scorpus Racing, si sono aggiudicati la prima posizione sulla griglia delle due gare del sabato a Brands Hatch in due sessioni molto tirate e contraddistinte da una continua altalena dei tempi e dal traffico in pista.

 

Elite

 

Nessuno avrebbe scommesso su un nome diverso da quello di Ander Vilarino per queste qualifiche, soprattutto in considerazione del feeling che lo spagnolo ha sempre dichiarato di avere con lo storico tracciato inglese. E invece Frederic Gabillon è riuscito a strappargli la pole position per la prima volta in questa stagione, facendo segnare uno splendido 48.390 negli ultimi 5 minuti di una sessione di qualifica decisamente emozionante, in cui si è visto al comando anche Javier Villa sulla Chevy SS #9 dello Scorpus Racing.

 

Il traffico ha giocato un ruolo fondamentale e i piloti hanno spesso dovuto rallentare per prepararsi lo spazio sufficiente a compiere un giro veloce.

Alla fine dei 15 minuti di prove, Gabillon e Vilarino hanno occupato la prima fila, davanti a Freddy Nordstrom – il cui miglior tempo è stato annullato perché realizzato sotto bandiere gialle, sebbene appena qualche millesimo più rapido – Javier Villa e Luke Wright. Yann Zimmer, l’italiano Nicolò Rocca, Stuart Gough, Romain Iannetta e Anthony Gandon hanno completato la top-10.

 

Ben 11 piloti sono racchiusi nello stesso secondo, otto dei quali hanno girato sotto la barriera dei 49 secondi.

 

Open

 

Josh Burdon e Anthony Gandon hanno ripreso la loro personale battaglia per il primo posto nella Divisione Open. L’australiano, già in vetta alla classifica generale, ha fatto segnare un altro punto a suo favore siglando un tempo di 49.083 che gli vale la pole position per Gara 1. Alle spalle dei due scatteranno Julien Goupy, Guillaume Rousseau e Vincent Gonneau. Appena fuori dalla top-5 il filippino Enzo Pastor, che precede Eric Quintal, Ian Gough, Joaquin Gabarron e Jerome Laurin.

 

L’italiano Gabriele Volpato ha fatto segnare il 12esimo tempo e partirà per una gara tutta in rimonta, con l’obiettivo di confermare quanto di buono fatto vedere nei primi due appuntamenti stagionali.

 

Edited by Gian Luca Guiglia

Share this post


Link to post
Share on other sites

Edizione italiana del magazine sulla Brands Hatch 200. Che dite, sto migliorando? :-)

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Max Papis in pista nella Euro NASCAR a Tour e Monza!

 

Ce lo aveva fatto capire già nella puntata 41 di RetroBox, che ci sarebbero state novità al riguardo, ma la sorpresa che è appena arrivata da Max Papis e dalla Euro NASCAR è ancora più bella di quanto ci aspettavamo: Mad Max sarà infatti al via delle prossime due gare del campionato europeo della NASCAR, che si terranno a Tours – il 6 e il 7 luglio – e nella sua Monza il 28 e il 29 settembre di quest’anno.

In qualità di pilota europeo con il maggior numero di presenze al suo attivo nella NASCAR, Max sarà un vero e proprio “ponte” tra le gare per stock-cars americane e le loro sorelle al di qua dell’Atlantico. Con l’entusiasmo e la passione che lo contraddistinguono, il pilota comasco farà anche da catalizzatore per gli appassionati italiani, che hanno ancora nelle orecchie il rombo del V8 della Sprint Cup con cui diede spettacolo al Monza Rally Show del 2011 e negli occhi il suo inchino di fronte ai tifosi che assiepavano le tribune della “sua” Monza.

Pilota del Richard Childress Racing, Max possiede un’esperienza unica al mondo, coronata da successi in numerose categorie del motorsport. Stabilitosi da molto tempo negli USA, non ha dimenticato le sue radici e tiene costantemente d’occhio l’Europa. Così, dopo l’incontro con la Euro-Racecar NASCAR, ha espresso la volontà di correre sia sull’ovale da metri di Tours che su tracciato brianzolo.

“Sono davvero entusiasta di partecipare a due gare del campionato Euro-Racecar NASCAR,” ha detto Max Papis “Ho incontrato Jerome Galpin e scoperto la serie un paio d’anni fa e sono rimasto molto colpito dai loro progressi. Offrirò loro tutta la mia passione e la mia conoscenza delle gare NASCAR americane. In qualità di pilota europeo con il maggior numero di presenze in NASCAR, sono molto orgoglioso di portare un po’ degli Stati Uniti a Tours e Monza. Sono impaziente di correre in una gara della NASCAR Euro Series e di partecipare alla crescita del campionato sotto l’aspetto delle corse, dell’attenzione dei media e di quella del pubblico. Non vedo l’ora di essere là”.

All’inizio del 1996, dopo aver assaggiato la Formula 1, Max Papis ha attraversato l’Atlantico per disputare il campionato CART, serie per monoposto nord-americana nella quale ha preso parte a 113 corse fino al 2003, vincendone 3, facendo segnare 2 pole position e assommando 11 podi. Questa esperienza in monoposto si è poi protratta episodicamente e gli ha permesso di prendere parte a due Indy 500, nel 2002 e nel 2006. I suoi primi anni negli Stati Uniti gli hanno permesso di costruirsi una reputazione e il suo talento lo ha portato alla vittoria nella 24 Ore di Daytona del 2002 e poi al titolo della Grand-Am nel 2004. L’Endurance ha contraddistinto la sua carriera, giacché è stato pilota ufficiale Corvette Racing, con cui ha preso parte a cinque delle sue sette 24 Ore di Le Mans (dove ha totalizzato 5 podi di classe), ma anche a gare prestigiose come la 12 Ore di Sebring e la Petit Le Mans, che ha vinto più volte in categoria GT.

Dal 2006, tuttavia, si è cimentato soprattutto nelle serie nazionali NASCAR, dove è divenuto il pilota europeo con il maggior numero di presenze all’attivo nella storia di questo sport. Nel 2010 ha ottenuto la piena fiducia di Richard Childress, per il quale è impegnato attualmente in un programma in Nationwide Series. E’ allo stesso tempo un riferimento per i piloti NASCAR sui circuiti stradali. Dal suo ingresso nello sport automobilistico più popolare negli USA, “Mad Max” Papis ha disputato 35 gare in NASCAR Sprint Cup, 13 in Nationwide Series e 44 in Camping World Truck Series.

L’appuntamento di Tours si arricchisce di un’altra stella e per quello di Monza non possiamo che dire: vi aspettiamo!!

http://motorsportrants.com/nascar/euro-racecar-series-nascar/max-papis-in-pista-nella-euro-nascar-a-tour-e-monza/

 

 

Edited by Gian Luca Guiglia

Share this post


Link to post
Share on other sites

Amaduzzi farà tutto il girone di ritorno nell'euro nascar!

 

http://motorsportrants.com/nascar/euro-racecar-series-nascar/davide-amaduzzi-fa-il-suo-ingresso-nella-whelen-euro-series-con-il-team-t-engineering/

 

Così a Monza son due i piloti italiani "top"... :qq::superlol::lol2:

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' in arrivo un fine settimana di quelli intensi per la NASCAR Whelen Euro Series, fresca di rebranding grazie all'ingresso di un main sponsor importante come Whelen Engineering, che offrirà il proprio supporto al campionato fino al 2019.

La series ufficiale NASCAR in Europa si appresta infatti a calcare, a partire da venerdì, l'asfalto del rinnovato Tours Speedway: 600 metri di short track con due curve piatte e due a cui è stato aggiunto un banking da 9 gradi. Le gare saranno quattro, tutte da 100 giri e articolate tra sabato e domenica. Vedranno impegnati, oltre ai consueti protagonisti del campionato, suddivisi nelle divisioni Elite e Open, anche un gruppo di nuovi piloti in cui gli italiani si faranno sicuramente notare.

Direttamente dagli Stati Uniti farà il suo arrivo Max Papis, che sarà presente sia a Tours che a Monza a testimoniare l'importanza che la NASCAR attribuisce allo sviluppo della serie propedeutica europea. Mad Max punta dritto a vincere nella Divisione Elite e non potrà che travolgere con il suo entusiasmo tutto il pubblico del Tours Speedway. “Sono davvero entusiasta di partecipare a due gare della NASCAR Whelen Euro Series,” ha detto Max.

“Ho incontrato Jerome Galpin e scoperto la serie un paio d’anni fa e sono rimasto molto colpito dai loro progressi. Offrirò loro tutta la mia passione e la mia conoscenza delle gare NASCAR americane. In qualità di pilota europeo con il maggior numero di presenze in NASCAR, sono molto orgoglioso di portare un po’ degli Stati Uniti a Tours e Monza. Sono impaziente di correre in una gara della NASCAR Whelen Euro Series e di partecipare alla crescita del campionato sotto l’aspetto delle corse, dell’attenzione dei media e di quella del pubblico. Non vedo l’ora di essere là”.

Tra le altre guest-star si segnalano soprattutto gli americani Giles Thornton, giovanissimo, e Rick Crawford, suo coach sulla Toyota Camry #20 del Racing Club Partners, Betrand Baguette, forte di una stagione in Indycar Series e due partecipazioni alla Indy 500, e Eric Helary, vincitore di una delle manche Elite della scorsa stagione sull'ovale di Tours.

Divisione Elite

Sei volte vincitore su sei gare disputate quest'anno, Ander Vilarino arriva alla tappa su ovale con l'obiettivo dichiarato di stare lontano dai guai e conservare, per quanto possibile, il vantaggio fin qui accumulato a suon di primi posti. Dovranno invece forzatamente rischiare qualcosa in più i suoi inseguitori in classifica generale, come lo svizzero Yann Zimmer, che cercherà di sfruttare al meglio la presenza di Papis nel team Overdrive, lo svedese Freddy Nordstrom e il francese Frederic Gabillon, sempre velocissimo ma sfortunato nella prima metà della stagione.

A proposito di italiani, nella divisione Elite anche il nostro Nicolò Rocca, nono in classifica generale, affronta per la prima volta un circuito ovale e aspetta con impazienza di girare un po' a sinistra al volante della Chevrolet SS #18, al volante della quale affiancherà il leader della divisione Open Josh Burdon. “Non vedo l'ora che questo weekend arrivi, sia per il fatto che sarà la mia prima gara su ovale, sia per i nuovi piloti che si affacceranno al campionato e con cui sarà un onore correre” ha detto Rocca. “Probabilmente chi riuscirà a gestire al meglio la gara e a non fare errori riuscirà a spuntarla. sarà una lotteria! Da questo weekend guiderò sulla 18 con Josh e penso che potremo essere anche più competitivi rispetto alle prime tre gare. Dall'ovale non so bene cosa aspettarmi, ma non perdere la concentrazione sarà uno dei punti cruciali e spero di adattarmi in fretta a girare sempre da una parte e a sfiorare i muri!”

Sempre nella Divisione Elite, fa il suo ingresso Davide Amaduzzi, che si presenta in Francia forte dell'esperienza maturata in Whelen All American Series e in K&N Pro Series West per prendere parte alla seconda metà della stagione con il team T-Engineering, di ritorno nella Whelen Euro Series dopo aver saltato le gare di Digione e Brands Hatch.

“Devo ringraziare Massimo di Lonardo – il team manager di T-Engineering – per l’opportunità che mi ha offerto. Sono felicissimo di continuare la mia esperienza in NASCAR anche nel vecchio continente per fare parte di due eventi storici come la gara di Tours, sul primo short-track con banking della serie, e quella di Monza, la prima della NASCAR in Italia.” ha detto Davide entusiasta.“Proverò la vettura per la prima volta nelle libere del venerdì, per cui non so cosa mi aspetterà e non voglio fare previsioni, anche perché Tours, con due curve piatte e due sopraelevate, è un ovale atipico,ma ho delle sensazioni molto positive e sono contento dell’accordo che abbiamo raggiunto”.

 

Divisione Open

Nella Divisione Open è sempre lotta aperta tra Josh Burdon, Anthony Gandon e Julien Goupy, ma lo short-track francese potrebbe decisamente rimescolare le carte, proponendo ghiotte occasioni anche a Gabriele Volpato, che ancora una volta sarà al volante della Chevrolet Camaro #64 del Gonneau Racing che divide con Yann Zimmer.

“Sono molto eccitato per la gara di Tours, sia per il fatto che sarà la mia prima esperienza su un ovale sia per il fatto che devo riscattarmi dalla scorsa gara” ha detto Gabriele. “Sono curioso di scoprire questo nuovo tipo di corse, anche se penso che non sarà facile, perché c'è bisogno di uno stile di guida diverso e anche le regole di gara sono differenti. Cercherò di imparare il prima possibile! Ho saputo che Max Papis sarà in squadra con me e sarà un'ottima occasione per conoscerlo e magari farmi insegnare qualche trucchetto!”

 

Il circuito

Gli orari

Le gare del week-end di Tours si svolgeranno tra sabato e domenica e saranno visibili tramite un LIVE Streaming, con commento testuale, direttamente sul sito ufficiale del campionato. Questi gli orari:

Sabato 6 luglio 2013

14:00 MICHELIN 100 - ELITE Race 1 - 100 laps
18:00 KNAUF 100 - OPEN Race 1 – 100 laps

Domenica 7 luglio 2013

18:00 KNAUF 100 - OPEN Race 1 – 100 laps
16:00 LAKAL 100 - OPEN Race 2 – 100 laps

 

Fonte: http://motorsportrants.com/nascar/euro-racecar-series-nascar/e-tempo-di-short-track-per-la-nascar-whelen-euro-series/

 

 

Edited by Gian Luca Guiglia

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bello!!!

Interessante!!!

Credo sia ora di iniziare a seguire più attentamente questo campionato :yes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Magazine delle gare di Tours con il commento in italiano!

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

CAAL Racing sbarca in NASCAR Whelen Euro Series a partire da Monza!

 

Un altro team italiano farà il suo ingresso nella NASCAR Whelen Euro Series a partire dall’appuntamento di Monza, in programma per il 28 e il 29 settembre prossimi: si tratta di CAAL Racing!

 

L’importante squadra della famiglia Canneori – tre titoli piloti, cinque titoli team e 22 vittorie nella Superstars Series, oltre a tre titoli di classe nell’italiano prototipi e una sfilza di campionati nel mitico CIVTha infatti acquistato, proprio in questi primi giorni di agosto, una stock-car della serie ufficiale NASCAR europea dagli organizzatori francesi di Team FJ e la schiererà già in occasione delle semifinali sul circuito brianzolo, andando così ad affiancare l’affermatissimo programma nella Superstars.

 

Il numero sulle fiancate della vettura è ancora da definire, così come l’equipaggio che affronterà le quattro manche di Monza, ma l’intento dichiarato del team umbro è quello di essere presente anche alle finali diLe Mans per fare esperienza in vista di un impegno allargato nella stagione 2014, in cui i Canneori vorrebbero schierare 3 o 4 macchine per tutto il campionato.

 

“Riceveremo la vettura all’inizio di settembre e scenderemo subito in pista per dei test, in modo da presentarci al meglio all’appuntamento di Monza” ha dichiarato Luca Canneori. “Riteniamo che questo sia il programma ideale da affiancare alla Superstars e vogliamo utilizzare gli ultimi due week-end della stagione per preparare al meglio il campionato 2014. La vettura è nuova per noi e sfrutta concetti molto diversi da quelli a cui siamo abituati in Europa, per cui la parola d’ordine è ‘fare esperienza’, anche se ottenere subito un buon risultato nella gara di casa sarebbe fantastico”.

 

L’avvicinamento di CAAL Racing al mondo NASCAR è partito dal web ed è proseguito poi in pista, con un test a Digione e una visita al Tours Speedway, la tappa su ovale della serie europea NASCAR.

 

“Ho scoperto il campionato su internet, ho visitato il sito ufficiale e ho apprezzato subito il rapporto qualità/prezzo che la serie è in grado di offrire” ha spiegato Canneori. “Abbiamo poi effettuato un test a Digione e siamo stati alla gara di Tours, dove abbiamo potuto constatare l’entusiasmo del pubblico per queste gare e lo spettacolo offerto sia in pista che fuori: una ragione in più per aggiungere questo campionato ai nostri programmi e un aspetto che farà molto piacere ai nostri sponsor”.

 

Altro fattore determinante nella scelta della compagine italiana è stato lo stretto legame della serie con la NASCAR americana, come ha spiegato Luca Canneori:

 

“Questo campionato rappresenta una validissima proposta per giovani piloti di talento perché offre degli ottimi sbocchi potenziali, anche negli USA, uno schieramento molto competitivo e tanto divertimento con un budget molto contenuto”.

La griglia di partenza della NASCAR Whelen Euro Series si arricchisce dunque di una nuova squadra italiana, per giunta del peso di CAAL Racing: un valido motivo in più per essere presenti all’Autodromo di Monza il 28 e il 29 settembre.

 

 

 

Fonte: http://motorsportrants.com/nascar/whelen-euro-series-nascar/caal-racing-sbarca-in-nascar-whelen-euro-series-a-partire-da-monza/

 

Edited by Gian Luca Guiglia

Share this post


Link to post
Share on other sites

si sa chi sarà il pilota?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ancora, sia il pilota Elite che quello Open verranno annunciati nelle prossime settimane :yes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ancora, sia il pilota Elite che quello Open verranno annunciati nelle prossime settimane :yes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gianluca, quando si corre a Monza? vorrei farci un salto a vedere le stock car

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

28/29 settembre :-) Due gare (una elite e una open) il sabato e due la domenica. Ti aspetto :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Monza si avvicina ed ecco la prima di una serie di interviste: si parte da Ander Vilarino!

 

NWES Monza – Ander Vilarino: “Niente pretattica: cercherò di essere il più veloce in ogni sessione”

 

Non potevamo che iniziare da Ander Vilarino, campione in carica della NASCAR Whelen Euro Series e leader della classifica generale di questa stagione, la marcia di avvicinamento alla prima prova italiana della serie ufficiale NASCAR europea.

 

Vilarino ha dato un avvio bruciante alla sua stagione con 6 vittorie consecutive e si presenta all’appuntamento monzese con 28 punti di vantaggio su Frederic Gabillon, vincitore delle due gare su ovale del Tours Speedway. A partire dall’appuntamento italiano avranno però inizio i playoffs, in cui ogni manche attribuirà punteggi raddoppiati, rendendo potenzialmente apertissimo il risultato finale.

 

Lo spagnolo, al volante della Chevrolet SS #2 del team TFT-Banco Santander si presenta comunque da favorito per il successo finale. Proprio in virtù del fatto che la gara di Monza potrebbe rappresentare un momento chiave nella corsa al titolo, ha intenzione di far suo il detto secondo cui “la miglior difesa è l’attacco”, partendo al 110% fin dalle prime libere ,come dimostrano le sue parole, pronunciate col piglio del campione determinato a difendere il trono!

 

Il week end di Tours è stato piuttosto controverso per te. Ora che hai avuto circa un mese per ragionarci a mente fredda, quali sono le tue considerazioni in merito alle due gare su ovale disputate in Francia?

 

Sono state esattamente come me le ricordavo dall’anno precedente. Tanti contatti e tanti incidenti, praticamente due lotterie. Proprio per questo volevamo vincere a tutti i costi più gare possibile all’inizio dell’anno, in modo da arrivarea Tours con la possibilità di non perdere la leadership in campionato in caso il week-end non fosse andato nel migliore dei modi. Le sei vittorie della nelle prime sei gare hanno pagato e abbiamo mantenuto un buon vantaggio nonostante i due risultati negativi di Tours, dovuti a diversi contatti con altri piloti. Le gare sugli short track sono così e lo sapevo prima di arrivare a Tours.

 

Credi che il margine di 28 punti che hai in questo momento ti dia un po’ di tranquillità in caso qualcosa andasse storto? I playoff attribuiranno punteggio doppio: quali piloti pensi che possano lottare fino alla fine per il campionato?

 

Assolutamente no! 28 punti non sono un gran vantaggi con i punteggi doppi delle prossime 4 gare, ma è comunque molto meglio avere quei punti più, Nelle prossime 4 gare riceveremo gli stessi punti che sono stati distribuiti nelle prime 8, quindi può davvero accadere di tutto. Ti dirò: vincere due corse nei playoffs può essere la chiave per laurearsi campione. Credo che chiunque si trovi nella top-8 in questo momento sia in lotta per il titolo, ma credo che i primi quattro siano quelli con le carte migliori.

 

Monza sarà una gara molto esigente per i motori. Quali sono le tue aspettative per il fine settimana italiano? Attaccherai fin dalle libere o adotterai un approccio più tattico?

 

Monza è un circuito molto veloce e sono fiducioso perché avevamo un’ottima vettura a Digione, l’ultima pista veloce che abbiamo affrontato. L’approccio sarà lo stesso di sempre: cercherò di essere il più veloce in ogni sessione. La cosa più importante però è il risultato in gara e non importerà la tattica, penso solo a dare tutto quello che ho per essere in Victory Lane a Monza.

 

Il team Rapido Racing by Still sembra essere la squadra da battere in questo momento. Con il team TFT state lavorando a qualcosa per recuperare quel piccolo divario? Conti di lavorare con i tuoi compagni del team TFT per sfruttare le scie sui lunghi rettilinei di Monza?

 

La cosa più importante però è il risultato in gara e non importerà la tattica, penso solo a dare tutto quello che ho per essere in Victory Lane a Monza.

 

Non prenderla male, ma… sul serio? Abbiamo vinto 6 volte consecutive sugli stradali e loro hanno vinto le altre due corse su un ovale corto. Le prossime 4 gare sono su circuiti stradali e anche se sappiamo che sia la #5 che la #44 saranno molto veloci non pensiamo assolutamente di essere in svantaggio. Anche altri team saranno forti, come la #64 e la #1 e anche altri. I ragazzi del team TFT non si riposano mai e sono costantemente al lavoro per mettere in pista la miglior macchina possibile e non è cambiato nulla in questo. A Tours la #5 era la vettura dominante ma ora cambiamo campo di gioco… non penso che a Monza cercheremo di sfruttare il draft, perché un giro sarebbe perso per un pilota e il successivo per l’altro. Nel mio caso, lavorerò come ho sempre fatto.

 

Quali sono le tue sensazioni al pensiero di correre su un tracciato con tanta storia?

 

Amo Monza, ci ho corso altre volte in World Series e in Sport Prototipi. Non vedo l’ora di sentire come si comporta la NASCAR europea alla Parabolica e alle “due di Lesmo”. Di sicuro la macchina si muoverà parecchio in quei punti.

 

Questa estate ha visto diversi piloti della NASCAR Whelen Euro Series cimentarsi negli Stati Uniti tra la Nationwide Series e la K&N Pro Series e la serie NASCAR europea sta guadagnando attenzione da parte dei media. Pensi che il livello della competizione si stia alzando ancora di più?

 

E’ fantastico vedere che se sei un pilota NWES e trovi il giusto budget puoi andare negli Stati Uniti e correre in Nationwide Series o in K&N Pro Series. Team Fj ha fatto un grandissimo lavoro e ora possiamo trarne profitto e gareggiare negli USA. Il livello della NWES è stato, è e sarà sempre molto alto, perchè tutti vogliono essere campioni NASCAR!

 

C’è qualcosa che vorresti dire ai NASCAR fans italiani per invitarli a Monza a vivere in prima persona una gara NASCAR?

 

Non perdetevela! Vedrete potenti NASCAR V8 scivolare, entrare in contatto e lottare fino all’ultimo metro. Gialle, restart in doppia fila… vi divertirete girando nel paddock e parlando con i piloti. E ci sarà anche Max Papis!!

 

Stay Tuned!

 

Fonte: http://motorsportrants.com/interviste/nwes-monza-ander-vilarino/

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×