Jump to content
Sign in to follow this  
joseki

L'angolo musicale

Recommended Posts

Ho cercato un po' e apparte il topic delle canzoni giornaliere non ho trovato nessun topic musicale, quindi ho pensato di aprirne uno in cui si può discutere in generale di musica, spero sia interessante.

 

Per esempio la scorsa settimana ho finalmente ascoltato il controverso ultimo album dei Muse, The 2nd Law, e devo dire che lo trovo un lavoro molto buono.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve a tutti. Sto cercando da un po il titolo di una canzone che ora è il sottofondo della serie del canale DMAX "Affari in valigia". qualcuno è in grado di dirmi autore e titolo? grazie in anticipo a chi risponderà!

 

Non ho trovato altre parti del forum dove postarla e spero di non aver errato sezione

 

ecco il link: (ho chiesto anche sul tubo, magari anche li qualcuno lo sa!)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io nelle ultime settimane ho ascoltato l'ultimo di bowie, un ritorno inaspettato, dopo quella ca*ata di reality pareva finito e invece ? tornato con un gran disco.

Poi ho rispolverato gli album dei marillion fase fish, veramente un prog di livello, peccato solo che il batterista del primo album sia inascoltabile.

Sempre in tema amarcord ho riascoltato l'opera omnia degli Smiths, una delle poche cose da salvare degli anni '80: il mix tra la chitarra di marr e la misantropia dei testi di morrissey ha creato un effetto unico, che ancira oggi in UK ? celebrato come il pi? influente degli ultimi trent'anni.

 

La musica italiana la frequento poco, ma ho ascoltato l'ultimo di renato e mi piace, poi c'? la produzione di trevor horn che ? un valore aggiunto.

 

Ps su DMAX non ho info, ma potrebbe essere qualcosa dei two steps from hell.

Edited by klitschko

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 


Massimo, on 30 Jun 2013 - 07:30, said:

OT

La Blackstrat è la mia preferita, ma vivo e suono solo tre grandi e possiedo le loro signature

Blackstrat, Blackie e Number one. ;-)

 

 

 

 

ti quoto quà perchè di la siamo ot e mi interessa molto questa discussione

 

io ho la les paul del mio avatar, e una telecaster mexico standard customizzata (da me :asd:) vintage

 

il problema è che sono scarso da paura (assicuro che non è modestia e se qualcuno mi sente suonare se ne accorge subito) e mi sento ridicolo se qualcuno mi vede con, in mano, strumenti da professionisti, ma li amo e non posso farci niente

Edited by F.126ck

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Spa_83

 

Se mi parli di pop plastificato anni 80 sono daccordo!ma band come u2 guns def leppard bon jovi iron maiden judas priest i queen dire straits police e tutto il filone hard rock e heavy....poi magari non ti piace il genere e quindi..però c'erano grandi band...adesso è davvero un piattume!

I RUSH

 

 

a parte che la mia era una battuta con tanto di faccina :asd:

 

si pensavo a quel pop da classifica ma, come giustamente fai notare, in ogni periodo ci sono le grandi band come appunto quelle che hai citato, nemmeno loro però furono del tutto immuni da quell'aria di "pop plastificato" magari solo nel look :asd:

 

 

 

( :asd:)

 

la mia comunque è una semplice opinione (sono anche piuttosto ignorante)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

 

Massimo, on 30 Jun 2013 - 07:30, said:

OT

La Blackstrat è la mia preferita, ma vivo e suono solo tre grandi e possiedo le loro signature

Blackstrat, Blackie e Number one. ;-)

 

 

 

 

ti quoto quà perchè di la siamo ot e mi interessa molto questa discussione

 

io ho la les paul del mio avatar, e una telecaster mexico standard customizzata (da me :asd:) vintage

 

il problema è che sono scarso da paura (assicuro che non è modestia e se qualcuno mi sente suonare se ne accorge subito) e mi sento ridicolo se qualcuno mi vede con, in mano, strumenti da professionisti, ma li amo e non posso farci niente

 

Da quanto tempo suoni? La Telecaster migliore nel catalogo Fender è la Baja, prodotta in Mexico dal Custom Shop, le altre Tele messicane sono legna da ardere.

 

Ora posterò un articolo che ti dimostrerà che se ami la chitarra puoi suonare di tutto e molto bene.

 

Ti lascio un link

https://www.facebook.com/pages/Il-paraplegico-con-la-chitarra/165378533541268

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dedico questa postura da me inventata, a tutti i paraplegici che, da simpatizzanti, potrebbero
diventare chitarristi elettrici.
Mi rivolgo a quelli con lesione alta, paralizzati dal busto in giu', senza il supporto degli addominali.
Prima regola: La chitarra deve avere l'attacco del jack sul body. Tra le piu' famose: Stratocaster ed SG.
Passiamo alla pratica: Con la carrozzina avvicinatevi al tavolo, paralleli ad esso, con la manopola
sinistra appoggiata al bordo.
Prendete o fatevi passare lo strumento, il corpo appoggiatelo sulla coscia destra e, con il gomito
sinistro appoggiato al tavolo, tenete con la mano il manico.
Mettete sotto il gomito un asciugamano ripiegato con 5 mm di spessore.
Iniziate a suonare tenendo conto che, piu' vi avvicinate alla paletta, piu' difficile è il controllo.
Il corpo dello strumento deve sostituire gli addominali, deve aderire alla pancia e alla
tetta destra, finendo sotto l'ascella. La Strato, con le smussature del corpo, risulta la piu' indicata.
Se preferite l'SG tenete conto che il manico pesa piu' del corpo, quindi è sbilanciata.
Provatele entrambe, mi darete ragione.
Questo testo è rivolto anche ai paraplegici ""fortunati" che hanno la lesione bassa, quindi
con il supporto degli addominali. Vi divertite a giocare a basket, ma il divertimento dura due ore.
La chitarra potete suonarla e coccolarla in ogni momento della giornata.
Ho finito, ora tocca a voi. Vi auguro buoni bending. La fotografia mostra la postura.
Max
Facebook: "Il paraplegico con la chitarra"

 

post-40411-0-95061900-1373438856_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da quanto tempo suoni? La Telecaster migliore nel catalogo Fender è la Baja, prodotta in Mexico dal Custom Shop, le altre Tele messicane sono legna da ardere.

 

 

 

suono da 11 anni ma ho iniziato a 33 suonati e noto che mi manca anche un po di talento naturale :asd:

 

in effetti con qualche centinaio di euro in più potevo cercare un buon usato made in usa

 

ultimamente mi intrippa la Stratocaster :shock: forse perchè in questo periodo ascolto questi 2 pezzi che mi fanno morire, feeling da vendere:

 

:sbav:

 

http://www.youtube.com/watch?v=KgPosG8xYSk

:sbav:

Edited by F.126ck

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Da quanto tempo suoni? La Telecaster migliore nel catalogo Fender è la Baja, prodotta in Mexico dal Custom Shop, le altre Tele messicane sono legna da ardere.

 

 

 

suono da 11 anni ma ho iniziato a 33 suonati e noto che mi manca anche un po di talento naturale :asd:

 

in effetti con qualche centinaio di euro in più potevo cercare un buon usato made in usa

 

ultimamente mi intrippa la Stratocaster :shock: forse perchè in questo periodo ascolto questi 2 pezzi che mi fanno morire, feeling da vendere:

 

 

Fender Stratocaster Am Std, 1000 euro con custodia rigida sagomata e accessori: comprala, la sua ergonomia e la vesatilità ti sarà compagna per la vita.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Dedico questa postura da me inventata, a tutti i paraplegici che, da simpatizzanti, potrebbero
diventare chitarristi elettrici.
Mi rivolgo a quelli con lesione alta, paralizzati dal busto in giu', senza il supporto degli addominali.
Prima regola: La chitarra deve avere l'attacco del jack sul body. Tra le piu' famose: Stratocaster ed SG.
Passiamo alla pratica: Con la carrozzina avvicinatevi al tavolo, paralleli ad esso, con la manopola
sinistra appoggiata al bordo.
Prendete o fatevi passare lo strumento, il corpo appoggiatelo sulla coscia destra e, con il gomito
sinistro appoggiato al tavolo, tenete con la mano il manico.
Mettete sotto il gomito un asciugamano ripiegato con 5 mm di spessore.
Iniziate a suonare tenendo conto che, piu' vi avvicinate alla paletta, piu' difficile è il controllo.
Il corpo dello strumento deve sostituire gli addominali, deve aderire alla pancia e alla
tetta destra, finendo sotto l'ascella. La Strato, con le smussature del corpo, risulta la piu' indicata.
Se preferite l'SG tenete conto che il manico pesa piu' del corpo, quindi è sbilanciata.
Provatele entrambe, mi darete ragione.
Questo testo è rivolto anche ai paraplegici ""fortunati" che hanno la lesione bassa, quindi
con il supporto degli addominali. Vi divertite a giocare a basket, ma il divertimento dura due ore.
La chitarra potete suonarla e coccolarla in ogni momento della giornata.
Ho finito, ora tocca a voi. Vi auguro buoni bending. La fotografia mostra la postura.
Max
Facebook: "Il paraplegico con la chitarra"

 

 

 

Urka!!!!!

 

 

 

suono da 11 anni ma ho iniziato a 33 suonati e noto che mi manca anche un po di talento naturale :asd:

 

in effetti con qualche centinaio di euro in più potevo cercare un buon usato made in usa

 

ultimamente mi intrippa la Stratocaster :shock: forse perchè in questo periodo ascolto questi 2 pezzi che mi fanno morire, feeling da vendere:

 

:sbav:

 

http://www.youtube.com/watch?v=KgPosG8xYSk

:sbav:

 

 

Hai detto niente.............

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Prima regola: La chitarra deve avere l'attacco del jack sul body. Tra le piu' famose: Stratocaster ed SG.

 

se avete più soldi potete usare anche la 335

 

335_beauty2.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Prima regola: La chitarra deve avere l'attacco del jack sul body. Tra le piu' famose: Stratocaster ed SG.

 

se avete più soldi potete usare anche la 335

 

335_beauty2.jpg

 

La 335 non puoi suonarla in carrozzina perché è troppo grossa: se osservi la foto vedi che la Strato ci sta giusta giusta tra ascella e coscia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

:up:

Share this post


Link to post
Share on other sites

:up:

Inserisco uno dei tanti articoli dedicati alle solid - body con la prima nata.

 

Approfondimento sulla Telecaster

 

Scavando a fondo sulla vita della Telecaster emergono tre nomi sconosciuti ai fans di questa minimalista solid body: Leo Fender non aveva nemmeno pensato di costruire una chitarra, fino a quando non entro' nel suo negozio, per farsi riparare l'ampli, il Signor Clayton Orr Kauffman, detto "Doc".Doc era un musicista quotato ed era un inventore, avendo brevettato 2 progetti: un vibrato per chitarra (vibrola) e una versione meccanica dello stesso dispositivo prodotti dalla Rickembabacker. Diventarono amici, e, nel 1943, inventarono una solid body con il corpo somigliante a una Lap Steel, con il nome K&F. Questo il primo passo. Incoraggiato da Charlie Hayes, un rappresentante della Radio - Tel si concentro' nella realizzazione di una chitarra solid body. Un ruolo importante nello sviluppo arrivo' da Paul Bigsby, liutaio, meccanico e progettista di motociclette, che aveva costruito una solid body con spalla mancante. Questa configurazione piacque a Leo, che con l'aiuto di George Fullerton nel '49 diede vita all' Esquire, e poi, nel '50, alla Broadcaster.Molte dritte gli furono date da un suo amico chitarrista che nei primi anni '40 aveva sviluppato il prototipo di Solid Body "Logo". Questo chitarrista, dopo due anni, divenne molto famoso; si chiamava Lester William Polfus, al secolo Les Paul. Il mondo è piccolo.

 

Secondo me la miglior Telecaster in vendita, che fa le scarpe alla reissue '52

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Telecaster la sogno da sempre...quel suo suono acido mi piace di brutto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

applausi a chi ha postato i funkadelic!

Share this post


Link to post
Share on other sites

:caldo: sabato ho preso il vinile

 

100_4812.jpg

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

vorrei fare una considerazione su questo link http://www.ladyblitz.it/musica-2/giovanni-allevi-jovanotti-ha-ritmo-beethoven-no-1510588/ discusso scherzosamente in spam

 

non è la prima volta che sento Giovanni Allevi, in pratica, voler modernizzare la musica classica, a parte la battuta su Jovanotti-Beethoven che, spero, sia una specie di provocazione, ho letto parecchie critiche su di lui ma:

 

premesso che per me modernizzare la classica è come ristrutturare il Colosseo, siamo sicuri che sia giusto criticarlo? considerando che:

 

Muddy Waters elettrificò il blues e venne criticato, Miles Davis elettrificò il jazz e venne criticato ed ora sono considerati dei maestri

 

i grandissimi led zeppelin "contaminarono" il blues creando il rock duro (non sono stati i primi ma i più famosi)

 

non è che un giorno accanto a questi nomi leggendari leggeremo anche Giovanni Allevi? :asd:

 

che ne pensate?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Approfondimento sulla Gibson SG

 

Sebbene nei primi anni sessanta un numero sempre crescente di giovani si fosse avvicinato alla chitarra elettrica, non gradirono l'aspetto degli strumenti Gibson. Neppure le nuove SG potevano reggere il confronto con le sgargianti e variopinte Jazzmaster, Jaguar e Stratocaster di Fender. Questo è il motivo per il quale Polfus ritiro' la firma sulla paletta. Quando iniziarono a capirla, Gibson nel '63, propose la Firebird rovesciata ideata con il disegnatore di automobili Ray Dietrich: non elenco le caratteristiche di questo flop commerciale, che all'inizio rubo' ulteriori clienti all'SG. Nella seconda meta' degli anni '60, i musicisti seri che emersero dalla scena giovanile Pop, cominciarono a riscoprire questo modello, e, per circa un decennio, la ruota della fortuna giro' anche per L'SG. I primi anni '80, dominati dalla presenza della Strato, tornarono ad essere per l'SG e Les Paul un periodo sfortunato. Il tipico suono denso degli humbucker poco si accordava con i nuovi stili musicali pervasi dall'uso dei sintetizzatori;anche i metallari erano passati alle Fender. Viste le precedenti esperienze Gibson decise di aspettare che la moda cambiasse, visto che si diffuse una nuova voga per i modelli Superstrat (Jackson e Ibanez) stile Fender, e ancora una volta Gibson subi' gravi perdite. La SG Custom a tre humbucker sostitui' la versione firmata da Polfus nel '62, e continuo' ad essere prodotta fino al '79, pur richiedendo modifiche di carattere estetico e tecnico. nel 1986 fu reintrodotta nel catalogo Gibson. Tentarono anche con l'SG Special, con 2 P90, ma i fans erano orientati verso la Custom. Due amici che la possedevano, avevano escogitato un giochetto per destabilizzare le band che suonavano nei pub: aspettavano la pausa, e, fingendosi principianti, chiedevano di provare le loro chitarre. Ogni esibizione era talmente bella che il gruppo di turno staccava tutto ed usciva mesto mesto. I due amici per la pelle erano Eric Clapton e Jimi Hendrix. E' piccolo il mondo.

 

Edited by Massimo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×